Telese Terme, Aurelio De Laurentiis inaugura domani lo Stadio Comunale

Telese Terme, Aurelio De Laurentiis inaugura domani lo Stadio Comunale

Eventi

Domani, venerdì 28 giugno in via Lagni a Telese Terme, sarà inaugurato lo Stadio Comunale ristrutturato, alla presenza del presidente della Società Calcio Napoli e di Filmauro, Aurelio De Laurentiis, del presidente dell’Unione Industriale di Napoli, Costanzo Jannotti Pecci e del sindaco di Telese Terme, Giovanni Caporaso

Alle ore 17 il taglio del nastro e, poi, all’interno dell’impianto l’incontro con il numero uno del calcio Napoli.

Una parte dei posti a sedere nell’area riservata è destinata a giornalisti, operatori di ripresa e fotografi delle testate giornalistiche. 

Seguirà, alle 18.30 la Santa Messa officiata da S.E. il Vescovo della diocesi, Mons. Giuseppe Mazzafaro, con la consegna da parte del sindaco Giovanni Caporaso delle chiavi della città al Santo Patrono “Santo Stefano”.

L’appuntamento con il Ministro dell’Interno Matteo Piantedosi è rimandato. Lo stesso ministro, dispiaciuto di non poter raggiungere Telese a causa di sopravvenuti impegni istituzionali, ha chiesto di spostare l’evento in una data che verrà fissata nelle prossime settimane.

Telese Terme, venerdì saranno accolti il ministro Piantedosi e il presidente De Laurentiis

Telese Terme, venerdì saranno accolti il ministro Piantedosi e il presidente De Laurentiis

Eventi

Il 28 giugno prossimo la Città di Telese Terme ospiterà, in due importanti eventi per la comunità, sia il ministro dell’Interno, Matteo Piantedosi che il presidente della Ssc Napoli, Aurelio De Laurentiis. A Piantedosi verrà consegnato l’Obolo Telesino; De Laurentiis taglierà il nastro del nuovo Stadio comunale.

Sarà una bella giornata per la nostra città – commenta il sindaco Giovanni Caporaso -, grazie alla presenza di due personalità: l’autorità nazionale di pubblica sicurezza, un uomo delle istituzioni legato da un affetto particolare a Telese, e con lui il protagonista di un grande progetto sportivo, capace di regalare nuovamente un sogno ai tifosi dopo oltre 30 anni e di far colorare di azzurro tutta la Campania e non solo”. 

Il ministro dell’Interno, Piantedosi è stato da ciclista amatoriale un assiduo frequentatore della Valle Telesina, e di Telese in modo particolare per le soste ristoratrici prima del ritorno in Irpinia, al punto da considerarlo un telesino acquisito. 

Già ebbi modo di dire, all’indomani della sua nomina, che per la nostra comunità era motivo di orgoglio avere un campano alla guida del Viminale – prosegue Caporaso -, e in quella occasione espressi il desiderio di potergli consegnare il nostro Obolo, riconoscimento tributato ai cittadini telesini illustri e, in questo caso, ai telesini illustri acquisiti per l’amore e per la simpatia mostrata nei confronti della nostra città”.

Il primo appuntamento della giornata sarà alle 18.30 con la Santa Messa officiata da S.E. il Vescovo della diocesi, Mons. Giuseppe Mazzafaro.

Alle 19.30 si svolgerà l’inaugurazione dello Stadio Comunale completamente rinnovato, alla presenza del presidente De Laurentiis e del presidente dell’Unione Industriale di Napoli, Costanzo Jannotti Pecci.

Avevamo invitato da tempo il presidente De Laurentiis e con nostra immensa gioia ha accettato di venire a tagliare il nastro del nostro Stadio – precisa il primo cittadino -, di condividere con noi il momento in cui restituiamo la struttura completamente rinnovata e pienamente efficiente alla comunità. Un grazie sentito va, oltre che al presidente della Filmauro e del Napoli anche al dott. Jannotti Pecci che dimostra sempre amore spassionato nei confronti di Telese e grande attenzione e totale disponibilità verso la nostra comunità”.

Infine alle 20, presso l’anfiteatro delle Terme di Telese ci sarà la cerimonia di consegna dell’Obolo Telesino al sig. Ministro dott. Piantedosi, alla presenza delle autorità civili e militari. 

L’Obolo telesino è la riproduzione della moneta, con datazione 265-240 a.C. utilizzata per gli scambi economici e commerciali e riporta la testa di Minerva con un elmo corinzio mentre nel retro reca l’immagine di un gallo in posizione eretta. La moneta è stata riprodotta dall’Istituto Poligrafico Zecca dello Stato in oro, argento e bronzo. Viene donata dalla Città di Telese Terme a ospiti e cittadini illustri in particolari occasioni.

Stadio Napoli, De Laurentiis: “Il “Vigorito” è bello, ma inferiore alle nostre necessità numeriche”

Stadio Napoli, De Laurentiis: “Il “Vigorito” è bello, ma inferiore alle nostre necessità numeriche”

Benevento CalcioCalcio

Il Presidente del Napoli, intervenuto a Radio Napoli Centrale, ha parlato anche della questione Maradona. L’impianto che ospita le gare casalinghe degli azzurri, infatti, dovrà essere oggetto di restyling in vista di Euro2032, in cui Italia e Turchia saranno i paesi organizzatori.

Nelle scorse settimane si era paventata l’ipotesi che proprio il Benevento potesse ospitare il Napoli al Vigorito nel periodo dei lavori, ma De Laurentiis ha spiegato perché quest’ipotesi è destinata a non tramutarsi in realtà.

Queste, quindi, le parole del patron azzurro, riportate da TuttoNapoli.net:

“In ogni caso, qualsiasi tipo di operazione si dovesse portare avanti al Maradona, il Calcio Napoli dovrebbe giocare alcuni anni fuori dallo stadio Maradona. Con tutto il rispetto che ho per Avellino, Benevento, che hanno stadi molto belli, ma molto inferiori alle necessità numeriche del Calcio Napoli e del fatto che giocheremo, mi auguro anche la prossima stagione, e le ulteriori stagioni che verranno in Europa, quindi il problema non si pone. Non possiamo perdere 3 anni giocando in stadi che ci creerebbero una minusvalenza di oltre cento milioni, a livello di incassi”.