Rubano auto ma sono costretti a scappare a piedi dal “blocco motore”: arrestati in garage due slovacchi

Rubano auto ma sono costretti a scappare a piedi dal “blocco motore”: arrestati in garage due slovacchi

CronacaRegione
Una 27enne e un 29enne, entrambi originari della Slovacchia e senza fissa dimora, sono stati trasportati al carcere di Bellizzi Irpino.

Carabinieri della Stazione di Serino, coadiuvati dai colleghi dell’Aliquota Radiomobile della Compagnia di Solofra, hanno tratto in arresto per furto di autovettura, una 27enne e un 29enne, entrambi originari della Slovacchia e senza fissa dimora.

Gli stessi, verso mezzogiorno di ieri, avrebbero rubato un’autovettura parcheggiata nel pieno centro di Serino.

Sfortunatamente per loro, l’azione delittuosa è stata notata da una persona che non ha esitato ad allertare il 112.

Prontamente giunti sul posto, i Carabinieri, appreso che i due ladri avevano abbandonato il veicolo rubato e si erano dileguati a piedi allorquando è entrato in funzione il dispositivo antifurto “blocco motore”, nel giro di pochi minuti hanno rintracciato i presunti responsabili all’interno di un garage.

Condotti in Caserma nei loro confronti è scattato l’arresto. L’autovettura è stata restituita all’avente diritto.

D’intesa con l’Autorità giudiziaria, gli stessi sono stati associati al carcere di Bellizzi Irpino.

Tentato omicidio: arrestato 31enne

Tentato omicidio: arrestato 31enne

CronacaRegione

E’ accaduto venerdì, nei pressi del parco delle Acacie di Atripalda.

I Carabinieri della Compagnia di Avellino hanno tratto in arresto un 31enne di Atripalda, ritenuto responsabile di tentato omicidio.

Nella tarda serata di venerdì, nei pressi del parco delle Acacie di Atripalda, al culmine di una lite scaturita da futili motivi, l’uomo, in preda ai fumi dell’alcool, avrebbe colpito con un coltello, in varie parti del corpo, un 47enne di Avellino.

Quest’ultimo, soccorso da personale medico del 118, è ricoverato all’ospedale Moscati di Avellino. 

Il tempestivo intervento di una pattuglia della Sezione Radiomobile e della Stazione di Avellino ha consentito l’arresto in flagranza di reato del presunto responsabile e il sequestro dell’arma bianca utilizza per il delitto.

Su disposizione della Procura della Repubblica di Avellino il 31enne è stato associato alla Casa Circondariale di Bellizzi Irpino.