Calciomercato Benevento, il Sorrento formalizza l’offerta per Bolsius

Calciomercato Benevento, il Sorrento formalizza l’offerta per Bolsius

Benevento CalcioCalcio

L’avventura di Don Bolsius con la maglia del Benevento, come vi avevamo raccontato qualche giorno fa (QUI), sembra essere arrivata ai titoli di coda.

In merito al suo probabile addio alla Strega, però, sono arrivati importanti sviluppi che potrebbero rendere le prossime ore decisive per il futuro dell’ala olandese.

Il Sorrento infatti, che lo seguiva da diverso tempo, come riporta LaCasadiC ha formalizzato l’offerta di acquisto del classe ’98 alla società giallorossa. I costieri, inoltre, hanno già incassato il “sì” del giocatore in merito al trasferimento in virtù della titolarità che gli verrebbe garantita.

Calciomercato Benevento, Bolsius in uscita: sull’olandese tante squadre di Serie C

Calciomercato Benevento, Bolsius in uscita: sull’olandese tante squadre di Serie C

Benevento CalcioCalcio

Il Benevento, in questi ultimi giorni, si è dimostrato molto attivo sul mercato, soprattutto in uscita. In queste ultime ore, infatti, hanno salutato il Sannio i vari Koutsoupias (direzione Catanzaro, in Serie B) e Paleari (che ricoprirà il ruolo di secondo portiere al Torino, in A).

Il D.T. Carli, però, è al lavoro per provare a cedere anche altri giocatori, tra cui sicuramente c’è anche Don Bolsius, che al pari di Benedetti e Marotta non ha ancora preso parte al ritiro di Roma. Il 25enne olandese, 29 presenze condite da 4 gol 1 assist in giallorosso tra Serie C e Coppa Italia Serie C nella passata stagione, desidererebbe trovare più spazio e dovrebbe lasciare la Strega nella sessione estiva di calciomercato.

Non mancano le pretendenti per l’ala classe ’98, soprattutto dal Girone C di Serie C. Su Bolsius infatti, come riporta TuttoC, sarebbe molto forte il pressing del Sorrento, che però riscontrerebbe nell’ingaggio percepito dal giocatore un nodo al trasferimento. Secondo quanto scritto da Il Corriere dello Sport, inoltre, anche il Taranto aveva monitorato l’olandese, ma la questione si sarebbe risolta con un nulla di fatto; stesso discorso vale per il Latina.TuttoPotenza, poi, racconta di un interessamento del Picerno, che attualmente è coperto in attacco e non ha urgenza di intavolare una vera e propria trattativa. Sfumata la destinazione Foggia, infine, in Puglia resta ancora viva l’ipotesi Audace Cerignola.

Bolsius dunque, salvo soprese, lascerà il Benevento: resta da capire chi deciderà di affondare il colpo e riuscirà a spuntarla alle condizioni stabilite dalla società giallorossa.

Benevento: in 10, tra esuberi e calciatori in uscita, non partiranno per il ritiro il 15 luglio

Benevento: in 10, tra esuberi e calciatori in uscita, non partiranno per il ritiro il 15 luglio

Benevento CalcioCalcio

Saranno – solo – 27 i giallorossi che partiranno, almeno inizialmente, per il ritiro pre-campionato di Roma. Così avrebbe deciso il Benevento, come racconta “Il Mattino”.

“Inizialmente – scrive il collega Luigi Trusio sulla pagine del quotidiano – partiranno per il «Mancini Park Hotel» in 27 (che potrebbero diventare 28 se Koutsoupias, che sta effettuando visita di controllo a Bologna per il crociato, avrà l’ok dai medici).

Seguirà un secondo scaglione di calciatori per i quali le visite sono state differite e che raggiungeranno, sempre se non troveranno prima una sistemazione, la Capitale in un secondo momento. Questo per consentire a Gaetano Auteri di lavorare, almeno in principio, con un gruppo snello e con calciatori che hanno assoluta certezza (giovani a parte), oltre che voglia, di far parte dell’organico.

Gli esclusi sono Letizia e Pastina (su cui pende il giudizio del Tribunale federale nazionale per il calcioscommesse), i partenti Karic e Kubica, i giovani Rillo e Alfieri e quelli che non rientrano più nei piani della società come Benedetti, Acampora, Viviani, Marotta e Bolsius”.

Giudice Sportivo, il Benevento perde anche Nardi e Bolsius per l’andata contro la Carrarese

Giudice Sportivo, il Benevento perde anche Nardi e Bolsius per l’andata contro la Carrarese

Benevento CalcioCalcio

La Lega Pro, sui propri canali ufficiali, ha reso note le decisioni del Giudice Sportivo dopo il turno valido per il ritorno del Secondo Turno Nazionale dei Play-Off di Serie C 2023-24.

Il Benevento, dopo la gara contro la Torres, dovrà fare a meno di ben quattro giocatori per l’andata delle Semifinali contro la Carrarese, in programma martedì 28 p.v. alle ore 21 allo Stadio dei Marmi-4 Olimpionici Azzurri. Mister Auteri infatti, oltre che con le assenze di Pastina (infortunato) e Pinato (che sconterà l’ultima giornata di squalifica, la quarta dopo il rosso rimediato nell’andata del Primo Turno Nazionale contro la Triestina), dovrà fare a meno anche di Nardi e Bolsius. Il centrocampista giallorosso, infatti, al Sanna ha ricevuto la seconda ammonizione ed è scattata la squalifica per un turno. L’attaccante olandese, invece, ha rimediato un rosso diretto “per avere, al 38° minuto del secondo tempo, tenuto una condotta gravemente antisportiva nei confronti di un calciatore avversario in quanto, interveniva in un contrasto di gioco con un avversario con vigoria sproporzionata“.

Entrano in diffida, lato Strega, Simonetti e Talia, che si aggiungono a Meccariello. I Marmiferi, invece, ritroveranno Finotto dopo aver scontato la squalifica nel ritorno contro la Juventus Next Gen, ma dovranno fare i conti con ben sette giocatori in diffida: Giannetti, Illanes, Panico, Capezzi, Di Gennaro, Schiavi e Zanon.

Multati infine di 2mila euro i sardi “A) per fatti contrari alle norme in materia di ordine e di sicurezza e per fatti violenti commessi dai suoi sostenitori, posizionati nel Settore Curva Nord (cs 7 e cs 8) integranti pericolo per l’incolumità pubblica, consistiti nell’avere lanciato: 1.prima dell’inizio della gara, dieci fumogeni, nel recinto di gioco, determinando, con tale condotta, un ritardo di 5 minuti e 30 secondi nell’avvio della gara, in attesa che tornasse una corretta visibilità; 2.al 13° minuto del primo tempo, un fumogeno, nel recinto di gioco, senza conseguenze; 3.al 20° minuto del primo tempo, un fumogeno, nel recinto di gioco, senza conseguenze; 4.al 5° e 6° minuto del secondo tempo, due fumogeni, nel recinto di gioco; B) per fatti contrari alle norme in materia di ordine e di sicurezza e per fatti violenti commessi dai suoi sostenitori, posizionati nel Settore Tribuna integranti pericolo per l’incolumità pubblica, consistiti nell’avere lanciato, al termine della gara, mentre i giocatori della squadra avversaria rientravano negli spogliatoi, una bottiglietta d’acqua che cadeva a circa tre metri da loro e una moneta che cadeva tra i giocatori, senza conseguenze“.

Foto: Screen YouTube Lega Pro

Benevento, Bolsius: “Promozione? Difficile, ma ci credo. La concorrenza aiuta a crescere”

Benevento, Bolsius: “Promozione? Difficile, ma ci credo. La concorrenza aiuta a crescere”

Benevento CalcioCalcio

Il duttile attaccante del Benevento, autore del gol del momentaneo 3-0 contro il Sorrento, ha commentato così la vittoria nel derby nella conferenza stampa post-gara.

Ecco, quindi, le dichiarazioni di Don Bolsius dalla sala stampa del Vigorito:

SUL GOL DEL MOMENTANEO 3-0 E SULLA VITTORIA CONTRO IL SORRENTO: “Sono molto contento per la squadra. Anche all’andata ho fatto gol contro il Sorrento, questo forse è meno importante ma per la fiducia fa sempre bene. Questo gol è arrivato dopo aver saltato il difensore, cosa che facevo spesso l’anno scorso“.

SULLA CONCORRENZA NEL REPARTO OFFENSIVO: “Non è stato facile, ma ho avuto tempo di guardare alle cose che dovevo migliorare e fare ancora meglio. La concorrenza è una cosa buona, con tutti gli attaccanti che abbiamo è la cosa migliore: da ogni giocatore si può imparare qualcosa di positivo, abbiamo tutti caratteristiche diverse

SU BENEVENTO: “Mi trovo molto bene qui, vivo in centro. La gente è simpatica, è un luogo diverso rispetto all’anno scorso: è una piazza grande, una città molto bella“.

SUL FINALE DI STAGIONE: “Guardo partita dopo partita, per questo gol devo ringraziare il Mister che mi ha aiutato a essere più decisivo. Penso e spero di poter fare ancora di più“.

SULLA CLASSIFICA: “Sono più sognatore del Mister: sappiamo che la strada è lunga e non è tutto nelle nostre mani, ma tutto è possibile perché abbiamo una squadra molto forte. Io ci credo, ma sappiamo che è una strada lunga e difficile“.

SULL’ESULTANZA CON LA PANCHINA: “Dopo il gol ho cercato Kubica, mi trovo molto bene con lui e prima che entrassi mi aveva detto che avrei fatto gol e, se lo avessi fatto, che sarei dovuto correre a cercarlo“.

SULLA PROSSIMA GARA CONTRO IL FOGGIA DI MISTER CUDINI: “Mi farà piacere rivederlo, ma dobbiamo vincere. Dopo la partita torneremo amici, prima no“.

Calciomercato Benevento, possibile cessione in attacco

Calciomercato Benevento, possibile cessione in attacco

Benevento CalcioCalcio

Ultimi giorni della sessione invernale di calciomercato, con il D.T. Carli che è in queste ore allo Sheraton di Milano per provare a concludere alcune trattative in uscita e, perché no, magari anche in entrata.

La Virtus Francavilla, dopo aver praticamente acquisito le prestazioni sportive di Mohamed Laaribi dal Potenza, avrebbe messo nel mirino un attaccante del Benevento. Come riporta Antenna Sud, infatti, i pugliesi avrebbero puntato gli occhi su Don Bolsius.

La società giallorossa non sembra intenzionata a disfarsi dell’esterno olandese ex Fidelis Andria, ma tanto comunque dipenderà dalla volontà del 25enne: novità sono attese nelle prossime ore.

Benevento, Bolsius si racconta: “L’obiettivo è la promozione in B, in campo sono creativo”

Benevento, Bolsius si racconta: “L’obiettivo è la promozione in B, in campo sono creativo”

Benevento CalcioCalcio

L’attaccante del Benevento, 2 reti e 1 assist in undici presenze complessive in stagione (molte delle quali da subentrato) tra Serie C e Coppa Italia di categoria, ha rilasciato nei giorni scorsi un’intervista al quotidiano locale olandese 073voetbal.

Di seguito, quindi, le parole di Don Bolsius in merito al suo passato e agli obiettivi da raggiungere con la Strega:

SULLE SUE CARATTERISTICHE, IN CAMPO E FUORI: “In campo faccio affidamento sulla mia velocità, creatività e tecnica. Fuori dal campo sono empatico e divertente. Preferibilmente gioco da ala sinistra, ma posso giocare anche da 7, 9 o 10.”.

SULLA VITA QUOTIDIANA A BENEVENTO: “Vivo nel centro di Benevento dall’estate scorsa, sono innamorato, ho una relazione, e nel tempo libero mi piace giocare, leggere, incontrare gli amici, meditare, cucinare molto e trascorrere del tempo con la famiglia“.

SUGLI OBIETTIVI STAGIONALI CON LA STREGA: “Vogliamo conquistare la promozione in Serie B. Sarà difficile, perché anche il livello delle altre squadre è alto, ma sono fiducioso che faremo bene con il Benevento“.

SUGLI OBIETTIVI PERSONALI EXTRA-CAMPO: “Voglio essere la versione migliore di me stesso e diventare un buon fratello, figlio, amico e, infine, marito. Inoltre i miei genitori stanno ripagando gli investimenti che hanno fatto in me in passato. Voglio renderli orgogliosi di ciò che faccio e restituire loro energia e tempo“.

SUL MOMENTO PIU’ BELLO E PIU’ BRUTTO VISSUTO DA CALCIATORE: “Il momento più bello è stato segnare una doppietta in una delle ultime partite decisive in una stagione difficile per la squadra l’anno scorso, con la Fidelis Andria. Quello più brutto è che alla fine siamo retrocessi“.

SULLA PREFERENZA TRA ERBA NATURALE E SINTETICO: “Preferisco l’erba naturale, altrimenti anche l’erba artificiale va bene. Tutto è meglio di un giardino di tuberi, ma la migliore partita di calcio può essere giocata su un bel prato“.

SUL COLORE DEGLI SCARPINI: “Tutto tranne il nero, direi il bianco o un colore brillante. Il nero è per i difensori, non per un giocatore creativo“.

SULLA MAGLIA E SULLO STADIO PIU’ BELLI: “Come maglia dico il kit home dell’FC Den Bosch, come stadio il San Nicola del Bari. Quello è davvero il posto migliore in cui ho giocato“.

Benevento, Bolsius: “Per un attaccante è importante sbloccarsi. Sono sempre pronto”

Benevento, Bolsius: “Per un attaccante è importante sbloccarsi. Sono sempre pronto”

Benevento CalcioCalcio

L’attaccante olandese del Benevento, ospite della trasmissione OttoGol in onda su OttoChannel, ha parlato così del vittoria contro il Sorrento per 1-0, arrivata grazie a un suo gol, e del turno infrasettimanale di giovedì contro il Foggia.

Queste, quindi, le parole di Don Bolsius:

SUL GOL CONTRO IL SORRENTO, IL PRIMO STAGIONALE: “Era molto importante, per un attaccante è importante fare il primo gol. Si dice sempre che dopo il primo gol gli altri vengono più facili, spero di fare qualche gol in più“.

SUL SUO RUOLO: “Penso di trovarmi meglio come trequartista, è un ruolo in cui posso essere più libero anche di mettermi come esterno, che è il ruolo che preferisco di più“.

SUL RAPPORTO CON MISTER ANDREOLETTI E SUL FARSI TROVARE PRONTO: “A volte il Mister mi sprona, ma lo fa per migliorarmi. Sono sempre pronto, non penso se giocherò o meno. Sono entrato con lo spirito giusto, non è possibile avere un atteggiamento diverso. Mi aspetto tutto prima della partita“.

SU CICIRETTI: “Non si sta ancora allenando con il gruppo. Nello spogliatoio, anche se non sta giocando e non sta al 100% fisicamente, è un ragazzo bravissimo e si vede che cerca di aiutare gli altri giocatori. E’ un giocatore con tanta esperienza e qualità, si vede e l’ho visto negli allenamenti che ha fatto. Sono contento che sia con noi“.

SUI TRE CAPITANI DEL BENEVENTO: “Penso di non avere mai avuto tre Capitani in squadra. Ciano è un Capitano che parla più con i piedi che con le parole, ed è già abbastanza. Ha un tiro incredibile, mi diverto solo a guardarlo durante l’allenamento. Marotta invece parla tanto e scherza spesso, mi piace. Mi piace tantissimo anche Paleari“.

SULLE QUALITA’ DEL BENEVENTO: “Come giocatori siamo la squadra più forte del campionato. Ci vuole il gruppo, ci sono squadre che giocano insieme da più tempo di noi. A livello di qualità però, considerando che siamo ancora in costruzione, abbiamo buone chances“.

SULLE TANTE PARTITE RAVVICINATE: “Il mondo del calcio funziona così: quando ci sono tante partite in poco tempo, anche a causa degli infortuni, arriva spazio anche per chi ha giocato di meno“.

Foto: Screen OttoChannel

Sorrento – Benevento 0-1: gli Highlights

Sorrento – Benevento 0-1: gli Highlights

Benevento CalcioCalcio

Il Benevento vince di misura al Viviani di Potenza nel derby campano contro il Sorrento grazie a un gol di pregevole fattura del subentrato Bolsius all’84esimo.

La Strega di Mister Andreoletti torna al successo dopo due pareggi consecutivi e sale a quota 18 punti, gli stessi della Juve Stabia capolista ma con una partita in più (le Vespe stanno giocando ora al Liguori contro la Turris).

Il Sorrento di Mister Maiuri cade in casa dopo le vittorie degli ultimi due turni e resta a quota 8, ora sedicesimo.

Di seguito gli Highlights del match

Benevento, Bolsius: “Gol speciale davanti ai miei genitori. Stiamo migliorando ogni settimana”

Benevento, Bolsius: “Gol speciale davanti ai miei genitori. Stiamo migliorando ogni settimana”

Benevento CalcioCalcio

L’attaccante del Benevento, subentrato nel corso del secondo tempo contro il Sorrento al Viviani di Potenza e autore del gol-vittoria, ha commentato così il successo dei giallorossi contro i rossoneri.

Questo, dunque, il commento di Don Bolsius al triplice fischio ai microfoni di OttoChannel:

SUL GOL-VITTORIA CONTRO IL SORRENTO: “E’ il primo gol che ho fatto in campionato per il Benevento e c’erano anche i miei genitori, per me è molto speciale“.

SULLA FIDUCIA DI MISTER ANDREOLETTI: “Per me è molto importante. Gioco spesso d’istinto e sono un ragazzo sensibile, quindi ci vuole rapporto umano con l’allenatore. Mi fa piacere il fatto che il Mister mi stia pensando“.

SULLA CRESCITA DELLA SQUADRA: “Ancora non abbiamo avuto tanto tempo insieme. Si vede che c’è tanta qualità, ma stiamo facendo abbastanza bene. Possiamo migliorare, e lo facciamo ogni settimana“.

SULLA SUA POSIZIONE IN CAMPO: “Di solito non gioco trequartista, non è il mio ruolo preferito, ma anche lì ho abbastanza spazio per fare le mie giocate“.

SULL’IMPORTANZA DI AVERE UNA ROSA LUNGA: “E’ molto importante avere tanti giocatori e tante scelte. Ogni allenamento si vede che i giocatori vogliono mettere in difficoltà il Mister nelle scelte, se continuiamo così e anche i cambi entrano così per il Mister diventa difficile“.