Benevento, iniziata la bonifica di via Iandoli e Lungosabato Bacchelli

Benevento, iniziata la bonifica di via Iandoli e Lungosabato Bacchelli

AttualitàBenevento Città

Questa mattina è iniziata la bonifica dell’area di Via Francesco Iandoli e Via Lungosabato Bacchelli, affidata dal Comune di Benevento alla Pro Loco Samnium. Ciò è stato possibile anche grazie alla collaborazione degli Scout, che oltre alla pulizia e alla bonifica dell’area faranno anche da vigilanza per tutto il periodo.

I giovani ragazzi scout, armati di buona volontà, insieme ai loro tutor hanno iniziato la bonifica di tutta l’area, in particolar modo con il recupero del teatrino aperto, dove in questa estate l’obiettivo è quello di renderlo fruibile gratuitamente a tutti i ragazzi delle associazioni e del rione, per poter fare spettacoli, letture, attività del tempo libero e tanto altro.

Sul posto anche il responsabile “Consigliere” della Pro Loco con delega all’Ambiente, al Volontariato e ai Giovani, Samuel Fusco, e il Presidente Prof. Giuseppe Petito.

“L’obiettivo – spiega Fusco – è che entro il mese di Marzo tutti i ragazzi del Rione possano usufruire di questi spazio”.

Sant’Angelo a Cupolo, avviati i lavori di bonifica dell’area circostante il Cimitero

Sant’Angelo a Cupolo, avviati i lavori di bonifica dell’area circostante il Cimitero

AttualitàDalla Provincia
Il sindaco Cataffo: “Tempi stimati per il completamento dei lavori un mese circa. Si tratta di lavoro molto delicato e certosino, parliamo di di rifiuti speciali”.

SANT’ANGELO A CUPOLO. Avviati i lavori di bonifica dell’area pertinenziale al Cimitero di Sant’Angelo a Cupolo oggetto di illecito abbandono di rifiuti da parte di ignoti.

Una vicenda che venne alla luce nel luglio 2020, allorquando un incendio interessò l’area ed alcuni fondi privati contigui, con conseguente intervento della Stazione di San Giorgio del Sannio della Regione Carabinieri Forestale della Campania, che segnalò un rinvenimento di rifiuti solidi urbani  e speciali, alcuni dei quali presumibilmente pericolosi, oggetti di illecita combustione. L’area fu prontamente sottoposta a sequestro penale. Fu poi affidata ad un’azienda specializzata  l’esecuzione del servizio di redazione del piano di messa in sicurezza, indagini preliminari e analisi dei rifiuti abbandonati.

A seguito  del dissequestro  definitivo dell’area disposto l’11 ottobre scorso e la restituzione dei beni agli aventi diritto,  considerando che normativa relativa all’abbandono ed al deposito incontrollato di rifiuti nel suolo pubblico, nel caso in cui gli organi preposti alla vigilanza non siano in grado di individuare l’autore della violazione, impegna l’Amministrazione Comunale, proprietaria del suolo, ad intervenire per provvedere alla rimozione, all’avvio al recupero ed allo smaltimento dei rifiuti abbandonati e/o depositati in modo incontrollato, la stessa Amministrazione ha  attivato,   ad inizio dicembre scorso,   l’iter burocratico di affidamento a ditta specializzata del settore, incaricando l’azienda  F.lli Minicozzi snc, per la somma di € 68.908,75 oltre IVA.

Obiettivo dell’intervento, scongiurare il potenziale inquinamento del suolo e i derivanti inconvenienti igienico-sanitari, oltre al ripristino in tempi brevi lo stato dei luoghi,  per garantire un idoneo stato di decoro e pulizia dell’area interessata,

“Tempi stimati per il completamento dei lavori – riferisce il primo cittadino Diego Cataffo – un mese circa. Anche se occorre tener conto della complessità dell’intervento e della necessità di adottare la necessaria accortezza. Un lavoro molto delicato e certosino, quando si tratta di rifiuti speciali”.

Comunicato Stampa