Scherma, ancora una medaglia d’Oro per Francesca Boscarelli

Scherma, ancora una medaglia d’Oro per Francesca Boscarelli

Sport
La campionessa di spada e tecnico dell’Accademia Furno si è imposta nella Prova Regionale Assoluti Gold di spada svoltasi a Salerno.

Francesca Boscarelli non finisce mai di sorprendere. La campionessa mondiale ed europea di spada e tecnico dell’Accademia Olimpica Beneventana di Scherma “Maestro Antonio Furno”, dopo il successo di due mesi fa agli Assoluti di Napoli, nello scorso fine settimana ha conquistato la medaglia d’oro nella Prova Regionale Assoluti Gold di spada svoltasi a Salerno.

La portacolori dell’Esercito ha dimostrato ancora una volta di essere assoluta protagonista in pedana. Nonostante abbia deciso a livello nazionale di mettere da parte la spada per seguire i suoi atleti dell’Accademia e gli schermidori della nazionale italiana under 20, la spadista sannita continua a gareggiare a livello regionale e i risultati sono stati come sempre eccellenti.

Il percorso della Boscarelli nella competizione di Salerno è stato netto e con tante vittorie. In finale l’atleta beneventana ha vinto meritatamente per 15-9 contro Carla De Simone del Club Schermistico Partenopeo.

Questo nuovo esaltante successo di Francesca Boscarelli è la chiara dimostrazione che nello sport come nella vita non bisogna mai fermarsi e continuare a dare esempi alle nuove generazioni di schermidori e non solo.

Nella stessa gara da sottolineare le buone prestazioni delle spadiste dell’Accademia Olimpica Cecilia Majello e Asia Gueli
In campo maschile ottime performance da parte di Eugenio Bonetti e Matteo Giardiello.

A guidare gli atleti dell’Accademia è stato il Maestro e responsabile tecnico del club sannita Dino Meglio che ha notato nuovi e importanti progressi da parte dei propri schermidori.

Scherma, inizio di stagione scoppiettante per l’Accademia Olimpica Beneventana Maestro Antonio Furno

Scherma, inizio di stagione scoppiettante per l’Accademia Olimpica Beneventana Maestro Antonio Furno

Sport

Inizio di stagione scoppiettante per l’Accademia Olimpica Beneventana di Scherma Maestro Antonio Furno.

Nello scorso fine settimana il club sannita ha ottenuto importanti risultati nella prima prova regionale della categoria Giovani e Cadetti di Casagiove, valida per la qualificazione alla prova nazionale under 17 e under 20 che si terrà a Terni il 15 e il 16 ottobre 2022.

Nella categoria “Cadetti-Under 17” il giovane spadista Federico Saviano ha conquistato il titolo regionale al termine di eccellenti prestazioni in pedana. Saviano è arrivato anche sesto nella classifica generale under 20 che gli ha consentito di ottenere la qualificazione alla prova nazionale.

Sempre nella categoria under 20 ottime prestazioni per Matteo Giardiello, Mario Fallarino e Carmine Granito che hanno centrato l’obiettivo di entrare tra i primi quaranta in classifica.

In campo femminile da sottolineare la buona prestazione di Vittoria Panarese che ha conquistato il pass per la qualificazione alla fase nazionale.

Nella stessa categoria buoni risultati anche per Caterina Mucci e Ginevra Fiaschi che si sono classificate tra le prime trenta.

Nello scorso fine settimana la spadista dell’Accademia Nina De Curtis ha preso parte in rappresentanza della Federazione di Scherma Regione Campania al Trofeo Coni 2022, svoltosi a Chianciano Terme. L’atleta beneventana è riuscita ad ottenere un brillante quinto posto dimostrando di essere una delle più interessanti giovani leve della spada nazionale.

Dunque, l’avvio della nuova stagione ha portato i primi frutti sperati per l’Accademia Olimpica grazie soprattutto all’impegno dei giovani spadisti sanniti e al grande lavoro dello staff tecnico diretto dai campioni e Maestri Francesca Boscarelli e Dino Meglio, coadiuvati dai tecnici Martina Corradino e Francesco De Curtis.

A completamento di un weekend da incorniciare, nella serata di ieri in occasione della manifestazione la “Notte delle Streghe”, l’Accademia Olimpica Maestro Antonio Furno ha ricevuto il premio “Janare” per gli eccezionali risultati sportivi raggiunti negli ultimi anni.

Educazione e Sport: le eccellenze sannite della scherma ospiti dell’I.C. Rita Levi Montalcini di San Giorgio del Sannio

Educazione e Sport: le eccellenze sannite della scherma ospiti dell’I.C. Rita Levi Montalcini di San Giorgio del Sannio

AttualitàDalla Provincia

SAN GIORGIO DEL SANNIO. Sentito e forte è il ringraziamento che l’I.C. Montalcini, nella persona della Dirigente Scolastica Prof.ssa Anna Polito, intende rivolgere alle atlete sannite di scherma Francesca Boscarelli e Rossana Pasquino per aver sin da subito accolto con grande entusiasmo l’invito dei docenti della Scuola Secondaria di I grado a realizzare una videoconferenza durante la quale gli alunni delle classi I e II saranno da loro guidati in un viaggio alla scoperta della scherma e non solo. Uno sport “di nicchia e poco conosciuto”, ma pur sempre uno dei più medagliati d’Italia, che racchiude in sé forza, determinazione e pazienza. Nata come arte marziale oggi la scherma sportiva rappresenta un combattimento leale tra due atleti, armati di spada, fioretto o sciabola. Uno sport nobile, dunque, quello rappresentato dalle due spadaccine sannite.

Francesca classe ’82, schermitrice italiana, tesserata per il Centro Sportivo Olimpico dell’Esercito e allenata dall’olimpionico Dino Meglio. Ha conquistato la medaglia d’oro nella gara di spada a squadre nei campionati europei di scherma di Gand del 2007 e una medaglia di bronzo nella gara di spada a squadre nei campionati europei di scherma di Kiev del 2008. Queste sono solo alcune delle date che hanno segnato i successi della beneventana fino al giugno del 2021 quando con la compagine dell’esercito ha conquisto la Coppa Europa. Francesca, eletta consigliere del Comitato regionale Federscherma Campania, si presenta sui suoi canali con una frase che sintetizza i valori dello sport:  “Create esperienze che valga la pena di condividere”.

Rossana Pasquino, coetanea della Boscarelli, ricercatrice di Ingegneria Chimica, che si è aggiudicata il podio al circuito di Coppa del Mondo di scherma paralimpica con la squadra azzurra di sciabola femminile. A Tokyo  durante le Paralimpiadi nella conquista di una medaglia, ci ha insegnato, come lei stessa ha dichiarato, che “tutto è realmente possibile”.

Un’attività formativa in linea con i punti programmatici fissati nel PTOF dell’Istituto. Lo sport rappresenta la terza agenzia educativa dopo la famiglia e la scuola sostenendo i processi di sviluppo di competenze motorie, cognitive, emotive e relazionali, stimolando il confronto continuo con se stessi e con gli altri con spirito critico, dimostrando infatti come le competenze acquisite in questo ambito siano trasferibili efficacemente in altri contesti di vita sin dalla primissima infanzia.

In un momento storico drammatico che vede i nostri studenti essere spettatori involontari di emergenze sanitarie e atroci conflitti educazione e sport è un binomio che necessita di sinergia. Oggi più che mai è fondamentale una forte alleanza tra le eccellenze sportive e realtà educative per attivare un vortice virtuoso di valori universali e modelli positivi: resilienza, inclusione, parità di genere, lealtà, solidarietà, confronto, rispetto per gli avversari. Lo sport educa e forgia il carattere ed è riflesso diretto dell’Art. 3 della nostra Costituzione in quanto aiuta a superare le differenze di razza, cultura e religione. Una data simbolica quella dell’incontro affinchè possa segnare una “primavera” di Pace: questa è la speranza che vogliamo condividere il prossimo 21 Marzo insieme alle due atlete che nelle competizioni internazionali di cui sono state protagoniste, indossando il tricolore, hanno vissuto occasioni di incontro e mai di scontro con gli avversari.