Mastella: “Scuola dell’infanzia San Vito, complimenti per il risultato in tema di tutela ambientale”

Mastella: “Scuola dell’infanzia San Vito, complimenti per il risultato in tema di tutela ambientale”

Politica

“Complimenti all’Istituto comprensivo Bosco Lucarelli che con la scuola dell’infanzia di San Vito (Colletti Verdi 5 anni) è risultato l’unico vincitore nella provincia di Benevento riuscendo a vincere una borsa di studio per un valore di euro 2.000,00 assegnata dall’osservatorio regionale sulla gestione dei rifiuti”, lo dice in una nota il Sindaco Clemente Mastella.

“I ragazzi sono stati straordinari nel confrontarsi, con originalità e competenza con il tema della tutela dell’ambiente. Mi congratulo con il dirigente scolastico Domenico Zerella e con il corpo docente per questo pregevole risultati educativo e formativo”.

Stop alle guerre, stasera Palazzo Bosco Lucarelli si illuminerà di blu

Stop alle guerre, stasera Palazzo Bosco Lucarelli si illuminerà di blu

AttualitàBenevento Città

Palazzo Bosco Lucarelli, questa sera, si illuminerà di blu. Il Comune di Benevento ha infatti aderito all’iniziativa promossa dall’ANCI e dall’Associazione Nazionale Vittime Civili di Guerra in occasione della “Giornata nazionale delle vittime civili delle guerre e dei conflitti nel mondo”, che si celebra nella giornata odierna per conservare la memoria delle vittime civili di tutte le guerre e promuovere, secondo i principi dell’articolo 11 della Costituzione, la cultura della pace e del ripudio della guerra.

Un’iniziativa che assume un valore ancora più denso di significato, alla luce delle atroci sofferenze che stanno subendo le popolazioni civili coinvolte nei 31 conflitti attualmente in corso nel mondo, aggravati quest’anno dalla recrudescenza delle guerre in Ucraina, Medio Oriente Nagorno Karabakh.

“Bosco Lucarelli”, intonaco giù dal soffitto: sopralluogo della Provincia

“Bosco Lucarelli”, intonaco giù dal soffitto: sopralluogo della Provincia

AttualitàBenevento Città

E’ terminato alle 18.30 il sopralluogo del Dirigente del Settore Edilizia scolastica della Provincia di Benevento, Salvatore Minicozzi, e dei tecnici dello stesso Settore presso l’ Istituto Tecnico Industriale “Giovanni Battista Bosco Lucarelli” di viale San Lorenzo del capoluogo a seguito della caduta, avvenuta stamani, di pezzi di intonaco dal soffitto di un’Aula al piano rialzato.

Il Dirigente aveva subito disposto per un intervento di chiusura per la messa in sicurezza dell’Aula interessata e di quella soprastante e, al termine del sopralluogo, ha altresì disposto per un’indagine con una strumentazione sofisticata da effettuarsi nella giornata di venerdì 15 settembre.

Per questa ala del grande complesso scolastico, la cui costruzione risale ad alcuni anni prima dello scoppio della Seconda Guerra Mondiale erano stati predisposti interventi di manutenzione straordinaria che sono stati effettuati nel sottotetto della stessa verticale, mentre altri lotti dello stesso programma di lavori debbono essere ancora realizzati nella medesima verticale per i piani sottostanti.

Al momento, comunque, per l’ ITI “Bosco Lucarelli” sono in corso: le procedure di appalto (la consegna delle offerte di gara è scaduta in data 12 settembre) per una nuova palestra mediante demolizione e ricostruzione di strutture esistenti per un importo finanziato di € 960.947; importo a base di gara € 778.497 (Appalto integrato su progetto fattibilità tecnico-economica), la redazione da parte dell’Impresa vincitrice di appalto del progetto esecutivo per i lavori di manutenzione straordinaria e riqualificazione funzionale del corpo fucina e laboratori per € 4.950.000.

FOTO E VIDEO – Giovani e lavoro, al “Lucarelli” il Career Day organizzato in collaborazione con Confindustria

FOTO E VIDEO – Giovani e lavoro, al “Lucarelli” il Career Day organizzato in collaborazione con Confindustria

AttualitàBenevento Città
Monteforte (vice presidente Confindustria Benevento): “E’ un’opportunità che vogliamo offrire ai giovani, l’occupazione giovanile ci sta molto a cuore”.

Tante le aziende presenti questa mattina all’ITI “Bosco Lucarelli” di Benevento, dove si è tenuto il Career Day organizzato dall’istituto in collaborazione Confindustria Benevento.

Un’iniziativa dedicata agli studenti del quarto e del quinto anno interessati ad avviare percorsi di PCTO estivi oppure tirocini formativi post diploma.

Di seguito l’elenco delle aziende presenti: Adecco; Cosmind; Contrader; Demax; Fadora; Idnamic; Ky-net; Matter Economy; Microgame; Muga; Powerflex; Ram Consulting; Seieffe srl, Your Export Studio.

A rappresentare Confindustria Benevento, c’era il vice presidente, Claudio Monteforte, il quale ha sottolineato ai nostri microfoni l’importanza dell’opportunità offerta ai giovani, esortandoli a verificare le possibilità di restare a lavorare sul territorio. “E’ una opportunità che Confindustria vuole offrire ai giovani perché l’occupazione giovanile è un tema che ci è molto a cuore”, ha spiegato Monteforte, il quale poi si è soffermato, oltre che sul fenomeno – appunto – dello spopolamento, anche sull’importanza di un calmieramento del costo del lavoro per le imprese che devono assumere.

Ascoltiamo di seguito proprio le parole del vice presidente degli industriali sanniti, Claudio Monteforte, della dirigente scolastica del “Bosco Lucarelli”, Maria Gabriella Fedele, e del professor Carlo Mazzone, ai microfoni di BeneventoNews24.it.

Benevento| Al via a Palazzo Bosco Lucarelli le attività didattiche della scuola Pietà

Benevento| Al via a Palazzo Bosco Lucarelli le attività didattiche della scuola Pietà

AttualitàBenevento Città

Al via questa mattina, alla presenza del sindaco Clemente Mastella e dell’assessore all’Istruzione Maria Carmela Serluca, le attività didattiche della scuola elementare “Pietà” a Palazzo Bosco Lucarelli, immobile ubicato in via Bartolomeo Camerario e già sede del convento degli Scolopi.

Il trasferimento, com’è noto, si è reso necessario per consentire l’avvio dei lavori di rinforzo strutturale e di adeguamento sismico e funzionale della scuola Pietà.

“Mi dispiace molto per i disagi arrecati ai bambini, ai loro genitori e al personale scolastico – ha spiegato il sindaco Clemente Mastella – ma occorre abituarsi, qui come altrove, perché siamo in una fase in cui stiamo producendo il massimo sforzo per rendere gli istituti scolastici efficienti e soprattutto sicuri da un punto di vista sismico e strutturale.

Lo stesso discorso vale anche per la scuola Torre. Da parte nostra c’è il massimo impegno per venire incontro a tutti, tant’è vero che abbiamo approntato un apposito servizio di trasporto dei bambini dalla vecchia sede alla nuova allocazione, ma la priorità è rappresentata dalla sicurezza”.

Il sindaco si è anche soffermato sulla questione del calo demografico in atto: “E’ un problema generale che riguarda il nostro Paese in generale e le zone interne in particolare. Ieri il Governo ha approntato una serie di misure per contrastare il fenomeno e anche noi, come Comune, siamo al lavoro in questa direzione cercando di migliorare i servizi attraverso i fondi del PNRR e potenziando di conseguenza la rete dei nidi comunali”.

Benevento| All’ ITI ‘G.Bosco Lucarelli’ il mentoring nel contesto scolastico e l’incontro con Severini

Benevento| All’ ITI ‘G.Bosco Lucarelli’ il mentoring nel contesto scolastico e l’incontro con Severini

AttualitàBenevento Città

Il mentoring nel contesto scolastico e l’incontro con Giovanni Severini. Di questo scrive Antonio Tortona, studente della classe 4 I A dell’ITI ‘G.Bosco Lucarelli’ di Benevento.

“Il concetto di scuola nel corso degli anni muta continuamente, – scrive Tortona – evolvendosi e adattandosi alle necessità del mercato del lavoro, soprattutto negli istituti tecnici come il Lucarelli di Benevento. Nonostante ciò, però, si è sempre avuto il bisogno di continuare a concepire l’istruzione come quel modello rigido di insegnamento tradizionale mediante cui gli studenti possono apprendere conoscenze e competenze solo dalle classiche lezioni in aula.

Vi è stato progressivamente un equilibrio tra tale tipologia di apprendimento e quella orientata al mondo del lavoro, -spiega Antonio Tortona – un connubio perfetto per formare ragazzi e ragazze in grado di districarsi abilmente e consapevolmente all’interno del contesto lavorativo e più in generale nella vita. All’interno della scuola italiana, si è poi sviluppato anche il concetto di mentoring, cioè formazione professionale degli studenti fatta da soggetti esterni al corpo docenti che attraverso la loro esperienza nell’ambito delle materie studiate a scuola, sono in grado di fornire nozioni, proprie solo di chi “vive” effettivamente quella professione anche oltre oceano.

Rispetto al passato – continua Tortona – c’è da precisare che la maggior parte dei professori odierni svolge la professione in cui si sono specializzati anche al di fuori del contesto scolastico, riuscendo poi già di base a fornire un mentoring qualitativamente straordinario. Risultano essere di natura fondamentale, però, anche gli incontri con persone esterne al contesto scolastico locale che possono ulteriormente arricchire l’elevato bagaglio culturale fornito dalla nostra scuola: è stato questo l’obiettivo dell’incontro formativo con Giovanni Severini, avutosi lo scorso 14 di ottobre presso il nostro istituto, l’I.T.I. Lucarelli di Benevento.

Questo ha coinvolto tutte le classi dell’indirizzo informatico, che hanno avuto l’opportunità di conoscere uno dei dipendenti di Microsoft, un manager dei managers, a capo di un team di circa 30 persone. Giovanni Severini è nato proprio nel capoluogo sannita, – rivela Antonio Tortona – ha frequentato il liceo scientifico locale e si è laureato presso l’Università degli Studi di Salerno in “Informatica”; un uomo che ha avuto da sempre una forte predisposizione alla scoperta di nuovi luoghi e culture correlate, elemento che lo ha condotto a lavorare in diverse aree del globo e ad acquisire numero competenze manageriali.

La sua esperienza di vita è stata un esempio per tutti coloro che hanno potuto ascoltare la sua incredibile storia professionale, caratterizzata da numerosi successi e soddisfazioni personali, ultima delle quali lavorare per la più grande multinazionale di software al mondo, la ‘Microsoft’”.

Tortona approfondisce il momento dell’incontro: “Al di là delle sue straordinarie competenze professionali, rilevabili da sé, gli aspetti che più mi hanno colpito della sua presentazione sono stati i tre elementi fondanti sul quale si è basato il suo successo: “curiosità”, “perché” e “gentilezza”.

La curiosità è il motore della nostra attività: essere curiosi implica la volontà di voler acquisire sempre più nozioni ricercando la perfezione senza mai raggiungerla; il perché è l’anima di ciò che facciamo: senza una motivazione alla base dei nostri progetti non si ha la capacità di perseverare nel tempo l’attività da eseguire; gentilezza è la chiave di volta del processo di miglioramento interiore dell’essere umano: con essa infatti siamo maggiormente predisposti a non imporre il proprio io e a rendere protagonisti tutti coloro con cui dialoghiamo, consentendo possibile non solo la nostra crescita ma anche quella altrui.

L’ultimo concetto da elogiare, fornitoci dal manager, è stato quello “dell’essere a 360°”, cioè avere una visione il più larga possibile e non solo ristretta a un unico ambito che curi le proprie capacità in differenti aspetti della vita e non solo in quello professionale”. Conclude Antonio Tortona: “Aver avuto la possibilità di incontrare un concittadino così brillante in ciò che fa quotidianamente, ha rappresentato un’occasione unica per crescere professionalmente e umanamente e un momento in cui è stato possibile allargare il proprio orizzonte della conoscenza.

Tutto ciò è stato reso possibile grazie al nostro istituto e al nostro docente di informatica, prof. Carlo Mazzone, attento a tematiche come questa del mentoring in ambito scolastico. L’istruzione è l’incipit del progresso interiore di ciascuno di noi – conclude Tortona – ed è facendo tesoro di queste esperienze che si è in grado di capire sfaccettature della vita utili a migliorare non solo se stessi ma l’intera collettività”.

Benevento| Protocollo d’intesa tra Asia e l’ITIS Bosco Lucarelli

Benevento| Protocollo d’intesa tra Asia e l’ITIS Bosco Lucarelli

AttualitàBenevento Città

Questa mattina l’amministratore unico dell’Asia, Donato Madaro, e il dirigente scolastico dell’istituto d’istruzione superiore ‘Itis G.B. Bosco Lucarelli’ di Benevento, Maria Gabriella Fedele, hanno siglato un protocollo d’intesa finalizzato alla realizzazione del Piano di educazione ‘Ambien(TiAmo)ci’, una serie di lezioni e di visite guidate negli impianti aziendali finalizzati a stimolare negli studenti la sensibilità verso le tematiche ambientali e la raccolta differenziata.

Potrebbe essere un'immagine raffigurante 4 persone, persone in piedi, persone sedute e spazio al chiuso

Ringraziamo il dirigente scolastico e tutto il corpo docente del ‘Lucarelli’ per la disponibilità e la sensibilità che hanno mostrato accogliendo noi e la nostra proposta.

Il Piano di educazione ambientale è stato avviato questa mattina con una lezione divisa in quattro interventi affidati all’amministratore unico, Donato Madaro; al responsabile dell’Area Tecnica, Fernando Capone; al capo settore tecnico, Gino Mazza; e al responsabile Dati raccolte differenziate e utenze, Pasquale Melisi.

Guerra Russia- Ucraina , la riflessione di Antonio Tortona, studente dell’ I.T.I. “G.B. Bosco Lucarelli” di Benevento

Guerra Russia- Ucraina , la riflessione di Antonio Tortona, studente dell’ I.T.I. “G.B. Bosco Lucarelli” di Benevento

AttualitàBenevento Città

Riceviamo e pubblichiamo la riflessione dello studente Antonio Tortona sui fatti di guerra che stanno coinvolgendo Ucraina e Russia.

Sicuramente nei prossimi anni le scuole italiane, e non solo, affronteranno il tema della guerra tra Russia e Ucraina, ed intanto oggi a parlarne è Antonio Tortona, studente dell’ I.T.I. “G.B. Bosco Lucarelli” di Benevento : “Ore 3 e 50 italiane: la Russia invade l’Ucraina dalla regione del Donbass e mira anche alla capitale Kiev, con lo sgancio di diverse bombe che causano la morte di numerose persone e la distruzione di importanti edifici: è iniziata così una delle guerre più cruente del XXII° secolo. La furia russa colpisce una scuola nella regione del Donetsk, causando la morte di 2 insegnanti e numerosi feriti. Questo uno dei tanti risvolti negativi causati dall’invasione dell’Ucraina iniziata il 24 febbraio 2022.  Tutto è cominciato alcune settimane fa quando, ma radici più profonde sono da ricercare in situazioni politiche ancora più remote nel tempo, – afferma Tortona – Putin ordina alle proprie truppe di schierarsi ai confini dell’Ucraina pronte per un eventuale “operazione militare”. Questo conflitto nasce da numerose discordie tra i due paesi sulla gestione dei territori appartenenti all’ex Unione Sovietica, la cui denazionalizzazione ha da sempre urtato la “sensibilità” russa.

La nazione del Cremlino, infatti, ha ritenuto opportuno intraprendere azioni militari per difendersi dalla minaccia ucraina, generando così caos e preoccupazione in tutti i paesi del mondo coinvolti inevitabilmente, chi per un motivo chi per un altro, nella vicenda bellica. Oggi come non mai – spiega ancora Tortona – ci troviamo dinanzi ad una situazione, che noi giovani non abbiamo mai vissuto sulla nostra pelle, che abbiamo solo sentito narrare dai nostri nonni e bisnonni, o studiato sui libri di storia e che mai ci saremmo aspettati di rivivere. Ed è proprio la storia che ci obbliga a trattare con grande rispetto e umanità quanto sta accadendo lì, a causa delle ingenti conseguenze che le guerre causano a livello mondiale. Il presupposto dal quale sarà possibile esprimere un’opinione costruttiva e coerente sarà sicuramente l’affermazione dell’ingiustificabilità di qualsiasi atto militare, volto alla distruzione fisica e psicologica di una nazione. Nel corso dei secoli, abbiamo appreso tante nozioni che ci sono state trasmesse diligentemente da parte dei nostri docenti di Storia, che ci insegnano ad evitare con forza e a gran voce, che qualcosa del passato possa accadere nuovamente.

A quanto sembra, però, l’umanità con il suo solito tocco superbo non ha radicalizzato a fondo queste idee, consentendo l’avvio e lo sviluppo di una simile vicenda. Noi essere umani purtroppo siamo animali, – scrive Tortona – dotati di quel raziocinio che a volte viene inspiegabilmente sottomesso alla foga di volere a tutti i costi dominare, minando così quello che è il bene comune. Io credo che la situazione attuale sia inaccettabile per lo sviluppo sociale e culturale in cui viviamo; le guerre sono eventi che dovrebbero appartenere al passato e non al presente, né tantomeno al futuro. I leader mondiali amano emanare comunicati stampa dalla propria sala di direzione – sottolinea Tortona – senza riflettere sulle conseguenze che le loro decisioni possono generare a livello internazionale.

Putin, un leader da sempre dichiaratamente offensivo nei confronti degli altri paesi, non smentisce questa visione o meglio idea che lo circonda, definendo addirittura “difensiva” la sua azione militare. Nessun evento alquanto lesivo può essere presupposto per avviare una guerra, nessun leader mondiale può arrogarsi il diritto di gestire la politica altrui, nessun soggetto deve, per le proprie mire espansionistiche, ledere diritti imprescindibili dell’uomo, come quello della libertà”. Ecco le conclusioni di Antonio Tortona: “Il popolo ucraino merita rispetto e sostegno da parte di tutti gli altri paesi, che uniti possono bloccare l’avanzata russa, demoniaca e furiosa, che miete vittime innocenti e danni irreparabili alla struttura del paese. L’unione fa la forza, oggi più che mai!”.

Fondi Pnrr, la Provincia di Benevento chiede 890mila euro per rifare Bosco Lucarelli

Fondi Pnrr, la Provincia di Benevento chiede 890mila euro per rifare Bosco Lucarelli

AttualitàBenevento Città

Il Dirigente del Settore Tecnico della Provincia di Benevento, Angelo Carmine Giordano, rispondendo all’Avviso pubblico a valere sui fondi del PNRR per la formazione del programma regionale degli interventi per la messa in sicurezza e riqualificazione delle Scuole,  ha presentato la richiesta di finanziamento per l’adeguamento sismico dell’Istituto Industriale “Giovan Battista Bosco Lucarelli” di Viale San Lorenzo di Benevento. La richiesta è pari a 890mila Euro per un primo lotto di interventi pari a complessivi Euro 3 milioni.

Lo comunica il Presidente facente funzioni della Provincia di Benevento Nino Lombardi.

Si stanno svolgendo gli open day virtuali all’IC Bosco Lucarelli di Benevento

Si stanno svolgendo gli open day virtuali all’IC Bosco Lucarelli di Benevento

AttualitàBenevento Città

Si sono svolti in questi giorni gli open day virtuali dell’IC Bosco Lucarelli di Benevento, diretto dalla Dirigente

Si stanno svolgendo in questi giorni gli open day virtuali dell’IC Bosco Lucarelli di Benevento, Diretto dalla Dirigente Scolastica Dott.ssa Silvia Vinciguerra, la scuola del Rione Libertà che raggruppa diversi plessi per i segmenti dell’Infanzia, della Primaria e della Secondaria di primo grado.
Gli interessati, oltre a partecipare alle riunioni telematiche, hanno preso visione dei plessi grazie ai tour virtuali realizzati dai docenti della scuola che hanno mostrato, insieme alle strutture, anche l’ampia offerta formativa.
I tour sono visitabili cliccando sui seguenti link
Scuola secondaria di primo grado
Scuola Primaria e dell’Infanzia

La scuola secondaria di primo grado è ad indirizzo musicale, con lo studio di uno dei seguenti strumenti: violino, pianoforte, percussioni ed oboe.
Situata a ridosso del centro storico, in Piazzale Catullo, con un ampio e comodo parcheggio prospiciente la sede, la scuola secondaria di primo grado vanta una struttura nuova, sicura, antisismica, dotata di moderne infrastrutture di rete e di dotazioni tecnologiche per una didattica digitale integrata sempre all’avanguardia.

Innumerevoli i progetti che arricchiscono l’offerta formativa: “Mani che cantano”, “Scuola attiva junior”, “Crescere insieme”. A questi si aggiungono le attività di potenziamento dell’arte, i progetti di lettura, lo sportello di ascolto psicologico e gli incontri sull’affettività e sulla mediazione familiare, senza dimenticare le tematiche sociali legate alla legalità e alla lotta al bullismo e al cyberbullismo e le arricchenti esperienze messe in campo col piano scuola estate (dallo yoga, al teatro, allo sport, al rinforzo delle competenze di base). Domenica 23 gennaio, dalle 10 alle 13 sarà possibile visitare dal vivo il plesso di piazzale Catullo, previa prenotazione ed esibizione del greenpass. Per prenotare una visita, basta compilare il modulo di prenotazione a questo link (le visite avverranno per piccoli gruppi in fasce orarie precise e rispettando tutte le normative anticovid).

La scuola primaria è costituita da diversi plessi che abbracciano il territorio: Papa Orsini, in c.da Epitaffio; San Vito; Silvio Pellico e San Modesto. I diversi plessi hanno un’organizzazione a tempo pieno e solo Silvio Pellico offre il servizio antimeridiano. La Dirigente Scolastica, da sempre attenta alla formazione dei propri docenti, ha saputo in pochissimo tempo valorizzare l’operato degli insegnanti, coadiuvandoli nella stesura del curriculum verticale che rappresenta la cerniera tra i diversi gradi di scuola.

La Scuola dell’Infanzia è costituita da tre plessi: San Modesto, Papa Orsini, San Vito; Via Torino e S.Pellico restano ancora ubicati presso l’istituto S. Modesto.
Il tempo scuola è di 40 ore settimanali articolato su 5 giorni (dal lunedì al venerdì)
L’Istituto attua una politica dell’inclusione e dell’integrazione con interventi idonei per ogni tipo di svantaggio rilevato e accertato.

Questi i progetti che ampliano l’offerta educativa:
BIBLIOTECANDO… UN VIAGGIO NELLA FANTASIA; LINGUA INGLESE;
ADOTTA UN PESCIOLINO ROSSO ; CODING – Bip…Bip!
EMOZIONIAMOCI CON LA FIABA… DAL LIBRO AL DIGITALE;
DO-RE-MI-FA… CCIAMO UN CORO
CONTRO IL BULLISMO… INSIEME – BULLO IN RETE