Campo da golf, Zoino (PD): “Più che di infantilismo politico io parlerei di maggioranza arruffona”

Campo da golf, Zoino (PD): “Più che di infantilismo politico io parlerei di maggioranza arruffona”

Politica

“E’ assolutamente condivisibile la scelta del gruppo consiliare Pd di Benevento e dell’opposizione di lasciare l’aula al momento della votazione sull’accordo di programma per il campo da golf, altro che infantilismo politico”. Lo dichiara il segretario cittadino del Partito Democratico, Francesco Zoino, che prosegue: “Se per il sindaco Mastella l’infantilismo politico si inquadra nella scelta di abbandonare l’aula, allora dovrebbe riguardare i video di una serie di sedute consiliari al fine di rivedere tutte le volte che è andato via durante la discussione, senza ascoltare né l’opposizione né i componenti della sua stessa maggioranza.

Ma in generale sul campo da golf bisogna ristabilire i termini reali della questione, che non sono quelli che questa maggioranza, maldestramente, vuol fare emergere.

Perché va detto in maniera inequivoca che se il campo da golf non si farà, e cioè l’imprenditore privato (persona assolutamente stimata e stimabile) deciderà che non ci sono più le condizioni per portare avanti l’investimento, non sarà, come Mastella e i suoi vorrebbero far trasparire, per una contrarietà del Pd che, peraltro, non c’è (ma su questo tornerò dopo), bensì per i pasticci combinati dalla maggioranza e dalla struttura che hanno portato i tempi a dilatarsi a dismisura.

Non è stato il Pd, né tantomeno l’opposizione a portare avanti  l’argomento senza Vas, in maniera frettolosa e con errori marchiani, tipo omettere di trascrivere emendamenti consiliari della stessa maggioranza. Tutti errori e pasticci che hanno causato problemi e ritardi, e su cui, per contro, si è registrato un atteggiamento responsabile dell’opposizione, che avrebbe potuto mandare a sbattere la maggioranza, facendo approvare atti irrimediabilmente compromessi e che avrebbero portato non pochi problemi ai firmatari, su tutti al sindaco. Invece,  ha avvisato dei problemi portando l’amministrazione a tornare indietro in autotutela.

Va ribadito, ma solo per ribaltare le mistificazioni di questa amministrazione, che il Pd non ha alcuna remora nei confronti del golf né dell’investimento privato: sfido chiunque a trovare un solo commento, atto o nota che dimostri il contrario. Se oggi la questione è diventata l’argomento preferito dei creatori di meme (peraltro geniali) è per quel che ha combinato la maggioranza.

La questione è che i meme, versione moderna di quella satira che con il “castigat ridendo mores” da millenni accompagna con ironia l’attività politica, come l’ironia, sono una cosa seria, così come gli investimenti privati e l’attività amministrativa, che con serietà andrebbero trattati…non come fa questa amministrazione quindi”.

Campo da golf, Mastella: “Successo dell’Amministrazione, da quasi tutta la minoranza becero ostruzionismo”

Campo da golf, Mastella: “Successo dell’Amministrazione, da quasi tutta la minoranza becero ostruzionismo”

Politica

“Si è consumata, oggi in Consiglio comunale, una pagina di cronaca politica per nulla esemplare da parte dell’opposizione. Ad eccezione del contegno corretto, sia dal punto di vista istituzionale sia sul piano della dialettica politica, tenuto dalla consigliera De Stasio, la restante parte dei consiglieri di minoranza ha addirittura abbandonato l’aula, senza neppure curarsi di ascoltare gli interventi di alcuni consiglieri di maggioranza e del Sindaco. Un atteggiamento grave e irrispettoso, un’autentica sgrammaticatura. Il tutto concepito esclusivamente al fine di porre enfasi su dubbi pretestuosi e riserve tendenziose a fronte di un ennesimo obiettivo centrato dall’amministrazione in carica”, lo scrive in una nota il sindaco Mastella. 

“Si è praticato per settimane, fino alla seduta odierna, un becero e cieco ostruzionismo verso un progetto che la maggioranza, a questo punto come si legge anche dai fatti in aula, ha l’orgoglio di rivendicare come proprio successo epocale, sul piano politico, istituzionale e promozionale. Una straordinaria opportunità per lo sviluppo della città. La critica è degna di nota se ed in quanto costruttiva. Oggi, invece, si è debordato a tal punto da negare, soprattutto in alcuni interventi, addirittura dai toni volgari, i principi basilari della buona amministrazione (in primis l’economia degli atti e delle attività della pubblica amministrazione), a proposito  della contestazione della scelta di far approvare in sede di ratifica gli emendamenti che, secondo qualche zelante consigliere, avrebbero reso necessaria una nuova adunanza consiliare, da convocare appositamente per riapprovare l’intero progetto o il testo dell’accordo di programma.

E, a proposito di consiglieri zelanti, vi è chi, e tutti sanno a chi mi riferisco, non avendo altri argomenti concreti per bollare un progetto la validità del quale è sotto gli occhi di tutti – se sgombri dal pregiudizio -, si è cimentato, con un non meglio precisato e improvvido riferimento ad “altre dinamiche”, in un pericoloso paragone dell’iniziativa in esame al fenomeno che accade nel mondo, quando grandi imprenditori fanno speculazioni sulla povertà, acquistando a prezzo ridotto ettari ed ettari di proprietà fondiaria a scapito della popolazione locale e senza ricadute sui reali bisogni. Se investire fondi privati in progetti di pubblico interesse è speculare sulla povertà, allora la domanda sorge spontanea sul significato da attribuire al fenomeno inverso, meno diffuso, di chi investe fondi pubblici per fare del bisogno un utile e non investire il proprio utile a favore del bisogno”, conclude il Sindaco.

Campo da golf, via libera del Consiglio alla ratifica dell’accordo di programma

Campo da golf, via libera del Consiglio alla ratifica dell’accordo di programma

Politica

Il Consiglio comunale, con 19 voti favorevoli e un voto contrario, ha proceduto alla ratifica dell’accordo di programma per la realizzazione di un campo da golf

con annesso complesso sportivo-turistico di notevole interesse pubblico denominato “Tierra Samnium Golf Club” da parte dell’Antum Immobiliare S.p.a.

Accordo di programma per il Campo da golf: in Aula lunedì 17 giugno

Accordo di programma per il Campo da golf: in Aula lunedì 17 giugno

Politica

Il presidente del Consiglio comunale Renato Parente ha convocato per lunedì 17 giugno 2024, alle ore 9:30, una seduta di Consiglio comunale da svolgersi in modalità mista a Palazzo Mosti. All’ordine del giorno c’è il seguente punto: 

1) Art. 34, comma 5 del D.Lgs. n. 267/2000 – ratifica accordo di programma di cui all’art. 12 della L.R. Campania n. 16/2004 e art. 5 del Regolamento Regione Campania n. 5/2011 per la realizzazione di un campo da golf con annesso complesso sportivo-turistico di notevole interesse pubblico denominato “Tierra Samnium Golf Club” richiedente : Antum Immobiliare S.p.a..

Campo da golf, capigruppo maggioranza: “Avversione ossessiva della minoranza, per noi c’è l’interesse pubblico”

Campo da golf, capigruppo maggioranza: “Avversione ossessiva della minoranza, per noi c’è l’interesse pubblico”

Politica

“L’unico imbarazzo che davvero proviamo è quello di dover offrire ai cittadini di Benevento una dialettica politica tanto meschina. Dall’opposizione ci aspetteremo, almeno sui progetti che possono produrre sviluppo e vantaggi economici per il territorio, un confronto basato sui dati di fatto. Non è sul futuro di Benevento che si dovrebbe fare ostruzionismo. Biasimiamo, e lo diremo in Aula a chiare lettere, quest’avversione ossessiva verso un’iniziativa privata, per cui il Comune spende zero euro, che genererà solo benefici turstico-sportivi, ambientali e occupazionali per la città”, lo dicono in una nota i capigruppo di maggioranza in replica ad una nota della minoranza.

“Tuttavia poiché questo è il quadro, allora facciamo chiarezza su alcuni dati procedurali: nessuna modifica all’Accordo di programma, solo riallineamenti rispetto a quanto emerso nel corso della Conferenza dei servizi, della procedura Vas e dalle prescrizioni della Provincia. L’unitarietà dell’intervento è fuori discussione, sia nella concezione che nella tempistica: esso va realizzato, unicamente mediante la presentazione di un Pua unitario, entro 48 mesi”. 

“Si continua a fingere di non capire un concetto elementare: l’interesse pubblico si fonda sulla valenza turistica, ambientale e occupazionale del progetto, non certo sulla tempistica del cronoprogramma. Così come è davvero banale accusare la politica di delegare ai dirigenti le decisioni, ognuno opera nel rispetto dei ruoli e delle rispettive competenze: anche in questo caso, l’assessore Chiusolo dal primo istante ha svolto un lavoro puntuale ed efficace per illustrare e definire i contorni tecnici di un intervento a cui l’intera maggioranza crede per le molteplici ricadute positive che avrà sulla città”.

Campo da golf, l’opposizione: “L’amministrazione non smette di stupirci con pezze a colori sugli errori”

Campo da golf, l’opposizione: “L’amministrazione non smette di stupirci con pezze a colori sugli errori”

Politica

“Questa Amministrazione non finisce mai di stupirci. Ormai i continui rimaneggiamenti degli atti amministrativi, come pezze a colori per coprire le imbarazzanti falle, sono all’ordine del giorno.  Oggi in Commissione Urbanistica abbiamo ricevuto la “nuova” delibera (la terza) sul progetto Campo da Golf, che cerca di rimediare agli svarioni che pure con spirito di collaborazione avevamo puntualmente segnalato.

Sono dovute le modifiche scaturenti dalla conferenza dei servizi, anzi dobbiamo insistere nel rilevare che non ci sembra si sia tenuto pienamente conto delle importanti osservazioni della Provincia. Non si comprendono, invece, tutte le ulteriori modifiche tanto al cronoprogramma dell’intervento quanto alle modalità di realizzazione”. Lo dichiarano in una nota congiunta i consiglieri comunali Giovanna Megna, Angelo Miceli, Francesco Farese, Giovanni De Lorenzo e Rosetta De Stasio.

“Per “ragioni tecniche”, senza specificare neppure con quale atto, ma con una relazione fatta ex post solo il 25 maggio all’atto della nuova firma, l’Assessora viene notiziata dei motivi che giustificherebbero le modifiche che ha scoperto direttamente in consiglio grazie ai rilievi dell’opposizione.

Ancora una volta la politica delega ad un Dirigente la decisione rispetto a cosa rientri o meno nell’interesse pubblico, bypassando le valutazioni dei consiglieri comunali.

Se riavvolgiamo il nastro all’aprile del 2023, abbiamo un privato che propone di realizzare il più grande campo da Golf del Mezzogiorno (18 buche) nel secondo anno rispetto ai quattro previsti per completare l’intero intervento e si impegna a che le strutture ricettive siano eseguite contestualmente alla realizzazione del campo da golf “senza il quale le stesse opere ed impianti non saranno realizzabili in via autonoma”.

Ebbene, per “ragioni tecniche”, si è deciso in autonomia, senza neppure rimettere cautelativamente la decisione al Consiglio Comunale, che Benevento non deve avere un campo da Golf a 18 buche tra due anni, ma che il privato deve realizzare la Villa Eventi “Tierra Domus” all’anno 1, anziché al completamento del campo da Golf, all’anno 2 si possono fare 9 delle 18 buche, per poi completare le altre 9 buche solo all’anno 3. 

La seduta è stata interessata da una serie di ulteriori rilievi che saranno oggetto di più approfondito dibattito in sede di consiglio, oggi ci limitiamo a commentare la risposta, anche se parziale, alla nostra interrogazione relativa proprio alle modifiche improvvisamente comparse nell’Accordo di Programma, di cui non si riscontrava alcun aggancio con il procedimento. 

Ci chiediamo però – concludono i consiglieri di opposizione Megna, Miceli, Farese, De Lorenzo e De Stasio –  cosa ne pensano di tutto questo i consiglieri di maggioranza che hanno votato l’interesse pubblico sulla scorta di quell’accordo di programma e ipotizzando anche di poter vedere già tra due anni, finalmente, la città polo attrattivo per golfisti provenienti da tutto il mondo.

Campo da golf, l’Opposizione: “Errare è umano, perseverare è diabolico. Verificheremo…”

Campo da golf, l’Opposizione: “Errare è umano, perseverare è diabolico. Verificheremo…”

Politica

“A proposito della firma bis dell’accordo di programma per il campo da golf, comprendiamo la fretta di chiudere una pagina terrificante per la credibilità dell’Amministrazione, ma non siamo sicuri che la fretta sia stata buona consigliera.

Nel comunicato diramato da Palazzo Mosti si parla non solo del recepimento dei due famosi emendamenti, ma anche di ulteriori modifiche apportate al testo originario dell’Accordo, per intenderci quello a suo tempo votato in Consiglio Comunale, modifiche -si afferma- rese necessarie dagli esiti della conferenza di servizi.

Verificheremo se tali modifiche sono effettivamente coerenti con precise prescrizioni poste da Enti Pubblici, o se rispondono ad esigenze diverse e non direttamente riconducibili al pubblico interesse.

Nel secondo caso vien da dire che errare è umano, ma perseverare è diabolico, giacché, sommando le incongruenze della prima e della seconda firma dell’Accordo, ci troveremmo al cospetto di un discreto campionario di forzature e violazioni normative”.

Così in una nota stampa i gruppi consiglieri di Pd- Civico 22- Città Aperta- Azione- Prima Benevento- Misto-Centro Democratico.

Campo da golf, firmato Accordo di programma con l’intregrazione degli emendamenti approvati ad aprile 2023 

Campo da golf, firmato Accordo di programma con l’intregrazione degli emendamenti approvati ad aprile 2023 

Politica

Il sindaco Clemente Mastella e l’amministratore di Antum Immobiliare spa Flavian Basile hanno firmato, l’Accordo di Programma per la realizzazione del campo da golf con annesso complesso sportivo-turistico di interesse pubblico e sociale.

“Rispetto alla sottoscrizione avvenuta il 26 aprile scorso, l’Accordo di Programma è stato integrato con i due emendamenti approvati dal Consiglio Comunale nell’aprile del 2023, inizialmente non inseriti per un mero errore di trascrizione dell’atto”, spiegano il sindaco Mastella e l’assessore all’Urbanistica Chiusolo.

“L’Accordo di Programma è stato integrato con i due emendamenti approvati dal Consiglio Comunale nella seduta del 28.04.2023, inizialmente non inseriti per mero errore di trascrizione dell’atto in quanto i due emendamenti risultavano solo allegati alla delibera rispetto allo schema di accordo. L’introduzione dei due emendamenti impegnerà il privato, da un lato, a consentire la fruizione degli impianti in favore di soggetti in situazione di fragilità sociale e personale, dall’altro, ad adottare pratiche ambientali sostenibili per la cura ed il mantenimento delle aree verdi della struttura.

Tali obblighi che il Consiglio Comunale, all’unanimità, ha ritenuto di introdurre nella disciplina del rapporto col privato, sono rafforzativi di una progettualità dell’Amministrazione intesa al perseguimento di una particolare attenzione per alcune categorie di persone svantaggiate e per la cura dell’eco-sistema al fine di creare un saldo positivo per l’ambiente, al contempo, senza impedire e/o ostacolare la trasformazione e la rigenerazione di un’ampia fascia periurbana di zona a verde della nostra città.

Le ulteriori modifiche allo schema di accordo licenziato dal Consiglio Comunale, lungi dal modificare l’essenza del programma di pubblico interesse che resta intatto nelle sue motivazioni di vantaggio per la collettività, traggono fondamento in un allineamento squisitamente tecnico rispetto all’obbligo di introdurre nella versione finale dell’Accordo di programma, da sottoporre alla stipula del privato, gli esiti della complessa istruttoria derivante dall’attivazione della Conferenza di servizi, alla quale hanno partecipato le diverse Amministrazioni pubbliche, statali e locali, portatrici di tutti gli interessi pubblici coinvolti. Va senza dire che le risultanze a cui è pervenuta la Conferenza di servizi doveva trovare obbligatorio riscontro nella versione finale dell’Accordo di Programma, ivi incluse le prescrizioni emanate dall’Organo immediatamente sovraordinato al Comune, ovvero la Provincia di Benevento che ha garantito la coerenza rispetto agli obiettivi strategici del PTCP. In pratica, l’iter procedimentale ha visto il positivo contemperamento di tutti gli interessi pubblici coinvolti ambientali, urbanistici, di tutela dell’ecosistema della zona, di valorizzazione di un ampio quadrante della nostra città.

L’implementazione del progetto, con riferimento al cronoprogramma, sono giustificate unicamente dalla necessità di meglio ridefinire lo sviluppo della fase attuativa assicurando l’unitarietà dell’iter costruttivo, come prescritto dalla Provincia di Benevento, in un quadro di maggiore coerenza senza alcuna finalità di modificare i presupposti che hanno condotto l’Assise Civica a giudicare di pubblico interesse l’iniziativa dell’operatore economico privato. Restiamo convinti che il progetto del campo da golf apporterà benefici oggettivi e indubitabili alla città in termini di impatto turistico, potenziamento di comparti vitali dell’economia cittadina e arricchimento dell’offerta sportiva con un campo da golf che potrà ospitare eventi di rilievo nazionale e internazionale. E’ la ragione per cui presto torneremo in Consiglio comunale per l’ok definitivo all’Accordo di programma”. 

Campo da Golf, l’Opposizione: “Solito pasticcio della Maggioranza”

Campo da Golf, l’Opposizione: “Solito pasticcio della Maggioranza”

Politica

“Quanto accaduto nel consiglio comunale di ieri mattina è, purtroppo, la chiusura del cerchio ideale di una questione partita male sin dall’inizio: quella del campo da golf a Benevento.

Questione partita male non certo, come più volte si è tentato di far passare, per una ostilità ideologica dell’opposizione, ma come si è evidenziato nella seduta di oggi per la consolidatissima tendenza di questa maggioranza a fare le cose male, di fretta, pasticciando su tutto e arrivando al termine dei percorsi con obbrobri impresentabili e rimediando magrissime figure.

Anche ieri, se non fosse stato grazie alle due istanze pregiudiziali presentate dall’opposizione (primo firmatario Francesco Farese), la maggioranza non si sarebbe resa conto del grave errore in cui sarebbe incorsa. Arrivare in consiglio comunale su una vicenda già partita con l’anomalia di un accordo di programma tra un privato e una singola amministrazione (come già evidenziato dall’opposizione nel Consiglio Comunale del 28.4.2023), in contrasto con quanto prevede la normativa in materia, l’assenza della Vas, con la mancanza di autorizzazione paesaggistica, con discrepanze tra relazioni e planimetrie a riguardo degli interventi e terminata con un accordo di programma dove mancano due emendamenti votati in una precedente seduta è gravissimo. E c’è quasi da augurarsi che tale scenario sia frutto della sciatteria e della tendenza a pasticciare cui più volte abbiamo fatto cenno, altrimenti le conclusioni sarebbero inquietanti.

E’ evidente dunque che invece di tacciare l’opposizione di avversione ideologica e preconcetta si dovrebbe prendere in considerazione l’idea di abbandonare un metodo di lavoro che sta portando a rimediare sempre più spesso figuracce, dai film che finiscono al posto degli atti del bilancio, ai pareri contrastanti dei revisori, agli emendamenti votati in consiglio e “dimenticati” negli accordi di programma. A margine, l’accordo portato in ratifica non era solo orfano degli emendamenti, ma parecchio rimaneggiato anche in altri articoli, tra cui, questione non di poco conto, quelli relativi ai tempi di realizzazione del campo da golf e delle annesse strutture.

Per questo abbiamo deciso di protocollare un’interrogazione (firmata da tutti i consiglieri di opposizione), al fine di conoscere: 1) quali sono le ragioni che hanno indotto l’amministrazione ad operare le modifiche di cui innanzi all’Accordo di programma 2023 approvato dal Consiglio comunale; 2) con quale atto e sulla scorta di quali pareri sono state adottate le descritte modifiche, considerato che nella documentazione allegata alla delibera di consiglio non è stato rinvenuto alcun formale provvedimento al riguardo”.

Così in una nota stampa i consiglieri comunali di Gruppo Pd- Civico 22- Città Aperta- Azione- Prima Benevento- Gruppo Misto-Centro Democratico.

Ratifica accordo di programma per la realizzazione del campo da golf: si va in Aula il 20 maggio

Ratifica accordo di programma per la realizzazione del campo da golf: si va in Aula il 20 maggio

Politica

 E’ stata convocata lunedì 20 maggio, alle ore 9:30, una seduta di Consiglio comunale. Si svolgerà, in modalità mista, nell’Aula consiliare di Palazzo Mosti. All’ordine del giorno due punti: 

1. Art. 34, comma 5 del D.Lgs. n. 267/2000 – ratifica accordo di programma, di cui all’art. 12 della L.R. Campania n. 16/2004 e art. 5 del Regolamento Regione Campania n. 5/2011, per la realizzazione di un campo da golf con annesso complesso sportivo-turistico di notevole interesse pubblico denominato “Tierra Samnium Golf Club” richiedente : Antum Immobiliare S.p.a..

2. Ratifica delibera di Giunta n. 110 del 24.4.2024 avente ad oggetto: “Variazione urgente al bilancio ai sensi dell’art. 175 comma 4 del TUEL