In 20 indagati a vario titolo per associazione ex art. 416 bis: oggi l’udienza collegiale

In 20 indagati a vario titolo per associazione ex art. 416 bis: oggi l’udienza collegiale

CronacaRegione

Si è tenuta in data odierna 28 marzo 2024 l’udienza collegiale innanzi al Tribunale Penale di Avellino – Sezione II, Coll. D – presidente Galeota, in relazione agli arresti a carico di 20 persone indagate a vario titolo di associazione ex art 416 bis ai fini estorsivi e di spaccio.

Gli avvocati Gerardo Giorgione e Grazia Luongo hanno formulato per i propri assistiti, Capozza C. e Corda R., eccezione di incompetenza territoriale.

Eccezione che è stata accolta dal Tribunale che ha trasmesso pertanto gli atti al procuratore ed ai Tribunali competenti di Campobasso e Roma.

L’eccezione è stata fondata sulle ipotesi contestate di spaccio a seguito della ordinanza di custodia cautelare eseguita il 4 dicembre 2023 dal G.I.P. presso il Tribunale Ordinario di Napoli, Dott.ssa Anna Imparato, che dispose la custodia in carcere ed ai domiciliari per 20 persone tra cui Capozza C., Corda R.. Catalano A., Magliocca, De Paola, Pagnozzi ed altri ancora.

Il sindaco Mastella ai vertici delle istituzioni molisane: “Recuperiamo l’idea del Molisannio”

Il sindaco Mastella ai vertici delle istituzioni molisane: “Recuperiamo l’idea del Molisannio”

Politica
“Sarebbe una macro-area interna utile per non restare schiacciati dall’Autonomia differenziata”.

 Il sindaco Clemente Mastella ha scritto al presidente della Regione Molise, ai sindaci di Campobasso, Isernia e Termoli e ai presidenti delle Province di Campobasso e Isernia per invitarli a riattivare forme di dialogo istituzionale per la costituzione della Regione Molisannio.

Si legge nella missiva: “Ho appreso dagli organi di stampa che l’iniziativa di alcuni comitati spontanei ha riproposto nel dibattito politico-istituzionale la questione del riassetto territoriale della Vs Regione. In particolare, mi riferisco alla petizione in corso per proporre l’annessione della provincia d’Isernia alla Regione Abruzzo. E’ evidente che la riforma dell’Autonomia differenziata, che è all’esame del Parlamento, alimenti perplessità e timori nella cittadinanza per il rischio reale che le aree interne paghino ancora il prezzo più salato e restino invischiate in una contesa impari che le vedrebbe probabilmente ulteriormente mortificate.

Tuttavia non ritengo che un’annessione sic et simpliciter dell’Isernino all’Abruzzo sia una soluzione né utile, né efficace. Il territorio d’Isernia resterebbe una mera appendice, un’orlatura geografica dell’Abruzzo tanto per motivi demografici, quanto per la scala delle dimensioni territoriali.  Tuttavia l’occasione può essere propizia per ravvivare e dare nuova linfa all’idea della costituzione della Regione Molisannio.

La liaison istituzionale tra il Sannio e il Molise è un tema che ha radici ormai datate e che si affacciò per la prima volta all’opinione pubblica negli anni Settanta. Nel 2022 il Sottoscritto avviò un dialogo politico-istituzionale per riproporne la valenza. Sono perfettamente consapevole della tortuosità del percorso costituzionale che sottende una concreta realizzazione di un progetto del genere e ho ben chiare le numerose e in molti casi non irragionevoli resistenze che la proposta del Molisannio incontra tanto nel Sannio quanto nel Molise.

Tuttavia è innegabile che la logica politico-istituzionale di una siffatta riorganizzazione dei territori resti valida: solo con il Molisannio si comporrebbe una Regione di media dimensione, costituita da città affini per storia, economia e geografia, accomunate anche da dimensioni demografiche similari. E’ assai intelligente sarebbe coinvolgere il territorio della Valle Alifana. 

Solo così si comporrebbe una ‘macro-area’ interna capace di avere maggiore potestà contrattuale nel sistema binario Stato-Regioni su cui già ora s’incentra l’assetto repubblicano e che con l’Autonomia si avviterebbe in un centralismo regionalistico da cui sic stantibus rebus, resterebbero probabilmente schiacciate tanto la Regione Molise quanto la provincia di Benevento, nelle rispettive scale di riferimento.

Vi invito pertanto a prendere in considerazione la possibilità di recuperare l’opzione del Molisannio, prima ancora che sul piano della fattibilità costituzionale, su quello del concetto, del dibattito costruttivo e del ragionamento di ordine politico da proporre alle opinioni pubbliche dei rispettivi territori. Resto disponibile, per queste ragioni, a concertare con Voi le forme di dialogo istituzionale più utili per alimentare la discussione sul tema”, chiude il Sindaco di Benevento. 

A Campobasso la prima sessione del LIT sui vantaggi, i rischi e le opportunità dell’innovazione agricola

A Campobasso la prima sessione del LIT sui vantaggi, i rischi e le opportunità dell’innovazione agricola

AttualitàDall'Italia

Ieri a Campobasso presso l’Incubatore Sociale ‘Antonio Di Lallo’ si è tenuta la prima sessione del Laboratorio di Innovazione Territoriale delle imprese e dei sistemi produttivi focalizzata sul tema dell’agricoltura di precisione, introducendo i vantaggi, i rischi e le opportunità dell’innovazione agricola.

Per Futuridea è intervenuto il Presidente Carmine Nardone insieme ad Angelo Belligiano, Presidente del Corso di Laurea in Scienze e Tecnologia Agrarie di UniMol, Adolfo Colagiovanni, direttore tecnico del Gal Molise, Stefano Marino di Unimol, Antonio Cardillo e Claudio di Florio di Arpes Srl e Titina Pigna, Responsabile Ricerca e Sviluppo della cantina ‘La Guardiense’.

Durante l’evento è stato presentato anche il Bando regionale a valere su fondi PNRR lanciato dalla Regione Molise “Innovazione e meccanizzazione nel settore agricolo e alimentare”.

Ricordiamo che insieme al Gal Molise, Futuridea ha costituito il ‘Laboratorio di Innovazione Territoriale delle imprese e dei sistemi produttivi’ (LIT), primo in Italia, con l’obiettivo di migliorare la capacità e la qualità produttiva delle imprese agricole, della trasformazione agroalimentare e dell’artigianato in ambito rurale, contribuendo ad accrescere le competenze degli operatori locali, ad aumentare il valore aggiunto delle produzioni attraverso innovazioni nel prodotto, nel processo, nell’organizzazione e nel marketing, a migliorare i servizi alle imprese e a valorizzare le biodiversità territoriali.

Un Laboratorio che può diventare modello per tutto il Paese di innovazione territoriale orientata alla definizione di BioTerritori intelligenti, inclusivi ed ospitali. Futuridea sta già operando anche nel Sannio con molti comuni per attività di rigenerazione culturale e sociale dei territori.

Falsi crediti di imposta per 12,5 milioni di euro, denunciati due sanniti

Falsi crediti di imposta per 12,5 milioni di euro, denunciati due sanniti

BeneventoCronaca

La Guardia di Finanza di Campobasso, sotto la direzione della locale Procura della Repubblica, ha dato esecuzione, a seguito di apposito provvedimento emesso dal Gip del Tribunale di Campobasso, al sequestro di crediti d’imposta giacenti sui cassetti fiscali di numerose società e persone fisiche in relazione ad ipotesi di reato di truffa aggravata ai danni dello Stato e fatturazioni per operazioni inesistenti per circa 16,5 milioni di euro.

Di fatto il provvedimento rappresenta l’epilogo di complesse indagini svolte dal Gruppo della Guardia di Finanza di Campobasso in stretto coordinamento con l’Ufficio della Procura che ha permesso di disvelare un articolato sistema fraudolento, perpetrato mediante l’utilizzo coordinato della contabilità di taluni soggetti economici (aventi sede anche in Molise), finalizzato a simulare la sussistenza dei requisiti necessari per l’ottenimento delle agevolazioni previste dal D.L. 34/2020 (c.d. Decreto Rilancio) e la costituzione di ingenti crediti di imposta fittizi sulle citate piattaforme telematiche.

All’esito dell’attività di indagine, tra l’altro, sono stati deferiti all’Autorità Giudiziaria gli amministratori di fatto, residenti nella provincia di Benevento, di due società con sede nel capoluogo, per la creazione di falsi crediti di imposta per complessivi 12,5 milioni di euro, con la successiva cessione dei medesimi a favore dei soggetti giuridici conniventi e la parziale monetizzazione degli stessi presso Poste Italiane Spa, totalmente ignara dell’illecita provenienza.

Oltre ai suindicati crediti, il Giudice per le indagini preliminari ha accolto la richiesta della Procura dell’ulteriore misura di sequestro preventivo in via diretta, funzionale alla confisca, anche nella forma per equivalente, di immobili, quote societarie e disponibilità finanziarie per circa 4 milioni di euro, nei confronti di 3 persone fisiche collegate al contesto investigativo.

In particolare il sequestro preventivo disposto sui beni nella disponibilità degli indagati volto a conservare il profitto dei reato ai fini della successiva confisca, si inserisce nel contesto delle linee di intervento della Procura di Campobasso volte alla repressione dei reati da realizzarsi non soltanto intervenendo sui presunti autori, ma anche aggredendo i beni che ne costituiscono il profitto. Ciò in un’ottica di deterrenza e di recupero alla collettività di quanto illecitamente acquisito, avvalendosi del contributo specialistico della Guardia di Finanza.

Arrestati i “Bonnie e Clyde” di Isernia: lei ora è nel Carcere di Benevento

Arrestati i “Bonnie e Clyde” di Isernia: lei ora è nel Carcere di Benevento

CronacaItalia

Sono stati arrestati dalla squadra mobile di Campobasso, i due giovani isernini più ricercati. Una coppia di fidanzati con problemi di tossicodipendenza e parecchi precedenti. Tanto da essere stati battezzati i “Bonnie e Clyde” di Isernia, perché si sono resi protagonisti di diversi colpi sia in provincia di Isernia e, più di recente, nel capoluogo regionale.

Per i due ragazzi vigeva il divieto di dimora in provincia di Isernia. E così la coppia aveva cominciato a delinquere in territorio di Campobasso. Almeno cinque furti nelle ultime settimane in negozi del capoluogo regionale. I proventi dei loro colpi erano per lo più utilizzati per acquistare droga.

E’ stata accolta dal Gip la richiesta del pm della misura di custodia cautelare in carcere. La 29enne è stata portata nel penitenziario femminile di Benevento, il 25enne a Campobasso. Tra cinque giorni ci saranno gli interrogatori di garanzia. 

Fonte: Tgr Molise

Bersaglieri Sanniti, vittoria nella 2a tappa del campionato italiano di touch

Bersaglieri Sanniti, vittoria nella 2a tappa del campionato italiano di touch

Sport

Grande prestazione dei Bersaglieri Sanniti che si aggiudicano la tappa del campionato italiano di touch svoltasi a Venafro (Cb) ed organizzato da ITalka touch. Cinque i team partecipanti che si sono confrontati in un girone all’italiana: ternana touch, tourtelin touch modena, barbarians respectuful campobasso,  bersaglieri sanniti e toccati roma. I bersaglieri guidati da coach Fabio Santucci si sono aggiudicati tutti i match nel corso di incontri avvincenti sconfiggendo i modenesi dei tourtelin 3 a 2 favoriti alla vigilia. 

“Nonostante le numerose assenze ed i pochi cambi a disposizione abbiamo disputato un ottimo torneo tenendo testa a tutte le compagini incontrate – ha affermato il capitano dei bersaglieri Stefano Varricchio. Abbiamo difeso in maniera egregia soffrendo oltremodo ma riuscendo a tamponare gli attacchi dei nostri avversari. Un ringraziamento a tutti i miei compagni di squadra in primis alle nostre donne Annalisa Mogavero, Anna Salerno e Chiara Pignone che si sono sacrificate oltremodo”. 

Soddisfatto anche mister Fabio Santucci per la prestazione dei bersaglieri: “Abbiamo giocato in maniera ordinata mettendo in pratica quanto provato nel corso degli allenamenti – ha affermato mister Santucci. Una vittoria sofferta con modena ma meritata che ci consente di iniziare nel migliore dei modi la stagione sportiva 23-24. Ottimo l’esordio di Pasquale Luongo che ha dato fluidità e velocità al nostro gioco. Un ringraziamento anche ai touchers molisani per l’ottima organizzazione della tappa>>.

Il campionato 23/24 dei bersaglieri sanniti touch prosegue con la 3^ tappa in programma sabato 16 dicembre in terra lombarda a Tradate (va). 

Futuridea, lunedì al Gal Molise la presentazione del Laboratorio di Innovazione Territoriale

Futuridea, lunedì al Gal Molise la presentazione del Laboratorio di Innovazione Territoriale

AttualitàDall'Italia

Lunedì 23 ottobre, alle ore 16:30, a Campobasso si terrà la conferenza stampa di presentazione del Laboratorio di Innovazione Territoriale – Gal Molise delle imprese e dei sistemi produttivi.

I saluti di benvenuto saranno affidati ad Angelo Miniello, presidente del Gal Molise verso il 2000; seguirà un approfondimento su LIT da parte di Adolfo Fabrizio Colagiovanni, direttore tecnico del GAL Molise verso il 2000.

Poi si passerà allo ‘Sviluppo rurale e innovazione dei sistemi produttivi: capitale territoriale e mercati alimentari alternativi’ con la relazione di Angelo Belliggiano, professore di scienze e tecnologie agrarie e forestali, Università degli Studi del Molise ed infine ad intervenire su Innovazione e Bioterritorio sarà Carmine Nardone, Presidente di Futuridea.

Al termine della conferenza ci sarà una tavola rotonda degli stakeholder e le conclusioni.

“L’obiettivo del LIT – afferma Carmine Nardone – è quello di migliorare la capacità e la qualità produttiva delle imprese agricole, della trasformazione agroalimentare e dell’artigianato in ambito rurale, contribuendo ad accrescere le competenze degli operatori locali, ad aumentare il valore aggiunto delle produzioni attraverso innovazioni nel prodotto, nel processo, nell’organizzazione e nel marketing, a migliorare i servizi alle imprese e a valorizzare le biodiversità territoriali.

Si tratta appunto di un progetto rivolto prevalentemente ai territori rurali ed interni. Siamo grati a Gal Molise e Regione Molise per aver creduto fin dall’inizio in questo ambizioso progetto. E la nascita di questo Laboratorio è l’avvio di un percorso partecipativo tra soggetti pubblici e privati che mette al centro il bene comune di un territorio e il tentativo di superare i gap di conoscenze e trasferimento tecnologico. Il Molise, territorio molto vicino al nostro Sannio, può diventare un modello nazionale”.

Dunque appuntamento a lunedì pomeriggio presso sala conferenze del Gal Molise a Campobasso per un evento aperto al pubblico e a chiunque sia interessato alle attività di questo laboratorio di innovazione sociale e territoriale.

Ritrovata auto utilizzata per furti: 24enne denunciato per ricettazione

Ritrovata auto utilizzata per furti: 24enne denunciato per ricettazione

CronacaProvincia

I Carabinieri della Compagnia di Benevento, nell’ambito della quotidiana attività di prevenzione e contrasto dei reati dei reati predatori, attraverso l’impiego di pattuglie del Nucleo Operativo e Radiomobile e delle Stazioni Carabinieri di San Giorgio del Sannio e Ponte, nella nottata odierna  – dopo aver individuato in questo centro un’autovettura Toyota Aygo asportata in un cortile di un’abitazione,  il 7 settembre u.s. nel centro abitato di Cercemaggiore (CB) – eseguivano un accurato servizio di osservazione che terminava con il controllo del veicolo e l’identificazione del conducente in un 24enne del capoluogo.

Le pattuglie procedevano ad approfondire gli accertamenti con l’esecuzione di una perquisizione veicolare sul posto, estesa successivamente al domicilio del sospettato, che consentiva di verificare che si trattava proprio dell’autovettura asportata il giorno precedente nella Provincia di Campobasso, utilizzata per la consumazione di furti in esercizi commerciale. 

Il 24enne, quindi, veniva deferito in stato di libertà per “ricettazione” e l’autovettura posta sotto sequestro a disposizione dell’Autorità Giudiziaria per le ulteriori indagini.

Autoarticolato si incastra sotto ponte ferrovia e perde container che trasportava

Autoarticolato si incastra sotto ponte ferrovia e perde container che trasportava

CronacaRegione

I Vigili del Fuoco di Avellino sono intervenuti a Serino sulla SS 574 via Terminio, dove un autoarticolato partito da Salerno e diretto a Campobasso, si era incastrato sotto al ponte della linea ferroviaria Avellino – Salerno, perdendo il container che trasportava.

I Carabinieri della locale Stazione immediatamente intervenuti, vista la situazione hanno fatto richiesta alla sala operativa del Comando di via Zigarelli, la quale inviava sul posto una squadra ed in supporto un’autogru.

Lunghe e delicate le operazioni prima di riposizionamento del container sulla carreggiata e poi di carico su di un nuovo autoarticolato fatto giungere appositamente.

Chiusa al traffico la statale che collega lo svincolo del raccordo Avellino – Salerno al monte Terminio durante le operazioni di soccorso durate circa tre ore, per l’autista nessuna conseguenza di rilievo.

Incidente lungo la statale “Sannitica”: due feriti

Incidente lungo la statale “Sannitica”: due feriti

CronacaProvincia
A scontrarsi, lungo la statale che collega Benevento e Campobasso, una Ford Fiesta e una Fiat Brava.

Incidente questo pomeriggio lungo la statale 87 “Sannitica” che collega Benevento e Campobasso. A scontrarsi una Ford Fiesta e una Fiat Brava.

Uno scontro violentissimo, in seguito al quale sono rimaste ferite due persone, entrambe in viaggio sulla Ford. Giunti sul posto, i sanitari del 118 hanno prestato le prime cure ai feriti per poi trasportali in ospedale.

Accorsi sul posto anche i Carabinieri della Stazione di Pontelandolfo, cui spetterà ricostruire l’esatta dinamica del sinistro.