Benevento| Via Saragat, in arrivo sanzioni amministrative e un’ordinanza per imporre pulizia fondi

Benevento| Via Saragat, in arrivo sanzioni amministrative e un’ordinanza per imporre pulizia fondi

AttualitàBenevento Città

“Da tempo l’amministrazione comunale si occupa dei disagi legati all’incuria dei terreni incolti nell’area di via Giuseppe Saragat e a prescindere da ogni speculazione politica”, così l’assessore all’Ambiente Alessandro Rosa.

“Sono stati effettuati interventi di pulizia e manutenzione regolare, posizionato un cestino per le deiezioni canine. Quanto al problema dei terreni incolti, la Polizia Municipale aveva provato la strada dell’intesa bonaria con i proprietari. Tuttavia abbiamo preso atto che serve un’azione più incisiva e infatti abbiamo predisposto gli atti per andare in questa direzione”, prosegue Rosa. 

“Stamane – annuncia l’assessore – la Polizia Municipale ha eseguito un sopralluogo, ad esito del quale saranno irrogate sanzioni amministrative ai proprietari dei terreni che non hanno adempiuto agli obblighi normativi di manutenzione. Il Settore Ambiente, contestualmente, ingiungerà con un’ordinanza ad hoc la pulizia immediata di queste aree rurali incolte. In questo modo auspichiamo di poter risolvere definitivamente i grattacapi per i residenti, anche in vista dell’imminente stagione calda, quando diventa ancora più necessario tenere puliti i campi: esortazione che rivolgo a tutti i proprietari terrieri della città”, conclude Rosa

Via Saragat, terreni incolti a abbandonati: il gruppo Pd al fianco del comitato di quartiere

Via Saragat, terreni incolti a abbandonati: il gruppo Pd al fianco del comitato di quartiere

Politica

“Ci associamo alle continue, e purtroppo inascoltate, richieste di intervento nei terreni attigui al complesso abitativo di via Saragat da parte del comitato di quartiere San Pio”.

Così in una nota stampa il gruppo del Partito Democratico al Comune di Benevento.

“Nei giorni scorsi – spiegano i consiglieri Pd – il comitato ha scritto a Prefettura e Comune (sindaco, assessore, polizia municipale) per evidenziare ancora una volta la condizione di totale abbandono dell’area attigua alle abitazioni. La vegetazione incolta, oltre a costituire pericolo di incendi – come già accaduto – è ormai dimora abituale di ratti, serpenti, insetti e quant’altro. Una situazione di pericolo sia per i residenti che per l’ambiente”.

“Non sono mancati, in passato, sopralluoghi dei vigili urbani ma nulla è cambiato e niente è stato fatto per ristabilire la normalità. Da qui – conclude il gruppo Pd – la richiesta – a cui ci associamo – rivolta alle autorità competenti di sollecitare i proprietari dei terreni a ripulirli al più presto, anche in considerazione dell’approssimarsi della stagione estiva”.

Alloggi via Saragat, l’annuncio di Mastella e Chiusolo:  “Questione risolta a dispetto delle strumentalizzazioni”

Alloggi via Saragat, l’annuncio di Mastella e Chiusolo: “Questione risolta a dispetto delle strumentalizzazioni”

AttualitàBenevento Città
“Premiato il nostro impegno, dopo venti anni – si legge nella nota- la questione è stata risolta a dispetto delle strumentalizzazioni e degli attacchi ricevuti da chi evidentemente non ha a cuore l’interesse collettivo ma tenta solo di ostacolare l’azione amministrativa”.

La vicenda dell’alienazione degli alloggi di via Saragat volge finalmente al termine. A renderlo noto sono il sindaco Clemente Mastella e l’assessore all’Urbanistica, Molly Chiusolo.
Questa mattina, infatti, è giunta al primo cittadino una nota a firma del presidente dell’ACER, David Lebro, e del direttore generale, Giuliano Palagi, con cui è stato comunicato che “il procedimento amministrativo ACER, finalizzato alla definitiva cessione degli alloggi di via Saragat, si è chiuso con l’assunzione delle determine di assegnazione in proprietà superficiaria degli alloggi presenti nell’edificio y2. Le ulteriori determine riguardanti gli altri quattro edifici (x1, x2 e y1 e z) sono ora alla firma”.
I primi atti notarili sono stati quindi fissati per il prossimo 23 marzo a Benevento e ACER sta procedendo alla stesura di un calendario che consenta di esaurire in tempi molto rapidi tutti gli adempimenti contrattuali. Nel contempo ACER ha anche definito nuove regole per il rapporto con la gestione liquidatoria IACP attraverso l’approvazione di un’apposita convenzione da parte del consiglio d’amministrazione.

Finalmente, dopo vent’anni, si risolve una questione rispetto alla quale avevamo preso un impegno con i cittadini e, come attesta la nota odierna dell’ACER, questo impegno è stato mantenuto fino in fondo a dispetto delle strumentalizzazioni e degli attacchi ricevuti da chi evidentemente non ha a cuore l’interesse collettivo ma tenta solo di ostacolare l’azione amministrativa. Non possiamo quindi che ringraziare i vertici dell’ACER ed esprimere grande soddisfazione per aver risolto un problema che riguardava ben 140 famiglie le quali, nonostante avessero pagato il prezzo degli alloggi allo IACP, non si erano viste riconoscere la titolarità dei beni. E’ stato quindi premiato il nostro impegno, iniziato molto tempo prima della campagna elettorale e portato avanti in silenzio per evitare polemiche strumentali”.

Via Saragat, ApB: “Anche la Regione boccia la soluzione di Mastella, ora subito il Consiglio”

Via Saragat, ApB: “Anche la Regione boccia la soluzione di Mastella, ora subito il Consiglio”

Politica

Di seguito una nota stampa a firma dei consiglieri comunali di ‘Alternativa per Benevento’

“Il primo dicembre, nel corso di una conferenza stampa, manifestammo la nostra disponibilità a collaborare per trovare una soluzione alla delicata vicenda di via Saragat. Lo facemmo in forza del parere ‘non favorevole’ espresso dai revisori dei conti dell’Acer in merito agli atti transattivi stipulati tra l’Agenzia e gli affittuari degli alloggi con la regia dell’amministrazione comunale.

Il nostro appello – chiedemmo anche la convocazione di un Consiglio Comunale ad hoc al quale avrebbero dovuto prendere parte anche i vertici Acer – cadde nel vuoto. Di più: fummo addirittura attaccati dal sindaco il quale, ben consapevole del pastrocchio combinato, provò a dirottare il dibattito su inesistenti atteggiamenti ostruzionistici dell’opposizione consiliare.

Trascorso neanche un mese, nel rispondere a una interrogazione del consigliere Erasmo Mortaruolo, è la Regione Campania – con un atto a firma dei vertici della Direzione Generale per il Governo del Territorio- ad annunciare che “si stanno attivando le necessarie azioni per pervenire all’annullamento delle transazioni”. Parole chiare e perentorie, precedute da una netta presa di distanza dall’operato di Mastella: che figuraccia! Di commenti da fare ce ne sarebbero, ma non è questo il momento. A noi interessano i diritti delle famiglie di via Saragat e ribadiamo dunque la nostra volontà a collaborare per trovare una soluzione reale e concreta alla questione. Restiamo dell’idea che una pubblica ed autorevole presa di posizione dell’intero Consiglio Comunale – piuttosto che incontri tra sodali politici sin qui rivelatisi infruttuosi- possa ottenere il risultato di sollecitare Acer e Regione a riconsiderare in tempi rapidi la problematica e pervenire alla riscrittura degli atti transattivi, questa volta nel rispetto di tutti i crismi di legalità”.

Alloggi Via Saragat, Chiusolo: “Da opposizione solo mera speculazione politica”

Alloggi Via Saragat, Chiusolo: “Da opposizione solo mera speculazione politica”

Politica

Riceviamo e pubblichiamo la seguente nota stampa, a firma dell’assessora con delega all’Urbanistica e Politiche Abitative, Molly Chiusolo sul tema degli alloggi di Via Saragat.

“Da quando abbiamo iniziato ad accendere i riflettori sugli alloggi di via Saragat e su quanto sono costretti a subire i nostri concittadini, l’amministrazione comunale del sindaco Mastella ha prodotto un crescente interesse sul tema, anche da parte di chi per decenni se ne era disinteressato. Un fatto positivo, se le attenzioni fossero destinate alla risoluzione dei problemi e non solo alla mera speculazione politica.  Ma mentre si organizza il quotidiano fuoco di fila per attaccare l’amministrazione comunale partendo magari proprio dalla vicenda di via Saragat, non si interrompe il nostro lavoro che punta alla tutela dei beneventani.

In particolare, sulle vicende relative ai rapporti con l’Acer, a partire dall’insediamento abbiamo assicurato una costante attenzione che si è materializzata in atti e fatti che puntano a migliorare la qualità della vita ed a risolvere i problemi vissuti dai cittadini.  Sulla esecuzione dell’accordo, alla base della sottoscrizione degli atti notarili che conferiranno la proprietà degli immobili ai diretti interessati, è concentrata gran parte dell’attenzione: siamo in queste ore in attesa di conoscere il risultato delle azioni messe in campo per far fronte alle prescrizioni necessarie ad eseguire la transazione.  Tuttavia, l’attività del Comune prosegue su diversi fronti e in particolare sulle vicende che riguardano l’Acer al quale, sempre in queste ore, abbiamo sollecitato diversi interventi sia legati al PNRR che alle possibilità operative aperte dallo strumento del 110%.

’Acer, infatti, destinataria di fondi legati al Piano di Resilienza per 85 milioni di euro, potrà dedicare a Benevento una porzione consistente di fondi pari a 6.290.000 euro. Come anticipato anche negli incontri avuti in Regione, monitoreremo gli interventi che ricadranno sul nostro territorio e che dovranno produrre un miglioramento complessivo delle unità abitative, a partire dalla sicurezza sismica fino alle aree verdi collegate.

La qualità della vita dei cittadini, segnatamente quella degli assegnatari degli alloggi popolari, non passa per un’attenzione sporadica alle vicende, ma richiede un’attenta programmazione delle attività ed un costante impegno di controllo.  Questo è ciò che ci hanno chiesto i beneventani che hanno dato fiducia all’amministrazione Mastella perché prosegua il lavoro, anche su temi lasciati nel dimenticatoio per decenni”.