Arpaia, questa sera interruzione idrica notturna

Arpaia, questa sera interruzione idrica notturna

AttualitàDalla Provincia

Comunichiamo – scrive Gesesa – che a causa degli elevati consumi in rete di distribuzione saremo costretti a sospendere l’erogazione idrica oggi, sabato 13 luglio dalle ore 22:00 e fino alle ore 06:00 di domani mattina 14 luglio per permettere il recupero di un volume di compenso utile a garantire la corretta distribuzione nelle ore diurne sulle seguenti zone del Comune di Arpaia servite dal serbatoio San Fortunato: Via Appia Ovest, Via Roma, Via San Fortunato, Via G. Falcone, Via Ravagnone e
Via Tito Livio e tutto il centro urbano di Arpaia.

Ricordiamo che per segnalare Emergenze e Guasti è sempre attivo il numero verde gratuito sia da telefono fisso che da cellulare 800 51 17 17.

Prima perde alla slot, poi torna armato di pistola e la rapina

Prima perde alla slot, poi torna armato di pistola e la rapina

CronacaProvincia
L’uomo, sottoposto agli arresti domiciliari, con volto travisato ed armato di pistola si impossessava della somma di euro 4.000,00.

Nella mattinata odierna, a seguito di indagini coordinate dalla Procura della Repubblica di Benevento, Militari della Stazione dei Carabinieri di  Arpaia (BN), in collaborazione con quelli della Stazione  di San Felice a Cancello (CE), hanno eseguito, in San Felice a Cancello, un’ordinanza applicativa della misura cautelare personale degli arresti domiciliari, emessa dall’Ufficio del Giudice per le indagini preliminari del Tribunale di Benevento, nei confronti di una persona allo stato gravemente indiziato del reato di rapina aggravata in danno del titolare di una attività commerciale, perché, con volto travisato ed armato di pistola si impossessava della somma di euro 4.000,00.

L’ indagine veniva avviata nel Marzo del 2023 quando personale della Stazione di Arpaia (BN), allertata dalla Centrale Operativa di Montesarchio (BN), veniva inviato presso una Sala Slot del posto, dove poco prima si era consumata una rapina.  In particolare, l’indagato con viso travisato ed armato di pistola, si introduceva nella sala slot minacciando la dipendente addetta alla cassa dell’attività commerciale costringendola a consegnare l’incasso.

Le indagini, coordinate dalla Procura di Benevento, venivano svolte dai militari dell’Arma di Arpaia (BN) mediante l’escussione di persone informate sui fatti e l’acquisizione delle immagini dei sistemi videosorveglianza che avevano ripreso la rapina e l’autovettura utilizzata per la stessa parcheggiata nei pressi dell’attività commerciale. L’utilizzo di software specifici consentivano di rilevare, dalle immagini acquisite, il numero della targa e il percorso della stessa.

La P.G. procedeva, tramite le banche date in uso, all’identificazione dell’intestatario dell’autovettura e alla perquisizione del presunto autore, sequestrando anche un indumento notato dalle immagini e dalla persona offesa. L’indagato veniva anche riconosciuto per fattezze e abbigliamento come riportate dalle immagini e come apparso alla p.o. e identificato in un frequentatore abituale della sala slot. Tutto ciò consentiva di ritenere raggiunti i gravi indizi di colpevolezza a carico del destinatario della misura in relazione alla dinamica dei fatti, alla sua identificazione, si accertava altresì che l’indagato aveva perso una notevole somma di danaro poco prima nella medesima sala slot.

Il provvedimento oggi eseguito è una misura cautelare, disposta in sede di indagini preliminari, avverso cui sono ammessi mezzi di impugnazione, e il destinatario della stessa è persona sottoposta alle indagini e quindi presunto innocente fino a sentenza definitiva.

Lancio di oggetti, schiaffi e strattonamenti: 68enne nei guai per maltrattamenti

Lancio di oggetti, schiaffi e strattonamenti: 68enne nei guai per maltrattamenti

CronacaProvincia

A seguito di una mirata attività d’indagine coordinata dalla Procura della Repubblica di Benevento, nella giornata odierna, personale della Stazione CC di Arpaia, ha dato esecuzione ad un’ordinanza di applicazione della  misura cautelare dell’allontanamento dalla casa familiare con prescrizione del divieto di avvicinamento ai luoghi abitualmente frequentati dalle persone offese, emessa dal Giudice per le Indagini Preliminari del Tribunale di Benevento, su richiesta della Procura della Repubblica di Benevento, nei confronti di un uomo sessantottenne, gravemente indiziato dei delitti di maltrattamenti in famiglia e lesioni pluriaggravate ai danni della ex moglie e del figlio ancora conviventi. 

Le indagini venivano avviate in seguito all’intervento effettuato dai Carabinieri di Arpaia in occasione dell’ennesima aggressione fisica che cagionava lesioni personali sia alla ex moglie che al figlio. 

In seguito a tale episodio le persone offese sporgevano querela rappresentando il regime di vita denigrante e vessatorio subito a causa del prevenuto che sottoponeva entrambe le p.o. quasi con cadenza giornaliera ad insulti ed aggressioni verbali nonché ad aggressioni fisiche consistenti in lancio di oggetti ed ancora, quanto alla ex moglie, anche in schiaffi e strattonamenti , giungendo infine il 20.1.2024 a colpire entrambi con una sedia di legno cagionando loro lesioni personali come refertate dai sanitari. 

Le dichiarazioni delle persone offese venivano riscontrare dai referti medici acquisiti, nonché da altre annotazioni di servizio circa interventi della p.g. sollecitati presso il nucleo familiari e dalle dichiarazioni di una amica della donna, da cui emergeva conferma delle condotte aggressive dell’uomo culminate nell’ultima violenta aggressione.

Il provvedimento oggi eseguito è una misura cautelare disposta in sede di indagini preliminari, avverso cui sono ammessi mezzi di impugnazione e i destinatari della stessa sono persone sottoposte alle indagini e quindi presunte innocenti fino a sentenza definitiva.

Arpaia, polo scolastico: iniziati i lavori

Arpaia, polo scolastico: iniziati i lavori

AttualitàDalla Provincia

L’Arpaia del futuro prende forma. Hanno avuto inizio alla via Tito Livio i lavori di realizzazione del nuovo Istituto scolastico comprensivo statale, struttura che sarà in grado di accogliere – quale vero e proprio polo – tutta la popolazione scolastica fino ai 13 anni, vale a dirsi dal Micronido fino alla Secondaria di primo grado. Intervento integralmente finanziato dall’Unione europea, il nuovo edificio si andrà a sviluppare su una superficie pari a circa 4.500 metri in una posizione che è facilmente raggiungibile.

Radunando, per di più, in un unico riferimento tutti i livelli della formazione e dell’istruzione con conseguente vantaggio logistico per le famiglie. Sarà una scuola moderna, dotata di ampi spazi, antisismica come preteso dalla legge in materia, con abbattimento di barriere architettoniche ed in grado di autogestirsi dal punto di vista energetico grazie ai pannelli solari che saranno montati sulla sua superficie. Una scuola a consumo zero, quindi, con notevole risparmio per le casse cittadine, che andrà a prevedere un accesso diretto, senza scale, alla scuola materna ed al nido mentre da questo livello, con una sola rampa, si scenderà verso la scuola elementare o si salirà verso la scuola media.

Dal piano riservato a quest’ultima, poi, un’altra unica rampa condurrà al livello occupato da uffici e sala polifunzionale. Da questa stessa altezza, quindi, si avrà la possibilità di scendere, tramite una scala dotata di montascale, direttamente alla palestra, senza passare dall’esterno o dalla scuola materna. Ed ancora sala mensa, laboratori multimediali, aula per la musica, laboratorio e biblioteca, parcheggio: un plesso che guarda al domani dandosi vita ad ambienti che restituiranno grandi risposte agli studenti ed ai docenti.

“Quello dell’Istituto scolastico è un obiettivo che questa Amministrazione che mi onoro di rappresentare si era dato nelle sue linee programmatiche – commenta il sindaco Pasquale Fucci – Una struttura che sarà rispondente alla normativa vigente in modo pieno rispettando in modo capillare requisiti di efficienza e di sicurezza. Siamo davvero orgogliosi di questo passo”.

“Grande soddisfazione” è quella che parimenti viene espressa da Stefano Diglio, vicesindaco ed assessore ai Lavori pubblici, per un’opera che “assisterà alla formazione delle future generazioni della nostra comunità”.

COMUNICATO

L’azienda beneventana SAPA consolida la quota nel settore dei truck: acquisito il 100% di Promens Zevenaar e Rongu dal gruppo Berry

L’azienda beneventana SAPA consolida la quota nel settore dei truck: acquisito il 100% di Promens Zevenaar e Rongu dal gruppo Berry

Economia

SAPA, the One-Shot company, azienda nel settore delle soluzioni di mobilità sostenibile, annuncia un’importante espansione nel settore del truck e nel Nord Europa con l’acquisizione del 100% di Promens Zevenaar (Olanda) e Promens Rongu (Estonia), un’importante azienda nel settore automotive industrial appartenente al Gruppo Berry, 2 plant con 105 milioni di fatturato nel settembre 2023 e oltre 600 dipendenti. Il nuovo fatturato pro forma 12 mesi del gruppo SAPA supererà i 400 milioni di euro.

Fondata nel 1974 da Angelo Affinita, SAPA, eccellenza beneventana, è un gruppo industriale italiano specializzato nella produzione di componenti all’avanguardia per l’industria automobilistica.

SAPA è fornitore diretto di note case automobilistiche come Volkswagen, FCA, CNH, Iveco, BMW, Ferrari, Aston Martin, Rolls Royce, Porsche, Audi, Skoda, Seat, DAF e Caterpillar.

Il gruppo gestisce tredici stabilimenti in Italia, nel resto d’Europa, in Africa e in Asia e impiega più di 2.400 persone.

Con un fatturato previsto superiore ai 400 milioni di euro nel 2024, l’azienda produce ogni anno oltre 105 milioni di componenti per auto, tra cui interni, carrozzeria e vani motore.

Orientato all’innovazione fin dalla sua nascita, il Gruppo SAPA registra ogni anno oltre 80 milioni di euro di fatturato grazie ai propri brevetti e al know-how sviluppato internamente.

Con questa acquisizione, SAPA potenzia la sua presenza con i clienti Volvo, Scania e Daimler Truck. Un importante percorso di diversificazione clienti, prodotto e area geografica, con l’obiettivo di creare un Gruppo sempre più solido.

Questo rappresenta un importante passo avanti per SAPA nel suo impegno per fornire soluzioni innovative e sostenibili: un impegno concreto per rendere sempre più verde il settore del truck e del trasporto su gomma, anche nella mobilità elettrica.

Le plastiche avanzate sono un settore in crescita nell’ambito della mobilità sostenibile.

Un aspetto chiave di questa crescita ed espansione è l’introduzione del metodo One-Shot® nel settore del truck.

La tecnologia One-Shot®, unica nel suo genere, consente la produzione di componenti in plastica per veicoli commerciali in un unico processo, migliorando l’efficienza, la sostenibilità e la qualità sia per i veicoli elettrici che con motore endotermico.

Il board di SAPA, ha dichiarato: “Siamo entusiasti di annunciare l’acquisizione di Promens Zevenaar e Promens Rongu e l’espansione del Gruppo SAPA nel settore del truck. Questo investimento ci consente di consolidare ulteriormente la nostra posizione di leader nel settore della mobilità sostenibile e di portare il metodo One-Shot® nel mondo del truck. Siamo determinati ad offrire soluzioni innovative e sostenibili ai nostri clienti europei e globali, contribuendo così a creare un futuro più eco-sostenibile per tutti.”

Questa acquisizione rappresenta un importante traguardo per il Gruppo SAPA e conferma la sua crescita costante nel settore della mobilità sostenibile.

In questa operazione SAPA è stata assistita da Banca Akros Oaklins Italy in qualità di advisor finanziario e BonelliErede in qualità di advisor legale, mentre Berry Global, Inc. è stata assistita da Magma International AG in qualità di advisor finanziario e DLA Piper Nederland N.V. in qualità di advisor legale.

Arpaia, Fucci stila il Bilancio: “Tanto è stato fatto, molte novità nei prossimi mesi”

Arpaia, Fucci stila il Bilancio: “Tanto è stato fatto, molte novità nei prossimi mesi”

Politica

Tempo di bilanci anche in casa Arpaia. Il Primo Cittadino Pasquale Fucci, cogliendo il presupposto “natalizio”, nell’augurare serene festività alla sua Comunità, ha voluto fare un consuntivo di quanto fatto nei primi 18 mesi del nuovo mandato anticipando quanto verrà in quelli prossimi.

Capitolo cose fatte, per iniziare: si va dalla rivalutazione della piazza Ponzio Sannita (con realizzazione del Monumento ai Caduti, riferimento di cui la cittadina era ancora sprovvisto, e della annessa fontana) alla riqualificazione dell’area parco-giochi passando per l’efficientamento della Casa comunale e della scuola, la riqualificazione e ristrutturazione della scuola dell’Infanzia – dove i piccoli sono già rientrati. Contestualmente si registra l’inizio dei lavori di realizzazione del nuovo plesso scolastico e, in fatto di “conti”, il proseguimento dell’attività di  risanamento dei debiti comunali.

Allo stesso tempo, sempre alla voce cose fatte, si è proceduto all’assunzione di personale in Municipio, per ottimizzare il lavoro della macchina comunale. Attenzione – prosegue il Primo Cittadino – anche all’ambito sociale e al motivo della prevenzione con giornate dedicate gratuite. In fatto di manutenzione, ancora, si è dato vita alla pulizia delle vasche di decantazione delle acque e, balzando al motivo storico-tradizionale, si è battezzato il nuovo inno comunale.

Ma non è tutto. Tanto altro bolle in pentola: nelle prossime settimane e mesi Arpaia si doterà di un’area fitness, vedrà la riqualificazione del campo sportivo con un centro polivalente, il rifacimento della strada Paolisi-Arpaia- Forchia, la messa in sicurezza dei valloni Pompilio e Pisciariello.

In appendice, poi, Fucci ha voluto rivolgere plauso all’associazionismo per le iniziative intraprese. “Abbiamo apprezzato molto l’iniziativa dei  “Giovani del Ritrovo San Michele Arcangelo” coadiuvati da giovani mamme – ha fatto presente il sindaco caudino – messa in atto a cavallo della festa dell’Immacolata,  come pure apprezziamo lo spirito di proposizione che vive a base dell’altra iniziativa che vi sarà tra qualche giorno, nella splendida cornice del chiostro del Convento di Santa Maria delle Grazie, con la manifestazione “M’illumino il Convento”.

Appostato sotto casa della ex: arrestato 42enne

Appostato sotto casa della ex: arrestato 42enne

CronacaProvincia

Al 112 arriva una chiamata. La voce è quella di una donna che sta segnalando ai Carabinieri che il marito è davanti casa. Dovrebbe essere una cosa normale, invece no. Non lo è perché chi chiama, con lei i tre figli, ha paura proprio perché il marito è lì davanti, poco distante dall’abitazione.

L’allontanamento dalla casa in cui vivono la moglie e i figli non è stata quindi sufficiente come misura cautelare e così è scattato l’arresto in flagranza del 42enne da parte dei militari della Compagnia Carabinieri di Montesarchio, in attesa della convalida davanti al Giudice.

Sapeva di avere sulle spalle una denuncia per maltrattamenti in famiglia e un procedimento che a breve lo porterà in Tribunale, ma il 42enne non si è voluto arrendere così, dopo che alcuni mesi fa era stato allontanato dall’abitazione di famiglia, nella tarda serata di ieri ha cercato di avvicinarla. Non avendo avuto contatti ravvicinati con la moglie negli ultimi tempi, non ha più avuto la possibilità di usarle violenza come aveva fatto in passato. La quotidianità dentro le mura domestiche era fatta di mortificazioni, spinte e schiaffi

È l’ennesimo segnale che casa non sempre fa rima con calore e sicurezza. L’appello è dunque ai cittadini, perché si facciano osservatori attenti, affinché chiunque, come singolo, percependo una situazione di pericolo per una donna ed eventuali figli minori, non esiti a contattare per primo le forze dell’ordine.

Arpaia, questo pomeriggio interruzione idrica a causa di un guasto improvviso

Arpaia, questo pomeriggio interruzione idrica a causa di un guasto improvviso

AttualitàDalla Provincia

Comunichiamo – scrive Gesesa – che a causa di un guasto improvviso sulla rete servita dal serbatoio San Fortunato, che ha generato un abbassamento dei livelli dello stesso, saremo costretti ad interrompere il servizio idrico dalle ore 14.00 alle ore 18.00 di questo pomeriggio 16 settembre.

Questa sospensione permetterà al serbatoio di ritornare ai livelli ottimali.

Sarà posizionata un’Autobotte ad incrocio Via San Fortunato con Via Giosuè Carducci vicino al campo sportivo.

Ricordiamo che per segnalare Emergenze e Guasti è sempre attivo il numero verde gratuito sia da cellulare che da telefono fisso 800511717.

Acqua, interruzioni idriche ad Arpaia e Telese Terme

Acqua, interruzioni idriche ad Arpaia e Telese Terme

AttualitàDalla Provincia
Ancora interruzioni idriche nel beneventano: questa sera ad Arpaia e domani a Telese Terme.

Comunichiamo – scrive Gesesa – che giovedì 14 settembre, nell’ambito dei finanziamenti da parte della Regione Campania, saranno effettuati lavori per la sostituzione di tratti di rete idrica nel Comune di Telese Terme; pertanto, si potranno verificare irregolarità nell’erogazione idrica, quali bassa pressione e/o mancanza d’acqua dalle ore 9:00 alle ore 18:00 in via Casino Brizio e dalle ore 08.00 alle ore 17.00 nella zona Piana del Comune di Telese Terme.

Comunichiamo, inoltre – scrive sempre la società – che a causa degli elevati consumi in rete di distribuzione, saremo costretti a sospendere l’erogazione idrica oggi, mercoledì 13 settembre dalle ore 23:00 e fino alle ore 06:30 del mattino successivo per permettere il recupero di un volume di compenso utile a garantire la corretta distribuzione nelle ore diurne sulle seguenti zone del Comune di Arpaia servite dal serbatoio San Fortunato: via Appia Ovest, via Roma, via San Fortunato, via G. Falcone, via Ravagnone, via Tito Livio.

Valle Caudina| Nonno 90enne mette in fuga il ladro

Valle Caudina| Nonno 90enne mette in fuga il ladro

CronacaProvincia

Il malvivente, che era scappato dalla finestra, è stato poi rintracciato e arrestato dai Carabinieri.

Nell’ambito di detti servizi di controllo, alle prime ore dell’alba, giungeva alla Centrale Operativa della Compagnia Carabinieri di Montesarchio, la richiesta di aiuto di una donna la quale riferiva che poco prima era stato perpetrato un furto all’interno dell’abitazione dell’anziano nonno, il quale nel sentire dei rumori provenienti dal piano sottostante, si alzava dal letto e nello scendere le scale notava un individuo intento a rovistare negli armadi di una camera da letto.

L’anziano 90enne, metteva in fuga l’ignoto ladro il quale si dileguava lanciandosi dalla finestra del bagno che presentava i vetri infranti. Prontamente interveniva sul posto personale del Nucleo Operativo e Radiomobile, che sentito il racconto dell’anziano, effettuava un sopralluogo alla ricerca di tracce utili all’individuazioni del reo.

Tale sopralluogo permetteva di appurare che i pezzi di vetro della finestra mandata in frantumi dal malfattore, presentavano diverse tracce ematiche rilasciate di recente che si notavano anche all’esterno dell’abitazione. I Carabinieri, nel seguire visivamente le tracce di sangue, giungevano d’avanti l’abitazione di una persona della zona, gravato da precedenti penali.

Visto che le macchie ematiche erano persino visibili sulla maniglia della porta d’ingresso, i militari operanti eseguivano una perquisizione personale e domiciliare a carico dell’uomo che nell’occasione presentava una vistosa fasciatura alla mano destra.

La perquisizione permetteva di rinvenire nella disponibilità dell’uomo nr. 21 chiavi, macchiate di sangue, asportate dall’abitazione dell’anziano che successivamente le riconosceva come di sua proprietà.

L’uomo, conosciuto dalle Forze dell’Ordine per analoghi precedenti e ritenuto responsabile di furto aggravato, veniva condotto presso gli uffici del Nucleo Operativo della Compagnia Montesarchio ed al termine delle operazioni di rito, dichiarato in arresto e condotto, su disposizione del PM di turno della Procura della Repubblica di Benevento, presso la propria abitazione in regime di arresti domiciliari.