Campania| Abusi sessuali su neonati, Polizia scopre archivio dei pedofili: arresti anche ad Avellino

Campania| Abusi sessuali su neonati, Polizia scopre archivio dei pedofili: arresti anche ad Avellino

CronacaRegione

Nell’ambito di una articolata attività d’indagine finalizzata al contrasto della pedopornografia online, la Polizia di Stato ha eseguito un decreto di perquisizione emesso dalla Procura della Repubblica di Napoli nei confronti di otto soggetti domiciliati nelle province di Napoli, Caserta, Avellino e Roma, indagati per detenzione di materiale pedopornografico.

Nel corso delle attività sono state effettuate ispezioni ed analisi informatiche dei telefoni degli indagati, che hanno consentito di acquisire significativi elementi probatori in merito al loro coinvolgimento nella condivisione online di video raffiguranti abusi sessuali in danno di bambini in tenera età, anche neonati, e che hanno portato – proprio per l’ingente quantitativo di materiale illecito detenuto – all’arresto in flagranza di due quarantottenni, uno di Napoli e l’altro di Avellino.

L’indagine, svolta dal Centro Operativo per la Sicurezza Cibernetica Campania della Polizia Postale su delega della IV Sezione – Fasce Deboli della Procura della Repubblica di Napoli, e con il coordinamento del Centro Nazionale per il Contrasto alla Pedopornografia Online (CNCPO) di Roma, ha avuto origine da una segnalazione relativa a utenti italiani coinvolti nella detenzione e diffusione di materiale pedopornografico su un noto social network pervenuta tramite i canali di cooperazione internazionale di polizia.

Nonostante gli indagati, per restare anonimi, avessero creato profili social attraverso i quali porre in essere le condotte illecite, servendosi di caselle di posta elettronica aperte con dati fittizi e accedendo attraverso reti Wi-Fi “aperte” o intestate a terze persone, gli accertamenti e l’analisi di migliaia di connessioni effettuata dagli investigatori cibernetici ha consentito comunque di giungere alla loro identificazione.

Gli indagati sono da ritenersi non colpevoli fino a sentenza definitiva.

Roy, Mattia, Francesco e Bilal, amici inseparabili: altre 4 giovani vite spezzate da un incidente stradale

Roy, Mattia, Francesco e Bilal, amici inseparabili: altre 4 giovani vite spezzate da un incidente stradale

CronacaRegione

Erano cresciuti insieme, amici inseparabili, i quattro giovani che la notte scorsa hanno perso la vita in un incidente stradale nella frazione Passo Eclano del comune di Mirabella Eclano, in provincia di Avellino.

Roy Antony Ciampa, Mattia Ciminiero, Francesco Di Chiara, 21 anni, e Bilal Boussadra, 18 anni, a bordo di una Mercedes Amg guidata da Ciampa, erano diretti ad una gelateria della zona.

L’auto avrebbe tamponato altre due auto, provenienti dalla direzione opposta, prima di schiantarsi ad alta velocità contro il muro di un esercizio commerciale che costeggia la Statale 90 delle Puglie.

I quattro giovani, Ciampa e Ciminiera originari di Frigento, Di Chiara residente a Grottaminarda, e Boussadra nella frazione Calore di Mirabella Eclano, sono morti sul colpo.

Bilal, di origini marocchine, era diventato cittadino italiano alcuni mesi fa al compimento dei 18 anni: il padre, venditore ambulante, insieme alla moglie, da tempo risiedevano nella frazione del comune irpino.

Bilal, che frequentava il Liceo Scientifico di Sturno, era una promessa del pugilato: nel giugno scorso aveva vinto il Campionato italiano Under 22 disputatosi a Mondovì.

Lo scenario che si è presentato ai soccorritori, giunti sul posto quindici minuti dopo la mezzanotte, è stato devastante: i Vigili del Fuoco hanno lavorato alcune ore per liberare i corpi dalle lamiere mentre sul posto erano accorsi i familiari delle vittime.

Irpinia Sannio: 3.910 assunzioni pianificate dalle PMI nel mese di luglio 2024

Irpinia Sannio: 3.910 assunzioni pianificate dalle PMI nel mese di luglio 2024

AttualitàDalla Regione

Per il trimestre luglio settembre 2024 sono programmate 6.930 assunzioni in provincia di Avellino e 4.440 in provincia di Benevento. Se si considera solo il dato relativo al mese di giugno le entrate stimate sono 2.470 in Irpinia e 1.440 nel Sannio.

Dal confronto con il mese precedente si osserva una netta crescita di ricerche di nuovi lavoratori in Irpinia da parte delle aziende con un incremento di circa il 12% su base mensile pari a 260 posizioni in più. Anche nel Sannio il trend è espansivo anche se in misura più ridotta dal momento che l’aumento a luglio 2024 è pari a 50 posizioni in più (+3,6%) rispetto a giugno.

Ciò è quanto emerge dal Bollettino mensile del Sistema informativo “Excelsior”, realizzato da Unioncamere in accordo con il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali e con il supporto delle Camere di Commercio per la rilevazione presso le imprese.

In entrambe le province le assunzioni previste si concentreranno nel settore dei servizi (63% ad Avellino, 64% a Benevento). In Irpinia il comparto di attività con la maggiore domanda di lavoro sono i servizi di ristorazione, alloggio e turistici con 390 nuove posizioni ricercate a luglio e 890 nell’intera stagione estiva (lug-set 2024); nel Sannio il maggior fabbisogno occupazionale è espresso dalle costruzioni con 280 entrate a luglio e 820 nel trimestre luglio-settembre 2024.

Delle 2.470 assunzioni previste nel mese di luglio 2024 per la provincia di Avellino il 39% è riservato ad operai specializzati e conduttori di impianti e macchine, il 30% ad impiegati appartenenti alle professioni commerciali e servizi e il 13% a dirigenti ed appartenenti alle professioni con elevata specializzazione. In provincia di Benevento delle 1.440 assunzioni il 38% è destinato ad operai specializzati, il 27% ad impiegati appartenenti alle professioni commerciali e servizi e il 19% a dirigenti e professioni con elevata specializzazione.

Ai giovani irpini e sanniti under 30 sono riservate rispettivamente il 30% e il 31% delle assunzioni, inquadrati prevalentemente come impiegati.

Il 43 delle imprese irpine ed il 51% di quelle sannite (quindi per oltre la metà delle ricerche) prevede di riscontrare grandi difficoltà nella reperibilità di personale dovuta sia alla mancanza di candidati in termini numerici (23,5% nella provincia di Avellino e 32% in quella di Benevento) sia alla inadeguata preparazione degli stessi (17,6% Avellino e provincia, 17,4% Benevento e provincia).

Il titolo di studio più richiesto dalle imprese irpine è sicuramente il diploma professionale. L’indirizzo sistemi e servizi logistici (160) e quello per la ristorazione (160) sono i preferiti nel mese di luglio, seguito dall’indirizzo edile (130) e indirizzo meccanico (100). Invece, il diploma di istruzione secondaria maggiormente ricercato è amministrazione, finanza e marketing (180).

Anche per la provincia di Benevento è maggiormente richiesto il diploma professionale. Nel dettaglio gli indirizzi preferiti sono: ristorazione (110), edile (100) e meccanico (70). Il diploma di istruzione secondaria maggiormente ricercato è amministrazione, finanza e marketing (110).

Poco meno del 10% delle entrate previste in Irpinia sarà destinato al personale laureato ed i titoli accademici preferiti sono economico (60) e insegnamento e formazione (50). Più alta la quota di laureati richiesti in provincia di Benevento, dove quasi il 14% delle entrate è riservato a laureati, i titoli più richiesti sono indirizzo economico (40) e indirizzo insegnamento e formazione (30).

Va segnalato che in provincia di Avellino nel mese di luglio viene espressamente richiesta la formazione Tecnica Superiore (ITS Academy) per 30 posizioni a differenza della provincia di Benevento che non esprime preferenze per tale formazione.

Altra caratteristica che emerge nei dati Excelsior è la richiesta di esperienza professionale specifica o nello stesso settore espressa dagli imprenditori per il 64% delle ricerche nel caso dell’Irpinia e del 74% per il Sannio.  Per quanto riguarda i contratti di lavoro offerti dalle imprese irpine e sannite circa una posizione su quattro sarà stabile, ossia con contratto a tempo indeterminato mentre le restanti assunzioni saranno con durata predefinita.

Nusco, controlli dei Carabinieri in una struttura per anziani: riscontrate alcune irregolarità

Nusco, controlli dei Carabinieri in una struttura per anziani: riscontrate alcune irregolarità

CronacaRegione

Ieri, a Nusco, il personale del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Montella, insieme ai colleghi del N.A.S. di Salerno e della locale Stazione, ha eseguito un controllo presso un “gruppo appartamento” per anziani, gestito da una Società Cooperativa del luogo.

Durante i controlli, i Carabinieri, sebbene abbiano riscontrato una situazione sufficientemente adeguata agli ospiti, hanno riscontrate alcune irregolarità sanitarie/strutturali e funzionali. In particolare, in alcune camere mancavano la vasca da bagno per disabili e il piatto doccia a livello del pavimento. Inoltre, in prossimità di alcuni posti letto non era stato installato il campanello acustico di chiamata.

I militari hanno anche accertato la carenza di documentazione necessaria. All’esito dell’accesso ispettivo è stato prescritto ai gestori di nominare un coordinatore responsabile e di esibire la valutazione individuale sullo stato di salute degli ospiti. Contestate varie sanzioni amministrative.

Sirignano, tentato furto di computer all’Istituto Scolastico “Alessandro Manzoni”: l’intervento dei Carabinieri sventa il colpo

Sirignano, tentato furto di computer all’Istituto Scolastico “Alessandro Manzoni”: l’intervento dei Carabinieri sventa il colpo

CronacaRegione

Nella nottata di ieri, i Carabinieri dell’Aliquota Radiomobile della Compagnia di Baiano, in collaborazione con i colleghi della Stazione di Lauro, sono intervenuti presso l’istituto scolastico “Alessandro Manzoni” di Sirignano a seguito dell’attivazione del sistema di allarme antintrusione.

All’arrivo sul posto, gli operanti hanno rilevato che la porta antipanico delle scale antincendio era stata forzata. Una rapida ispezione ha permesso di rinvenire nell’atrio dell’edificio 11 notebook nuovi (ancora imballati), oltre a 18 notebook e 5 tablet prelevati dalle aule informatiche.

Durante il sopralluogo, sono stati altresì rinvenuti vari arnesi da scasso (tra cui un grosso “piede di porco”), una torcia, un berretto e un borsone, abbandonati frettolosamente dai malfattori all’arrivo dei Carabinieri. Gli attrezzi da scasso sono stati sequestrati, mentre il materiale informatico è stato restituito alla dirigente scolastica.

Le indagini sono in corso per individuare i responsabili del tentato furto.

Prevenzione e repressione di reati predatori: Carabinieri intensificano i controlli nel serinese

Prevenzione e repressione di reati predatori: Carabinieri intensificano i controlli nel serinese

CronacaRegione

Carabinieri del Comando Provinciale di Avellino, con l’effettuazione di mirati servizi volti alla prevenzione ed alla repressione di reati, in particolare quelli di tipo predatorio, continuano ininterrottamente a porre attenzione all’attività di perlustrazione nei comuni dell’Irpinia implementando, in linea con le direttive tracciate dal Prefetto Rossana Riflesso, l’attività di controllo del territorio, sia nelle ore diurne che notturne, al fine di prevenire i reati e intervenire con tempestività ed efficacia quando necessario.

Nelle ultime ore, un massiccio servizio straordinario ha visto in campo decine di pattuglie (sia in divisa che in borghese) della Compagnia di Solofra, soprattutto nei i comuni di Serino, San Michele di Serino e Santa Lucia di Serino.

I numerosi servizi (articolati mediante posti di blocco, posti di controllo e vigilanza dinamica sulle principali arterie stradali e in prossimità delle uscite autostradali) hanno permesso di identificare gli occupanti di un centinaio di veicoli, molti dei quali, avendo destato sospetto per il loro comportamento, sono stati sottoposti ad immediata perquisizione.

Tali servizi proseguiranno anche nei prossimi giorni, senza soluzione di continuità, per garantire sicurezza e tranquillità ai cittadini.

Serie C, Gautieri: “Benevento, Avellino e Catania le favorite per il girone C. Ben vengano le Under 23” 

Serie C, Gautieri: “Benevento, Avellino e Catania le favorite per il girone C. Ben vengano le Under 23” 

Benevento CalcioCalcio

Intervenuto n esclusiva ai microfoni di News.Superscommesse.it, l’ex calciatore e oggi allenatore Carmine Gautieri ha fatto le carte della Serie C 2024-25.

Queste, quindi, le parole dell’ex tra le altre di Turris e Sorrento, che in panchina ha guidato anche Potenza, Latina e Avellino:

SULLE SQUADRE UNDER 23 IN SERIE C: “Ben vengano le squadre Under 23, perché le società investono molto sui giovani ed è giusto lavorare in questa direzione. Spesso è meglio crescere un giovane in casa piuttosto che mandarlo in giro in prestito“.  

SULLE FAVORITE DELLA SERIE C: “Per quanto riguarda le favorite direi Benevento, Avellino e Catania per il girone C, Perugia e Ternana nel girone B e per il girone A direi Padova, Vicenza e Triestina. Ma la Serie C è imprevedibile e molto complicata, la sorpresa è sempre dietro l’angolo“. 

SUL SUO FUTURO: “Ho tantissima voglia di ripartire. Aspetto che mi venga data un’opportunità e che arrivi la chiamata giusta per ritornare in pista. Nel frattempo si osserva e si studia per stare sempre al passo“. 

Foto: Web/Pisa Today

Cervinara, violenza sessuale aggravata e continuata: padre e figlia arrestati dai Carabinieri

Cervinara, violenza sessuale aggravata e continuata: padre e figlia arrestati dai Carabinieri

CronacaRegione

Carabinieri del Comando Provinciale di Avellino hanno tratto in arresto un 58enne e la figlia 25enne, entrambi di Cervinara, destinatari di un ordine di carcerazione emesso dalla Procura Generale della Repubblica presso la Corte di Appello di Napoli per il reato di “Violenza sessuale aggravata e continuata”.

I fatti, commessi a Cervinara tra il 2018 e il 2019, sono stati accertati a seguito di attività d’indagine svolta dai Carabinieri del Nucleo Investigativo del Reparto Operativo di Avellino e coordinata dalla Procura della Repubblica irpina.

L’uomo, in accordo con la figlia, avrebbe abusato sessualmente e in maniera ripetuta di due minori all’interno della propria abitazione. Le violenze sarebbero state consumate all’interno della loro abitazione tra il 2018 e il 2019 nei confronti dei due figli della donna, due sorelline.

Dopo le formalità di rito, i due arrestati sono stati affidati a personale della Polizia Penitenziaria per essere tradotti in carcere.

Pietrastornina, conclusi nella Frazione di Ciardelli i festeggiamenti in onore di San Pietro Apostolo

Pietrastornina, conclusi nella Frazione di Ciardelli i festeggiamenti in onore di San Pietro Apostolo

AttualitàDalla Regione

Seppur piccola, la Frazione di Ciardelli Inferiore di Pietrastornina, racchiude in se una grande fede e devozione verso il suo Santo Patrono San Pietro, tutta la comunità è sempre presente a questi momenti comunitari di fede, di preghiera e di comunione, insieme agli abitanti del luogo e dei territori del circondario.

Sabato 29 Giugno presso la Chiesa di San Pietro Apostolo a Ciardelli Inferiore frazione di Pietrastornina, si sono tenuti i Solenni Festeggiamenti in onore di San Pietro Apostolo. 

Come da programma alle ore 19.00 è stata celebrata la Santa Messa presieduta da Don Antonio De Ieso Vicario parrocchiale delle comunità di Montesarchio, hanno concelebrato il Parroco Don Giovanni Panichella e Padre Francesco Minucci. 

Don Antonio nella riflessione di San Pietro ci ha esortato a riscoprire la Storia di San Pietro attraverso la Sacra Scrittura, la sua vocazione, come colui che è stato chiamato da Gesù a essere il Pastore della Chiesa. 

Al termine della Santa Messa poi vi é stata la Processione della Sacra Immagine di San Pietro per le strade della frazione di Ciardelli con la presenza del Sindaco Dott. Amato Rizzo e l’Amministrazione Comunale di Pietrastornina, il Comandante dei Carabinieri, il Comandante dei Vigili e una grande affluenza di fedeli che hanno seguito San Pietro, accompagnati dalle note melodiose della Banda Musicale Città di Pannarano 2000, in un clima di profonda fede e preghiera verso il Santo.

Al rientro in Chiesa Atto di Affidamento da parte della Comunità di Ciardelli a San Pietro con l’impegno di essere anche noi cristiani annunciatori del Vangelo. 

Il parroco Don Giovanni ringrazia le autorità civili e militari, i vari gruppi parrocchiali e il popolo di Dio per la devozione profonda a San Pietro. 

Calciomercato Benevento, anche due squadre di B e due di C su Manconi

Calciomercato Benevento, anche due squadre di B e due di C su Manconi

Benevento CalcioCalcio

Continuano i rumors riguardanti il calciomercato del Benevento: nella giornata di ieri Il Mattino aveva rivelato quelli che sarebbero stati i tre colpi offensivi della Strega, ma oggi sembrano essersi mischiate le carte in tavola.

Oltre a Morra (per cui la società di via Santa Colomba sarebbe disposta a pagare la clausola rescissoria) e Lamesta, entrambi attaccanti del Rimini (QUI i dettagli) e concreti obiettivi per il reparto avanzato giallorosso, il D.T. Carli aveva messo nel mirino anche Jacopo Manconi del Modena.

Stando a quanto riporta LaCasadiC, però, ci sarebbero anche altre squadre sulla duttile ala destra gialloblù, già oggetto dei desideri del Benevento a gennaio. In Serie B, infatti, Manconi sarebbe finito nel mirino del Sudtirol e della neopromossa Juve Stabia, mentre in C avrebbe raccolto l’interessamento anche di Avellino e Catania. La Strega dunque, considerando anche la comprensibile voglia del classe ’94 di mantenere la cadetteria, dovrà valutare se continuare a sondare il terreno per l’attaccante del club emiliano o virare su altri obiettivi.

Foto: Modena FC