Elezioni San Giorgio, Bocchino: “Auguri al neo eletto sindaco, continueremo il nostro percorso dai banchi dell’opposizione”

Elezioni San Giorgio, Bocchino: “Auguri al neo eletto sindaco, continueremo il nostro percorso dai banchi dell’opposizione”

Politica

Di seguito le dichiarazioni del candidato Sindaco di San Giorgio del Sannio Maurizio Bocchino (San Giorgio Protagonista).

“A seguito del dato elettorale, innanzitutto mi preme rivolgere i complimenti miei e di tutta la nostra squadra al neo sindaco eletto e a tutti gli amministratori, cui auguriamo buon lavoro.

Voglio, dal profondo del mio cuore, ringraziare tutti i cittadini che ci hanno dato fiducia scegliendo il nostro progetto politico. Un progetto nuovo, ambizioso e che guarda al futuro con estrema fiducia e convinzione.

Ci tengo a ringraziare uno per uno tutti i nostri candidati, donne e uomini liberi, appassionati, competenti e perbene, che hanno messo al servizio della nostra comunità il loro impegno e la loro dedizione.

Queste elezioni per la nostra lista, per il nostro progetto politico rappresentano il punto di inizio di una nuova stagione politica nel nostro Paese.

Volendo esprimere un commento a caldo, c’è da dire che sicuramente il frazionamento dovuto alla presenza di 4 liste ha avvantaggiato lo schieramento di Ricci, favorendone la vittoria.

Nel corso della prossima consiliatura saremo i garanti della legalità e della trasparenza ponendoci sempre a baluardo della chiarezza e dell’onestà nei confronti di tutti cittadini.
Assicureremo una opposizione seria, puntuale e costruttiva nell’interesse unico ed esclusivo dei cittadini sangiorgesi.

Viva San Giorgio!”.

Trascorsi 15 anni dalla scomparsa del compianto prof. Bocchino: il ricordo del conterraneo e amico Filiberto Parente

Trascorsi 15 anni dalla scomparsa del compianto prof. Bocchino: il ricordo del conterraneo e amico Filiberto Parente

AttualitàDalla Provincia

Da sempre Luigi Bocchino è stato conoscitore e sostenitore delle ACLI e dell’Azione Cattolica, persona di fede e ‘del fare con le opere‘”: lo afferma il presidente regionale delle Acli campane, Filiberto Parente, nel giorno in cui ricorre il quindicesimo anniversario della scomparsa dello storico sindaco di Apice.

Oggi – ricorda – sono 15 anni dalla scomparsa del professore Bocchino, già ispettore della pubblica istruzione, sindaco di Apice, uomo cristiano cattolico e politico, filosofo e pedagogista, sostenitore e autore di molte leggi dello “Stato amico” come il compianto senatore Alfonso Tanga e di tanti altri rappresentanti della Democrazia Cristiana e non solo. Le Acli da anni lo ricordano, promuovendo con la parrocchia e il Comune di Apice una Santa Messa che verrà celebrata dal parroco Don Ezio Rotondi domenica 11 settembre alle ore 19.00, essendo stato il sindaco Bocchino, assiduo partecipante alla liturgia domenicale“.

Ci piace infine ricordare – conclude Filiberto Parente, apicese da sempre e co-presidente dell’Azione Cattolica durante gli anni di Don Giuseppe Errico (noto come don Peppino) – una frase del sindaco Bocchino che amava ripetere: “Il bene delle nostre comunità passa attraverso il lavoro di rete che noi tutti dobbiamo fare per il bene comune e per promuovere il senso di unità in tutti i cittadini”. Un ringraziamento particolare va alla famiglia del sindaco Bocchino, ai nipoti Gerardo e Pio, e a Orazio Soricelli – Vescovo di Amalfi – che da 15 anni condividono con noi tutti il ricordo dello zio, nativo di Calvi, per il senso civico e di impegno per le comunità del nostro Mezzogiorno d’Italia“.