Vicenda 118, vertice a Palazzo Mosti. Mastella: “Presto nuovo piano operativo per evitare demedicalizzazione”

Vicenda 118, vertice a Palazzo Mosti. Mastella: “Presto nuovo piano operativo per evitare demedicalizzazione”

Politica

All’incontro hanno preso parte associazioni e rappresentanti dell’Asl.

Il sindaco Clemente Mastella, in qualità di presidente del Comitato di rappresentanza dei sindaci dell’Asl, ha presieduto stamane a Palazzo Mosti un vertice con associazioni e rappresentanti dell’Asl sulla questione della riorganizzazione del servizio 118.

All’incontro hanno partecipato le associazioni Cittadinanza Attiva, Salute e Territorio, SannioCuore, No demedicalizzazione 118 Fortore Miscano, Rete Uccp San Giorgio del Sannio.

Al termine dell’incontro il sindaco Mastella ha chiesto ai rappresentanti delle associazioni di realizzare un piano operativo per sperimentare la possibilità di evitare la demedicalizzazione di alcune ambulanze del 118 tramite l’effettuazione delle prestazioni aggiuntive da parte dei medici. Le associazioni presenti, ringraziando il sindaco Mastella per la sensibilità dimostrata, hanno garantito la redazione di un documento di proposta che sarà successivamente esaminato e valutato in un tavolo tecnico con il direttore generale dell’Asl che il Sindaco di Benevento si occuperà di promuovere.

Nel corso dell’incontro è stato altresì garantito che la Rete Uccp di San Giorgio del Sannio proseguirà nella sua normale attività. 

Per il Coordinamento provinciale di Fratelli d’Italia: “Bene atto aziendale ASL”

Per il Coordinamento provinciale di Fratelli d’Italia: “Bene atto aziendale ASL”

Politica

“Giudizio sospeso per la previsione relativa alla perdita di autonomia del Servizio Epidemologia e Prevenzione.

È notizia che l’Azienda Sanitaria Locale di Benevento lo scorso 5 febbraio, con Deliberazione n. 59, ha adottato l’Atto Aziendale. Formulando complessivamente un giudizio positivo ci sentiamo in obbligo, però, di evidenziare che desta non poche perplessità la previsione dell’articolo 21. 1 – UOC Servizio Igiene e Sanità Pubblica/SEP che vede il Servizio di Epidemiologia e Prevenzione perdere autonomia per essere ricompreso nell’ambito di un’unica UOC.  

Tale impostazione, oltre a declassare il Servizio ridimensionandone l’identità operativa, non sembra porsi in linea con le norme che ispirano e regolano il Servizio Sanitario Nazionale e Regionale, che vanno dall’art. 4, comma 1, del d.lgs. n. 502/1992 alla Legge Regionale n. 32/1994. È da sempre consacrato che, per una programmazione uniforme dell’assistenza sanitaria di territorio, non può non tenersi conto delle diverse densità abitative e delle caratteriste geomorfologiche del territorio delle aziende sanitarie locali.

L’Obiettivo del livello di assistenza sanitaria collettiva passa attraverso un complesso di attività e prestazioni di prevenzione collettiva che tuteli la popolazione dai rischi connessi alle malattie infettive e cronico degenerative, nonché attraverso l’organico esercizio delle attività di prevenzione e il controllo delle malattie infettive e diffusive. 

Non può sfuggire che tutte le ASL della Regione, con la sola eccezione di Benevento, non hanno scalfito l’importanza e la centralità del Servizio di Epidemiologia e Prevenzione, confermandone la posizione di Unità Operativa Complessa.

La pandemia da Covid-19 ha dimostrato il ruolo strategico assegnato alle UOC – SEP all’interno del Sistema Sanitario. L’organizzazione ordinata dei servizi ha demandato alle Unità Complesse un ruolo chiave nella sorveglianza del virus, nel tracciamento dei contagi, nella gestione dei casi e nella campagna vaccinale, contribuendo in modo significativo a contenere la diffusione del virus e a proteggere la salute della popolazione.

L’esperienza del COVID avrebbe dovuto, così, rafforzare l’operatività delle UOC – Servizio di Epidemiologia e Prevenzione e non certo sminuirla. Il riconoscimento di Unità Operativa Complessa, distintamente dedicata, dovrebbe rappresentare un punto fermo, non negoziabile. 

Sicuramente l’ASL di Benevento, nella sua azione operativa, terrà debitamente conto: che il rischio di nuove pandemie non può ritenersi dissolto; che le malattie come il cancro, quelle cardio-vascolari e il diabete rappresentino una delle maggiori cause di morte e disabilità nel mondo; che la prevenzione e il controllo delle malattie infettive, come la tubercolosi, le malattie sessualmente trasmissibili e l’HIV, ancora attuali nella realtà, siano indispensabili. 

Questi sono i temi e le sfide che una UOC – Servizio di Epidemiologia e Prevenzione è chiamata ad affrontare e la recente storia avrebbe dovuto portare a rafforzarla, per far fronte alle sfide che ci attendono, a tutela della salute della popolazione e del futuro del Paese.

È il momento di investire in risorse umane e tecnologiche per potenziare le capacità di sorveglianza, prevenzione e controllo delle malattie. Rimane, altresì, fondamentale migliorare la collaborazione tra l’UOC Servizio di Epidemiologia e Prevenzione con gli altri enti e istituzioni che si occupano di salute pubblica.

Il nostro auspicio è che l’ASL di Benevento riveda la sua impostazione e riassegni al sistema pubblico un Servizio di Epidemiologia e Prevenzione, organizzato con una propria e distinta Unità Operativa Complessa, per dare significato e concretezza ai principi fondanti la sanità pubblica quali universalità, equità e solidarietà”. 

Così in una nota il Coordinamento provinciale di Fratelli d’Italia.

M5S: “Carenza medici? Asl applichi provvedimenti di legge”

M5S: “Carenza medici? Asl applichi provvedimenti di legge”

Politica

“Sulla carenza di medici del 118 della ASL di Benevento – scrive il Coordinamento del Movimento Cinque Stelle di Benevento – occorre dare una risposta semplice, efficace ed a portata di mano. Stupiscono le esternazioni del Direttore Generale laddove afferma che la ASL starebbe lavorando “a ritmi serrati” o le dichiarazioni di parlamentari che trovano difficoltà ad orientarsi perché “la coperta è corta”.

Per non procedere ad ulteriori demedicalizzazioni, la ASL deve semplicemente applicare i provvedimenti di legge che prevedono il ricorso agli istituti contrattuali delle prestazioni aggiuntive e della pronta disponibilità.

La ASL disattende o applica solo parzialmente tali istituti contrattuali e sarebbe interessante sapere se le autorevoli rappresentanze politiche che hanno interloquito recentemente con il management abbiano effettivamente “appurato in maniera molto scrupolosa” la correttezza degli adempimenti ASL. Rileviamo che nelle varie esternazioni sono sbagliati anche i numeri laddove si afferma erroneamente che i medici del 118 nel Sannio dovrebbero essere 84 quando invece i provvedimenti regionali stabiliscono il fabbisogno in 78 unità. Se attualmente abbiamo 48 medici in servizio significa che la dotazione organica disponibile corrisponde al 62% dell’organico previsto, cioè un numero di medici che con le prestazioni aggiuntive è ampiamente sufficiente a garantire l’attuale organizzazione senza alcun bisogno di procedere ad ulteriori demedicalizzazioni”.

“E’ da sottolineare infine che la ASL non ha assolutamente attivato tutte le procedure per reclutare i medici 118, tenuto conto che risulta essere l’unica tra tutte le Aziende Sanitarie della Campania a non aver trasmesso il fabbisogno di personale per il concorso unico regionale dei medici dell’emergenza”, conclude la nota.

VIDEO – Ambulanze senza medici, Rubano incontra dg Asl Volpe: “Attualmente solo 48 medici su 84 sono disponibili”

VIDEO – Ambulanze senza medici, Rubano incontra dg Asl Volpe: “Attualmente solo 48 medici su 84 sono disponibili”

Politica
“L’area che preoccupa maggiormente è quella della Val Fortore”, ha sottolinea l’onorevole a margine del vertice.

Incontro stamani tra il deputato sannita, Francesco Maria Rubano, e il direttore generale dell’Asl Benevento, Gennaro Volpe.

L’onorevole di Forza Italia ha rappresentato al direttore generale le istanze e le preoccupazioni della comunità del Fortore circa la qualità e la quantità dei servizi sanitari.

Dal canto suo il numero uno dell’Asl Benevento ha sottolineato la carenza di medici disponibili al fine di gestire l’emergenza.

“E’ stato un confronto finalizzato a trovare le soluzioni al problema – ha affermato Rubano a margine dell’incontro -. Attualmente sono 48 su 84 i medici disponibili per gestire l’emergenza. Si sta valutando se integrare il personale medico per le emergenze o ridistribuire meglio il personale medico con autoambulanze con medico a bordo in modo che tutte le aree vengano tutelate”.

Ascoltiamo le parole del deputato sannita ai microfoni di BeneventoNews24.it.

Rubano: “Lunedì incontrerò il Dg Volpe per discutere dell’emergenza 118”

Rubano: “Lunedì incontrerò il Dg Volpe per discutere dell’emergenza 118”

Politica

“Da alcuni mesi, non da ultimo in un incontro pubblico tenutosi ieri nel Fortore, ma anche da altri territori della provincia sannita, si denuncia una costante e grave emergenza sanitaria legata alla indisponibilità delle vetture di emergenza del 118 con all’interno assistenza medico-sanitaria”.

Ha dichiarato l’onorevole Francesco Maria Rubano.

“Registro quotidianamente la crescente preoccupazione della popolazione che si vede negata la garanzia di poter accedere ai servizi di assistenza sanitaria d’emergenza laddove necessaria, dovendo recarsi con mezzi autonomi presso le strutture sanitarie per interventi di pronto soccorso e casomai anche da luoghi molto distanti dalle strutture sanitarie, mettendo così a rischio la vita di chi necessita di cure d’emergenza. Una situazione non tollerabile e alla quale va messo urgente riparo.

In tal senso nella giornata di lunedì incontrerà il Direttore Generale dell’Asl beneventana, dottor Gennaro Volpe per discutere della problematica e per sostenere le legittime ragioni della popolazione.

Dovendo pur comprendere e sottolineare che sussiste un problema di fondo legato alla carenza di medici, non imputabile al management aziendale con il quale, in ogni caso, mi assumo l’impegno di verificare una eventuale localizzazione e/o distribuzione di ambulanze medicalizzate”, ha concluso Rubano

VIDEO – Cittadella Sanitaria, stamani la posa della prima pietra alla presenza di De Luca

VIDEO – Cittadella Sanitaria, stamani la posa della prima pietra alla presenza di De Luca

AttualitàBenevento Città

Hanno preso ufficialmente il via, questa mattina, con la posa della prima pietra, i lavori per la nuova Cittadella Sanitaria di via Delcogliano.

Un progetto redatto dall’Asl Benevento presentato alla Direzione Generale per la Tutela della Salute ed il Coordinamento del Sistema Sanitario Regionale che ha accolto la proposta nell’ambito del Programma straordinario interventi ex art. 20 l.67/88, approvando un finanziamento di oltre 6 milioni di euro e dimostrando il riconoscimento istituzionale del valore di questa iniziativa.

La cerimonia si è svolta, dunque, alla presenza del Presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca. I lavori dovrebbero durare circa due anni, a tal proposito, nel suo breve discorso, il Governatore ha chiesto esplicitamente: “Fateli durare 1 anno e 8 mesi, provateci”.

Ovviamente il tutto è avvenuto alla presenza del direttore generale dell’Asl Benevento, Gennaro Volpe, il quale ha fatto da padrone di casa rispetto al presidente della Regione.

Ascoltiamo proprio le parole del direttore Volpe, ai microfoni di BeneventoNews24.it.

VIDEO – Uccp, Volpe (Asl Bn): “Percorso continuerà, nei prossimi giorni confronto con medici”

VIDEO – Uccp, Volpe (Asl Bn): “Percorso continuerà, nei prossimi giorni confronto con medici”

AttualitàDalla Provincia

Sembra essere in fase di risoluzione la questione relativa all’Uccp – Unità Complessa di Cure Primarie – di San Giorgio del Sannio, le cui sorti, dato l’importante contributo reso alla comunità, ha tenuto con il fiato sospeso tanti cittadini e utenti negli ultimi mesi.

Tanto è vero, che nelle scorse settimane è stata effettuata anche una raccolta firme per scongiurare la chiusura del presidio medico di via Manzoni.

Proprio della questione dell’Uccp ha parlato, ai microfoni di BeneventoNews24.it, il direttore generale dell’Asl Benevento, Gennaro Volpe. Ascoltiamo cosa ha risposto alla domanda del nostro direttore, Gerardo De Ioanni.

Sinergia, Salute e Benessere: AORN San Pio e ASL di Benevento insieme per la salute del cittadino

Sinergia, Salute e Benessere: AORN San Pio e ASL di Benevento insieme per la salute del cittadino

AttualitàBenevento Città

In occasione della Campagna di Prevenzione, promossa dall’Azienda Sanitaria Locale di Benevento, “Mi voglio bene”, l’ ASL e l’ Azienda Ospedaliera di rilievo nazionale San Pio di Benevento mettono in campo una serie di iniziative congiunte per informare e sensibilizzare la popolazione sull’offerta sanitaria per la prevenzione e la cura dei tumori.

Infatti, il “tour” per la prevenzione dei tumori, promosso dall’ASL di Benevento su tutto il territorio provinciale, farà tappa al Presidio Ospedaliero di Sant’ Agata, dal  giorno 23 al 27 ottobre prossimo.

Nello spazio antistante l’Ospedale Sant’Alfonso Maria de’ Liguori, gli operatori della ASL di Benevento effettueranno gratuitamente, in poliambulatori mobili, screening oncologici e forniranno le informazioni utili per quanti hanno necessità di ulteriori approfondimenti diagnostici, che potranno essere effettuati presso i due presidi ospedalieri dell’Azienda ospedaliera San Pio.

Grazie alla sinergia, promossa tenacemente dal Direttore dell’AORN San Pio, Maria Morgante, e dal Direttore Generale dell’ASL di Benevento,  Gennaro Volpe, la collaborazione tra le due Aziende consentirà la presa in carico globale degli utenti, che tempestivamente potranno effettuare le indagini del caso nel proprio territorio, con la garanzia di ottenere cure qualificate, secondo elevati standard di sicurezza, aggiornate alle più recenti conoscenze scientifiche.

In  particolare, il Direttore della UOC Oncologia dell’AORN San Pio, dott. Antonio Maria Grimaldi, sarà presente presso il Presidio di Sant’Agata, per attività di counseling, nei giorni 23, 24 e 26 ottobre dalle 14 alle 16.

Il Direttore Generale dell’AORN, Maria Morgante, sottolinea: “La proficua collaborazione tra ospedale e territorio permette di attuare la precoce presa in carico di pazienti affetti da patologie, come le malattie tumorali, la cui gestione necessita di un armonico contributo multiprofessionale e multispecialistico.”

La  piena cooperazione – aggiunge il Direttore Morgante – tra le due Aziende della provincia di Benevento offre, non solo al territorio del Sannio, un’occasione importante per rispondere pienamente ai bisogni sanitari  della popolazione, con un uso  efficace ed efficiente delle risorse disponile e con la garanzia di usufruire sul nostro territorio delle migliori cure possibili, senza dover ricorrere ai cosiddetti “viaggi della speranza”.

Stabilizzazione operatori socio-sanitari, vertice Asl rassicura il sindaco Mastella

Stabilizzazione operatori socio-sanitari, vertice Asl rassicura il sindaco Mastella

AttualitàBenevento Città

Riguardo la vicenda della stabilizzazione degli operatori socio-sanitari che hanno operato durante l’emergenza Covid e che attendono la stabilizzazione contrattuale, il sindaco di Benevento, in qualità di presidente del Comitato di Rappresentanza dei Sindaci dell’Asl e anche su sollecitazione degli altri componenti dell’organismo, ha avuto un colloquio con il direttore generale Gennaro Volpe.

Il direttore generale Asl ha chiarito che entro il perimetro normativo stabilito dalla legislazione vigente e nel rispetto dei requisiti normativi necessari, tutti gli operatori socio-sanitari che hanno dato un fondamentale contributo durante l’emergenza pandemica saranno assunti con contratto stabile.

Interruzione idrica, stamattina Asl Benevento resterà chiusa

Interruzione idrica, stamattina Asl Benevento resterà chiusa

AttualitàBenevento Città

Si comunica – scrive Asl – che a seguito dell’ordinanza sindacale numero 61 del 9 settembre 2023 emanata in seguito all’informativa della società Gesesa, i servizi e gli uffici Asl ubicati a Benevento, nelle zone di via Oderisio, via Perasso e via Mascellarolunedì 11 settembre, resteranno chiusi per interruzione della rete idrica.

Per recuperare le molteplici richieste che pervengono dai cittadini che devono scegliere il medico o il pediatra, o ottenere l’esenzione ticket, è stata prevista una apertura straordinaria dei servizi di Assistenza Sanitaria, attualmente allocati in via Oderisio (piazza Risorgimento), nella giornata di martedì 12 settembre.

Per cui le persone prenotate per lunedì (per la scelta e revoca del medico o del pediatra o per l’esenzione ticket) potranno recarsi negli uffici di via Oderisio, martedì dalle ore 14:30 alle ore 17:30.

Ci scusiamo per il disagio e ribadiamo che è possibile effettuare la scelta del medico anche direttamente da casa, tramite SPID, collegandosi al portale del cittadino dell’AslBn: www.aslbenevento.it o direttamente al portale regionale: https://sinfonia.regione.campania.it/”., si legge nella nota.