Piao, ok in Giunta: strumenti contro la corruzione e 32 assunzioni tra determinato e indeterminato

Piao, ok in Giunta: strumenti contro la corruzione e 32 assunzioni tra determinato e indeterminato

Politica

La Giunta, presieduta dal Sindaco Clemente Mastella ha approvato stamane il PIAO (Piano integrato attività e organizzazione).  Si tratta di un documento unico di programmazione e governance che sostituisce una serie di Piani che finora le amministrazioni erano tenute a predisporre. Tra questi, i piani della performance, del lavoro agile (POLA) e dell’anticorruzione.

“Con il Piano Anticorruzione rafforziamo gli strumenti operativi finalizzati a prevenire i fenomeni corruttivi e malaffare secondo gli standard Ue a tutela della legalità”, spiega il vicesindaco delegato all’Anticorruzione e alla Legalità Francesco De Pierro.

“Con l’approvazione del Piao – spiega l’assessore al Personale Carmen Coppola – sono previste 32 assunzioni tra tempo indeterminato e determinato. La maggior parte di esse sono legate a professionalità tecniche legate all’Attuazione del Pnrr. Investimenti in risorse umane sono previsti anche nel settore del welfare, della Polizia municipale e dei diversi apparati amministrativi dell’Ente. Un risultato importante, il migliore possibile, alla luce dei limiti finanziari imposti dalle norme governative vigenti”, conclude Coppola. 

Ponte Valentino, il gruppo Solitek realizzerà un opificio industriale per la produzione di pannelli fotovoltaici: previste oltre 300 assunzioni

Ponte Valentino, il gruppo Solitek realizzerà un opificio industriale per la produzione di pannelli fotovoltaici: previste oltre 300 assunzioni

AttualitàBenevento Città

“Il gruppo Solitek, leader in Lituania nella produzione di pannelli fotovoltaici, realizzerà un importante investimento a Benevento. A metà aprile presenteremo con i vertici aziendali il progetto”.

Ad annunciarlo il sindaco di Benevento, Clemente Mastella, e il presidente dell’Asi sannita, Luigi Barone.

“Il gruppo realizzerà a Ponte Valentino un opificio industriale per la produzione di pannelli fotovoltaici e batterie di accumulo con una importante ricaduta occupazionale per il territorio. Dal piano industriale sono previste, a regime, oltre 300 assunzioni”, proseguono il primo cittadino e il numero uno dell’Asi che continuano: “La bontà dell’investimento è stata sottolineata anche nel recente incontro del ministro delle Imprese e del Made in Italy Urso con il ministro dell’Economia e Innovazione lituana Armonaité.

I due ministri hanno citato il progetto di Benevento quale esempio di grande collaborazione tra Italia e Lituania”, concludono Mastella e Barone.

Nuove assunzioni in Microgame, il 23 marzo a Benevento c’è il Career Day

Nuove assunzioni in Microgame, il 23 marzo a Benevento c’è il Career Day

AttualitàBenevento Città

Trenta nuove assunzioni programmate nei prossimi mesi. Questo il piano di sviluppo per il 2023 delle risorse umane di Microgame, il service provider leader nel settore del gaming online. L’obiettivo è quello di potenziare i vari reparti procedendo per step e portando così il totale delle risorse umane a quota 180 a fine anno.  

Alle normali ricerche tramite canali specializzati, Microgame abbinerà anche una serie di appuntamenti dedicati al fine di ottimizzare i risultati.   

Il primo si terrà giovedì 23 marzo presso la sede Microgame di Benevento: un Career Day dedicato alla ricerca di figure junior per i settori “Direzione Prodotto e Marketing” e “Customer Service”.   

L’evento, che avrà inizio alle ore 10 e proseguirà per l’intera giornata, costituirà l’occasione per conoscere la realtà Microgame, le posizioni aperte all’interno dell’azienda e le politiche del personale adottate. Contemporaneamente saranno svolti colloqui individuali e distribuiti test per verificare attitudini e competenze.   

Per partecipare al primo Career Day Microgame 2023 basterà recarsi giovedì 23 marzo presso la sede di Benevento dell’azienda – via Giovanni Agnelli, People’s House, zona industriale c.da Olivola – portando con sé il proprio curriculum vitae. E’ possibile presentare la propria adesione entra il 20 marzo. Per contatti: segreteria@microgame.it.

Microgame investe sul proprio territorio: nuove assunzioni e collaborazione con l’Università degli Studi del Sannio

Microgame investe sul proprio territorio: nuove assunzioni e collaborazione con l’Università degli Studi del Sannio

AttualitàBenevento Città

Microgame, azienda leader nel settore del gaming online con sede centrale a Benevento, apre il 2023 implementando le assunzioni e consolidando il legame con il territorio attraverso collaborazioni di prestigio come ad esempio quella con l’Università degli Studi del Sannio.

L’ad di Microgame, Marco Castaldo – nel corso della riunione di fine anno dell’azienda, che consolida la sua posizione di provider B2B in grado di fornire tecnologie e servizi a oltre 60 concessionari dello Stato alimentando circa 150 marchi di gioco – è stato chiaro: “Il personale è la principale ricchezza“. 

Quindi, come rileva agipronews, se nel 2022 si è passati da 131 a 146 dipendenti, di cui 30% donne, le assunzioni previste per il 2023, e già avviate, porteranno il totale vicino a 180. 

Per reperire le nuove risorse umane che implementeranno lo sviluppo delle tecnologie in house della “fabbrica” di Benevento, la società punta come sempre sul legame con il territorio e sulle collaborazioni con istituti di prestigio come l’Università degli Studi del Sannio.

L’obiettivo è quello di continuare ad attrarre i migliori talenti della Campania e non solo, continuando ad affermarsi come uno dei principali poli di sviluppo tecnologico del settore IT nel Sud Italia.

Microgame prevede per il 2023 anche una nuova organizzazione e un nuovo sistema di sviluppo delle risorse umane che unirà valutazione, premialità e formazione per ottimizzare la crescita professionale. Per il 2022, invece, per mitigare gli effetti della inflazione e del caro energia sul benessere delle famiglie dei propri dipendenti, la società ha dato a ciascuno un contributo di 1000 euro netti:  “È il nostro modo di stare sempre vicino a tutti i nostri lavoratori“, conclude Castaldo.

(Fonte: AGIPRO NEWS)

Situazione occupazionale  Sannio – Irpinia: previste 10mila assunzioni tra luglio e settembre

Situazione occupazionale Sannio – Irpinia: previste 10mila assunzioni tra luglio e settembre

Economia

Sono 2.530 le assunzioni programmate dalle imprese irpine per il mese di luglio e 6.840 per il trimestre luglio – settembre 2022; 1.310 le assunzioni programmate dalle imprese sannite per lo stesso mese e 3.870 per il suddetto trimestre.

Sono 770 i contratti di lavoro in più offerti dalle imprese della provincia di Avellino rispetto al mese di luglio 2021, quando si viveva uno dei picchi della situazione pandemica, mentre in calo di circa 110 posizioni la domanda occupazionale per le aziende del Sannio rispetto allo stesso mese del precedente anno.

Ciò è quanto emerge dal “Bollettino mensile” del Sistema informativo “Excelsior”, realizzato da Unioncamere in collaborazione con Anpal e con il supporto delle Camere di Commercio per la rilevazione presso le imprese.

Con la nascita della Camera di Commercio Irpinia Sannio l’analisi periodica sulla domanda di lavoro espressa dalle imprese attraverso il sistema informativo Excelsior abbraccerà i due territori campani nell’ottica di evidenziare le tendenze principali, i tratti in comune ed eventuali differenze del mercato del lavoro locale.

Si registra, dunque, un trend incerto per le prospettive occupazionali delle aree interne della Campania legato ad una fase economica particolarmente delicata, condizionata dall’imperversare del conflitto russo-ucraino, dalla conseguente crisi energetica e dalla nuova impennata di contagi da covid-19, che rischiano di arrestare del tutto la crescita registrata in Italia e nel mondo nel 2021.

I dati analizzati rivelano che nel mese di luglio 2022 delle 2.530 assunzioni previste per la provincia di Avellino, il 44.9%, ovvero ben 1.140, saranno riservate ad operai specializzati; il 28,1% (710 su 2.530) ad impiegati, appartenenti alle professioni commerciali ed ai servizi ed il 14.8% (380) a dirigenti ed appartenenti alle professioni con elevata specializzazione. Allineati i corrispondenti dati per la provincia di Benevento, con il 45.4% delle 1.310 assunzioni riservate ad operai specializzati; il 30.7% ad impiegati delle professioni commerciali ed ai servizi ed il 13.1% a dirigenti e professioni altamente specializzate.

Per quanto riguarda le fasce d’età interessate dalle assunzioni, quella dei più giovani, ossia quella fino ai 29 anni, appare come la più richiesta per impiegati nelle professioni commerciali e nei servizi (38.4% per la provincia irpina; 33% per la provincia sannita); segue la richiesta di professioni con elevata specializzazione che si attesta al 23,5% in Irpinia e con una percentuale leggermente maggiore nel Sannio (25,5%).

A contrario, per gli operai specializzati e conduttori di impianti e macchine la richiesta di personale da parte delle imprese delle due province sembra non avere preferenze anagrafiche: il 47,3% delle imprese in cerca di personale irpine ed il 53.4% di quelle sannite continua a richiedere, ai fini delle assunzioni, l’esperienza nel settore.

Tuttavia, le imprese delle due province in esame (per il 34.9% in Irpinia e per il 43.8% nel Sannio) sembrano riscontrare una difficile la reperibilità di personale dovuta ad un duplice ordine di fattori: alla mancanza di candidati in termini numeri (15% Irpinia e 20% Sannio) ed alla inadeguata preparazione degli stessi (16.7% Avellino e provincia; 19.6% Benevento e provincia).

Con riferimento al livello di istruzione, dai dati emerge che a luglio 2022 la maggior parte delle aziende campionate non abbiano espresso preferenze per il titolo di studio delle nuove risorse (in Irpinia al 36,5% delle entrate previste è richiesto nessun titolo di studio in particolare; nel Sannio, la medesima situazione, si verifica per il 35.1% delle nuove assunzioni). Il diploma di istruzione secondaria è richiesto per il 34,4% in Irpinia e nel 28.7% dei casi nel Sannio; la qualifica o il diploma professionale è richiesto, rispettivamente, per il 18,1% ed il 25.7%. Infine, il titolo accademico è richiesto per il 10% delle assunzioni previste sul territorio della provincia di Avellino e per il 10.3% per la provincia di Benevento.

I titoli di studio di istruzione secondaria più richiesti per Avellino e provincia, sono gli indirizzi: elettronica ed elettrotecnica (170), amministrazione, finanza e marketing (170) turismo, enogastronomia e ospitalità (120). Tra i diplomi professionali, gli indirizzi edile e ristorazione, rispettivamente per 100 e 90 risorse richieste, sembrano essere i maggiormente preferiti dalle imprese irpine, nel mese di luglio.

Per la provincia di Benevento, invece sono maggiormente richiesti gli indirizzi di amministrazione, finanza e marketing (70) meccanica, meccatronica, elettronica ed elettrotecnica (50). Nel mese di luglio 2022, tra i diplomi maggiormente ricercati nel Sannio, l’indirizzo edile (100 risorse richieste), sembra essere il preferito.

Sia nel mese di luglio 2022 che nel trimestre luglio – settembre 2022, in entrambe le province, le richieste di lavoratori si concentreranno maggiormente nei servizi di pubblica utilità (Irpinia: 1.140 lavoratori richiesti a luglio e 4.000 nel trimestre; Sannio: 730 lavoratori richiesti a luglio e 2.440 nel trimestre).

Infine in merito alla tipologia contrattuale preferita, per Avellino e provincia, l’86,7% dei lavoratori e per Benevento e provincia il 91,6% dei medesimi verranno assunti come personale dipendente, in quasi tutti i settori, con una netta predominanza di contratti a tempo determinato (69.14% in Irpinia; 65.7% nel Sannio).

Ultimo dato da valutare è riferito alla classe dimensionale delle imprese che assumono, dal quale emerge che ad assumere di più sono le piccole imprese, ovvero quelle con meno di 50 dipendenti (Avellino e provincia 1.450 assunzioni su 2.530 e 1.000 assunzioni su 1.310 per Benevento e provincia).