Rapina ai danni di una commerciante, obbligo di dimora per tre 20enni della Valle Telesina

Rapina ai danni di una commerciante, obbligo di dimora per tre 20enni della Valle Telesina

CronacaProvincia

Nella mattinata odierna, all’esito di indagini coordinate dalla Procura della Repubblica di Benevento, personale dell’Arma dei Carabinieri della Compagnia di Cerreto Sannita e della Stazione di Telese Terme, ha dato esecuzione ad un’ordinanza, emessa dal Giudice per le Indagini Preliminari presso il Tribunale di Benevento, su richiesta della Procura della Repubblica, che disponeva la misura cautelare personale dell’obbligo di dimora nel comune di residenza con prescrizione di non allontanarsi  dalle proprie abitazioni dalle ore 20,00 alle ore 7,00, nei confronti di tre giovani ventenni, tutti residente nella valle telesina, poiché ritenuti gravemente indiziati, in concorso tra loro, del reato di rapina commesso a Telese Terme il 6 febbraio 2024 in danno di una donna sessantaquattrenne commerciante del luogo.

In quella data alla donna era stata sottratta con violenza la propria borsa e la stessa, nell’opporre resistenza, cadeva rovinosamente a terra. Per le lesioni riportate, veniva soccorsa e trasportata in Ospedale ed in seguito sottoposta ad intervento chirurgico.

Le immediate indagini hanno consentito di identificare i tre giovani oggi raggiunti dal provvedimento e di recuperare la refurtiva consistente in monili in oro custoditi nella borsa sottratta unitamente a diversi documenti.  Molteplici sono stati gli elementi acquisiti, anche attraverso l’esame di immagini di videosorveglianza, nel corso delle successive indagini, tanto da raggiungere un quadro gravemente indiziario grave a carico dei tre giovani.  

Il provvedimento oggi eseguito è una misura cautelare disposta in sede di indagini preliminari  avverso cui sono ammessi mezzi di impugnazione, ed i destinatari della stessa sono persone  sottoposte alle indagini e quindi presunte innocenti fino a sentenza definitiva.

Cerreto Sannita, tre imprenditori edili denunciati per mancanza di sicurezza sul cantiere: attività sospesa

Cerreto Sannita, tre imprenditori edili denunciati per mancanza di sicurezza sul cantiere: attività sospesa

CronacaProvincia

Nel corso dei controlli finalizzati alla verifica del rispetto delle norme a tutela della salute e della sicurezza nei luoghi di lavoro, nonché al contrasto del lavoro irregolare, i Carabinieri della Stazione di Cerreto Sannita e del Nucleo Ispettorato del Lavoro di Benevento, nella giornata di ieri, hanno deferito all’Autorità Giudiziaria tre imprenditori edili per violazione della normativa sulla sicurezza nei luoghi di lavoro.

I militari, al termine dell’ispezione al cantiere allestito per la ristrutturazione di un edificio privato nel centro cittadino, hanno riscontrato diverse irregolarità per: mancata predisposizione per i lavori in quota di adeguate impalcature o ponteggi, atte ad evitare la caduta dei lavoratori; non aver dotato di idoneo parapetto le scale in cemento; non aver predisposto idonei passaggi di veicoli e lavoratori per l’accesso alle varie aree del cantiere e mancato uso dei dispositivi di protezione individuali, con conseguente sospensione dell’attività.

Un imprenditore è stato anche denunciato e sanzionato per aver occupato al lavoro un cittadino extracomunitario privo di idoneo permesso di soggiorno.

Sono quindi state erogate ammende per complessivi Euro 31.609,26 e sanzioni amministrative per Euro 12.820,00.

Prosegue incessante l’attività di vigilanza e controllo dei Carabinieri anche nel settore dell’edilizia pubblica e privata.

Le persone coinvolte sono da ritenersi sottoposte alle indagini e pertanto presunte innocenti fino a sentenza definitiva.

Cultura della legalità, gli alunni dell’Istituto Comprensivo di Telese Terme incontrano i Carabinieri

Cultura della legalità, gli alunni dell’Istituto Comprensivo di Telese Terme incontrano i Carabinieri

AttualitàDalla Provincia

La Scuola e l’Arma dei Carabinieri hanno un obiettivo comune, quello di educare i ragazzi alla legalità, rendendoli pienamente consapevoli dei loro diritti e doveri, in armonia con gli altri, per sviluppare i propri interessi in una società giusta, priva di prevaricazioni e violenze. Per il conseguimento di tale risultato è in atto da diversi anni il progetto “la cultura della legalità” che prevede una serie di conferenze tenute dai Carabinieri presso gli Istituti Scolastici per infondere nei giovani di oggi quel bagaglio culturale e comportamentale idoneo a formare i cittadini del futuro.

Nell’ambito di questo progetto, questa mattina, in Telese Terme, presso l’Istituto Comprensivo, si è svolto il primo di questi incontri che ha visto la partecipazione degli alunni della quinta classe della scuola primaria e della prima classe della scuola secondaria di primo grado, in presenza dei loro Docenti, con i Carabinieri della Compagnia di Cerreto Sannita.

I bambini, sapientemente indirizzati dai loro insegnanti, hanno potuto approfondire la riflessione sul tema della legalità, già affrontato precedentemente in classe, apprendendolo dalla voce di chi lavora quotidianamente “sul campo”.

Grazie ai molti aneddoti raccontati ed alle tante domande rivolte, l’infinità curiosità dei giovani scolari è stata appagata. Le tematiche trattate sono state quelle del bullismo e del cyber-bullismo, dell’uso consapevole dei social-network, ma anche delle norme sulla sicurezza stradale e della violenza di genere.

L’entusiasmo dimostrato dai giovani uditori è stato ripagato consentendo loro di  toccare con mano la tanto rinomata gazzella dei Carabinieri utilizzata nei servizi di pronto intervento “112”.

San Salvatore Telesino, trovati in possesso di cocaina, marijuana e crack: segnalati 42enne e 35enne

San Salvatore Telesino, trovati in possesso di cocaina, marijuana e crack: segnalati 42enne e 35enne

CronacaProvincia

Nelle giornate di ieri e di domenica scorsa i Carabinieri della Compagnia di Cerreto Sannita, su disposizione del Comando Provinciale Carabinieri di Benevento, hanno effettuato un articolato servizio di controllo straordinario del territorio, con l’impiego di ben 32 pattuglie, dislocate nei ventuno comuni del territorio di competenza, teso prevalentemente alla prevenzione dei furti in abitazione, agli esercizi commerciali ed ai cantieri in corso per la realizzazione della T.A.V..

Inoltre è stato posto in essere un efficace controllo della circolazione stradale sulle principali arterie di comunicazione tra le province di Benevento e Caserta anche al fine di prevenire i sinistri stradali.

Il dispositivo messo in atto nella Valle Telesina ha consentito di controllare diversi esercizi pubblici, 202 persone e 124 autoveicoli, tra cui alcuni pregiudicati.

Nel comune di San Salvatore Telesino i militari della Aliquota Radiomobile, nel corso di servizio di contrasto all’uso e spaccio di stupefacenti procedevano al controllo: di un 42enne residente in Valle Telesina, che a seguito di perquisizione, veniva trovato in possesso un involucro in cellophane contenente una dose di cocaina, che dichiarava essere per uso personale non terapeutico; di un 35enne, della limitrofa provincia di Caserta, che veniva trovato in possesso di una dose di marijuana ed una di crack, che dichiarava essere per uso personale.

A conclusione degli accertamenti, entrambi sono stati segnalati alla competente autorità amministrativa.

Nel comune di Solopaca è stato controllato un 19enne a bordo di un’autovettura di potenza superiore a quella consentita per i possessori di patente da meno di 1 anno. Il giovane è stato sanzionato con contestuale ritiro della Patente di guida per la successiva sospensione.

Nei comuni di Amorosi, Telese Terme, Frasso Telesino, Guardia Sanframondi e Cerreto Sannita sono state elevate numerose sanzioni amministrativa al Codice della Strada per: guida senza patente, veicolo sprovvisto di assicurazione obbligatoria, mancata revisione periodica.