Ponte| Prevenzione tumore al seno, in paese oltre 100 visite da parte del senologo Iannace

Ponte| Prevenzione tumore al seno, in paese oltre 100 visite da parte del senologo Iannace

AttualitàDalla Provincia

Oltre 100 visite effettuate e come sempre grande organizzazione. Ennesimo successo nelle aree interne per la giornata della prevenzione al tumore al seno targata Carlo Iannace che questa volta si è tenuta a Ponte organizzata da Amos Partenio con il patrocinio del Comune di Ponte e dall’instancabile volontaria Ada Iadarola.

“Vorrei dire tante cose dopo questa giornata di prevenzione, ma in primis voglio ringraziare l’associazione ‘Amos Partenio’ per la organizzazione ma anche per avermi inserita in questo sodalizio: ne sono fiera e contenta e mi auguro di fare sempre meglio. Ringrazio il sindaco di Ponte Antonello Caporaso per aver messo a disposizione la Casa delle Associazioni e un grazie al consigliere comunale Armando Zotti per la sua disponibilità.

Un grazie particolare – continua Ada – alla dottoressa Lina Rabuano che con la professionalità e dolcezza lavora per farci stare in forma. Ed infine un grazie affettuoso all’instancabile ed unico dottore Carlo Iannace che con il suo grande cuore e il suo sorriso sa dare conforto a tutte le donne e non solo. Grazie per averci donato questa giornata di prevenzione. Ringrazio poi a me stessa, per quella che semplicemente sono, grazie a tutti ai partecipanti e alle più di 100 donne che hanno ritagliato un pò di spazio del loro tempo per dedicarlo alla prevenzione.

Ecco – conclude Ada Iadarola – la prevenzione è una cosa importante e ve lo dice una donna che fa parte di quelle guerriere che hanno combattuto e continuano a combattere questo brutto male”. L’associazione Amos Partenio, soddisfatta per la giornata pontese ringrazia Ada Iadarola per l’impegno e la dedizione che quotidianamente dimostra nel lavoro svolto. Sono davvero questi i gesti di cui tutti noi abbiamo bisogno”.

 “La prevenzione del tumore al seno è ormai una consapevolezza acquisita dalla popolazione – afferma invece il senologo Carlo Iannace Primario della Brest Unit dell’Ospedale Moscati di Avellino – e il senso e l’obiettivo dello screening a Ponte è una risposta ai rallentamenti delle metodiche di prevenzione che ci sono state nel corso degli anni. A Ponte la maggior parte delle donne aveva effettuato esami di controllo e questo è una cosa buona. Stiamo recuperando.

Nel corso delle visite – spiega ancora Iannace – ho diagnosticato, purtroppo, quattro tumori più alcuni casi da approfondire. Ecco voglio quindi evidenziare che grazie a queste visite gratuite le quattro persone alle quali ho diagnosticato il tumore si sono già attivate per i vari accertamenti di approfondimento e sicuramente le abbiamo prese in tempo prima che il cancro potesse fare danni agli organi circostanti.  Quindi – conclude Iannace – la prevenzione è importantissima”.  

Futuridea a fianco del dottore Carlo Iannace

Futuridea a fianco del dottore Carlo Iannace

Attualità

Futuridea da diversi anni collabora con il dottor Carlo Iannace e con tutto il mondo della prevenzione. A lui – scrive il presidente, Carmine Nardone – l’idea di coinvolgerci in questo progetto della prevenzione e nell’organizzazione, a Futuridea, di screening oncologici gratuiti per la prevenzione al tumore al seno, partecipati sempre da centinaia di donne. Lui, instancabile, rassicura ciascuna.

Lo scorso anno abbiamo organizzato ‘Una Luce per la Vita’, la fiaccolata per i malati oncologici. Una grande manifestazione che si è svolta a Pietrelcina (e siamo pronti a riorganizzarla anche quest’anno) alla quale hanno partecipato centinaia e centina di malati oncologici. Un evento per dare un segnale di speranza e sensibilizzare sull’importanza del reinserimento dei malati oncologici nella società dopo l’esperienza della malattia.

Ecco, il dottore Iannace incarna l’umanizzazione della medicina. È una persona onesta, dedicata alla sua professione e al benessere dei pazienti.

In queste ore c’è molta preoccupazione da parte delle donne che devono essere sottoposte ad operazione e delle rispettive famiglie”.

“Continueremo sempre a collaborare con il dottore Carlo Iannace, con Carlo, per sensibilizzare sulla prevenzione del tumore al seno e continuare una battaglia culturale per la quale il diritto alla cura spetta a tutti, non solo a chi ha i mezzi economici.

Avanti, con coraggio e con la forza delle idee e dell’amore”, conclude Nardone..

Lombardi: “Solidarietà al dott. Carlo Iannace”

Lombardi: “Solidarietà al dott. Carlo Iannace”

Politica

Il Presidente della Provincia di Benevento Nino Lombardi ha espresso la sua solidarietà al dott. Carlo Iannace.

Di Iannace, Primario della Brest Unit dell’Ospedale San Giuseppe Moscati di Avellino, Lombardi ricorda sia le sue indiscusse doti di chirurgo oncologo, sia le incisive iniziative di solidarietà e cura assunte da lui personalmente a favore delle donne colpite dal tumore al seno.

Senza dimentica le numerose Campagne attive di prevenzione contro tale patologia che ha coinvolto negli anni decine di migliaia di concittadine, numerose Associazioni e le Istituzioni pubbliche.

“Carlo Iannace, colpevole di umanità”: la lettera

“Carlo Iannace, colpevole di umanità”: la lettera

Attualità

Condanna a Carlo Iannace, intervengono le associazioni ‘Amdos Alta Irpinia’, ‘Amos Partenio’, ‘Noi in Rosa’, ‘Amdos Avellino’, ‘Amdos Forino’, ‘Amos Grottaminarda’, ‘Amos Paternopoli’, ‘Amos Montoro’, ‘Amos Solofra’, ‘Amos Valle del Sabato’, ‘Cinzia Gambale e le donne di Atripalda’ e P.A. “Vita” Ariano Irpino. “CARLO IANNACE, colpevole di umanità”.

Esclamano così le associazioni di volontariato che ‘lavorano’ da anni fianco a fianco al dottore Iannace, Primario della Breast Unit dell’Ospedale ‘Moscati’ di Avellino, per le visite senologiche gratuite nonché anima di organizzazione di iniziative mirate alla  prevenzione oncologica.

“In tutti questi anni il dottore Carlo Iannace è riuscito a realizzare una ramificata sensibilizzazione alla prevenzione contro il tumore al seno, in tempi in cui la sola parola ‘tumore’ era un tabù. Non solo, ma è riuscito a costituire una comunità dove ogni donna viene accolta, rassicurata e cullata dalla solidarietà. In questi giorni, proprio seguendo il suo insegnamento, più che mai, saremo al suo fianco nel suo progetto di sensibilizzazione e nelle sue iniziative umanitarie. Come sempre. Nel rispetto di una sentenza di Cassazione, certamente inaccettabile moralmente. Noi siamo Carlo Iannace”.

Ottobre rosa, Carlo Iannace: “La prevenzione resta l’arma più efficace per prevenire l’insorgenza del tumore al seno”

Ottobre rosa, Carlo Iannace: “La prevenzione resta l’arma più efficace per prevenire l’insorgenza del tumore al seno”

AttualitàBenevento Città

“In tutto il mondo Ottobre si tinge di rosa per sensibilizzare le donne sull’importanza della prevenzione nella lotta al tumore del seno e ricordo a tutte che non bisogna aspettare il momento giusto per fare prevenzione”.

Così il senologo Carlo Iannace, primario della Breast Unit dell’Ospedale Moscati di Avellino che ha la fama di coniugare professionalità e umanità in maniera determinante per le sue pazienti e che ha una rete assistenziale che si è creata al suo seguito, con tante attiviste e associazioni di volontariato impegnate proprio nella divulgazione, condivisione e sensibilizzazione alla prevenzione.

“Sappiamo tutti che le malattie oncologiche hanno un grande nemico – continua Iannace – che è la ricerca, i cui progressi offrono di anno in anno sistemi di diagnosi e terapie più efficaci e tollerate dai pazienti. Infatti la ricerca in oncologia ha continuato a dare risultati importanti: immunoterapie, terapie mirate e nuove terapie.

Ma il mese di ottobre è un’occasione per ricordare l’importanza della prevenzione e delle attività di monitoraggio, che possano permettere un tempestivo ricorso ai trattamenti più indicati.

Infatti – continua Iannace – l’arma migliore che si ha contro il cancro è appunto la prevenzione. Bisogna diffondere sempre più la cultura della prevenzione primaria, perché la prima cura passa dalle attenzioni che dedichiamo a noi stessi. L’altro caposaldo è la prevenzione secondaria ovvero l’adesione agli screening che sono solo quelli in cui evidenze scientifiche ci insegnano che una diagnosi precoce può salvare una vita.

Organizziamo quasi tutti i giorni le visite senologiche gratuite in diversi Comuni della Campania – spiega il dottore Iannace – e riscuotono sempre un grande successo di partecipazione. In questo mese di ottobre sono tante le iniziative messe in campo anche da colleghi nelle diverse province campane e quindi invito tutte le donne, in modo particolare le giovanissime, e anche gli uomini ad aderire a queste giornate di screening. Dobbiamo sensibilizzare le donne a volersi bene e a preservare la propria salute attraverso la prevenzione.

Una visita senologica – conclude Iannace – non è invasiva ma può salvare una vita, conoscere il proprio corpo ed averne cura è importante. Anche perché la vita resta sempre il dono più prezioso. Quindi care donne sappiate che da Iannace è sempre l’ora della prevenzione”.

Mercogliano, giovedì la conferenza stampa della nona edizione della Camminata Rosa

Mercogliano, giovedì la conferenza stampa della nona edizione della Camminata Rosa

AttualitàDalla Regione

Nella suggestiva cornice dell’Abbazia del Loreto di Mercogliano, si terrà giovedì 14 settembre alle ore 10:30 la conferenza stampa per illustrare la nona edizione della Camminata Rosa. L’evento sarà impreziosito dalla partecipazione del rinomato chirurgo Carlo Iannace, nonché dalle associazioni Amdos e Amos.

Durante la conferenza, saranno presentati i dettagli e gli obiettivi di questa edizione della Camminata Rosa, un evento che promuove la consapevolezza sulla salute delle donne e il sostegno alle associazioni impegnate nella lotta contro il cancro al seno.

Vi invitiamo a partecipare a questa importante iniziativa e a condividere con noi l’impegno nella causa. Sarà un’occasione unica per unire le forze e lavorare insieme per una causa così nobile.

Per ulteriori informazioni e richieste di interviste, vi preghiamo di contattarci al 3460419090

Campania, bonus di 400€ per parrucche pazienti oncologiche

Campania, bonus di 400€ per parrucche pazienti oncologiche

AttualitàDalla Regione
Iannace: “La perdita dei capelli è infatti una delle conseguenze più scioccanti della chemio, un grazie di cuore alla Regione Campania”.

“Un grazie di cuore alla Regione Campania, quindi alla Giunta e a tutto il Consiglio Regionale, che ha deciso di stanziare anche quest’anno un bonus, che può arrivare fino a 400 euro, per le donne affette di cancro. Un contributo economico destinato a chi, in seguito alla chemioterapia, ha perso i capelli”.

Così il dottor Carlo Iannace, primario della Breast Unit di Senologia dell’Ospedale Moscati di Avellino che ha la fama di coniugare professionalità e umanità in maniera decisiva per le sue pazienti oncologiche ed impegnato nella divulgazione, condivisione e sensibilizzazione alla prevenzione oncologica, a pochi giorni dalla programmazione di 70.000,00 euro in favore dei distretti sanitari della Campania al fine di sostenere i pazienti affetti da alopecia in seguito a terapia chemioterapica conseguente a patologia tumorale e alleviare così il disagio psicologico derivante dalla perdita dei capelli e dare un contributo massimo di 400 euro per l’acquisto di una parrucca.

“L’iniziativa è stata promossa in particolare dal mio amico e collega, il consigliere regionale Tommaso Pellegrino , che ha portato alla Legge di Bilancio, e poi approvato in consiglio regionale, un suo emendamento. Un’iniziativa di solidarietà dunque per tutte le donne che combattono contro un male terribile.

La perdita dei capelli è infatti una delle conseguenze più scioccanti della chemio e spesso viene vissuta dalle donne come una perdita della loro identità – continua il dottore Iannace – Quindi grazie alle parrucche si riesce a restituire alle nostre guerriere la loro immagine e la forza di affrontare il mondo senza l’etichetta della malattia”.

L’istanza per la richiesta di contributo deve essere effettuata entro il 30 settembre 2023 presso il Distretto Sanitario di residenza.

<strong>Pd, Carlo Iannace: “Scelgo Bonaccini per una vera svolta nel Partito Democratico”</strong>

Pd, Carlo Iannace: “Scelgo Bonaccini per una vera svolta nel Partito Democratico”

Politica

Sono convinto che domenica sera avremo Stefano Bonaccini segretario nazionale del Partito Democratico”.

Così Carlo Iannace, ex consigliere regionale e candidato del PD alle scorse politiche nel collegio Uninominale “Sannio-Irpinia”.

Prima di tutto invito le tante mie amiche ed amici ad andare a votare domenica 26 febbraio alle Primarie del PD.

Può votare chiunque – aggiunge Iannace – non solo gli iscritti, ma qualsiasi cittadino che ritiene di poter dare il proprio contributo e spero che ci sia tanta gente domenica ai seggi per una grande festa democratica. 

Io sostengo Bonaccini, lo conosco da diverso tempo, gli ho riparlato ultimamente ed ha l’esperienza e le qualità per guidare questo partito, per unirlo, e per costruire un nuovo centrosinistra con l’obiettivo di tornare tra qualche anno al Governo.

Il PD è il perno del centrosinistra e senza il PD non esiste un’alternativa alla destra”.

Conclude Carlo Iannace:

C’è bisogno di un nuovo Pd davvero popolare che torni fra le persone, che le ascolti e che dia risposte ai tanti problemi che ogni giorno affliggono le persone. C’è bisogno di un Pd che sia guidato da un nuovo gruppo dirigente. Serve una vera svolta nel PD e sono certo che, con Stefano Bonaccini segretario nazionale e con Rosetta D’Amelio segretario regionale, i risultati positivi arriveranno partendo già dai nostri territori”.

Giornata dei Calzini Spaiati, anche il dottore Iannace ha aderito all’iniziativa

Giornata dei Calzini Spaiati, anche il dottore Iannace ha aderito all’iniziativa

AttualitàDall'Italia

“Anche io sto celebrando la Giornata dei Calzini Spaiati, un’iniziativa nata per promuovere ed educare tutti alla diversità. Ho indossato stamattina due calzini di colore e fantasia differenti per sensibilizzare sull’autismo e sui temi dell’uguaglianza, della disabilità e dell’inclusività attraverso un semplice gesto”.

Così il dottor Carlo Iannace, medico senologo del Moscati di Avellino che da sempre è vicino ai bambini autistici, una delle fasce deboli spesso dimenticate ma che il dottor Iannace non ha mai dimenticato tanto da far rientrare nei suoi progetti di solidarietà donazioni proprio alle associazioni dei pazienti autistici.

“Dobbiamo fare di tutto per diffondere lo spirito dell’accoglienza e dell’uguaglianza – ha continuato Iannace – facendo capire che le diversità non mutano l’essenza delle cose. Infatti, due calzini differenti sono sempre e comunque calzini, in grado di riscaldare”.

Conclude Carlo Iannace: “Partecipiamo tutti a questa iniziativa indossando soltanto due calzini uno diverso dall’altro e passare così tutta la giornata. E chi vuole può anche ‘gridarlo’ al mondo realizzando una fotografia dei propri “calzini spaiati” e condividerla sul proprio profilo Facebook, Twitter o Instagram ed utilizzando l’hashtag #calzinispaiati2023. L’autismo non è solo una fragilità, ma anche una grande opportunità per la società e non solo.

E questa giornata – conclude il dottor Iannace – è anche un’occasione per riflettere sul fatto che la diversità è una forza e che dobbiamo celebrare e accettare le differenze che ci rendono unici”.

<strong>Paduli, domenica giornata di prevenzione del tumore al seno con le visite gratuite del dottor Iannace</strong>

Paduli, domenica giornata di prevenzione del tumore al seno con le visite gratuite del dottor Iannace

AttualitàDalla Provincia

‘Gennaio Rosa’, così è intitolata la giornata di prevenzione del tumore al seno in programma domenica 29 gennaio dalle ore 16.00 presso il Comune di Paduli. Le visite senologiche gratuite saranno svolte dal Dott. Carlo Iannace e dalla dottoressa Maria Luisa Di Cecilia.

Mentre le visite ecografiche saranno fatte dal dottor Celestino Grande ed infine le visite nutrizionali dal dottor Ernesto Iorizzo. Questa iniziativa è organizzata da Amos Grottaminarda – Associazione Meridionale Operati al Seno, dal Centro Sociale San Nicola di Paduli e dal Comune di Paduli e nel corso del pomeriggio è previsto anche il saluto istituzionale del sindaco di Paduli Domenico Vessichelli.

“Dopo la riuscitissima giornata di prevenzione fatta a Benevento nel mese di dicembre presso l’associazione Futuridea, adesso la facciamo a Paduli”. Così il dottore Carlo Iannace, primario della Breast Unit di Senologia dell’Ospedale Moscati di Avellino.

“Sono contento della pianificazione di tutte queste giornate di prevenzione che sono, tra l’altro, partecipate. Infatti, a Futuridea abbiamo visitato oltre cento donne, diagnosticando purtroppo due tumori ed entrambe le donne si sono attivate proprio grazie a questa giornata di prevenzione. Dopo la fase acuta della pandemia i casi di tumore alla mammella sono stati in aumento, – afferma Iannace – pertanto invito con tutto il cuore le donne a controllarsi e ad approfittare di questi momenti di prevenzione che teniamo ormai su tutto il territorio regionale.

Dobbiamo sensibilizzare le donne a volersi bene – conclude Iannace – e a preservare la propria salute attraverso la prevenzione”. Ricordiamo che Iannace ha la fama di coniugare professionalità e umanità in maniera determinante per le sue pazienti. Notevole è la rete assistenziale che si è creata al suo seguito, con tante attiviste e associazioni di volontariato impegnate proprio nella divulgazione, condivisione e sensibilizzazione alla prevenzione.

Mentre Sandra D’Ambrosio, presidente di Amos Grottaminarda dichiara che: “la ricerca aiuta a curarsi ma la prevenzione resta lo strumento fondamentale per salvarsi la vita. Eseguire screening preventivi ci aiuta a scoprire precocemente la malattia (se c’è) permettendo di intervenire tempestivamente con maggiori probabilità di guarigione e migliore qualità della vita.

Per questo insieme al dottor Carlo Iannace invitiamo tutte, anche le giovanissime, a partecipare a queste giornate di prevenzione che organizziamo in ogni parte della Campania.

Una visita senologica – conclude D’Ambrosio – non è invasiva ma può salvare una vita, conoscere il proprio corpo ed averne cura è importante. Anche perché la vita resta sempre il dono più prezioso”. Per prenotare le visite per la giornata di domenica 29 gennaio telefonare al numero 339.3863241 (Maria)