Servizio civile, prorogato il termine: nuova scadenza è il 22 febbraio alle ore 14

Servizio civile, prorogato il termine: nuova scadenza è il 22 febbraio alle ore 14

Politica

L’assessore alle Politiche sociali Carmen Coppola comunica che sono stati prorogati i termini per prendere parte al bando per il Servizio civile universale. La scadenza pertanto è fissata entro le ore 14 del  22 febbraio 2024. Oltre tale termine il sistema non consentirà la presentazione delle domande.

Tutte le informazioni sono reperibili al seguente link: https://ancicampania.it/pubblicato-il-nuovo-bando-per-il-servizio-civile-universale-scadenza-15-febbraio-2024/

Gli aspiranti operatori volontari dovranno presentare la domanda di partecipazione esclusivamente attraverso la piattaforma Domanda on line (DOL) raggiungibile tramite PC, tablet e smartphone all’indirizzo https://domandaonline.serviziocivile.it

“Per il Comune di Benevento – spiega l’assessore Coppola – sono attivi i seguenti progetti: RILANCI CAMPANIA 2024 (6 volontari);  COMUNITA` SOLIDALE 2024 (6 volontari); BIBLIOTECA PER TUTTI 2024 (5 volontari); CAMPANIA SICURA 2024 (6 volontari).

Il Servizio civile resta uno strumento importante di formazione lavorativa e di sviluppo del senso civico: saremo felici di accogliere anche nel 2024 i giovani che vorranno misurarsi con quest’esperienza che consente di acquisire un background utile in diversi settori”, conclude Coppola.

Benevento, politiche sociali: lunedì il forum a Palazzo Paolo V su “Inclusione e benessere sociale”

Benevento, politiche sociali: lunedì il forum a Palazzo Paolo V su “Inclusione e benessere sociale”

AttualitàBenevento Città

‘Inclusione e benessere sociale’, è il titolo del forum che si svolgerà lunedì 27 novembre, alle ore 11, a Palazzo Paolo V.

Promosso da Ambito B1, Comune di Benevento (capofila dell’Ambito), Università degli Studi del Sannio e Università Giustino Fortunato, il convegno si aprirà con i saluti istituzionali del sindaco di Benevento Clemente Mastella.

Seguirà la relazione dell’assessore alle Politiche sociali del Comune di Benevento Carmen Coppola sul tema ‘Costruire ponti, superare sfide: riflessioni e prospettive sulle Politiche sociali’.

Si proseguirà con Paolo Palumbo, associato di Diritto ecclesiastico e interculturale presso l’Università Giustino Fortunato, che relazionerà sull’argomento ‘Sviluppare una visione interculturale della città attraverso l’impegno delle politiche sociali’, della professoressa Elvira Martini, associato di sociologia all’Università Giustino Fortunato, sul tema ‘Le sfide delle reti educative’, mentre di ‘Cittadinanza attiva e politiche di inclusione giovanile’ parlerà il professor Guido Tortorella Esposito, associato di Storia del Pensiero Economico presso l’Università degli Studi del Sannio. ‘La città inclusiva e ospitale’ sarà l’argomento della relazione del professor Francesco Vespasiano, associato di Sociologia generale all’Università degli Studi del Sannio.

Coordinati dal dirigente del Comune di Benevento Gennaro Santamaria, sono previsti gli interventi di enti, associazioni e istituzioni dell’Ambito B1. Le conclusioni saranno affidate all’assessore regionale alle Politiche sociali Lucia Fortini.

A moderare sarà il giornalista Alfredo Salzano. 

Progetto Dreams, pubblicata la graduatoria con i posti a disposizione delle società o associazioni ammesse 

Progetto Dreams, pubblicata la graduatoria con i posti a disposizione delle società o associazioni ammesse 

AttualitàBenevento Città

L’assessore alle Politiche sociali Carmen Coppola rende noto che è stato firmata dal coordinatore dell’Ufficio di Piano dell’Ambito Territoriale Sociale B1 Gennaro Santamaria la determina contenente le graduatorie provvisorie delle istanze ammissibili e non ammissibili per il riconoscimento del contributo destinato alla frequenza di attività sportive e culturali per minori di età compresa tra 4 e 18 anni (non compiuti) e appartenenti a nuclei familiari fragili residenti nei comuni dell’Ambito B1 (Benevento capofila, Apollosa, Arpaise, Ceppaloni e San Leucio del Sannio).

La graduatoria con i posti messi a disposizione delle società o associazioni sportive e culturali ammesse al progetto è consultabile al seguente link: https://web.comune.benevento.it/c062008/zf/index.php/atti-amministrativi/determine/dettaglio/atto/GTkRVN1UEVT0-F

Venerdì primo settembre c’è l’assemblea annuale della Consulta delle donne

Venerdì primo settembre c’è l’assemblea annuale della Consulta delle donne

AttualitàBenevento Città

E’ in agenda per venerdì primo settembre alle ore 11,00, presso la sala consiliare di Palazzo Mosti, l’assemblea annuale della Consulta delle Donne.

La Consulta è un organismo consultivo del Comune di Benevento, che ha la finalità di valorizzare il ruolo della donna nella vita sociale, culturale economica e lavorativa della città ed è composta da circa cento residenti o domiciliate nel comune di Benevento; componenti di diritto sono le consigliere e le assessore comunali .

I saluti introduttivi saranno affidati all’assessore delegato Carmen Coppola. La presidente della Consulta delle Donne Angela De Nisco illustrerà le attività svolte nell’anno 2022/2023 dall’ associazione. 

In occasione dell’ incontro si aprirà un dibattito con le iscritte e le rappresentanti delle associazioni presenti per raccogliere proposte e progetti da condividere nell’ottica di una proficua collaborazione tra le istituzioni e le associazioni.

Benevento| Politiche sociali: via all’iter che culminerà con l’adozione del Piano di zona

Benevento| Politiche sociali: via all’iter che culminerà con l’adozione del Piano di zona

Politica

“Prende il via il percorso che condurrà all’aggiornamento del Piano di Zona 2022-2024 in applicazione del V Piano Sociale Regionale”, è quanto rende noto l’assessore alle Politiche Sociali nonché presidente del Coordinamento istituzionale Ambito B1 (di cui il Comune di Benevento è ente capofila), Carmela Coppola.

“Il Piano di Zona – spiega l’assessore Coppola – è il principale documento strategico, con il quale, a cadenza triennale, si definiscono le politiche sociali e socio-sanitarie rivolte alla popolazione dell’Ambito territoriale. E’ proprio nel Piano di Zona che programmiamo i servizi mediante i quali si delineano gli interventi chiamati a dare risposte mirate ai bisogni del territorio.

Su impulso del Coordinatore dell’Ufficio di Piano Ambito B1 e dirigente del Settore Servizi al Cittadino del Comune di Benevento, Gennaro Santamaria, apriamo l’iter che culminerà con l’adozione del Piano di zona, in osservanza dell’art. 21, comma 2, della legge regionale del 23 ottobre 2007, numero 11. All’interno di questa norma è previsto che il Piano di Zona di Ambito sia adottato, previa concertazione con  le aziende di pubblici servizi alla persona, i soggetti del terzo settore, le organizzazioni sindacali, gli altri soggetti della solidarietà locale e gli altri soggetti privati”.

“La concertazione – sottolinea ancora Coppola – è un fondamentale momento di confronto tra soggetti pubblici e privati che rappresentano interessi ed esigenze diverse finalizzata alla definizione di strategie su obiettivi condivisi. Invitiamo pertanto i soggetti interessati e rientranti nelle categorie previste dalla legge ad inviare proposte, suggerimenti e idee relative alla redazione del documento di programmazione del Piano Sociale di Zona, all’indirizzo: pszambito1@pec.comunebn.it entro e non oltre le ore 12:00 del 21 Luglio 2023.

Il percorso che intraprendiamo – conclude l’assessore Coppola – sarà caratterizzato dalla condivisione e dall’apertura a forme proficue di partnership e collaborazione con soggetti esterni, nell’ottica di un sistema di welfare moderno e di taglio europeo. Per tutte le informazioni rinvio, in conclusione, al sito dell’Ambito B1: https://www.comune.benevento.it/ambitob1/”. 

Apollosa, al via i laboratori digitali per i percorsi di autonomia per persone con disabilità

Apollosa, al via i laboratori digitali per i percorsi di autonomia per persone con disabilità

AttualitàProvincia

L’assessore alle Politiche sociali Carmen Coppola rende noto che domani 22 giugno alle ore 15 presso la sede della start-up Cyclopes srl di Apollosa, avranno inizio i laboratori digitali e le azioni di orientamento formativo e professionali previsti nell’ambito del PNRR -M5-C2- Investimento 1.2 (Percorsi di autonomia per persone con disabilità).

Le prime giornate formative saranno dedicate alle tematiche di orientamento e accompagnamento al lavoro in connessione con il potenziamento delle competenze digitali.

Il progetto, presentato dall’Ambito B1, di cui il Comune di Benevento è ente capofila, in coprogettazione e partnership con l’Ats – Sannioirpinia Lab APS, Projenia Società Cooperativa Sociale e Giovani Mentor Onlus rientra tra le 5 proposte finanziate dal Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali nella Provincia di Benevento e prevede un set di azioni mirate all’inclusione lavorativa dei destinatari coinvolti nonché all’autonomia abitativa, grazie alla sperimentazione di percorsi di co-housing temporaneo, laboratori digitali e all’attivazione di dodici Tirocini formativi retribuiti della durata di 12 mesi sul territorio di riferimento.

Obiettivi del progetto Pnrr sono l’accessibilità, l’inclusione e il superamento di ostacoli e vincoli spazio-temporali mediante l’integrazione.

Benevento| Sostegno famiglie per campi solari, Megna: “Grazie all’assessore Coppola per aver accolto la richiesta”

Benevento| Sostegno famiglie per campi solari, Megna: “Grazie all’assessore Coppola per aver accolto la richiesta”

Politica

“Ringrazio l’Assessora Coppola e il Presidente di commissione Rosario Guerra per aver dato seguito alla richiesta di sostenere le famiglie con meno strumenti nella spesa dei campi solari, spesa che pesa in maniera anche consistente e per un lungo periodo dell’anno”. Così in una nota stampa la consigliera di Civico 22, Giovanna Megna.

“È stata indetta – prosegue – una procedura ad evidenza pubblica per l’individuazione di gestori che svolgano attività di Centri estivi-Campi solari, che stipuleranno una convenzione con il Comune e avranno diritto al rimborso delle spese di iscrizione e frequenza nel periodo 15 giugno-15 settembre 2023, per i minori appartenenti a famiglie in condizione di disagio economico o con entrambi i genitori che lavorano”.

“Un intervento che va incontro alla necessità di favorire i genitori che lavorano, soprattutto le donne, i cui tassi di occupazione al Sud sono fermi al 35%, come evidenziato dall’ultimo dato Svimez, dato decisamente preoccupante, su cui pesa l’assenza di servizi o i costi degli stessi.

A ciò si aggiunga il benessere dei bambini che possono usufruire di un’offerta educativa, ludica e all’aperto, dopo un periodo troppo lungo in cui tutto questo è stato a lungo sacrificato”, conclude Megna.

Benevento| Campi estivi, avviso pubblico per l’individuazione di gestori in convenzione con il Comune

Benevento| Campi estivi, avviso pubblico per l’individuazione di gestori in convenzione con il Comune

AttualitàBenevento Città

L’assessore alle Politiche sociali Carmen Coppola rende noto che il Comune di Benevento ha avviato una procedura ad evidenza pubblica per l’individuazione di gestori che svolgano attività di Centri estivi-Campi solari.

Le attività, rivolte a minori tra i 3 e 14 anni, rientrano nell’offerta didattico-educativa finanziata dal Decreto legge del 4 maggio 2023.

I gestori dei campi estivi stipuleranno una convenzione con il Comune e avranno diritto al rimborso delle spese di iscrizione e frequenza nel periodo 15 giugno-15 settembre 2023, per i minori appartenenti a famiglie in condizione di disagio economico o con entrambi i genitori che lavorano.

Possono presentare istanza di adesione i Soggetti del Terzo Settore (D.Lgs. 117/2017 e s. m.i), purché iscritti nel Registro Unico Nazionale del Terzo Settore (RUNTS), le Società sportive già affiliate a Federazioni sportive o Enti di promozione sportiva, scuole dell’infanzia paritarie, scuole paritarie di ogni ordine e grado, a patto che abbiano la sede operativa nel territorio della Città di Benevento.

La domanda di partecipazione dovrà essere presentata alla casella di posta certificata servizisociali@pec.comunebn.it entro e non oltre le ore 12:00 del giorno 17 giugno 2023.

L’istanza dovrà essere compilata con chiarezza in tutte le parti, utilizzando, a pena di esclusione, il modello di domanda predisposto dall’Ufficio e allegato all’Avviso Pubblico.

Benevento| Servizio civile, approvato l’accordo di collaborazione con Anci Campania

Benevento| Servizio civile, approvato l’accordo di collaborazione con Anci Campania

AttualitàBenevento Città
“Per il 2023 ventiquattro ragazzi avranno la possibilità di cimentarsi con il mondo del lavoro”, spiega l’assessore alle Politiche Sociali, Carmen Coppola.

La Giunta, presieduta dal sindaco Mastella, ha approvato l’Accordo di collaborazione in materia di servizio civile con Anci Campania.

“E’ uno schema sperimentato e collaudato – spiega l’assessore alle Politiche sociali Carmen Coppola – poiché consente al Comune di utilizzare, con costi modici, risorse umane impegnandole su progetti specifici: per il 2023 ventiquattro ragazzi avranno la possibilità di cimentarsi con il mondo del lavoro.

Impegniamo questi giovani su progetti specifici come Campania Sicura, Comunità Solidale, Biblioteca per tutti. 

Il provvedimento approvato quest’oggi mette le basi per ripetere lo stesso modulo, efficace, anche per l’annualità 2024″, conclude Coppola. 

Benevento| Presentato il progetto per la promozione di affidamenti e adozioni difficili

Benevento| Presentato il progetto per la promozione di affidamenti e adozioni difficili

AttualitàBenevento Città
Presentato a Palazzo Paolo V il percorso sperimentale per la promozione di affidamenti e adozioni difficili.

Il progetto, che sarà realizzato dall’Ambito B1 in partnership con gli Ambiti B2, B3, B4 e B5 e con gli enti del Terzo Settore Associazione Progetto Famiglia “Angela Cancellieri”, Fondazione Giuseppe Ferraro onlus e con le sezioni di Benevento di AIPD – Associazione Italiana Persone Down e Croce Rossa Italiana, prevede il reperimento e la formazione delle famiglie affidatarie, la realizzazione di percorsi di condivisione e formazione degli operatori a livello provinciale, la sperimentazione della presa in carico di alcuni casi di affidi o adozioni di minori definiti “difficili” e la realizzazione di azioni di sensibilizzazione, informazione e promozione della rete dei servizi a supporto dei percorsi di affido familiare e adozioni difficili.

“Si tratta di un’iniziativa bellissima, la prima di questo genere che viene attuata in Campania. Per questo – ha spiegato il sindaco di Benevento, Clemente Mastella – mi corre l’obbligo di ringraziare sia la Regione Campania che coloro che hanno contribuito a realizzarla. Si tratta sicuramente di un’iniziativa molto complessa ma che dà l’idea come deve essere intesa la ‘governance’ di una comunità. Personalmente ho vissuto l’esperienza di un’adozione e conosco perfettamente le difficoltà che si incontrano. Mia figlia aveva sei anni quand’è arrivata nel nostro Paese dalla Bielorussia. Alla luce di ciò che ho vissuto in prima persona posso garantire che si tratta di un’esperienza che riempie di gioia e dà maggiore senso alla propria esistenza”.

Come spiegato, poi, dal dirigente del settore Servizi al Cittadino e coordinatore dell’Ambito B1, Gennaro Santamaria, dalla coordinatrice delle assistenti sociali, Stefania Vesce, dalla dirigente della Regione Campania, Alfonsina Maria Rinaldi, e dal presidente della Fondazione Giuseppe Ferraro onlus, Luigi Ferraro, gli obiettivi che si intendono perseguire attraverso il progetto sono molteplici, a partire dalla creazione di una buona prassi a livello provinciale per affidamenti ed adozioni difficili.

“Attraverso questa sperimentazione – ha concluso l’assessore alle Politiche Sociali del Comune di Benevento, Carmen Coppola – vogliamo offrire sostegno e formazione alle famiglie affidatarie e adottive di minori difficili, oltre che potenziare l’albo provinciale delle famiglie affidatarie.

Inoltre, puntiamo a promuovere l’integrazione tra i vari enti presenti sul territorio e a sensibilizzare i cittadini nei confronti dell’accoglienza in affido o in adozione di minori con esigenze particolari. Tutto ciò al fine di favorire la crescita qualitativa del complessivo sistema provinciale di presa in carico e la messa in rete dei servizi già esistenti”.