Sabato la presentazione di ‘neroametà’, la nuova linea genetica suina dell’Alto Tammaro

Sabato la presentazione di ‘neroametà’, la nuova linea genetica suina dell’Alto Tammaro

AttualitàDalla Provincia

Sabato 13 gennaio, alle ore 18,30, presso la biblioteca comunale di Castelpagano sarà presentato il primo evento conclusivo del progetto ‘Nero a metà’, la nuova linea genetica suina dell’Alto Tammaro, finanziato con la misura 16.1 azione 2 dal Gal Alto Tammaro.

Oltre alla salvaguardia del patrimonio genetico del suino di razza casertana, il progetto ha consentito di individuare una nuova linea genetica chiamata ‘NeroaMetà’ con proprie caratteristiche produttive, morfologiche e fenotipiche.

L’evento si aprirà con i saluti del sindaco di Castelpagano, Giuseppe Bozzuto. Interverranno Dino Mastrofrancesco dell’omonima azienda agricola che è partner del progetto, Ettore Varricchio, responsabile tecnico scientifico del progetto per l’Unisannio, Ferdinando Gandolfi, dirigente regione Campania Uod Benevento, Lorenzo Urbano, presidente del Gal Titerno. Chiuderanno la presentazione gli interventi di Antonio Di Maria, presidente del Gal Alto Tammaro e l’assessore regionale all’Agricoltura, Nicola Caputo.

A seguire una degustazione delle carni del suino Nero a Metà in piazza Municipio.

Gesesa, interruzione idrica notturna a Castelpagano

Gesesa, interruzione idrica notturna a Castelpagano

AttualitàDalla Provincia

Comunichiamo che questa sera saremo costretti a sospendere l’erogazione idrica a partire dalle ore 23.00 di stasera 15 dicembre e fino alle 05.00 di domani 16 dicembre in tutto il centro urbano del comune Castelpagano.

Ricordiamo che per segnalare Emergenze e Guasti è sempre attivo il numero verde gratuito sia da telefono fisso che da cellulare 800 51 17 17.

Gesesa, conclusi i progetti di efficientamento idrico in 4 comuni sanniti: interventi per oltre 800.000 euro

Gesesa, conclusi i progetti di efficientamento idrico in 4 comuni sanniti: interventi per oltre 800.000 euro

AttualitàDalla Provincia

L’efficientamento del servizio idrico integrato nel territorio Sannita rappresenta uno degli obiettivi su cui GESESA continua ad intervenire al fine di ridurre la dispersione della risorsa idrica e nell’ottica di gestione sostenibile. In tale direzione si è orientata la proposta progettuale di GESESA per quattro dei comuni in cui gestisce il servizio idrico integrato, ovvero, Castelpagano, Foglianise, Morcone e Telese Terme.

L’investimento ha puntato a potenziare gli attuali sistemi di gestione con strutture più innovative ed efficienti, in un’ottica di economia circolare.

Per il comune di Castelpagano l’oggetto del lavoro è stato, la sostituzione di tratti di condotte della rete idrica urbana nelle Contrade Conca d’Oro e Sciumara. L’obiettivo era quello di sostituire i tratti di condotte vetuste e in cattivo stato funzionale della rete idrica locale per giungere ad un miglioramento dell’efficienza idraulica dell’infrastruttura e ridurre drasticamente la dispersione idrica nelle aree interessate.

Per il comune di Foglianise l’intervento ha avuto per oggetto la sostituzione di alcuni tratti di condotta idrica. Lo scopo, anche qui, è stato quello di ottimizzare il funzionamento della rete idrica locale, riducendo le perdite al minimo. I rami di condotta da sostituire sono stati determinati sulla base delle osservazioni dei dati storici del numero di perdite idriche riscontrate sulla rete di distribuzione comunale. Le nuove condotte sono tutte in polietilene PEAD PFA 25 e diametri nominali compresi tra i 32 e i 63mm per un totale complessivo di 2.700 mt. comprensivo di rifacimento di allacci esistenti all’utenza.

A Morcone, storicamente a partire dal mese di Agosto e fino al mese di Dicembre le fonti endogene che alimentano la rete idrica comunale fanno registrare un severo decadimento di produzione di risorsa idrica che non risulta, molto spesso, sufficiente a soddisfare la richiesta dell’utenza (in particolar modo quella residente nel centro storico cittadino) e per cui GESESA è stata costretta ad operare turnazioni orarie del servizio idrico per tutto il periodo temporale su citato. Proprio per effetto delle criticità sopra indicate si è reso indispensabile rintracciare una nuova fonte da attivare nel periodo stagionale critico per colmare il divario tra la richiesta d’utenza rispetto ai volumi idrici immessi disponibili.

L’intervento oggetto dei lavori, per cui GESESA ha curato direttamente anche la fase di progettazione e direzione dei lavori, è consistito quindi nella realizzazione di un nuovo pozzo (profondo 100 mt) sito alla località Piana (Ponte Stretto), da attivare prevalentemente nel periodo critico (Agosto – Dicembre) con configurazioni di emungimento regolabili in funzione delle diverse esigenze di alimentazione.  Ciò rende disponibile una portata massima di circa 5 litri al secondo.

Per Telese Terme l’intervento eseguito ha avuto come effetto la sostituzione di tratti di condotte della rete idrica urbana nelle principali strade che attraversano il comune termale:via Lago, via Casino Brizio e via Lamparelli, il tutto comprensivo di rifacimento di allacci esistenti all’utenza e per un totale di 700 mt.

Anche in questo caso l’obiettivo è stato quello di sostituire i tratti di condotte vetuste e in cattivo stato, al fine di giungere ad un miglioramento dell’efficienza idraulica dell’infrastruttura e ridurre drasticamente la dispersione idrica nelle aree interessate.

Al termine di questa elencazione GESESA ringrazia i Sindaci e le Amministrazioni Comunali coinvolte con i relativi Uffici Tecnici per la fattiva collaborazione che ha consentito di ultimare gli interventi nel termine previsto del 31 dicembre 2023.

Castelpagano, completati i lavori per il Depuratore Comunale (FOTO)

Castelpagano, completati i lavori per il Depuratore Comunale (FOTO)

AttualitàDalla Provincia

Sono stati presentati, questa mattina, al Sindaco di Castelpagano, i lavori di ammodernamento del Depuratore Comunale da parte dei tecnici di GESESA.

L’impianto di depurazione rinnovato ha una capacità di trattamento di servire fino a mille abitanti. GESESA ha eseguito interventi di innovazione e rifunzionalizzazione in cui si è data particolare attenzione, oltre all’aspetto depurativo, anche a quello di utilizzo di tecnologie avanzate. Molta importanza è stata anche data all’aspetto energetico. Sono stati inoltre ricavati degli spazi, dove saranno posizionati alberi di specie autoctona, conferiranno all’impianto un aspetto più accogliente e un tocco estetico.

“Sono molto contento” – ha affermato il Sindaco di Castelpagano Giuseppe Bozzuto – “perché finalmente avremo gli scarichi che affluiscono all’impianto di depurazione trattati in maniera ottimale. Ringrazio GESESA e in particolare, l’Amministratore Delegato Salvatore Rubbo, che ha sempre mostrato collaborazione con il nostro Comune. Oggi possiamo dire, che a Castelpagano c’è un’opera in più, un moderno sistema di depurazione nel pieno rispetto della sostenibilità del territorio.”

“Siamo riusciti, ad avviare questo impianto importante per i cittadini di Castelpagano” – ha dichiarato- l’Amministratore Delegato di GESESA Salvatore Rubbo. -“Questo impianto è dotato di tecnologie moderne nel pieno rispetto della sostenibilità ambientale”.

Castelpagano| Venerdì il via alla 24a Sagra del Fungo Porcino

Castelpagano| Venerdì il via alla 24a Sagra del Fungo Porcino

Eventi

Con la «24esima Sagra del Fungo Porcino», in programma venerdì 16, sabato 17 e domenica 18 settembre 2022, il comune castelpaganese si trasforma nuovamente in un polo gastronomico di rilievo regionale, con in evidenza questa sua pregiata prelibatezza autoctona. E non solo, poiché tale evento è particolarmente ricco anche di iniziative artistiche, culturali, musicali e ludiche.

Si concretizza, dunque, l’auspicato grandissimo rilancio post-pandemia di tale kermesse, che si svolge lungo l’intrigante percorso del gusto fra le piazze Umberto I, Municipio e dell’Auditorium, coinvolgendo inoltre il suggestivo centro storico e le spettacolari aree paesaggistiche di questa splendida località sannita.

Nel prossimo weekend, Castelpagano sarà quindi meta particolarmente ambita per i sempre più numerosi «gastronauti» dai palati sopraffini. Gli stand saranno aperti al pubblico dalla serata di venerdì 16 settembre 2022, per poi deliziare i degustatori anche sabato 17 e domenica 18, sia a pranzo che a cena.

Le «papille gustative d’autore» potranno godere non solo delle sublimi virtù organolettiche del fungo porcino locale, ma anche degli altri prodotti tipici dell’Alto Tammaro e dei vini di assoluta qualità dei rinomati espositori presenti.

Insomma, sarà impossibile non vivere una esperienza enogastronomica unica nel suo genere, in un evento che è molto di più di una semplice sagra. In tal senso, sono inoltre da menzionare le coinvolgenti e variegate proposte musicali in programma, il trenino turistico nel centro storico a cura dell’Ente provinciale di Benevento, la mostra dell’artista castelpaganese Salvatore Fiore, i percorsi di formazione alimentare ed educazione ambientale coordinati dalla presidente della cooperativa sociale onlus «Oltre Le Mura», Carmen Cenicola, e moltissime altre sorprese.

Promotrice della «24esima Sagra del Fungo Porcino» è l’Amministrazione municipale di Castelpagano, con l’organizzazione a cura dello staff presieduto dal sindaco Giuseppe Bozzuto e con la collaborazione attiva, fattiva e logistica di tutti i consiglieri comunali, della esponente consiliare delegata ad eventi e spettacoli Daniela Meoli e del funzionario municipale Mario Zeoli.

«Estendo l’invito plenario a degustare il nostro eccelso fungo porcino – dichiara il sindaco Bozzuto -, nella nostra rinomata kermesse che, contestualmente, offrirà una ghiottissima e irrinunciabile occasione per ammirare le incantevoli peculiarità storiche e paesaggistiche di Castelpagano e dell’intero territorio dell’Alto Tammaro».

La Sagra del Fungo Porcino di Castelpagano è di rilievo regionale e si avvale del cofinanziamento del progetto dal titolo «A Castelpagano e dintorni col treno storico – Sagra dei Funghi Porcini XXIV Edizione – Viaggio nella Valle del Tammaro», nell’ambito del Programma operativo complementare (In acronimo, il Poc) Campania 2014-2020, in riferimento alla linea strategica «Rigenerazione urbana, politiche per il turismo e cultura», programma di percorsi turistico-culturali, naturalistici ed enogastronomici per la promozione turistica della Campania. In tal senso, Castelpagano è capofila progettuale di un comprensorio di comuni che annovera anche Colle Sannita, Morcone, Santa Croce del Sannio e Sassinoro.

Castelpagano| Domenica la presentazione della 24a Sagra del Fungo Porcino

Castelpagano| Domenica la presentazione della 24a Sagra del Fungo Porcino

AttualitàDalla Provincia

La 24esima Sagra del Fungo Porcino, in programma dal 16 al 18 settembre, sarà ufficialmente presentata con l’evento organizzato per domenica 4 settembre, alle 18.30, nella splendida location storica di piazza Municipio. Ospite d’onore, il presidente della Provincia di Benevento, Nino Lombardi.

Il sindaco di Castelpagano Giuseppe Bozzuto presiederà tale simposio, che terrà a battesimo il rilancio post-pandemia dell’attesissima kermesse dedicata a una delle eccellenze gastronomiche tipiche locali. «In rappresentanza dell’amministrazione comunale e dell’intera comunità castelpaganese, esprimo rilevante soddisfazione per il recupero di uno dei nostri eventi-simbolo», dichiara il sindaco Bozzuto.

La Sagra del Fungo Porcino di Castelpagano è di rilievo regionale e si avvale del cofinanziamento del progetto elaborato dal consulente Massimo Di Tocco, dal titolo «A Castelpagano e dintorni col treno storico – Sagra dei Funghi Porcini XXIV Edizione – Viaggio nella Valle del Tammaro», nell’ambito del Programma operativo complementare (In acronimo, il Poc) Campania 2014-2020, in riferimento alla linea strategica «Rigenerazione urbana, politiche per il turismo e cultura», programma di percorsi turistico-culturali, naturalistici ed enogastronomici per la promozione turistica della Campania. In tal senso, Castelpagano è capofila progettuale di un comprensorio di comuni che annovera anche Colle Sannita, Morcone, Santa Croce del Sannio e Sassinoro.

All’evento di presentazione, che sarà coordinato dal giornalista Michele Miky Di Maina, interverranno: Giuseppe Bozzuto, sindaco di Castelpagano; Michele Iapozzuto, sindaco di Colle Sannita; Luigino Ciarlo, sindaco di Morcone; Antonio Zeoli, sindaco di Santa Croce del Sannio; Luca Apollonio, sindaco di Sassinoro;  Massimo Di Tocco, consulente del progetto Poc di riferimento; Francesco Granchelli, direttore artistico della Sagra; Maria Chimisso, dirigente dell’Istituto professionale per l’enogastronomia e l’ospitalità alberghiera “Federico di Svevia” di Termoli; Carmen Cenicola, presidente della cooperativa sociale onlus «Oltre le Mura»; Ettore Varricchio, docente dell’Unisannio. Considerazioni conclusive di Nino Lombardi, presidente della Provincia di Benevento.

“Diamo Ossigeno al Futuro”: doppio appuntamento a Castelpagano e Colle Sannita

“Diamo Ossigeno al Futuro”: doppio appuntamento a Castelpagano e Colle Sannita

AttualitàDalla Provincia

“Diamo Ossigeno al Futuro” approda a Castelpagano e Colle Sannita. I bambini ed i ragazzi delle scuole dei due Comuni sanniti, hanno partecipato con grande entusiasmo al progetto, realizzando dei bellissimi lavori legati all’ambiente e recitando entrambi, prima della messa a dimora delle piante, “Il giuramento di Amore e Fedeltà degli Alberi”.

Siamo molto contenti e onorati di partecipare a questo progetto”, introduce Edoardo Citarelli, Dirigente Scolastico dell’Istituto Comprensivo Colle Sannita, con i plessi di Castelpagano e Colle Sannita. “Io invito sempre i nostri giovani studenti a studiare, a formarsi, poiché loro sono il futuro. Essi rappresentano il futuro sostenibile, e questo, potrà esserci solo se gli trasmettiamo la cultura del rispetto dell’ambiente.”

“Grazie a GESESA per averci proposto questo bellissimo progetto”, afferma Giuseppe Bozzuto Sindaco di Castelpagano, “che ci ha permesso di sensibilizzare le generazioni future, su un tema importantissimo, quale quello della sostenibilità, ed in particolare della cura del verde, come fonte di salute per il nostro pianeta. Grazie alla comunità montana che oggi è qui presente e all’Assessorato alle Politiche Agricole, Forestali e Alimentari della regione Campania, per il supporto tecnico e professionale”.

“Oggi siamo qui per celebrare questa iniziativa lodevole che GESESA in collaborazione la Regione Campania- Assessorato alle Politiche Agricole, Forestali e Alimentari – Settore Foreste di Benevento, stanno portando avanti”, continua Michele Iapozzuto Sindaco di Colle Sannita; “con questo progetto diamo ossigeno al futuro, anche se qui a Colle Sannita per fortuna non abbiamo i problemi delle polveri sottili, ma questo non significa preservare ciò che il Signore ci ha donato. Bisogna dedicarsi a proteggere e curare il verde. Noi come Amministrazione Comunale piantiamo un albero per ogni nuovo nato, questo per collegare l’attaccamento al proprio territorio dei propri cittadini. Ringrazio la GESESA, per l’ottimo servizio che sta facendo nel nostro territorio. Non stiamo avendo problemi idrici e per questo ringrazio per l’attenzione per noi piccole comunità dell’entroterra. La qualità della vita, in questo Comune è molto buona e dobbiamo impegnarci per far in modo che essa resti tale e con l’impegno di tutti migliori sempre di più.”

“Ringrazio entrambi i Sindaci, perché hanno mostrato l’interesse per il tema ambientale che stiamo portando avanti.” Questa la dichiarazione di Aniello Andreotti, responsabile dei Vivai Forestali Regionali – Settore Foreste di Benevento. “Bisogna avere la cultura del verde, solo conoscendo bene le piante, le loro caratteristiche, i loro bisogni, queste si possono curare e salvare. Non dobbiamo avere timore di tagliare un albero ormai malato, poiché al suo posto metteremo a dimora una pianta giovane, che servirà a dare nuovamente ossigeno al quel luogo.”

“Sono molto grato ai Sindaci Bozzuto e Iapozzuto per gli apprezzamenti rivolti all’operato di GESESA” conclude Salvatore Rubbo Amministratore Delegato di GESESA. “Sono riconoscimenti che ci spronano a fare sempre meglio il nostro lavoro. La nostra azienda è fatta di persone competenti che, con passione ed impegno, consentono di far arrivare a casa un’acqua sicura, che viene restituita all’ambiente nel modo migliore possibile. Questo è il nostro “agire sostenibile”. Concludo con un profondo ringraziamento ai Docenti e agli straordinari alunni che mostrano sempre tanta partecipazione ed entusiasmo per questo progetto.”