Cittadini stranieri a Ceppaloni, la maggioranza chiarisce: “Il gruppo di opposizione ormai manifesta evidenti segni di isteria del perdente”

Cittadini stranieri a Ceppaloni, la maggioranza chiarisce: “Il gruppo di opposizione ormai manifesta evidenti segni di isteria del perdente”

Politica

“La minoranza consiliare di Ceppaloni manifesta ormai evidenti segni di isterismo del perdente.

La necessità di mettersi in mostra provando a dire qualcosa, qualsiasi cosa, nella speranza di apparire su qualche giornale o sito web ha fatto ormai perdere il lume della ragione dei quattro di minoranza, o meglio della consigliera Emanuela Barone, sempre in prima linea quando si tratta di mettersi in mostra, e degli altri tre al suo seguito”, inizia così la nota a firma del gruppo di maggioranza in Consiglio Comunale a Ceppaloni.

“La vicenda dell’apertura di un centro immigrati nel nostro Comune, denunciata con una lettera pubblica del Sindaco Cataudo, è stata l’ennesima riprova – sostiene il gruppo – di quanto la minoranza riesca a stravolgere la realtà dei fatti che è ben diversa da quanto loro affermato”.

“L’8 giugno 2023 – questa la vera ricostruzione dei fatti – la Prefettura di Benevento chiedeva agli uffici comunali dei certificati tecnici (agibilità e destinazione urbanistica) per un’abitazione privata che si candidava ad accogliere dei cittadini stranieri. Richiesta a cui gli Uffici, con solerzia, hanno dato riscontro. Pare evidente – spiegano il gruppo di maggioranza – che la richiesta delle attestazioni tecniche è cosa ben diversa dalla dichiarazione di apertura di un centro di accoglienza per cittadini stranieri con il conseguente spostamento nel territorio di decine di persone. Sembra evidente a tutti questa differenza tranne ai quattro della minoranza a cui è sfuggito questa piccola, lampante e determinante differenza”.

“La lettera inviata dal sindaco Cataudo al Prefetto di Benevento – prosegue la maggioranza – denunciava proprio quest’ultimo passaggio, e cioè, la comunicazione dell’apertura del centro di accoglienza. Passaggio obbligatorio e dovuto. A seguito della lettera del Sindaco Cataudo, hanno fatto seguito contatti, continui e costanti, tra l’Ente comunale e gli Uffici prefettizi proprio al fine di chiarire la ragione di tali mancate comunicazioni”.

“Sembrerebbe, inoltre, che la stessa Prefettura – aggiungono – abbia attivato una commissione di verifica dei requisiti da parte delle strutture di accoglienza in questione. Sembrerebbe, inoltre, che dai controlli svolti siano emerse importanti e gravi inadempienze di carattere igienico-sanitario”.

“Possiamo capire la necessità di apparire da parte dei quattro membri della minoranza, ma non possiamo consentire che questa loro smania e uso di bugie e false verità vanno a danno dei cittadini stranieri e dell’intera comunità”.

“Sorprende, infine, la solerzia della minoranza che riesce sempre ad avere informazioni in tempo reale nonostante non presenti alcuna richiesta di accesso agli atti. Anche il consigliere De Blasio in una seduta disse di avere fonti certe relativamente a delle informazioni dell’Ente che, in teoria, dovrebbero essere riservate e non liberamente disponibili senza il rispetto delle procedure previste. Provvederemo a prendere i dovuti provvedimenti, sempre a tutela dell’Ente e della comunità tutta”, conclude il gruppo di maggioranza in Consiglio comunale.

Ceppaloni| Questione medico di base, la maggioranza risponde: “Dalla minoranza solo annunci privi di sostanza”

Ceppaloni| Questione medico di base, la maggioranza risponde: “Dalla minoranza solo annunci privi di sostanza”

Politica

“Abbiamo appreso dai social ieri e da alcuna stampa oggi, che la minoranza continua a impegnare il tempo a sua disposizione solo per annunci sensazionalistici e privi di sostanza”, inizia così la nota per la stampa da parte del gruppo consiliare di maggioranza del Comune di Ceppaloni.

“La questione del medico di base – spiega il gruppo consiliare Ceppaloni Domani – non solo è stata subito risolta dall’Amministrazione, come del resto chiarito in serata dalla dottoressa Mariagrazia Pinto, che ha provveduto ad inviare un comunicato alla stampa, ma la consigliera di minoranza, Emanuela Barone, che non perde occasione per mostrare tutta la sua acredine, dovrebbe ben sapere che tale situazione è stata creata dalla precedente Amministrazione. Si tratta, quindi di un (altro!) problema di cui dovrebbe chiedere scusa alla cittadinanza, anziché puntare il dito”.

“La dottoressa Pinto, come è noto, svolge l’attività medica in un locale prossimo alla Sala Consiliare di piazza Rossi. Tale sistemazione è stata “fornita” dalla precedente amministrazione che, tuttavia, non si è mai premurata di far sottoscrivere una convenzione con la stessa dottoressa, né di fornirle le chiavi per poter accedere allo stesso locale”, prosegue la nota del gruppo di maggioranza.

“L’accesso, fino al nostro insediamento, era possibile solo perchè le porte della struttura comunale erano prive di alcuna chiusura, quindi liberamente accessibili a tutti e a tutte le ore. Di cosa vorrebbe incolparci la consigliera Emanuela Barone? Di esserci preoccupati delle strutture comunali, prevedendo la chiusura delle porte ai locali municipali?”.

“Siamo alle solite, si sfrutta ogni occasione per poter finire alla ribalta dei quotidiani, anziché premurarsi di fornire un sostegno reale ai cittadini ceppalonesi. La questione, come anticipato, è stata risolta e la dottoressa Pinto ha già chiarito che l’orario dello studio continuerà secondo gli orari previsti dall’ASL di competenza”.

“Da parte nostra – conclude il gruppo consiliare di maggioranza, Ceppaloni Domani – avremo cura di fornire le chiavi alla professionista oltre che predisporre e far sottoscrivere una convenzione per l’utilizzo della struttura, anche in vista di una migliore sistemazione che possa soddisfare le esigenze dei cittadini e dell’amministrazione”.

Cataudo punzecchia Mastella: “La schiera degli yes men continua a sfoltirsi”

Cataudo punzecchia Mastella: “La schiera degli yes men continua a sfoltirsi”

Politica

“La schiera degli “yes men” continua a sfoltirsi! Ringraziando il cielo iniziamo ad assistere ad uno “scatto di orgoglio” da parte di numerosi primi cittadini stanchi di essere convocati al solo fine di accondiscendere acriticamente alle decisioni assunte dalle solite cabine di regia con i risaputi atteggiamenti arroganti ed autoreferenziali”, così Claudio Cataudo, sindaco di Ceppaloni – consigliere provinciale – vice coordinatore provinciale di Forza Italia.

“E’ quanto accaduto – prosegue – alla seduta dell’Assemblea dei Sindaci sanniti aderenti all’Ato rifiuti. Era stata convocata per la mattina del 24 maggio u.s. a Benevento alle 10,30, ma sono stati soltanto 6 i primi cittadini presenti rispetto ai 79 aventi diritto che avrebbero dovuto ratificare il bilancio. Tale circostanza ha costretto il direttore Romito a dichiarare deserta la seduta per mancanza del numero legale.

Tale situazione è sintomatica del fallimento di una concezione prettamente centralistica della gestione dei servizi territoriali, ove ogni decisione fondamentale è rimessa alla volontà di chi si professa leader indiscusso nel Sannio, nonostante i dati dimostrino altro”.

“Ebbene, in controtendenza rispetto ai pubblici proclami di superiorità politica e personale di chi cerca di condizionare l’opinione pubblica ostentando autorevolezza ed autorità ormai irrimediabilmente compromesse, i Sindaci sanniti reagiscono con i fatti. Chiamati a combattere in prima linea per affrontare e risolvere le numerose problematiche comunali, con assunzione di responsabilità personale, non possono più tollerare di essere collocati agli ultimi banchi laddove si renda necessario il loro apporto e supporto per garantire le posizioni privilegiate dei soliti pochissimi eletti a scapito di una diligente gestione di servizi fondamentali per il nostro territorio … la musica è cambiata!”, conclude.        

Ceppaloni, scelta la Giunta. Cataudo: “Ora bisogna rimboccarsi le maniche”

Ceppaloni, scelta la Giunta. Cataudo: “Ora bisogna rimboccarsi le maniche”

Politica
“Da lunedì la macchina amministrativa sarà operativa a tutti gli effetti”, afferma il sindaco Cataudo.

Da lunedì la macchina amministrativa sarà operativa a tutti gli effetti”, è con queste parole che il neo sindaco di Ceppaloni, Claudio Cataudo, eletto lo scorso 15 maggio, ufficializza la Giunta ed i consiglieri comunali, che si insedieranno, ufficialmente, domenica 28 maggio alle 17.00.

Il nostro lavoro – prosegue Cataudoè iniziato già prima delle elezioni amministrative. Abbiamo ascoltato le persone, le loro istanze e problemi. Ci siamo presi il tempo necessario per restituire a tutti gli elettori il miglior programma amministrativo possibile. In questi mesiprosegue il Sindaco Cataudoè prevalso solo il buonsenso e la voglia di restituire a Ceppaloni la centralità che merita”.

Sono entusiasta della mia squadra – aggiunge Cataudodi come ha condotto questa campagna elettorale appena trascorsa. Gli attacchi, le minacce e le intimidazioni, non li hanno fatti vacillare nemmeno per un secondo. Ora, però, è tempo di rimboccarsi le maniche e iniziare a lavorare per il bene di tutti”, conclude il neo Sindaco di Ceppaloni, Claudio Cataudo.

Di seguito la Giunta comunale:

Elio Graziano Fiorillo – Assessore e Vicesindaco. Deleghe: Bilancio e Finanze, Tributi.

Francesca Calabrese – Assessore. Deleghe: Politiche Sociali, Contrasto alla Povertà e alle Discriminazioni, Terza Età, Minori, Politiche per la Disabilità, Rapporti con il Volontariato, Rapporti con il Coordinamento Istituzionale Ambito BN1, Politiche Sanitarie, Randagismo.

Lucia Catalano – Assessore. Deleghe: Ambiente, Ciclo dei rifiuti, Raccolta differenziata, Transizione Ecologica, Politiche cimiteriali.

Giuseppe Varricchio – Assessore. Deleghe: Urbanistica, Edilizia Privata, Edilizia Scolastica, Politiche Abitative, Gestione del Territorio, Sicurezza urbana, Arredo e decoro urbano, Gestione servizio idrico, Pubblica Istruzione, Servizi Scolastici, Famiglie, valorizzazione del territorio, Patrimonio Culturale Immateriale Unesco (Tartufo Bianco di Ceppaloni), Rapporti istituzionali con Enti locali, Province, Regione e Governo, Affari Istituzionali e generali, Semplificazione Amministrativa, Digitalizzazione e innovazione, Servizi al Cittadino, Politiche del Lavoro, Personale.

I consiglieri comunali:

Saverio Porcaro – Consigliere e Presidente del Consiglio. Deleghe: Valorizzazione Centri Storici, Patrimonio (Castello, Green Park, Casa Albergo per anziani), Sviluppo Economico, Commercio, Suap, Attività Produttive, Partite Iva, Imprenditoria femminile, Protezione Civile, Prevenzione e gestioni calamità naturali, Viabilità.

Stefania Pepicelli – Consigliere. Deleghe: Lavori Pubblici, Trasparenza, Legalità, Anticorruzione, Contenzioso.

Emilio Imbriani – Consigliere. Deleghe: Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza, cultura e cooperative di comunità.

Lorenzo Catiello – Consigliere. Deleghe: Politiche giovanili e sport.