Benevento, garage utilizzato come base per lo spaccio: arrestati tre napoletani

Benevento, garage utilizzato come base per lo spaccio: arrestati tre napoletani

BeneventoCronaca

Su delega del Procuratore della Repubblica di Napoli, si comunica che nella mattinata odierna, i CC della Compagnia Carabinieri di Benevento hanno dato esecuzione ad un’ordinanza di custodia cautelare in carcere, emessa dal GIP di Napoli su richiesta della Procura della Repubblica presso il Tribunale di Napoli, nei confronti di tre soggetti dell’hinterland napoletano, gravemente indiziati di detenzione illecita di sostanze stupefacenti del tipo eroina, cocaina e hashish, finalizzata all’attività di spaccio. 

L’attività d’indagine trae origine da un servizio di osservazione e pedinamento eseguito nel settembre 2021 dai militari della Sezione Operativa della Compagnia Carabinieri di Benevento, che avevano individuato un garage, nel centro di Benevento, nella disponibilità di un 45enne del luogo utilizzato come base per lo spaccio di sostanze stupefacenti. L’attività consentiva di procedere al controllo di una coppia che, dopo essere uscita dal garage, si stava allontanando a bordo di un’autovettura: la pattuglia dei Carabinieri nel corso della successiva perquisizione rinveniva alcune dosi di sostanza stupefacente del tipo eroina. 

I successivi approfondimenti e le attività anche di natura tecnica condotte dal personale dell’Arma dei Carabinieri, attraverso intercettazioni telefoniche, servizi di pedinamento, perquisizioni, escussione dei testimoni e sequestri dello stupefacente, consentivano di acquisire gravi indizi in ordine ad una frenetica attività di cessione di sostanze stupefacenti che portava, già nell’aprile del 2023, all’emissione di un’ordinanza di custodia cautelare, emessa su richiesta della Procura della Repubblica di Benevento dal GIP del Tribunale del capoluogo sannita, nei confronti di un 45enne del posto per detenzione illecita di sostanze stupefacenti. L’attività investigativa consentiva, inoltre, di identificare tre soggetti di Napoli che portavano avanti un’intensa attività di spaccio di sostanze stupefacenti, soprattutto cocaina ed eroina.

Nel corso di questa attività venivano individuati i contatti dei tre arrestati odierni con una clientela ormai fidelizzata, riuscendo a ricostruire il loro modus operandi attraverso diversi episodi di cessione di droga pesante a numerosi acquirenti, provenienti dalle province di Benevento, Avellino, oltre alle zone del napoletano e casertano.

Carabinieri morti, la donna positiva ad alcol e droga

Carabinieri morti, la donna positiva ad alcol e droga

CronacaRegione
Esame per la presenza della cocaina deve però essere confermato.

E’ risultata positiva all’alcoltest ed anche alla cocaina, ma quest’ultima positività deve essere confermata da un controesame.

Questo il primo esito dei test cui è stata sottoposta la 31enne che era alla guida del Suv che nella notte di sabato è andata a scontrarsi contro l’auto dei Carabinieri sulla quale viaggiavano il maresciallo Francesco Pastore, di 25 anni, e l’appuntato scelto Francesco Ferraro, di 27 anni, entrambi morti nell’incidente.

E’ quanto si apprende in ambienti investigativi.

Detenzione e spaccio di cocaina, arrestato 48enne di Benevento

Detenzione e spaccio di cocaina, arrestato 48enne di Benevento

BeneventoCronaca

Nell’ambito della costante attività di controllo economico del territorio, militari del Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Benevento hanno tratto in arresto un quarantottenne, residente nel capoluogo, per detenzione e spaccio di cocaina.

Nei giorni precedenti i militari del Gruppo della Guardia di Finanza di Benevento, attraverso mirate attività di osservazione e pedinamento, avevano notato un andirivieni di giovani presso un condominio di un quartiere popolare. Alcuni di loro venivano sottoposti a controllo e trovati in possesso di piccole dosi di cocaina utilizzate per il consumo personale. Successivi accertamenti consentivano di risalire al soggetto che aveva ceduto ai predetti la sostanza stupefacente. Pertanto, a seguito di successivi pedinamenti, V.G. veniva fermato dai militari e sottoposta a perquisizione la sua abitazione ove veniva rinvenuta ulteriore sostanza stupefacente pronta per essere ceduta unitamente a denaro contante abilmente occultato e frutto delle precedenti cessioni di cocaina.

Lo spacciatore veniva sottoposto, su disposizione della Procura della Repubblica di Benevento, alla misura cautelare degli arresti domiciliari per il reato di detenzione e spaccio di sostanza stupefacente e i soggetti ai quali aveva ceduto la cocaina sono stati segnalati all’Ufficio Territoriale del Governo di Benevento.

L’operazione condotta testimonia l’attenzione della Guardia di Finanza nel contrasto ai traffici illeciti, a tutela della legalità e della sicurezza della collettività.

Si rappresenta che la persona in stato di arresto è sottoposta alle indagini preliminari e, quindi, presunta innocente fino a sentenza definitiva.

Valle Caudina, 43enne di Benevento segnalato per possesso di cocaina

Valle Caudina, 43enne di Benevento segnalato per possesso di cocaina

CronacaProvincia
Nel corso dei controlli del Carabinieri sulla movida caudina, denunciato anche il titolare di un esercizio commerciale per non aver provveduto a redigere il DVR (documento di valutazione rischi).

I Carabinieri della Compagnia di Montesarchio (BN), su disposizione del Comando Provinciale di Benevento, nel fine settimana, hanno eseguito mirati controlli nella cittadina della Valle, finalizzati principalmente al controllo dei locali della “Movida” ed al rispetto delle regole della circolazione stradale.

Le attività, che hanno visto l’impiego di n.8 equipaggi automontati composti da n. 16 militari dipendenti dalla Compagnia, unitamente a personale dell’Ispettorato del Lavoro di Benevento e Unità Cinofile di Sarno, hanno consentito di controllare diversi esercizi commerciali, 68 persone di interesse operativo e 30veicoli, effettuare 2 perquisizioni, elevare 7 contravvenzioni al Codice della Strada per un importo di 2.464,00 (duemilaquattrocentosessantaquattro) euro ed effettuare vari controlli con l’etilometro, contribuendo così ad innalzare il senso di sicurezza e fiducia nelle Istituzioni da parte della cittadinanza.

Deferito in stato di libertà alla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Benevento il titolare di un esercizio commerciale per non aver provveduto a redigere il DVR (documento di valutazione rischi) a cui veniva contestata anche un’ammenda di euro 9.112,57 (novemilacentododici/57).    

Segnalato all’UTG di Benevento, ai sensi dell’art.75 del DPR 309/90 un 43enne originario di Benevento ma residente in Airola per possesso di sostanza stupefacente del tipo “cocaina”.

Autorità Giudiziaria ed Amministrativa informate dai militari operanti.

Cessione e detenzione di cocaina, agli arresti domiciliari 56enne sannita

Cessione e detenzione di cocaina, agli arresti domiciliari 56enne sannita

CronacaProvincia

Nella mattinata odierna, all’esito di articolata attività investigativa coordinata dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Benevento, militari della Compagnia Carabinieri di Benevento hanno dato esecuzione ad un’ordinanza di applicazione della misura cautelare degli arresti domiciliari, emessa dal GIP del Tribunale di Benevento nei confronti di un 56enne gravemente indiziato di plurimi delitti di cessione e detenzione ai fini di cessione di sostanza stupefacente del tipo cocaina, commessi in Pago Veiano fino mese di ottobre 2023.

In particolare, l’attività investigativa traeva origine da servizi di osservazione eseguiti, nel mese di marzo 2023, da militari della Sezione Operativa della Compagnia Carabinieri di Benevento e della Stazione Carabinieri di Pietrelcina, mediante i quali veniva individuata un’abitazione, ubicata nel comune di Pago Veiano, presso la quale verosimilmente avveniva la vendita di sostanza stupefacente.

Le conseguenti indagini, svolte dai militari anche attraverso ulteriori servizi di osservazione, perquisizioni e sequestri di stupefacente, analisi di immagini registrate da telecamere installate in zona ed ascolto di persone informate sui fatti, consentivano di ricostruire una frenetica attività di cessione posta in essere, da diverso tempo, dal 56enne, il quale aveva pure predisposto particolari accorgimenti per la custodia dello stupefacente e la consegna ai clienti abituali, in maniera tale da ostacolare le attività di controllo delle forze dell’ordine.

Sulla scorta degli elementi raccolti, il Giudice per le Indagini Preliminari del Tribunale di Benevento, condividendo in parte la richiesta della Procura della Repubblica di Benevento, ed in particolare qualificando gli episodi come di lieve entità in considerazione delle recenti modifiche normative dell’art. 73 co. 5 d.P.R. 309/1990 (Testo unico delle leggi in materia di disciplina degli stupefacenti) in caso di non occasionalità del comportamento, avvenute con Decreto Legge 15 settembre 2023 nr. 123  convertito in Legge 159/ 2023, emetteva il provvedimento cautelare degli arresti domiciliari nei confronti del 56enne, ritenendo sussistente il pericolo di reiterazione di reati della stessa specie di quelli accertati.

La misura oggi eseguita è una misura cautelare disposta in sede di indagini preliminari, avverso cui sono ammessi mezzi di impugnazione, e il destinatario della stessa è persona sottoposta alle indagini e quindi presunto innocente fino a sentenza definitiva.

Insussistenza di gravi indizi: scarcerato 40enne di Airola

Insussistenza di gravi indizi: scarcerato 40enne di Airola

CronacaProvincia

Questa mattina, all’esito dell’udienza di convalida dell’arresto, il GIP, del Tribunale di Benevento, dott.ssa Di Carlo, accogliendo la tesi degli Avvocati Vittorio Fucci e Cosimo Servodio, ha ritenuto l’insussistenza del reato ed ha scarcerato l’uomo di 40anni di Airola, che era stato arrestato, e subito posto ai domiciliari, mercoledì scorso e che viaggiava a bordo di una vettura di grossa cilindrata.

Come si ricorderà nella tarda serata di mercoledì, i Carabinieri del nucleo radiomobile di Benevento avevano attivato un posto di blocco sulla Statale Appia, tra il Capoluogo e Montesarchio.

Quando hanno visto avvicinarsi l’auto di grossa cilindrata, hanno intimato l’Alt e proceduto al controllo dell’autovettura condotta dal quarantenne, che, secondo i militi, alla richiesta di esibire i documenti si era mostrato particolarmente agitato.

I militi, quindi, avevano proceduto ad una perquisizione dell’autovettura sul posto che ha consentito di trovare 2 involucri, contenenti sostanza stupefacente del tipo cocaina del peso di 11 gr. circa, nonché banconote di vario taglio dell’importo circa di 1700 euro, il tutto custodito all’interno di un borsello che era sul sedile dell’auto.

Pertanto sono state disposte ed effettuate perquisizioni sia presso l’azienda che presso l’abitazione dell’uomo ad Airola.

Nel corso dell’operazione sono stati rinvenuti un bilancino di precisione e 1,5 gr. di Marijuana, 3 involucri vuoti di cellophane trasparenti, peraltro rotti, nonché  8 flaconi contenenti testosterone.

A questo punto l’uomo veniva dichiarato in arresto per detenzione ai fini di spaccio aggravato di sostanze stupefacenti  e posto, su ordine del Sostituto Procuratore, dott.ssa Maria Gabriella Di Lauro, ai domiciliari presso la propria abitazione.

Il GIP, come detto, invece, ha ritenuto, a seguito della puntuale e precisa ricostruzione fatta dalla difesa, con produzione anche di documenti  e testimonianze, che non sussistessero i gravi indizi del reato per il quale il quarantenne veniva arrestato e conseguentemente ne ha disposto l’immediata liberazione.

Benevento| Trovato in possesso di testosterone e cocaina: 40enne arrestato per spaccio e ricettazione

Benevento| Trovato in possesso di testosterone e cocaina: 40enne arrestato per spaccio e ricettazione

BeneventoCronaca

Nel corso dell’esecuzione di un posto di blocco sulla SS 7 Appia, operato nella tarda serata di ieri sera dai militari della Compagnia di Benevento, tra il Comune di Benevento e Montesarchio, un 40enne di Airola, alla guida di autovettura di grossa cilindrata, alla richiesta di esibizione dei documenti, si mostrava particolarmente agitato.

Tale atteggiamento insospettiva i militari che procedevano, quindi, ad una perquisizione sul posto che consentiva di rinvenire due involucri contenenti sostanza stupefacente del tipo cocaina del peso complessivo di circa 11 grammi, occultati in una mazzetta di numerose banconote di vario taglio dall’importo di circa 2000 euro, il tutto custodito all’interno di un borsello posto nel veicolo.

L’attività, poi, veniva proseguita presso il luogo di lavoro e l’abitazione del 40enne che consentiva di rinvenire un bilancino di precisione, grammi 1,5 di marijuana, tre involucri vuoti di cellophane trasparente che aveva contenuto verosimilmente sostanza stupefacente, nonché otto flaconi a base di testosterone.

Alla luce delle evidenze raccolte l’uomo veniva dichiarato in arresto per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti e tradotto, come disposto dal Magistrato di turno della Procura della Repubblica di Benevento, al regime degli arresti domiciliari presso la propria abitazione, nonché deferito in stato di libertà per ricettazione non avendo l’interessato giustificato l’acquisto del testosterone da strutture che commerciano legalmente la sostanza ricompresa nelle classi dei prodotti dopanti.

Il provvedimento oggi eseguito è una misura pre-cautelare, avverso cui sono ammessi mezzi di impugnazione, adottato nella fase delle indagini preliminari e il destinatario dello stesso è allo stato indagato e quindi presunto innocente fino a sentenza definitiva.

Benevento, getta droga dalla finestra: arrestato 32enne sannita

Benevento, getta droga dalla finestra: arrestato 32enne sannita

BeneventoCronaca

Continua incessante l’opera di prevenzione e repressione in ordine al contrasto di attività illecite legate al fenomeno dell’uso e spaccio di sostanze stupefacenti disposta dal Comando Provinciale Carabinieri di Benevento, quotidianamente impegnati per garantire sicurezza e rispetto della legalità.

In tale contesto, un’altra importante attività è stata condotta dai militari della Compagnia di Benevento che nella tarda serata di ieri.

Nello specifico, personale del Nucleo Operativo e Radiomobile, nel corso di accurato servizio di osservazione nei pressi di un’abitazione di un 32enne di Benevento, constavano che questi gettava dalla finestra “un involucro” ad un giovane che, dopo averlo occultato negli slip, saliva a bordo di un’autovettura e, a forte velocità, si allontanava in direzione del centro abitato.

Inseguito e fermato il ragazzo, un 22enne di Benevento, veniva trovato in possesso di una dose di cocaina ed una di crack, proprio negli slip, mentre nell’autovettura, occultato in un pacchetto di sigarette, quattro dosi di hashish.

L’azione di contrasto veniva proseguita presso l’abitazione del 32enne che notato l’avvicinarsi dei militari lanciava dalla finestra altri due involucri, nell’aiuola sottostante che una volta individuati e raccolti risultavano essere cinque bilancini di precisione, alcuni dei quali con tracce di stupefacente, nonché una dose di cocaina ed una dose di crack per un peso complessivo di 7 grammi circa. 

Alla luce delle evidenze raccolte l’uomo veniva dichiarato in arresto per spaccio e detenzione ai fini di spaccio e tradotto, come disposto dal Magistrato di turno della Procura della Repubblica di Benevento, al regime degli arresti domiciliari presso la propria abitazione mentre il 22enne segnalato, quale assuntore, alla Prefettura di Benevento.

Il provvedimento oggi eseguito è una misura pre cautelare, avverso cui sono ammessi mezzi di impugnazione, adottato nella fase delle indagini preliminari e il destinatario dello stesso è allo stato indagato e quindi presunto innocente fino a sentenza definitiva.

Carabinieri scoprono spaccio di cocaina a Pago Veiano: i dettagli

Carabinieri scoprono spaccio di cocaina a Pago Veiano: i dettagli

CronacaProvincia

Nella serata odierna, all’esito di attività investigativa coordinata dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Benevento, militari della Compagnia Carabinieri di Benevento hanno dato esecuzione ad una ordinanza di custodia cautelare dell’obbligo di dimora nei confronti di un 56enne di Pago Veiano, ritenuto gravemente indiziato del reato di spaccio di sostanza stupefacente del tipo cocaina.  

In particolare, l’attività d’indagine traeva origine da una segnalazione anonima pervenuta alla Centrale Operativa della Compagnia Carabinieri di Benevento circa uno strano movimento di auto e persone nei pressi di un muretto di contenimento nella zona di Pago Veiano.

Prontamente i Carabinieri della Stazione Carabinieri di Pietrelcina rinvenivano un contenitore con all’interno la somma di euro 150,00, in banconote da piccolo taglio. Le ulteriori investigazioni compiute, attraverso servizi di perlustrazione del territorio,  acquisizione di documentazione, accertamenti su utenze telefoniche ed escussione di testimoni, consentivano di acquisire gravi indizi a carico del 56enne.

In particolare veniva individuato il luogo utilizzato quale punto di scambio dello stupefacente, scelto al fine di evitare il controllo da parte delle Forze dell’Ordine, procedendo all’escussione di diversi acquirenti che confermavano l’intensa ed accurata attività di spaccio di cocaina posta in essere dal predetto nel periodo ottobre/dicembre 2022.   

Grazie all’attenta e minuziosa attività investigativa svolta dagli inquirenti che consentiva di delineare il modus operandi dell’indagato e, quindi, sulla scorta degli elementi raccolti il Giudice per le Indagini Preliminari del Tribunale di Benevento, condividendo la richiesta della Procura, emetteva ordinanza applicativa di misura cautelare dell’obbligo di dimora.

Il provvedimento oggi eseguito -avverso cui sono ammessi mezzi di impugnazione- è stato disposto in fase di indagini preliminari, e i destinatari dello stesso sono persone sottoposte alle indagini e quindi presunte innocenti fino a sentenza definitiva.

Ceppaloni| Sorpresi con cocaina e hashish: scattano le segnalazioni all’UTG

Ceppaloni| Sorpresi con cocaina e hashish: scattano le segnalazioni all’UTG

CronacaProvincia
Si tratta di una 23enne di San Giorgio del Sannio, di un 32enne, un 37enne e un 25enne, quest’ultimo in possesso di hashish, di Benevento.

Nel corso dei controlli svolti ieri sera dai Carabinieri della Compagnia di Montesarchio (BN) unitamente a personale del Nucleo Cinofili di Sarno (SA), su disposizione del Comando Provinciale di Benevento, finalizzata principalmente al contrasto dei reati di tipo predatorio, spaccio e detenzione di sostanza stupefacente nonché al controllo della circolazione stradale, una 23enne di San Giorgio del Sannio, un 32enne e un 37enne di Benevento, sono stati segnalati all’Autorità poiché trovati tutti in possesso di sostanza stupefacente di tipo cocaina.

Sempre nel corso degli stessi controlli, avvenuti in provincia di Benevento a Ceppaloni, un 25enne di Benevento è stato sorpreso in possesso di Hashish.

Anche per lui, come per gli altri tre, è scattata la segnalazione all’UTG.