Il Conservatorio Nicola Sala festeggia il Capodanno cinese con i suoi allievi

Il Conservatorio Nicola Sala festeggia il Capodanno cinese con i suoi allievi

AttualitàBenevento Città

Il Conservatorio Nicola Sala è lieto di annunciare un evento straordinario: un concerto in celebrazione del Capodanno cinese, in programma il 9 febbraio alle ore 18 presso il Teatro San Vittorino di Benevento.

Questo appuntamento rappresenta un’opportunità imperdibile per immergersi nella ricchezza e nella bellezza di una cultura millenaria attraverso la musica e i canti tradizionali, eseguiti con maestria dagli allievi cinesi del “Nicola Sala”. “

Siamo entusiasti di celebrare questa festa attraverso la musica e l’arte, un linguaggio universale che ci permette di connetterci al di là delle barriere culturali” – ha dichiarato il Direttore Giuseppe Ilario, aggiungendo-. “Il Nicola Sala è un luogo di formazione aperto al mondo e questo concerto è un esempio straordinario di come possiamo promuovere l’interscambio culturale e arricchire la nostra comunità con la diversità delle tradizioni musicali.” La Presidente del Conservatorio, Caterina Meglio, ha aggiunto: “Il Nicola Sala è sempre stato un faro di attrattività per studenti provenienti da tutto il mondo. La nostra istituzione promuove l’inclusività e l’apertura verso altre culture, offrendo opportunità uniche di apprendimento e scambio. Questo concerto è un segno tangibile della nostra dedizione a un’educazione musicale globale e al dialogo interculturale.”

Benevento, il 26 gennaio masterclass del Maestro Salvatore Accardo

Benevento, il 26 gennaio masterclass del Maestro Salvatore Accardo

Cultura

Il Conservatorio di Benevento è lieto di annunciare un appuntamento d’eccezione: il Maestro Salvatore Accardo, illustre esponente della grande scuola violinistica italiana, terrà una masterclass il 26 gennaio.

L’evento si svolgerà presso il Teatro San Vittorino, dalle 9.30 alle 12.30 e dalle 15.30 alle 18.30. Protagonisti staranno gli allievi del “Nicola Sala”; la partecipazione in qualità di uditori sarà aperta a tutti.

“Si tratta di un’opportunità preziosa per i giovani musicisti e per la comunità tutta, fortemente voluta da me e dalla Presidente Caterina Meglio – ha commentato Giuseppe Ilario, Direttore del Conservatorio, aggiungendo -. Occasioni come questa coronano l’eccellente operato dei nostri Docenti, impreziosendo il percorso accademico dei nostri allievi con esperienze significative e profonde, che incideranno positivamente sulla loro formazione”.

Il giorno seguente – 27 gennaio – la Presidente del “Nicola Sala” sarà protagonista della conversazione introduttiva all’attesissimo recital del grande maestro torinese, dedicata tema “Integrazioni dei principi ESG nella nuova imprenditoria.

Il “Nicola Sala” presenta il Concerto dell’Epifania

Il “Nicola Sala” presenta il Concerto dell’Epifania

Eventi

Il Conservatorio “Nicola Sala” offrirà alla città di Benevento un imperdibile Concerto dell’Epifania. L’evento si terrà il 6 gennaio alle ore 19:00 presso il Teatro San Vittorino; protagonista sarà la Symphonic Band diretta dal M° Vincenzo D’Arcangelo – ingresso gratuito.

Il Concerto dell’Epifania s’inserisce nel cartellone di “Note di Natale”, ricchissima rassegna promossa dal Conservatorio “Nicola Sala”.

L’iniziativa, fortemente voluta dal Direttore Giuseppe Ilario e dalla Presidente Caterina Meglio, sta raccogliendo consensi straordinari, coinvolgendo in una fitta programmazione artistica il capoluogo sannita e numerosi comuni della provincia beneventana e irpina.

Musica, Aiam: Marcella Parziale eletta delegato regionale Campania

Musica, Aiam: Marcella Parziale eletta delegato regionale Campania

AttualitàDalla Regione
Pollice (Pres. Aiam): “Ottima scelta, giovane professionista con grande esperienza”.

Si è svolta ieri mattina a Napoli – presso lo Spazio Curci, sede dell’Associazione Scarlatti – l’Assemblea regionale Aiam.

L’incontro si è tenuto alla presenza del presidente Francesco Pollice e dei rappresentanti delle Associazioni campane con l’obiettivo di favorire l’apertura di un tavolo di coordinamento tra le diverse realtà regionali.

Nel corso dell’evento l’assemblea ha eletto all`unanimità, nuovo delegato regionale, il maestro Marcella Parziale.

Laureata e specializzata con 110 e Lode in Canto lirico presso il Conservatorio “Nicola Sala” di Benevento, Marcella Parziale si è inoltre laureata con 110 e Lode in Discipline delle Arti visive, della Musica e dello Spettacolo presso l’Università degli Studi di Salerno.

È Docente di Teoria, Ritmica e Percezione Musicale presso il Conservatorio “Lorenzo Perosi” di Campobasso. Dal 2017 è Direttore artistico dell’Accademia di Santa Sofia; è inoltre Direttore artistico di Accademia Lab. Svolge una regolare attività concertistica in sale da concerto e teatri italiani.

È autrice di pubblicazioni di storia e didattica della musica (La questione ritmica nella musica contemporanea, Storia della Semiografia musicale, Storia della critica operistica italiana, Il Canto beneventano ecc.). È inoltre giornalista pubblicista, iscritta all’Albo della Campania. Dal febbraio 2020 è Critico responsabile della rubrica bisettimanale di approfondimento culturale “Intermezzi” su Il Sannio Quotidiano.

Ha ricevuto il premio alla Carriera “La Musica, i Protagonisti” – XL Edizione di Città Spettacolo. Ha conseguito risultati prestigiosi in diversi concorsi letterari, tra i più recenti: Concorso internazionale “Versi sotto gli Irmici “- 1° premio assoluto, Premio internazionale “Ossi di Seppia” – Gran Premio della Giuria, Premio “Alda Merini” – Grande Medaglia.

“A nome mio personale e di tutti i soci di Aiam voglio esprimere grande soddisfazione per l’elezione del maestro Marcella Parziale quale delegata regionale in Campania. Una giovane e già affermata professionista che sono certo saprà offrire, grazie a un’esperienza poliedrica e intesa, un importante supporto alla nostra associazione”, ha commentato il presidente di Aiam, Francesco Pollice.

Le associazioni parte di Aiam Campania sono: Associazione Alessandro Scarlatti – Napoli; Associazione Napoli Capitale Europa della Musica – Napoli; Dissonanzen – Napoli; Fondazione Pietà de` Turchini – Napoli; Accademia di Santa Sofia – Benevento; Associazione Anna Jervolino – Caserta; Orchestra da Camera di Caserta; La Casa dei Flautisti Italiani – Baronissi; Il Canto di Virgilio – Giuliano in Campania; Fondazione F.M.Napoletano Ente Morale – Napoli; Nuova Orchestra Scarlatti – Napoli; Associazione Domenico Scarlatti – Napoli; Talenti Vulcanici – Napoli; Accademia Lab – Benevento; Accademia Musicale `Jacopo Napoli` – Cava de` Tirreni; Orchestra Filarmonica di Benevento; Associazione S. Rachmaninov – Mercato San Severino;Maggio della Musica – Napoli.

Domeniche Armoniche-Musica in Villa: prossimo appuntamento con il Conservatorio “N. Sala”

Domeniche Armoniche-Musica in Villa: prossimo appuntamento con il Conservatorio “N. Sala”

Eventi

Si informa che a partire da domenica 25 giugno tutti gli appuntamenti di “Domeniche Armoniche – Musica in Villa” avranno inizio alle ore 19:00.

Domenica 25 giugno, presso la cassa armonica della Villa Comunale di Benevento è in programma il concerto gratuito della Symphonic Band del Conservatorio di Musica “N. Sala”. L’Orchestra di fiati, diretta dal Maestro Vincenzo D’Arcangelo, da oltre dieci anni si esibisce con un vasto repertorio di musica sinfonica, militare, operistica e proporrà una serie di colonne sonore come Pirati dei Caraibi (Klaus Badelt) e Aladin (Walt Disney’s – Arr. Paul Jennings).

La rassegna Domeniche Armoniche è a cura di Renato Giordano, organizzata dal Comune di Benevento, in collaborazione con il Conservatorio di Musica “N. Sala” e l’Orchestra Filarmonica di Benevento. In allegato il programma completo aggiornato con i nuovi orari.

Benevento| Firmato accordo Conservatorio, Mastella: “Tutto pronto per i lavori alla scuola Pietà”

Benevento| Firmato accordo Conservatorio, Mastella: “Tutto pronto per i lavori alla scuola Pietà”

AttualitàBenevento Città

Il sindaco Clemente Mastella ha firmato stamane l’Accordo quadro per sancire lo scambio di immobili motivato da finalità istituzionali e di pubblico interesse tra il Comune di Benevento e il Conservatorio Nicola Sala.

Come noto, l’intesa assegna all’istituzione musicale il San Vittorino e a Palazzo Mosti l’ex collegio dei Padri Scolopi.

Proprio nella struttura di via Bartolomeo Camerario si trasferiranno le attività didattiche della scuola Pietà, il cui edificio sarà oggetto di lavori di riqualificazione funzionale e messa in sicurezza.

“La sottoscrizione dell’accordo – spiega il sindaco Mastella – completa il percorso che permetterà di iniziare i lavori di riqualificazione alla scuola di via Pietà, senza che i ragazzi perdano un solo giorno di scuola. Infatti, come concordato con la dirigenza scolastica dell’istituto, gli alunni si trasferiranno nell’immobile di via Camerario alla ripresa post-pasquale delle attività didattiche e dunque martedì undici aprile.

Per quel giorno sarà pronto anche un piano straordinario per la mobilità con pass straordinari, riservati ai genitori dei bambini della scuola dell’Infanzia e a quelli di ragazzi con disabilità, negli orari di entrata e uscita, mentre per le famiglie degli allievi della Scuola Primaria sarà operativo un servizio navetta che partirà dal piazzale nei pressi di rampa San Barbato.

Un lavoro, per cui ringrazio gli uffici e gli assessori Ambrosone (Mobilità), Pasquariello (Lavori pubblici) e Serluca (Istruzione), che minimizzerà disagi e contrattempi. La sicurezza delle scuole è una priorità assoluta e contiamo, entro dicembre 2023, di terminare i lavori alla scuola Pietà che sarà così in linea con i più moderni standard di sicurezza e funzionalità”, conclude Mastella.

Conservatorio Nicola Sala, lo studente Antonio Mazzariello si aggiudica il Premio Nazionale delle Arti

Conservatorio Nicola Sala, lo studente Antonio Mazzariello si aggiudica il Premio Nazionale delle Arti

AttualitàBenevento Città

Grande soddisfazione per il Conservatorio di Musica “Nicola Sala” di Benevento.
Lo studente Antonio Mazzariello, infatti, è risultato vincitore del primo premio per il miglior testo in gara con l’inedito “Funamboli”, nella categoria “Musiche Pop e Rock Originali”, del prestigioso Premio Nazionale delle Arti.

Il premio è bandito annualmente dal Ministero dell’Università e della Ricerca (Mur) ed è rivolto agli studenti delle Istituzioni Afam e dei corsi accreditati dello stesso sistema Afam, nell’ambito delle attività di promozione artistica.

Il premio riguarda l’interpretazione e la composizione musicale, le arti figurative, digitali e scenografiche, le arti dello spettacolo, il design.

Dal 2017 la sezione “Musiche Pop e Rock Originali” del Premio Nazionale delle Arti è dedicata alla memoria di Pino Daniele; quest’anno, per la sedicesima edizione 2020-2021 e 2021-2022, l’organizzazione è stata affidata al Conservatorio di Musica ‘Giuseppe Verdi’ di Milano, tra gli istituti più prestigiosi d’Europa.

La serata finale si è svolta nella la sala Verdi del Conservatorio milanese, con la conduzione del giornalista e critico musicale Ernesto Assante e la direzione artistica della Fondazione Pino Daniele, indirizzata ad incentivare la ricerca musicale e la valorizzazione dell’alta formazione artistica.

I finalisti della categoria Pop Rock del Premio Nazionale delle Arti, selezionati dalla commissione ministeriale giudicatrice, nominata dal Mur, sono stati suddivisi per Gruppo di musicisti e Musicisti solisti.
Lo studente beneventano ha conteso la vittoria in finale a Rosita Brucoli di Milano, Federica Magistro di Pescara e Laura Salvi sempre di Milano.

Antonio Mazzariello è allievo del maestro Luca Galeano, docente di Chitarra pop-rock; la sua affermazione costituisce un motivo di vanto e orgoglio per tutta l’Istituzione di Alta Formazione Musicale sannita, a testimonianza della qualità della formazione didattica che trova riconoscimenti meritati e di spessore in contesti nazionali di qualificata rilevanza.

Il presidente del “Nicola Sala”, Caterina Meglio, e il direttore del Conservatorio beneventano, Giosuè Grassia, hanno espresso vivi apprezzamenti, a conferma dell’efficacia della didattica erogata, che si traduce in espressione artistica di pregio e di valore.

“Questi risultati – hanno dichiarato – ci riempiono di orgoglio e di gioia, ci stimolano a proseguire i percorsi intrapresi nell’ottica di una crescita sempre maggiore del nostro Ateneo musicale.
Un plauso enorme allo studente Antonio Mazzariello, al docente Luca Galeano, al Dipartimento Pop rock e all’Istituzione tutta che accoglie con entusiasmo questo eccellente traguardo”.

Ancora apprezzamenti per gli studenti del Conservatorio “Nicola Sala” di Benevento

Ancora apprezzamenti per gli studenti del Conservatorio “Nicola Sala” di Benevento

AttualitàBenevento Città

Non si sono ancora spenti gli echi della Festa della Musica 2022 con i vari eventi in programma che hanno riscosso un importante successo di pubblico e di consensi sia in città che nei centri di Cerreto Sannita, Rotondi e Sant’Angelo a Scala, che nuovi apprezzamenti sono giunti per gli studenti del Conservatorio Statale di Musica “Nicola Sala” di Benevento.

Con soddisfazione, la classe di Violino del maestro Patrizio Rocchino ha partecipato al Concorso per Musicisti “Saverio Mercadante 2022” con la studentessa Carmen Avigliano che si è aggiudicata il primo premio.

Si è trattato di un appuntamento organizzato dall’Associazione di Promozione Sociale “Officina della Musica” di Napoli, rivolto ad allievi delle scuole medie ad indirizzo musicale, licei musicali, accademie e scuole private, Conservatori, diplomati di Conservatori ed allievi privatisti.

A San Pietro Avellana, in provincia di Isernia, invece, in occasione dei festeggiamenti di San Pietro e Paolo, organizzati dall’Associazione Dominae, gli studenti del “Nicola Sala” sono stati protagonisti di uno spettacolo dal titolo “Canzoni Appassionate” con una performance-concerto che li ha visti cimentarsi sia nella canzone classica napoletana che in brani d’opera.

Coordinati dalla docente della classe di Arte Scenica dell’Istituto sannita, il maestro Patrizia Di Martino, si sono esibiti: Michael Della Ventura (tenore e tastiera); Paola Laudanna (mezzo soprano); Ida Marino (soprano); Francesca Mazzilli (soprano). Risultati importanti, dunque, per l’Istituto di Alta Formazione Musicale Sannita che testimoniano la qualità e l’impegno a cui, quotidianamente, si sottopongono gli allievi per perfezionarsi e raggiungere importanti livelli qualitativi.

Applausi per l’Orchestra sinfonica del Conservatorio “N. Sala” per i festeggiamenti del 135° anniversario della nascita di Padre Pio

Applausi per l’Orchestra sinfonica del Conservatorio “N. Sala” per i festeggiamenti del 135° anniversario della nascita di Padre Pio

AttualitàDalla Provincia

Tanti applausi per il Conservatorio di Musica “Nicola Sala” di Benevento.

L’Istituto di Alta Formazione Musicale sannita, infatti, invitato dai Frati Minori Cappuccini, Comune e Pro loco di Pietrelcina, ha partecipato ai festeggiamenti in occasione del 135° anniversario della nascita di Padre Pio.

In particolare, l’Orchestra Sinfonica, diretta dal maestro Maurizio Petrolo, con i solisti Marta Fiorillo e Yuan Kechen, soprani, e Michele Bonaccio, tenore, in collaborazione con la classe di Canto del maestro Luigi Petroni, si è esibita in un concerto dedicato a San Pio.

E’ stato proposto un programma impegnativo, con opere appartenenti alla grande tradizione musicale europea.

La piacevole serata è stata condotta dal padre superiore, Fortunato Grottola.

Il concerto si è aperto con la Piccola serenata notturna in Sol maggiore di Mozart “Eine Kleine Nechtmisk” – K525 (1° movimento) cui è seguito di Strauss Pizzicato Polca e di Mascagni l’Intermezzo dalla Cavalleria Rusticana.

E’ stato quindi, eseguito di Offenbach “Barcarola” e di Puccini da Gianni Schicchi “O mio babbino caro” cui ha preso parte anche il soprano Marta Fiorillo che ha replicato con l’aria “Vissi d’arte” dalla Tosca di Puccini.

Quindi, continuando sull’onda delle arie liriche, sono stati proposti alcuni noti brani di Giuseppe Verdi partendo dalla Traviata con il “Preludio atto Primo”, il famoso “Brindisi” con il duetto Marta Fiorilli e Michele Boccaccio, “Volta la terrea” e “Saper vorreste” da “Un ballo in maschera” con il soprano Yuan Kechen.

E’ stata, poi, la volta di Donizzetti con L’elisir d’amore “Quanto è bella, quanto è cara” per la voce del tenore Michele Boccaccio.

Il concerto, quindi, si è concluso con un doppio gran finale: il Bolero di Ravel e con il vivace ed energico brano della “Sinfonia” dalla Norma di Bellini.

Ammaliato dalla bellezza della musica proposta, padre Fortunato Grottola ha chiesto anche il “bis” del “Brindisi” di Verdi che è stato accolto con particolare apprezzamento da tutto il pubblico presente che ha partecipato all’esecuzione in un connubio perfetto con l’Orchestra.

Padre Fortunato, nel ringraziare il Conservatorio per le emozioni che ha saputo regalare, ha parlato dei sacrifici, dell’impegno, della sofferenza che gli studenti dell’Istituto hanno sopportato negli anni per raggiungere il livello di preparazione che hanno.

D’altronde, ha ribadito, nella vita senza i sacrifici non si ottengono i risultati sperati.

L’esibizione offerta è il frutto di un lavoro corale, dell’insieme di tanti strumenti che hanno regalato una musica particolare.

Un connubio perfetto, ha concluso, tra il maestro e i suoi orchestranti che sono la sua famiglia.

Sono state, quindi, consegnate delle pergamene ricordo ai soprani Marta Fiorillo e Yuan Kechen, e al tenore Michele Bonaccio, mentre una targa è stata donata al direttore d’orchestra, il maestro Maurizio Petrolo, e al presidente del Conservatorio, Antonio Verga.

Verga, nel ringraziare l’Orchestra per la meravigliosa esibizione, commosso, si è affidato a San Pio affinché interceda per la pace nel mondo.

Il sindaco, Salvatore Mazzone, ha sottolineato la coincidenza di come l’Orchestra Sinfonica del Conservatorio sia tornata ad esibirsi in pubblico dopo due anni di assenza e lo abbia fatto proprio a Pietrelcina per i festeggiamenti in onore del Santo che non si tenevano, a causa della pandemia, da due anni.

Con la musica, che ha un linguaggio universale, ha aggiunto, sono state toccate le corde dell’anima.

Quindi, rivolgendosi ai componenti dell’Orchestra, ha concluso con questo auspicio: “Da questa terra possiate trovare la forza per esaudire tutti i vostri desideri”.

Foto: Giancarlo De Toma

Pietrelcina| Anniversario nascita Padre Pio: concerto dell’Orchestra Sinfonica del Conservatorio “Nicola Sala”

Pietrelcina| Anniversario nascita Padre Pio: concerto dell’Orchestra Sinfonica del Conservatorio “Nicola Sala”

Eventi

In occasione del 135° Anniversario della nascita di Padre Pio, nella chiesa conventuale “Sacra Famiglia” di Pietrelcina, giovedì prossimo, 26 maggio, alle 21.00, invitato dai Frati Minori Cappuccini, Comune e Pro loco di Pietrelcina, il Conservatorio “Nicola Sala” di Benevento, con l’Orchestra Sinfonica, terrà un gran concerto lirico-sinfonico in onore di San Pio.

L’Orchestra Sinfonica, diretta dal maestro Maurizio Petrolo con i solisti Marta Fiorillo e Yuan Kechen, soprani e Michele Bonaccio, tenore, in collaborazione con la classe di Canto del maestro Luigi Petroni, si esibirà con un particolarissimo concerto dedicato a San Pio, proprio nella città natale del Santo delle stimmate nell’ambito delle celebrazioni ufficiali.

Un programma impegnativo, con opere appartenenti alla grande tradizione musicale europea.

Il Concerto si aprirà con la Piccola serenata notturna in Sol maggiore di Mozart “Eine Kleine Nechtmisk” – K525 (1° movimento); seguirà di Strauss Pizzicato Polca e di Mascagni l’Intermezzo dalla Cavalleria Rusticana.

Sarà, quindi, eseguito di Offenbach “Barcarola” e di Puccini da Gianni Schicchi “O mio babbino caro” soprano Marta Fiorillo che replicherà con l’aria “Vissi d’arte” dalla Tosca di Puccini.

Continuando sull’onda delle arie liriche, saranno proposti alcuni noti brani di Giuseppe Verdi partendo dalla Traviata con il “Preludio atto Primo”, il famoso “Brindisi” con il duetto Marta Fiorilli e Michele Boccaccio, “Volta la terrea” e “Saper vorreste” da Un ballo in maschera con il soprano Yuan Kechen.

Sarà poi la volta di Donizzetti con L’elisir d’amore “Quanto è bella, quanto è cara” per la voce del tenore Michele Boccaccio.

Il concerto si concluderà con un doppio gran finale: il Bolero di Ravel e con il vivace ed energico brano della “Sinfonia” dalla Norma di Bellini.

“Un ringraziamento di cuore va ai Frati Minori Cappuccini e al padre superiore Fortunato Grottola, al sindaco di Pietrelcina e alla Pro loco – hanno commentato il presidente del “Nicola Sala”, Antonio Verga e il direttore Giosuè Grassia – per aver voluto dare questa meravigliosa opportunità ai tanti giovani musicisti del Conservatorio di potersi esibirsi, dopo un lungo periodo dovuto alla pandemia, con un concerto che diviene così il simbolo della  rinascita dell’Orchestra  con la benedizione di San Pio”.

In applicazione alle vigenti disposizioni in materia di sicurezza e contenimento dell’epidemia da Covid-19, l’accesso gratuito è consentito agli spettatori dotati di mascherina, fino ad esaurimento dei posti disponibili.