Atripalda, incidente mortale: perde la vita 57enne

Atripalda, incidente mortale: perde la vita 57enne

CronacaRegione

I Vigili del Fuoco di Avellino alle ore 20’52 di oggi 23 aprile, sono intervenuti sulla SS 7 Bis, denominata Variante, al Km. 83,300 nel territorio del comune di Atripalda, per un grave incidente stradale che ha visto coinvolte due autovetture.

Nel violento impatto il conducente di un’utilitaria, di 57 anni originario di Santa Lucia di Serino, rimaneva incastrato tra le lamiere contorte del suo veicolo, e dopo averlo estratto purtroppo i sanitari del 118 intervenuti ne constatavano il decesso.

Sull’altra auto un uomo di 60 anni originario di Manocalzati, che rimaneva ferito e veniva trasportato presso l’ospedale Moscati di Avellino per essere sottoposto a cure mediche.

I Veicoli incidentati sono stati messi in sicurezza e si è dato assistenza per i rilievi dell’incidente effettuati dalla Polizia di Stato.

Valle Caudina, tragico impatto auto-moto: Vincenzo muore a soli 24 anni

Valle Caudina, tragico impatto auto-moto: Vincenzo muore a soli 24 anni

CronacaProvincia
Dopo 4 settimane di agonia, è stata decretata la morte cerebrale: nella tarda mattinata di ieri l’espianto degli organi.

La sua è una di quelle storie che non si vorrebbero mai raccontare e che lacerano l’anima anche a chi non conosce di persona lo sfortunato protagonista.

E’ una vera e propria tragedia quella che ha colpito la comunità di Luzzano, una frazione di Moiano in provincia di Benevento, che piange la prematura scomparsa del giovanissimo Vincenzo Meccariello.

Era sabato 23 marzo: Vincenzo stava scendendo con la moto in direzione Caserta, quando all’altezza del bar La Sosta di Arienzo sulla Nazionale c’è stato il tragico impatto con una Peugeot che stava entrando nel piazzale del bar.

Le sue condizioni apparvero subito gravi, c’era molto sangue. Fu trasportato in coma all’ospedale di Caserta. Le indagini eseguite dai carabinieri di Santa Maria a Vico.

A poco più di 4 settimane da quel terribile incidente in moto ad Arienzo per il 24enne Vincenzo Meccariello è stata decretata la morte cerebrale presso l’ospedale di Caserta.

Nella tarda mattinata di ieri era cominciata l’operazione di espianto degli organi, un gesto nobile e dal profondo significato umano, che permetterà a Vincenzo di continuare a vivere anche dopo la morte e consentirà di salvare altre vite umane.

Incidente stradale in Campania, morti due carabinieri

Incidente stradale in Campania, morti due carabinieri

CronacaRegione

Due carabinieri sono morti in un incidente stradale verificatosi nella notte in provincia di Salerno. Tre le auto, tra le quali quella dei militari, coinvolte lungo la strada che collega i comuni di Eboli e Campagna.

Come riferiscono i carabinieri, le vittime sono il maresciallo Francesco Pastore, di 25 anni, e il carabiniere Francesco Ferraro, di 27 anni, entrambi di origine pugliese, in servizio presso la stazione di Campagna. Quattro in totale i feriti (tra cui un terzo carabiniere), sei le autoambulanze arrivate sul posto. Sgomento e dolore tra le comunità di Eboli e Campagna, nel Salernitano.

Stanotte, in un incidente stradale, sono morti due giovanissimi carabinieri in servizio presso la stazione di Campagna. Su FB, il Nucleo comunale Protezione Civile Città di Campagna esprime il suo cordoglio “alle famiglie dei giovani carabinieri, al Comandante Solimene, ai colleghi della Stazione di Campagna e all’Arma tutta in questo momento di profondo dolore”.

Anche sul profilo FB del Comune di Eboli parole di vicinanza alle famiglie. “Una città ammutolita dal dolore e dal cordoglio – si legge – per il tragico incidente che ha strappato alla vita due giovani militari dell’Arma dei carabinieri. Ai familiari, alla Compagnia di Eboli e alla Stazione dei carabinieri di Campagna va il nostro pensiero e la nostra preghiera”. Fatica a parlare al telefono con l’Ansa, il sindaco di Campagna (Salerno), Biagio Luongo, ripercorrendo in lacrime i tragici momenti dell’incidente stradale di stanotte dove hanno perso la vita due giovanissimi carabinieri.

“Sono rimasto lì – racconta il primo cittadino con la voce spezzata dal dolore – tutta la notte. Ho assistito inerme alle fasi successive di questa immane tragedia. Non posso far altro che esprimere la mia vicinanza alla famiglia e all’Arma dei Carabinieri per la perdita di questi due ragazzi.

Tutta la città di Campagna è sgomenta. Ho già predisposto una corona dei fiori a nome mio, della Giunta e del Consiglio comunale tutto. In accordo con la famiglia e con l’Arma, ricorderemo questi due giovani carabinieri. È un dolore profondissimo”.

Anche sulla sua pagina Fb, il sindaco di Campagna (Salerno), Biagio Luongo, ha voluto testimoniare lo sgomento per la morte – avvenuta stanotte in un incidente stradale – di due carabinieri. “Ci sono momenti in cui le parole non bastano ad esprimere il dolore e la sofferenza. Oggi, la nostra Città è avvolta in un manto di profonda tristezza e incredulità. Una tragedia ha portato via, nel cuore della notte, due giovani Carabinieri del Comando di Campagna.

Una vita spesa al servizio dello Stato, a colmare quella sottile linea che separa la civiltà e la legalità dalla barbarie e dalla prepotenza. Scelte coraggiose di uomini e donne di valore che proteggono e difendono quotidianamente le nostre vite con immensi sacrifici e una granitica dedizione.

Un evento drammatico che ci lascia sgomenti e affranti. Le Istituzioni e la comunità tutta si uniscono al cordoglio delle famiglie e dell’Arma dei Carabinieri. Piangiamo, oggi, due tra i nostri più cari figli di Campagna, eroi silenziosi ai quali tributiamo il nostro rispettoso e doveroso commiato”, conclude Luongo.

Tragico incidente in Emilia, sannita 48enne perde la vita

Tragico incidente in Emilia, sannita 48enne perde la vita

CronacaItalia

Si era stabilito da anni, ormai, nel modenese, Angelo Russo, originario del beneventano. Il sannita, purtroppo, è stato vittima di un incidente mortale.

Russo, 48 anni, ha perso la vita in seguito a un incidente verificatosi mentre era alla guida della sua Volvo nel tratto che percorreva solitamente per andare al lavoro. L’impatto contro una Ford Focus nelle campagne bolognesi non gli ha dato scampo.

L’incidente è avvenuto intorno alle ore 8 tra Sant’Agata Bolognese e San Giovanni in Persiceto, precisamente all’incrocio tra via Montirone e via Ghiarone. L’impatto fra i due veicoli è stato violento e l’auto di Russo si è ribaltata in via Ghiarone, terminando la propria corsa sul tettuccio. Troppo gravi le lesioni riportate dal 48enne, che di fatto è deceduto sul colpo. A nulla sono valsi i tentativi di rianimazione del 118, intervenuto con ambulanza e automedica e coadiuvato dai Vigili del Fuoco.

A bordo dell’altra auto si trovavano invece una donna di 58 anni e un uomo di 47, che sono stati accompagnati all’Ospedale Maggiore di Bologna con lesioni di media gravità. 

Ora saranno i rilievi dei Carabinieri a ricostruire l’esatta dinamica dell’incidente.

Angelo Russo risiedeva a San Cesario sul Panaro e lavorava come artigiano titolare di una propria piccola impresa con la quale eseguiva lavori di muratura e manutenzione. In paese era conosciuto anche per la sua attività con il gruppo comunale di Protezione Civile, del quale era stato vicecoordinatore. Appassionato motociclista, appena due anni fa era stato vittima di un grave incidente in moto, dal quale si era ripreso dopo lunga convalescenza.

Tragedia sulla Fondovalle, muore 61enne

Tragedia sulla Fondovalle, muore 61enne

CronacaProvincia

Incidente mortale lungo la Fondovalle Isclero, dove ha perso la vita un uomo di 61 anni.

La tragedia è accaduta questo pomeriggio nel tratto tra Dugenta e Sant’Agata de’ Goti, direzione Telese Terme.

L’uomo, originario di Napoli, era alla guida di una Jeep Compass quando – stando alle prime ricostruzioni – avrebbe perso il controllo dell’auto per impattare frontalmente con un tir.

Giunti sul posto, i sanitari del 118 non hanno potuto fare altro che constatare il decesso del 61enne, che è morto sul colpo. Sul posto anche i Carabinieri e i Vigili del Fuoco.

Si schianta con l’auto contro un muro di contenimento: incidente mortale nell’Avellinese

Si schianta con l’auto contro un muro di contenimento: incidente mortale nell’Avellinese

CronacaRegione

Incidente stradale mortale nella tarda serata di ieri sulla Statale 7 bis, alle porte di Avellino.

Una donna di 62 anni è morta alla guida della sua auto dopo essersi schiantata contro un muro di contenimento della carreggiata.

Si ipotizza che per cause al vaglio di carabinieri e Vigili del Fuoco, la donna ha perso il controllo dell’auto nel tratto che costeggia lo stabilimento della Fca.

Inutili i soccorsi dei sanitari del 118 che non hanno potuto far altro che constatare il decesso.

Investimento mortale a Dentecane, perde la vita insegnante 57enne

Investimento mortale a Dentecane, perde la vita insegnante 57enne

CronacaRegione

Tragedia a Dentecane, frazione di Pietradefusi, dove intorno alle 13.30, in via delle Industrie nei pressi del supermercato Pam, una donna di 57 anni è rimasta vittima di un incidente.

L. M., insegnante di Lettere al Liceo Classico “Pietra Colletta” di Pietradefusi, è morta dopo essere stata investita.

Secondo le prime informazioni – riporta Avellino Today – , la vittima stava rientrando a piedi a casa dopo aver fatto la spesa, quando è stata colpita improvvisamente da un veicolo pesante.

I Carabinieri della locale stazione, la squadra dei Vigili del Fuoco e l’Autoambulanza sono intervenuti prontamente, ma purtroppo i soccorsi non sono riusciti a salvarla. La donna è deceduta sul colpo. Si rimane in attesa di ulteriori aggiornamenti sull’incidente.

Foto: Irpinianews

Secondo incidente mortale in poche ore: muore 58enne

Secondo incidente mortale in poche ore: muore 58enne

CronacaProvincia

Non si arresta la scia di sangue sulle strade sannite. Dopo la 63enne originaria del Napoletano che ha perso la vita in seguito all’incidente avvenuto nel territorio di Sant’Agata de’ Goti (leggi QUI), poco fa si è verificato un secondo incidente mortale.

A perdere la vita, questa volta, è una 58enne di Frasso Telesino.

Il sinistro mortale è avvenuto lungo la “Sannitica”, tra Telese Terme e Amorosi. A scontrarsi sono state una Citroen, sulla quale viaggiava la vittima, e una Volvo, al cui bordo vi era un’altra donna. Anche quest’ultima ha riportato gravi conseguenze, tant’è che è stata trasportata in codice rosso all’ospedale Fatebenefratelli di Benevento.

Sul posto, oltre ai sanitari, anche i Carabinieri e i Vigili del Fuoco. Le forze dell’ordine stanno eseguendo i rilievi e gli accertamenti del caso al fine di ricostruire l’esatta dinamica del sinistro.

Foto di repertorio

“Non me ne sono reso conto”: la versione dell’uomo che ha investito Issouf

“Non me ne sono reso conto”: la versione dell’uomo che ha investito Issouf

CronacaRegione
L’uomo, che non si era fermato a soccorrere il 18enne, si è presentato spontaneamente dai Carabinieri.

Si è presentato spontaneamente dai Carabinieri, affermando di non essersi reso conto dell’accaduto, l’uomo che ha investito mortalmente ieri mattina il giovane Issouf. 

Il giovane 18enne del Burkina Faso ha trovato la morte mentre percorreva l’Appia, nel territorio di Rotondi, con la sua bicicletta per recarsi al lavoro. Erano le 5.40 del mattino. 

Una tragedia immane, un destino crudele quello di Issouf che, dopo essere stato investito, quando era ancora vivo, è stato investito da una seconda auto. 

Quando sono arrivati i sanitari del 118, purtroppo, per lui non c’era più nulla da fare.

Foto: Il Caudino

Investito dall’auto mentre era in bici, morto 18enne

Investito dall’auto mentre era in bici, morto 18enne

CronacaRegione

E’ un ragazzo del Burkina Faso, di 18 anni, la vittima dell’incidente mortale avvenuto questa mattina lungo la via Appia, nel territorio di Rotondi.

Erano le 5.40 quando il ragazzo, mentre stava andando al lavoro in bicicletta, è stato investito e travolto da un’auto ed è morto.

Stano alle prime indiscrezioni, l’investitore non si sarebbe fermato per prestare soccorso alla vittima, che sarebbe stata investita, già a terra, da un’altra auto sopraggiunta.

Quando sono giunti sul posto i sanitari del 118, purtroppo, per il giovane non c’era più nulla da fare. Sull’accaduto stanno indagando i Carabinieri di Montesarchio, per ricostruire l’esatta dinamica della tragedia.

Foto: Il Caudino