Teatro Comunale monumento nazionale: IV e Noi Moderati depositano emendamento

Teatro Comunale monumento nazionale: IV e Noi Moderati depositano emendamento

Politica

Il gruppo parlamentare a Montecitorio di Italia viva (primo firmatario Roberto Giachetti) e l’onorevole Pino Bicchielli (Noi Moderati), legato da storici e consolidati rapporti di amicizia e collaborazione politica con il sindaco di Benevento Clemente Mastella, hanno depositato alla Camera l’emendamento per l’inclusione del Teatro Comunale di Benevento nell’elenco di quelli che riceveranno lo status di monumento nazionale.

“Ringrazio gli amici di Iv e l’amico Pino Bicchielli per questo atto concreto e tangibile di sensibilità politica e istituzionale mostrata verso la città di Benevento e verso uno dei suoi beni storici più affascinanti e significativi: la riapertura dei termini per la presentazione degli emendamenti consentirà di raggiungere un risultato importante e di dare al Teatro Comunale un riconoscimento che merita ampiamente.

Il contributo di altre forze politiche nella stessa direzione è da accogliere in maniera egualmente favorevole: l’obiettivo, in questo caso, è comune perché a giovarne sarà la Città di Benevento”, spiega il sindaco di Benevento e segretario nazionale di NdC Clemente Mastella.

Vallone (+Europa): “Europee, si ad una lista con IV ed Azione”

Vallone (+Europa): “Europee, si ad una lista con IV ed Azione”

Politica

“La parola d’ordine di queste prossime settimane sarà senza dubbio Stati Uniti d’Europa”. Così Vittorio Vallone Presidente Più Europa Benevento e membro dell’assemblea nazionale del Partito (in foto con l’assessore regionale all’agricoltura Nicola Caputo).

“Più Europa si è già fatta portatrice della costituzione di una piattaforma europeista – continua Vallone – proponendo una lista di scopo nella quale far confluire Italia Viva ed Azione al fine di poter ‘contare’ in Europa per trasformare l’Europa. L’idea di un’unione più stretta tra i paesi europei è stata discussa e dibattuta per diversi anni.

Alcuni sostenitori di un’integrazione più profonda tra gli Stati membri dell’Unione Europea (UE) – spiega il presidente Vallone – hanno proposto l’idea di una federazione europea o degli ‘Stati Uniti d’Europa’ come possibile futuro scenario politico.

L’Unione Europea attuale è una confederazione di Stati sovrani, e la creazione di uno stato federale europeo richiederebbe cambiamenti significativi nei trattati e un ampio consenso tra gli Stati membri. Ritengo quindi che il mondo Liberal Democratico oggi, così come sostenuto dalla leader del mio partito Emma Bonino, possa aderire in pieno ad una lista di scopo superando le diatribe tra Azione ed Italia Viva. Ci siamo infatti posti a livello nazionale come interlocutori diplomatici tra Renzi e Calenda. Questo faremo, – annuncia Vallone – non solo a livello nazionale ma anche nei territori.

Ci porremo quindi da una parte, come collante contro il populismo che mal sopporta l’Europa , dall’altra come forza unita che abbia quale scopo, quello di trasformare l’Europa in una confederazione di Stati uniti fra loro mettendo al centro la questione del rilancio dell’integrazione politica europea, perché di fronte alle enormi sfide che abbiamo davanti non si può pensare di avere un allargamento dell’UE senza un salto di qualità politico che dia maggiori competenze e maggiore sovranità, come sostenuto dal nostro segretario Riccardo Maggi.

Entro febbraio – conclude Vallone – daremo vita a livello nazionale ad una conferenza programmatica alla quale sono invitate tutte le forze che credono nella trasformazione dell’UE in Stati Uniti d’Europa”.

Izzo: “Giudizio approssimativo del segretario PD sul progetto federativo di Centro tra IV e NdC”

Izzo: “Giudizio approssimativo del segretario PD sul progetto federativo di Centro tra IV e NdC”

Politica

In merito alle parole del segretario del PD Giovanni Cacciano rilasciate a Castelvenere sull’accordo IV ed NdC interviene Bepy Izzo, Presidente Provinciale di Italia Viva.

Davvero approssimativo il giudizio espresso dal segretario provinciale del PD in merito al progetto federativo di Centro siglato da Italia Viva e NDC. A ben vedere si tratta di due forze politiche senza le quali, in Campania e non solo, non si vince alcuna competizione elettorale“, ha affermato Izzo.

Dispiace che il PD non ancora ha fatto tesoro dell’esperienza delle scorse politiche, allorquando, pur di non guardare agli schieramenti centristi e riformisti, si rese artefice della sconfitta in diversi collegi contenibili, regalando di fatto la maggioranza assoluta al governo di centro destra a guida Meloni“.

Agostinelli: “Intollerabile l’atteggiamento del PD ne confronti di NdC e Italia Viva”

Agostinelli: “Intollerabile l’atteggiamento del PD ne confronti di NdC e Italia Viva”

Politica

La segreteria provinciale sannita del Pd continua a tagliare i ponti del dialogo con le forze centriste e moderate e non perde occasione per attaccare sia NdC sia Italia viva: quest’atteggiamento sordo e di corto respiro, che stride finanche con le parole di apertura al dialogo del commissario regionale Misiani, è intollerabile“.

Se il Pd decide di fare a meno dell’apporto decisivo di NdC e Iv in Campania lo dica apertamente: certificherebbero un suicidio politico, ma risparmierebbero a noi la fatica di un’intesa che avrebbe diversi angoli da smussare e sarebbe, con grillini e sinistra radicale, comunque molto faticosa sotto il profilo programmatico“, lo dice il segretario provinciale di Ndc Carmine Agostinelli dopo le parole dell’omologo del Pd all’inaugurazione del circolo in valle Telesina.

S’ignorano la storia e l’algebra. La storia dice che la sinistra non è mai bastata a sè stessa e ha vinto solo aprendosi al centro. Ricordiamo l’esperienza prodiana del 2006 e il ruolo determinante che ebbe sul piano elettorale e parlamentare l’allora Udeur. Fu l’ultima volta quella, con Mastella poi nominato Guardasigilli, che il centro-sinistra vinse nelle urne. I semplici conti della lavandaia certificano, inoltre, che il Pd, senza alleati al centro, sarebbe irrilevante in provincia di Benevento e sicuro perdente in Regione Campania. Una cosa è certa: non accetteremo più di donare consenso decisivo sul versante regionale ad una coalizione, ipotetica, di centro-sinistra, mentre nel Sannio i Dem fanno terra bruciata e i vertici provinciali brutalizzano ogni tentativo di dialogo“, conclude Agostinelli.

Italia Viva, ecco la Segreteria Provinciale del Presidente Bepy Izzo

Italia Viva, ecco la Segreteria Provinciale del Presidente Bepy Izzo

Politica

“La presenza del Presidente Regionale Lello Vitiello all’incontro tenutosi poche sere fa per l’ufficializzazione della nuova segreteria provinciale sannita di Italia Viva testimonia il rafforzamento della connessione tra partito e territorio”. Così Bepy Izzo Presidente Provinciale di Italia Viva all’indomani della presentazione della nuova segreteria provinciale.

“Il lavoro fin qui svolto – dichiara Bepy Izzo – ha consentito un primo radicamento del partito che ormai registra iscritti e simpatizzanti in quasi tutti i Comuni della provincia. La fase congressuale inoltre proseguirà nel mese di dicembre quando eleggeremo il Presidente del Comune capoluogo e i referenti di zona. Adesso è il momento di capitalizzare, in termini di nuove adesioni , la forza politica che Italia Viva e ‘ in grado di esprimere , grazie alla leadership nazionale di Matteo Renzi e , a livello locale , grazie al notevole peso di un assessore e ben quattro consiglieri regionali che Italia Viva esprime in Regione Campania.

La nuova Segreteria – prosegue Izzo – è un bel mix di esperienze amministrative e professionali. A tutti loro il mio ringraziamento per aver accettato l’incarico con entusiasmo . La segreteria ‘ avra ‘ il compito di ascoltare le esigenze del nostro territorio e di rappresentarle poi ai nostri esponenti istituzionali , cercando di tradurle in provvedimenti utili al Sannio. Ovviamente – afferma ancora Izzo – si è discusso anche della proposta politica del Centro che, col lavoro di Matteo Renzi e di altri leader nazionali, sta prendendo quota in ore in vista delle elezioni europee del 2024.

Vi è consapevolezza da parte di tutti della necessità di mettere in campo ogni energia possibile. Si avverte l’esigenza di una proposta distante dai sovranismi e dai populismi. Uno spazio politico europeista, popolare e liberale – conclude Bepy Izzo – che il progetto federativo de il Centro si propone di rappresentare e che il prossimo giugno mira al conseguimento di un risultato superiore alle aspettative”. 

Ecco la segreteria provinciale che prevede 12 componenti di cui 2 vice presidenti: 

Lorena Pacelli di San Salvatore Telesino, con delega di Vice Presidente, Promozione turistica , Comunicazione, Tutela e Valorizzazione dei Beni Culturali;  Ornella De Sisto, Assessore del Comune di Airola, con delega alla Vice Presidente, Pianificazione Territoriale , Urbanistica;

Alessandro Di Santo , Sindaco di Castelvenere, Enti Locali e Rapporti Istituzionali; Francesco Gagliardi , già Sindaco di Cerreto Sannita e Consigliere provinciale, Infrastrutture; Pietro Crisci di Montesarchio, Politiche Socio Sanitarie; Pellegrino Cavuoto, Consigliere Comunale di San Leucio del Sannio, Agricoltura; Cinzia Mastantuono di Benevento, Innovazione, Imprese, Energie Rinnovabili; Filippo Gianvito di Benevento, Accesso al Credito, Finanziamenti e Tesoreria; Eva Parzanese di San Nicola Manfredi, Politiche Fiscali , Tributarie e Previdenza Sociale; Vincenzo Del Rosso di Guardia Sanframondi, Sport, attività motorie e impiantistica sportiva; Michele Marucci di Baselice, Aree interne; Lina Mazzarelli di Torrecuso, Politiche per la famiglia.

Italia Viva a congresso. Bepy Izzo candidato unico alla Presidenza Provinciale

Italia Viva a congresso. Bepy Izzo candidato unico alla Presidenza Provinciale

Politica

Si celebrerà domenica 15 ottobre l’election day del primo congresso nazionale di Italia Viva per l’elezione del Presidente nazionale e dei Presidenti regionali e provinciali. Sarà il primo e fondamentale passaggio di democrazia partecipata, che investirà tutti i tesserati di Italia Viva alla data del 30 settembre e che segnerà un punto di avanzamento nella vita del partito.

Dopo una fase costituente, caratterizzata dalla nomina dall’alto delle figure dirigenziali, Italia Viva si strutturerà adesso in forma tradizionale , attraverso il voto degli iscritti.

In provincia di Benevento il seggio congressuale sarà allestito, dalle ore 10.00 alle ore 20.00, presso l’hotel ‘Il Molino’; sarà inoltre possibile esprimere il proprio voto on line attraverso la registrazione sulla piattaforma internet del Partito.

Oltre alla candidatura di Matteo Renzi alla carica di presidente nazionale di Italia Viva, in provincia si registra la candidatura unica, per la carica di Presidente Provinciale, del coordinatore uscente Bepy Izzo. “La candidatura unica – dichiara Bepy Izzo – è motivo di orgoglio personale ma che impone un surplus di impegno nel processo di crescita del partito che sono pronto ad affrontare con entusiasmo. La fase preparatoria al congresso ha confermato una crescita di Italia Viva in termini di iscritti e di adesioni di amministratori.

La Campania è peraltro la regione col numero maggiore di tesserati. Il congresso di Italia Viva – prosegue Izzo – dovrà essere punto di partenza di una proposta politica rinvigorita, aperta, dialogante e pronta ad alzare l’asticella delle proprie ambizioni. Italia Viva – conclude Izzo – sarà promotrice, partendo dal centro, della costruzione di un’alternativa riformista, liberale, garantista ed europeista che saprà contrapporsi agli schieramenti populisti e conservatori che stanno facendo regredire il Paese e l’Europa”.

Il sannita Bepy Izzo alla festa di Italia Viva

Il sannita Bepy Izzo alla festa di Italia Viva

Politica

Con l’intervento di Matteo Renzi alla prima festa nazionale di Italia Viva tenutasi al Castello di Santa Marinella (RM), è stata ufficialmente lanciata la sfida del Centro in vista delle prossime elezioni europee.

“Sono state giornate molto partecipate e caratterizzate da un grande entusiasmo – dichiara il coordinatore provinciale di Italia Viva Bepy Izzo intervenuto alla festa nazionale di IV. – La sfida lanciata da Matteo Renzi – continua Izzo – è ambiziosa e mira a raccogliere in un unico contenitore di Centro le forze riformiste, moderate e liberali del Paese.

Oltre alle tradizionali posizioni moderate – prosegue Izzo- occorre mettere al Centro dell’agenda politica sfide moderne e riformiste indicate da Matteo Renzi come la partecipazione agli utili dei lavoratori, un piano di investimenti poderoso in tema di ricerca scientifica e nuovi studi sulle malattie genetiche, un sistema fiscale più snello e una giustizia giusta e garantista.

Le prossime elezioni europee saranno un appuntamento importantissimo. Tra un campo largo assoggettato alle posizioni populiste dei 5 Stelle e una destra sovranista che in Italia si sta caratterizzando più che altro per la grande massa di promesse elettorali mancate.

C’è uno spazio al Centro che deve essere valorizzato – conclude Bepy Izzo – per realizzare le riforme di cui il Paese ha bisogno. La sfida di Italia Viva apertissima e pronta al dialogo con le altre forze riformiste, moderate e liberali che vorranno esserci è tutta qui”.

Bepy Izzo (IV): “Oblio oncologico, una battaglia di civiltà che non si può perdere”

Bepy Izzo (IV): “Oblio oncologico, una battaglia di civiltà che non si può perdere”

Politica

Eliminare ogni ostacolo burocratico e legislativo che impedisce ad una persona guarita da tumore il ritorno ad una vita normale e con pari opportunità .

Questa è la finalità della proposta di legge sull’oblio oncologico a prima firma dell’on. Maria Elena Boschi, presentata ieri nelle sale del Consiglio Regionale e supportata da una mozione presentata dal gruppo regionale di Italia Viva, votata all’unanimità dal consiglio regionale.

Si tratta di un’iniziativa di grande civiltà su un tema molto sentito, che purtroppo tocca tanti cittadini e tante famiglie da vicino – afferma il coordinatore provinciale di Italia Viva Bepy Izzo intervenuto ieri all’iniziativa promossa dal Gruppo consiliare renziano – Una persona che ha superato un duro percorso di cura ha il pieno diritto ad avere opportunità uguali agli altri e non deve incontrare ostacoli ad esempio nella sottoscrizione di un finanziamento, di una polizza assicurativa o nell’avviare un procedimento di adozione. La proposta di legge mira a nascondere a chiunque il passato sanitario di una persona guarita e a garantirgli pari opportunità. Ringraziamo l’on. Boschi, il Gruppo Consiliare di Italia Viva e il Consiglio Regionale tutto per la sensibilità dimostrata – conclude Izzo – auspicando una rapida approvazione della proposta forte anche del supporto di una filiera istituzionale che ci fa essere ottimisti sull’esito finale del procedimento legislativo“.

Riduzione liste di attesa per le riabilitazioni intensive. Italia Viva in campo

Riduzione liste di attesa per le riabilitazioni intensive. Italia Viva in campo

Politica

“Bisogna ridurre al più presto lo squilibrio esistente tra disponibilità di posti letto delle riabilitazioni intensive, che riguardano delicati percorsi di ripresa dopo patologie fortemente invalidanti, e le richieste formulate dai cittadini campani per accedere a questi servizi.

Tale situazione è causa di lunghe liste d’attesa, di ricoveri impropri e di una migrazione dei pazienti verso altre regioni con un conseguenti disagi per i pazienti e per le loro famiglie”.

Questa la sintesi dell’ interrogazione presentata in Consiglio Regionale della Campania da parte del gruppo consiliare di Italia Viva.

“Per rispondere tempestivamente a questa esigenza è possibile implementare, da subito, i posti letto che sono stati già inseriti nella programmazione del fabbisogno regionale, anche attraverso l’implementazione dei posti riconosciuti alle strutture che già operano in questo settore o individuarne altre”.

Lo ha dichiarato Tommaso Pellegrino, Capogruppo di Italia Viva, nel corso del Question Time in Consiglio Regionale dove è stata illustrata l’interrogazione.

“Nel Piano regionale sono stati programmati 150 posti letto in codice 75 per l’alta specialità riabilitativa distribuiti per macroaree – ha aggiunto Pellegrino – ma ad oggi ne risultano operativi poco più del 50%.

Inoltre non è definita una tariffa uniforme per tutte le strutture che svolgono tale attività in grado di coprire i costi di gestione sostenuti per la cura dei pazienti. Conoscendo l’attenzione e la sensibilità del Presidente De Luca su tali argomenti, sono certo che a breve si arriverà al superamento di tali carenze”.

Ed in merito a questa situazione è intervenuto  il Coordinatore provinciale di IV Bepy Izzo: “Si conferma ancora una volta l’attenzione per tematiche importanti, specialmente per il sistema sanitario delle nostre aree interne, da parte del gruppo di Italia Viva in Regione Campania -dichiara Izzo – e non a caso IV è uno dei gruppi politici regionali più produttivi, su scala nazionale, per numero di proposte di legge e altre iniziative consiliari di notevole importanza.

Come coordinamento della provincia di Benevento – conclude Bepy Izzo –  plaudiamo all’iniziativa e ringraziamo il Capogruppo Tommaso Pellegrino e i consiglieri tutti  per l’attenzione prestata su un tema di stretta attualità e di notevole importanza per le famiglie che devono accompagnare un proprio caro nel percorso riabilitativo”.

Bepy Izzo: “Tesseramento Italia Viva 2023 , amministratori al centro”

Bepy Izzo: “Tesseramento Italia Viva 2023 , amministratori al centro”

Politica

“Si è dato avvio in questi giorni, simbolicamente coincidenti con quelli della caduta del governo Conte e l’arrivo di Mario Draghi, alla campagna di tesseramento di Italia Viva per l’anno 2023”.

Così Bepy Izzo, Coordinatore Provinciale di Italia Viva sull’inizio del tesseramento. “Si gettano le basi per la costruzione del progetto, già annunciato, del partito unico che, in vista delle elezioni Europee nel 2024, dovrà avere una denominazione più accattivante di quella di “Terzo Polo” – continua Izzo – e l’ambizione di mettere insieme non solo Italia Viva ed Azione, ma anche le altre forze riformiste e liberali che si riconoscono nella famiglia europea di RenewEurope.

Il tesseramento 2023 è dedicato alla parola SCELTA, acronimo di temi fondamentali della proposta politica di Italia Viva quali Salute, Cultura, Europa, Lavoro, Territorio e Avvenire – spiega ancora il coordinatore sannita – e vede al centro, assieme ai parlamentari nazionali e regionali di Italia Viva, gli amministratori locali. A questo proposito – dichiara il coordinatore provinciale Izzo – plaudiamo alla nomina di Ciro Bonajuto, Sindaco di Ercolano e Alessia Cappello, Assessore comunale a Milano a portavoci nazionali di Italia Viva. Queste nomine, prosegue Izzo,  dimostrano per Italia Viva la strategicità del ruolo rivestito dagli amministratori quale istituzione politica più vicina alle istanze della cittadinanza e, d’altro canto, la necessità di mettere le competenze di Sindaci, Assessori e Consiglieri comunali al centro di un progetto politico che ha l’ambizione di essere vincente al prossimo appuntamento elettorale delle Europee 2024.

Oltre alle modalità di iscrizione on line sul sito Italiaviva.it – conclude Izzo – sarà possibile sottoscrivere la tessera 2023 sui moduli cartacei che saranno sempre disponibili agli incontri e alle iniziative di partito che terremo su tutto il territorio provinciale in questo 2023”.