Play-off Serie C, Primo Turno dei Gironi: ok Taranto, Picerno e Cerignola. Fuori il Gubbio

Play-off Serie C, Primo Turno dei Gironi: ok Taranto, Picerno e Cerignola. Fuori il Gubbio

Calcio

Questa sera sono cominciati i play-off della Serie C 2023-24, con il Primo Turno dei Gironi che ha visto impegnate le squadre dei tre raggruppamenti che hanno terminato la regular season tra la quinta e la decima posizione (nell’ordine: 5°vs10°, 6°vs9°, 7°vs8°). Ecco, dunque, i risultati e i verdetti di questo primo turno degli spareggi promozione.

Accedono al Secondo Turno dei Gironi, dove si aggiungeranno le quarte classificate Triestina, Perugia e Casertana, in ordine di raggruppamento: A) AtalantaU23, Legnago Salus, Giana Erminio; B) Rimini, Pescara, Juventus Next Gen; C) Taranto, Picerno, Audace Cerignola. Definiti, conseguentemente, anche gli accoppiamenti: Triestina-Giana Erminio e AtalantaU23-Legnago Salus per il girone A, Perugia-Rimini Pescara-Juventus Next Gen per il girone B, Casertana-Audace Cerignola e Taranto-Picerno per il girone C.

GIRONE A. AtalantaU23-Trento 3-1: 6° Spalluto (T), 14° Cissé (AU23), 48° Bonfanti (AU23), 82° Jimenez (AU23).

Legnago Salus-Lumezzane 1-0: Svidercoschi (LS).

Giana Erminio-Pro Vercelli 3-0: 6° Fall (GE), 10° Marotta (GE), 72° Fall (GE).

GIRONE B. Gubbio-Rimini 0-1: Cernigoi (R).

Pescara-Pontedera 2-2: 4° Milani (PE, autogol), 35° Cuppone (PE), 38° Cuppone (PE), 67° Delpupo (PO).

Juventus Next Gen-Arezzo 2-0: 72° Savona (JNG), 90+9° Damiani (JNG).

GIRONE C. Taranto-Latina 0-0: /.

Picerno-Crotone 2-0: 22° Esposito (P), 90+7° D’Agostino (P).

Audace Cerignola-Giugliano 1-1: 27° D’Andrea (AC), 39° Salvemini (G).

Foto: Profilo Facebook AZ Picerno

Benevento, Nardi: “Contro il Latina vittoria importante, siamo sereni perché mentalizzati verso l’obiettivo”

Benevento, Nardi: “Contro il Latina vittoria importante, siamo sereni perché mentalizzati verso l’obiettivo”

Benevento CalcioCalcio

Il centrocampista del Benevento, protagonista dell’ennesima ottima prova domenica sera nel poker rifilato al Latina, è stato ospite della trasmissione OttoGol in onda su OttoChannel.

Queste, quindi, le parole di Filippo Nardi:

SUL POKER CONTRO IL LATINA DOPO LA SCONFITTA CONTRO L’AVELLINO: “Perdere un derby lascia sempre un po’ di rammarico, la settimana è stata un po’ più complicata del solito ma siamo una buonissima squadra con giocatori esperti e l’abbiamo affrontata nel modo giusto, col giusto entusiasmo. Siamo riusciti a ottenere i tre punti, come si vede dal risultato, erano davvero molto importanti“.

SULL’IMPORTANZA DI LANINI: “Lanini ci toglie qualche problema, sappiamo che in C le partite sono molto combattute e l’avversario si chiude in difesa: fare il primo gol è sempre un problema. Lui ultimamente nelle partite che ha giocato ci ha sempre dato una grossa mano sotto questo aspetto, sbloccando la partita giochiamo meglio e siamo più in fiducia. Nelle ultime tre partite in cui non abbiamo fatto risultati positivi c’è mancato il gol, con l’Avellino poteva arrivare con Perlingieri e Pinato ma non abbiamo sfruttato le occasioni e siamo stati puniti. Lanini sotto questo punto di vista ci aiuta molto“.

SUI DETTAMI DI MISTER AUTERI: “Il Mister è un po’ particolare, quest’anno mi sono arrivate indicazioni un po’ diverse. Non vuole le classiche e tradizionali marcature, vuole insegnare il concetto di andare avanti a pressare l’uomo. Il Mister spesso nei video ci ferma e ci dice che dobbiamo andare più avanti, verso l’uomo, nonostante magari prima ci hanno insegnato a coprire una zona: dice che così riusciamo a essere più aggressivi. Questi sono concetti nuovi che possono anche essere una sorpresa. Alla fine sono cose semplici, ci ho messo poco a capirle e anzi, avendo un po’ di esperienza anche in questo campionato, non sono state troppo complicate“.

SUI SUOI POCHI INSERIMENTI IN AREA: “I trequarti hanno tanta libertà nel nostro modulo, possono andare in profondità o venire incontro. Quando vengono incontro prendono lo spazio della mezz’ala, quindi le possibilità d’inserimento sono minori“.

SULLA SERENITA’ E SULL’ASSORTIMENTO DEL GRUPPO: “Ogni giorno in allenamento si scherza come se fossimo amici da una vita. Ferrante soprattutto, vive nel modo giusto la situazione in cui era e spero che con il gol l’abbia risolta. L’ha vissuta da professionista, sempre col sorriso e scherzando con noi, portando la giusta positività nel gruppo e nascondendo il fatto che sotto sotto soffrisse e ci stesse male. Sono contento per lui, tutti noi compagni eravamo felicissimi. Ero contento anche per il ritorno al gol di Lanini, che all’inizio aveva sbagliato un gol sottoporta. Ferrante è simpaticissimo, anche Ciano scherza sempre. Lanini può sembrare una persona seria, ma non lo è (ride, ndr) e fa battute terribili. Io non sono uno di tantissime parole, ma scherzo anche io. L’altro taciturno direi Kubica, ma anche lui scherza tantissimo: siamo un ottimo gruppo, la viviamo molto bene. Siamo usciti bene dalle ultime partite anche perché siamo mentalizzati verso l’obiettivo e abbiamo l’esperienza giusta per capire che la negatività porta solo altre cose negative mentre essere sereni rende tutto più semplice. Questa positività ci ha dato quel dettaglio, quel metro in più per vincere la partita. Anche Auteri è uno scherza“.

SU MASCIANGELO: “Contro il Latina è stato importante, diverso dalle scorse partite. E’ riuscito a dare qualcosa in più alla squadra, ha conquistato la punizione trasformata da Lanini e ha fatto assist, ma anche nei momenti di possesso palla più complicati è riuscito a sfuggire alle marcature e fare quello che fanno i quinti di Serie A. Ha fatto una buona partita sia dal punto di vista fisico sia tecnico, ha dato una grande contribuito alla squadra. Cerco sempre di aiutarlo nel migliore dei modi, ha avuto un momento difficile ma ora ha ripreso continuità e ora sarà importante mantenere la prestazione. So che può farlo, mi aspetto un’ottima prestazione anche contro il Catania“.

SU TALIA: “Talia è dinamico, dà una mano in costruzione. Può anche sostituirmi, forse è quello che si avvicina maggiormente alle mie caratteristiche. Noi siamo più mezz’ali quindi andiamo alla ricerca dello spazio avanti per creare qualcosa anche offensivamente e non solo difensivamente. Ho compiti difensivi e gestione della palla, ma cerco anche di andare in avanti“.

SULLA CORSA AL SECONDO POSTO E SULL’ULTIMA GARA CONTRO IL CATANIA: “Il mio pensiero è che tanto i play-off si devono fare, alla fine arrivi secondo o terzo…c’era il rischio anche del quarto posto, quello mi avrebbe dato fastidio. Io cerco di dare il massimo in ogni partita, anche se non c’è niente per cui giocare, per costruire la mentalità giusta e importante. Io darò tutto me stesso, come sono sicuro che farà tutta la squadra. Metteremo in campo il 100% senza pensare al secondo-terzo posto, ovviamente con l’obiettivo di vincere“.

SUL RAPPORTO CON I TIFOSI: “Il tifo è una delle cose più importanti per un giocatore, ti fa vivere il momento con emozione e presenza. Il fatto di avere gente che ti guarda è stimolante, non puoi fare una partita brutta se c’è tanta gente che ti guarda e ti acclama. Il fatto che ci siamo riavvicinati ai tifosi è più che positivo, è molto bello: personalmente ne sono molto contento. Per i tifosi tifare una squadra è una cosa bellissima, è un bel momento anche per loro, ma anche per i giocatori è importantissimo“.

SULLA PROMOZIONE IN SERIE A DEL BENEVENTO CALCIO 5: “E’ stato molto bello, non c’era mai stata una Promozione in A1 ed è stato bello vedere la gioia della gente“.

Foto: Screen OttoChannel

Benevento, nessuna sosta dopo il poker al Latina: ripresa con il Catania nel mirino

Benevento, nessuna sosta dopo il poker al Latina: ripresa con il Catania nel mirino

Benevento CalcioCalcio

Il Benevento è tornato subito al lavoro, dopo il successo di ieri sera contro il Latina per 4-0, per preparare la prossima trasferta contro il Catania, in programma sabato 27 aprile alle 18:30. Questa mattina, presso l’Antistadio Carmelo Imbriani, per chi non ha preso parte al poker di ieri al Vigorito l’allenamento di ripresa è stato caratterizzato da attivazione, esercitazioni sulla parte tecnica, lavoro di tipo intermittente e scarico finale. 

La preparazione della Strega in vista della trasferta del Cibali-Massimino, ultima gara della regular season 2023-24, proseguirà domani pomeriggio. Alle 15:30, infatti, i tifosi giallorossi avranno la possibilità di carica la squadra di Mister Auteri in vista della trasferta siciliana, che potrebbe valere il secondo posto nel girone C in caso di vittoria sannita all’ombra dell’Etna e di non-successo dell’Avellino, che sfiderà in casa il Crotone.

E’ già stata fissata, inoltre, la conferenza stampa del tecnico di Floridia nel pre-Catania. L’allenatore del Benevento parlerà dalla sala stampa del Ciro Vigorito giovedì 25 aprile alle ore 13, più di 48ore prima della sfida contro gli Elefanti. Lato campo c’è attesa per le condizioni di Lanini, uscito stremato e con un fastidio alla caviglia ieri sera contro il Latina che però a detta del numero 90 non sembra destare eccessiva preoccupazione, e Improta, che ha saltato anche la gara contro i pontini per la distorsione alla caviglia patita due settimane fa contro la Juve Stabia.

Benevento, domani pomeriggio allenamento a porte aperte all’Antistadio

Benevento, domani pomeriggio allenamento a porte aperte all’Antistadio

Benevento CalcioCalcio

Il Benevento Calcio ha comunicato che la sessione pomeridiana di allenamento in programma domani, martedì 23 aprile, sarà aperta al pubblico.

I tifosi della Strega, dopo la vittoria per 4-0 del Ciro Vigorito nella sfida di ieri sera contro il Latina, potranno assistere alla seduta dei ragazzi di Mister Auteri in vista dell’ultima gara della regular season contro il Catania, in programma sabato 27 aprile alle 18:30 al Cibali-Massiminoo e valida per la 38esima giornata del girone C della Serie C 2023-24.

L’appuntamento per sostenere i giallorossi a pochi giorni dal delicato match della diciannovesima e ultima giornata del girone di ritorno è quindi domani, martedì 23 aprile, alle 15:30, presso l’Antistadio Carmelo Imbriani. Di seguito il comunicato del club di via Santa Colomba:

Il Benevento Calcio comunica che domani, martedì 23 aprile p.v., sarà possibile assistere dagli spalti dell’Antistadio “Carmelo Imbriani” alla seduta pomeridiana dei giallorossi in programma alle ore 15:30″. 

Benevento-Latina 4-0, le pagelle dei giallorossi

Benevento-Latina 4-0, le pagelle dei giallorossi

Benevento CalcioCalcio

Il Benevento vince e convince 4-0 la sfida della 37esima giornata al Ciro Vigorito contro il Latina, facendo registrare il ritorno alla vittoria dopo più di un mese condito da due sconfitte e due pareggi. Per la Strega di Mister Auteri si tratta di uno sprint anche in ottica classifica: i giallorossi infatti salgono a quota 66, terzi a pari punti con l’Avellino secondo: l’ultimo match della regular season 2023-24 contro il Catania sarà decisivo per la lotta al secondo posto, oltre alla contemporanea sfida dei biancoverdi contro il Crotone. Seguono la Casertana e il Taranto a 62.

Dopo un avvio di gara equilibrato e vivace, con occasioni da una parte e dall’altra fin dai primi minuti, la Strega passa in vantaggio allo scoccare del 31esimo: direttamente da punizione e da posizione defilatissima, una prodezza balistica del rientrante Lanini porta sull’1-0 i giallorossi. I padroni di casa provano subito a trovare la via del raddoppio per ipotecare la vittoria, ma gli ospiti non si fanno intimorire e provano ad impensierire Paleari con discreti risultati lasciando però spazio ai contropiedi avversari. Il secondo tempo comincia sulla falsa riga di come si era conclusa la prima frazione e, al 31esimo anche della ripresa, il neo-entrato Bolsius sfrutta al meglio un bel filtrante di Masciangelo per battere il portiere neroazzurro Guadagno sotto le gambe. Quattro minuti dopo, all’80esimo, Ciano tocca il suo primo pallone dell’incontro dalla lunetta del calcio d’angolo e lo serve perfettamente a Ferrante che, dopo aver vinto il duello aereo con De Santis, riesce a insaccare per il tris e a tornare il gol dopo cinque mesi (primo gol dell’era Auteri per El Tigre). Non è finita qui: in pieno recupero, infatti, Ciano conquista e trasforma un calcio di rigore per fallo di Vona fissando il 4-0 dei sanniti contro i pontini.

Paleari 6: Risponde presente sul colpo di testa da distanza ravvicinata di D’Orazio al terzo minuto, si fa trovare attento quando chiamato in causa dalle conclusioni dei neroazzurri. Un po’ titubante nelle uscite, rischia comunque poco facendo registrare il 16esimo clean-sheet stagionale.

Berra 6: E’ il meno brillante del terzetto difensivo tanto è vero che il Latina attacca soprattutto sulla fascia destra, la sua, ma risulta comunque efficace negli anticipi e in fase di costruzione. Il giallo di inizio ripresa avrebbe potuto condizionarne la gara, ma così non è in virtù anche della caratura dell’avversario.

Capellini 6,5: Annulla Mastroianni, riferimento offensivo dei pontini, offrendo una prestazione preziosa sia in fase difensiva, dove legge bene molte situazioni, sia in fase di costruzione, dove al netto di qualche “leggerezza” guida la retroguardia giallorossa.

Pastina 6,5: Il “caso calcioscommesse” che lo aveva visto nuovamente protagonista nei giorni scorsi ne avrebbe potuto condizionare il rendimento in campo, ma non è affatto così. Ennesima buona gara del difensore di Battipaglia, che sfrutta al meglio le sue qualità per arginare le (poche) incursioni pontine.

Simonetti 5,5: Il meno brillante del Benevento nel poker contro il Latina, poco coinvolto in fase offensiva. Nel finale ha l’occasione per calare il poker o fornire un comodo tap-in al neo-entrato Starita, ma non la sfrutta a dovere. Altra prestazione, seppur a tratti positiva, non pienamente convince sull’out di destra.

Nardi 6,5: E’ il motore della Strega, ormai lo conosciamo bene, e in quanto tale magari non è sempre appariscente pur risultando praticamente sempre efficace. Il manifesto delle sue caratteristiche è al 75esimo, quando ripiega verso l’area giallorossa a chiudere sulla possibile conclusione di Mastroianni.

Talia 6,5: Si conferma in un momento di forma ottimale e, probabilmente, a oggi è il miglior partner che ci possa essere per Nardi. Abbina la classica corsa e aggressività alla qualità in fase di palleggio, soprattutto nel ripulire palloni più o meno pericolosi dalla trequarti difensiva in avanti. Innesca anche il contropiede del tris.

Masciangelo 6,5: Tutt’altra prestazione rispetto a quella offerta lunedì scorso contro l’Avellino, seppur non convincente al 100%. Conquista la punizione dell’1-0 e, nel secondo tempo, offre un cioccolatino solo da scartare a Bolsius per il raddoppio. Bene in fase offensiva, poco impiegato in zona difensiva a causa di un “innocuo” Paganini. Dal 35’s.t. Viscardi S.V.: Torna in campo per poco più di 10 minuti con la partita già indirizzata e che, dopo pochi secondi dal suo ingresso in campo, sarebbe stata definitivamente chiusa dal colpo di testa di Ferrante.

Pinato 6: Schierato nuovamente trequartista, è chiamato a fare da collante tra centrocampo, dove è spesso costretto ad arretrare, e attacco, dove invece arriva spesso in riserva di energia e lucidità. La sua firma sull’incontro è il passaggio in verticale per Lanini, non sfruttato da un comprensibilmente esausto 90 giallorosso. Dal 35’s.t. Ciano 7: Il suo primo pallone toccato, da corner, diventa un assist al bacio per il colpo di testa di Ferrante. Successivamente serve bene anche Simonetti, che però spreca al 90esimo, mentre in pieno recupero conquista e trasforma il calcio di rigore del poker. Sembra essersi ripreso, il che sarebbe più che un lieto evento per la Strega.

Lanini 7: E’ tornato in campo e, con lui, anche il Benevento al gol. Dopo un errore clamoroso al quinto minuto da due passi, sblocca il match contro il Latina con una prodezza balistica in una fase nevralgica dell’incontro e si fa vedere spesso in profondità sfruttando gli spazi creati con l’aiuto di Ferrante. Esce, esausto, poco dopo l’ora di gioco per infortunio: la speranza e, anzi, la sensazione, è che non si tratti di nulla di grave. Dal 25’s.t. Bolsius 7: Appena sei minuti dopo il suo ingresso in campo è bravissimo ad attaccare lo spazio e a sfruttare il filtrante perfetto di Masciangelo per il momentaneo raddoppio, tornando al gol dopo 55 giorni. Nel finale, complice la condizione ideale per le sue caratteristiche con le squadre lunghe, si dimostra una spina nel fianco per la difesa neroazzurra.

Ferrante 7: Dopo un periodo buio pesto, tornare al gol a cinque mesi dall’ultima volta a coronamento di una grande prestazione a servizio della squadra è la miglior alba che possa esserci. Tanto lavoro sporco per favorire l’attacco alla profondità di Lanini ma anche qualche conclusione insidiosa che, fino a qualche giorno fa, lo avrebbe gettato nello sconforto. Dal 43’s.t. Starita S.V.: Pochissimi minuti in campo per l’ex Monopoli, subentrato nel finale a uno stremato Ferrante. Giusto il tempo per arrabbiarsi con Simonetti per un’azione non sfruttata, niente di più.

Auteri 7: Il “suo” Benevento torna a vincere e convincere con un netto 4-0 contro un Latina tutt’altro che rinunciatario, seppur poco efficace in zona offensiva. Premiate le scelte iniziali con la coppia Lanini-Ferrante in avanti, entrambi in gol, viene omaggiato anche dalle reti e dalle buone prestazioni dei subentrati Bolsius e Ciano. La Strega blinda il terzo posto in ottica play-off e, con un successo contro il Catania nell’ultimo turno e una contemporanea non-vittoria dell’Avellino contro il Crotone, potrebbe addirittura festeggiare una seconda posizione che, lunedì scorso, sembrava irraggiungibile. Se gioca così, però, questa squadra può davvero fare male a chiunque.

Foto: Screen YouTube Lega Pro

Benevento – Latina 4-0 | Gli Highlights

Benevento – Latina 4-0 | Gli Highlights

Benevento CalcioCalcio

Dopo la sconfitta dell’ultimo turno contro l’Avellino, il Benevento di Mister Auteri torna a vincere dopo più di un mese (16 marzo, in trasferta contro il Giugliano) e lo fa al Ciro Vigorito contro il Latina nel sunday-night valido per la 37esima giornata del girone C della Serie C 2023-24, nell’ultima sfida casalinga della regular season.

Dopo un avvio di gara equilibrato e vivace, con occasioni da una parte e dall’altra fin dai primi minuti, la Strega passa in vantaggio allo scoccare del 31esimo: direttamente da punizione e da posizione defilatissima, una prodezza balistica del rientrante Lanini porta sull’1-0 i giallorossi. I padroni di casa provano subito a trovare la via del raddoppio per ipotecare la vittoria, ma gli ospiti non si fanno intimorire e provano ad impensierire Paleari con discreti risultati lasciando però spazio ai contropiedi avversari. Il secondo tempo comincia sulla falsa riga di come si era conclusa la prima frazione e, al 31esimo anche della ripresa, il neo-entrato Bolsius sfrutta al meglio un bel filtrante di Masciangelo per battere il portiere neroazzurro Guadagno sotto le gambe. Quattro minuti dopo, all’80esimo, Ciano tocca il suo primo pallone dell’incontro dalla lunetta del calcio d’angolo e lo serve perfettamente a Ferrante che, dopo aver vinto il duello aereo con De Santis, riesce a insaccare per il tris e a tornare il gol dopo cinque mesi (primo gol dell’era Auteri per El Tigre). Non è finita qui: in pieno recupero, infatti, Ciano conquista e trasforma un calcio di rigore per fallo di Vona fissando il 4-0 dei sanniti contro i pontini.

Il Benevento, dunque, vince tra le mura amiche e, complice la contemporanea sconfitta dell’Avellino contro il Taranto, raggiunge i biancoverdi a quota 66 punti in classifica e blinda matematicamente il terzo posto. I giallorossi torneranno in campo, come tutte le altre squadre del girone C, sabato 27 aprile alle ore 18:30, nell’ultima sfida interna della regular season contro il Catania al Cibali-Massimino: in caso di vittoria sannita e di pareggio o sconfitta interna degli irpini contro il Crotone, sarebbe secondo posto per i ragazzi di Mister Auteri. Seguono, tornando alla classifica, la Casertana e il Taranto a 62.

Di seguito gli Highlights del match.

Foto: Screen YouTube Lega Pro

Latina, Fontana: “Nonostante il passivo ho visto una squadra che ha cercato di giocare a calcio”

Latina, Fontana: “Nonostante il passivo ho visto una squadra che ha cercato di giocare a calcio”

Benevento CalcioCalcio

L’allenatore del Latina ha analizzato così, dalla sala stampa del Ciro Vigorito, la sconfitta per 4-0 di questa sera contro il Benevento.

Questa, quindi, l’analisi di Gaetano Fontana al termine della sfida tra giallorossi e neroazzurri:

SULLA SCONFITTA CONTRO IL BENEVENTO: “Quando perdi 4-0 la sconfitta non è in discussione, ma nel primo tempo abbiamo subito gol sull’unico tiro in porta da calcio piazzato e non abbiamo sfruttato alcune occasioni che abbiamo avuto. Quando poi concedi campo a una squadra come il Benevento nell’intento di recuperare la partita perché in quel momento ci sentivamo feriti in una gara dove a livello di espressione di gioco non eravamo secondi al Benevento… E’ un risultato troppo netto per quello che è stata la partita, ma ce lo teniamo e dobbiamo ragionare anche su come è avvenuto visto che abbiamo fatto una gara anche positiva“.

SULL’IMPEGNO DELLA SQUADRA E SULL’ULTIMA GARA DI CAMPIONATO: “Quando si perde non è mai bello, ma nonostante il passivo ho visto una squadra che ha cercato di giocare a calcio e di proporre. Purtroppo non siamo riusciti a fare gol prima del gol loro, anche dopo l’1-0 la squadra ha provato a rimediare. Stanno capitando situazioni che diventano di difficile gestione durante la gara, ma dal punto di vista dell’impegno non posso dire nulla ai ragazzi. Ci siamo presentati con grande emergenza, abbiamo dovuto modificare anche il nostro assetto iniziale per cercare di rimediare ad alcune mancanze, ma questo è il momento. L’ultima partita sarà in casa e dobbiamo andare a prenderci quello che ci spetta perché lo abbiamo meritato fino a questo momento, quantomeno partecipare alla fase iniziale dei play-off, poi vedremo quello che accade: ma lo dobbiamo conquistare noi in campo“.

SULL’INGRESSO E SULL’USCITA DI DEL SOLE: “Non stava rispondendo a quelle che erano state le consegne, come qualsiasi altro giocatore se non risponde in maniera adeguata viene sostituito. Non c’è nessun caso, la partita ha detto questo e lui probabilmente ha fatto fatica a entrare in gara in un momento in cui le sue qualità e la sua gamba potevano essere decisive e determinanti“.

SUL 4-3-3 INIZIALE: “Un po’ dietro eravamo numericamente ridotti all’osso, un po’ pensavamo che inizialmente avrebbe faticato a giocare contro i tre centrocampisti. Infatti poi Pinato è stato portato davanti al nostro play. I ragazzi hanno interpretato bene, sia nella prima sia nella seconda parte nonostante ci fossimo aperti e concessi e poi subisci in maniera a mio avviso anche eccessiva. Ci sarebbe da discutere tanto su tante cose, anche il rigore è stato troppo troppo generoso…quando perdi 4-0 però devi solo fare mea culpa e analizzare le cose nel limite dell’obiettività, ma cose strane e assurde nella gestione della partita ci sono state“.

SUL POSSIBILE SETTIMO POSTO: “Dobbiamo cercare fino alla fine di conquistarlo, non ho visto una squadra arrendevole ma che cercava di fare calcio per il tipo di partita. Il risultato determina i giudizi della gara, ma se devo analizzare obiettivamente la partita ho visto una squadra in palla che ha cercato di fare gioco e si è presentata più volte nell’area avversaria. Non sono allarmato perché vedo la squadra che sta bene e produce, ma dobbiamo limitare e limare alcuni errori: abbiamo subito gol da errori nostri, non perché c’è stata un’azione che ci abbia destabilizzato da parte del Benevento. Questi sono i dettagli che fanno la differenza, per questo dico che a volte consegnamo le partite per nostri demeriti“.

Foto: Screen Profilo YouTube Latina Calcio 1932 TV

Benevento, Lanini: “Sono sicuro che non sia nulla di grave, volevo esserci a tutti i costi”

Benevento, Lanini: “Sono sicuro che non sia nulla di grave, volevo esserci a tutti i costi”

Benevento CalcioCalcio

L’attaccante del Benevento, tornato in campo questa sera dopo l’infortunio di qualche settimana fa e autore del gol del momentaneo 1-0 contro il Latina (4-0 il finale) con una prodezza balistica direttamente da punizione, ha commentato così il successo di questa sera e le sue condizioni.

Eric Lanini infatti, uscito anzitempo dal rettangolo verde del Vigorito, ha commentato così a OttoChannel le situazioni sopra citate e non solo:

SULLA SUA USCITA DAL CAMPO PER INFORTUNIO: “Ho voluto esserci a tutti i costi per questa partita, anche se magari non ero al 100%. Nel lungo andare ho cominciato ad accusare lo stress della caviglia, sull’ultimo allungo ho sentito un po’ di fastidio ma sono sicuro che non sia nulla di grave. Avevo preso degli antidolorifici forti, aspettiamo che svanisca l’effetto ma sono sicuro non sia nulla di grave“.

SUL RITORNO IN CAMPO E SUL GOL: “Per me era importante, era un mesetto che non giocavo e avevo tanta voglia di tornare perché vedere le partite da fuori non è mai facile. Sono riuscito a trovare un bel gol, che ha indirizzato la partita, ed è stato importante per me e per la squadra. Ho subito trovato il feeling, mi dà consapevolezza per l’ultima gara di campionato e per i play-off“.

SUL LEGAME CON FERRANTE: “Mi ci trovo benissimo, le mie caratteristiche magari si sposano bene con le sue. Fa tanto lavoro sporco per il reparto, posso usare gli spazi che lui crea e viceversa. Si è sempre allenato bene, è una persona importante nello spogliatoio ed è sempre col sorriso. So quanto è bello e importante per un attaccante ritrovare il gol, per questo sono corso con la squadra ad abbracciarlo. Abbiamo un reparto offensivo con cui mi trovo molto bene, il Mister dovrà scegliere chi far giocare anche in base alle esigenze tattiche per far male all’avversario“.

SU FERRANTE E PINATO: “Ferrante ha fatto una grande partita, quando vai in vantaggio serve un attaccante che tenga su la squadra e lui oggi lo ha fatto davvero bene: io su questo devo ancora lavorare. Pinato è forte tecnicamente, basta saper fare i movimenti giusti e alla fine la palla ti arriva. Sono sicuro che se fossi stato un po’ meglio, in 2-3 occasioni che mi sono state offerte dai miei compagni, avrei potuto fare qualcosa in più“.

SULLA VITTORIA DI QUESTA SERA E SULL’ULTIMA GARA CONTRO IL CATANIA: “Questa vittoria ci fa ritrovare consapevolezza e fiducia, sono importante. L’ultima gara contro il Catania sarà importante in vista dei play-off, come preparazione e anche perché potrebbe determinare il nostro posizionamento in classifica“.

SUL SUO RUOLO PREFERITO NEL TRIDENTE OFFENSIVO: “Cerco di capire gli avversari, gli spazi, poi provo a sfruttare al meglio le mie caratteristiche per incidere sulla partita. Oggi sono partito un po’ più esterno quindi magari riuscivo a sfruttare meglio l’attacco alla profondità, la velocità o il rientro in dribbling. Sono caratteristiche che mi piacciono, cerco di adattarmi al meglio alla partita perché l’importante è dare sempre il proprio contributo e se faccio quello sono soddisfatto. Mi sono trovato bene punta centrale, ma anche oggi“.

Foto: Screen OttoChannel

Benevento, Ferrante: “Felicissimo per gol, vittoria e prestazione: a Catania per vincere”

Benevento, Ferrante: “Felicissimo per gol, vittoria e prestazione: a Catania per vincere”

Benevento CalcioCalcio

L’attaccante del Benevento, tornato al gol dopo praticamente cinque mesi, ha rilasciato alcune dichiarazioni al termine del successo per 4-0 contro il Latina al Vigorito.

Queste, dunque, le parole di Alexis Ferrante, che questa sera ha siglato il suo primo gol dell’era Auteri, ai microfoni di OttoChannel:

SUL RITORNO AL GOL: “Sono felicissimo per il gol, per la vittoria e per la prestazione che abbiamo fatto tutti e che ho fatto anche io. Mi serviva, sono contento che il gol sia arrivato in casa. Ho dedicato il gol alla mia famiglia: c’erano mia mamma, mia moglie e i miei figli. Lo dedico anche ai miei fratelli e a mio papà, che mi sono stati vicino in questo periodo difficile“.

SULL’IMPORTANZA DELLA VITTORIA: “Ad Avellino avevamo fatto una grande partita ma abbiamo perso il derby, pesava e ha fatto male. Oggi serviva vincere, abbiamo fatto una grande gara e ora puntiamo a fare al meglio l’ultima partita di campionato“.

SULL’AFFIATAMENTO CON LANINI: “Ci siamo cercati, abbiamo fatto una grande gara. Pinato ha fatto bene, anche dietro si sono comportati tutti benissimo. Abbiamo fatto una grandissima partita, ci voleva questa vittoria e per me il ritorno al gol“.

SULLA PROSSIMA SFIDA CONTRO IL CATANIA E SUL SECONDO POSTO: “A Catania sarà una partita difficile, ma se l’approcceremo con questo spirito sarà una grande partita. Loro sono una grande squadra, ma andremo lì per vincere e per portare i tre punti a casa. Serviranno cattiveria e sacrificio, quando c’era da difendere o da attaccare lo abbiamo fatto tutti insieme. Cercheremo sempre di onorare questa maglia, di dare tutto per portare il risultato a casa“.

SUL SUO PERIODO BUIO: “Mi auguravo cambiasse qualcosa, in italiano si dice “non può piovere per sempre”. L’ho cercato e desiderato, ho lavorato duro durante la settimana e ora è arrivato. Non ho fatto niente, non abbiamo fatto niente, devo dare ancora tanto ma sono contento sia passato questo periodo buoi e spero di fare sempre meglio“.

SUL PALLONE PERSO E SULLE SCUSE NEL FINALE: “Ero stanco, era un periodo che non giocavo e all’ultimo ero stanco. Avevo chiesto cambio al Mister. Avevo sbagliato un pallone, ho chiesto scusa e mi sono rimesso sotto. I miei compagni mi sono stati sempre vicino, avevano capito il lavoro sporco che stavo facendo“.

Benevento, Auteri: “Vittoria legittimata, abbiamo giocato da squadra. Contento per gli attaccanti”

Benevento, Auteri: “Vittoria legittimata, abbiamo giocato da squadra. Contento per gli attaccanti”

Benevento CalcioCalcio

Il tecnico del Benevento ha rilasciato alcune dichiarazioni al termine del match della trentasettesima giornata del campionato di Serie C 2023-24 di questa sera contro il Latina, terminato 4-0.

Mister Auteri si è detto soddisfatto per la prestazione dei suoi e, in particolar modo, per il ritorno al gol dell’attacco e degli attaccanti.

Di seguito, quindi, l’analisi dell’allenatore della Strega nel post-gara del Ciro Vigorito ai microfoni di OttoChannel:

SULL’IMPORTANZA DELLA VITTORIA: “Avevamo bisogno di ritrovare gol e risultato. In questo periodo abbiamo fatto buone partite, nei primi 20′ minuti nonostante il punteggio avevamo fatto molto bene contro una squadra che gioca. Potevamo gestire meglio alcuni palloni, ma abbiamo creato situazioni importanti. Siamo stati continui, la continuità e la mentalità fanno la differenza indipendentemente dal risultato“.

SULLA PRESTAZIONE DEGLI ATTACCANTI: “Sono contento per Ferrante, gli serviva il gol e sarà un viatico per il futuro. Lanini è rientrato per la durata della partita che doveva fare, balisticamente è un giocatore pericoloso. Ciano è entrato e ha fatto gol, non c’era Ciciretti, Starita è entrato mentre Carfora no ma ha qualità. Abbiamo fatto una partita importante legittimando con merito la vittoria, non andando mai in sofferenza“.

SULLA CONTINUITA’ E SULLA MENTALITA’: “Ad Avellino abbiamo perso per un episodio, non perché meritavamo di perdere: hanno sofferto più loro che noi. La squadra sta giocando con la continuità e la mentalità giusta, sono contento anche per gli attaccanti. Abbiamo giocato da squadra contro una squadra buona e organizzata che ha cercato il confronto, a cui abbiamo impedito di fraseggiare“.

SULL’AGGRESSIVITA’ DELLA SQUADRA: “Siamo diventati più continui e corali nella manovra, a volte forziamo ancora la giocata e andiamo a 300 all’ora senza permettere al blocco squadra di seguirci. Dobbiamo migliorare nella capacità di gestione della gara, a volte andiamo forte sempre e comunque ma dovremo continuare a farlo limitando e alternando una buona gestione della squadra. Il Benevento è una buona squadra, ora sono sicuro che chi ci vede giocare ci rispetta molto“.

SULLA PROSSIMA SFIDA CONTRO IL CATANIA E SULLA CLASSIFICA: “Siamo terzi matematicamente, ma manca una partita. Andremo a Catania col massimo rispetto per tutti ma proveremo a fare il nostro con il massimo della determinazione e della convinzione, una partita da dentro o fuori“.