Mancata autorizzazione alle emissioni in atmosfera: sequestrato opificio

Mancata autorizzazione alle emissioni in atmosfera: sequestrato opificio

CronacaProvincia

Nell’ambito di servizi congiunti dei militari dell’Arma Territoriale e dei Reparti Speciali Forestali e del Tutela Lavoro di Benevento, a seguito di un controllo del territorio finalizzato all’accertamento di potenziali compromissioni e deterioramento delle matrici ambientali, si è proceduto al sequestro preventivo, successivamente convalidato dal Tribunale Benevento, di un opificio di circa mq. 500 e dei relativi macchinari, ubicato nel Comune di San Salvatore Telesino.

I militari del Nucleo Carabinieri Forestale di Telese Terme intervenuti hanno verificato che il titolare dell’opificio stava esercitando attività di manutenzione e riparazione di silos in assenza di autorizzazione alle emissioni in atmosfera, della documentazione attestante lo smaltimento dei rifiuti (anche speciali pericolosi) dei sistemi di captazione, convogliamento e allontanamento delle polveri di lavorazione.

Queste le motivazioni della denuncia del titolare dell’opificio alle quali si aggiungono contestazioni per la presenza di un lavoratore senza regolare permesso di soggiorno e senza la dovuta formazione per garantire la propria e l’altrui sicurezza nel ruolo svolto. Per queste condotte hanno proceduto separatamente i militari del Tutela Lavoro di Benevento e del Nucleo di San Salvatore Telesino.

Gli stessi militari del Nucleo CC Forestale di Telese Terme in un’altra operazione hanno posto sotto sequestro, anch’esso convalidato dal Tribunale di Benevento, un’area privata di circa 500 mq, in Melizzano (BN), dove erano presenti cumuli di materiali ferrosi provenienti dallo smontaggio di materiale elettronico dal quale veniva ricavato materiali di recupero nobili, nonché numerosi pezzi e parti meccaniche di autovetture sia di motori che parti meccaniche per il riciclaggio.

Nell’area circostante l’abitazione erano sparsi bidoni di oli esausti, carcasse di autovetture ed un locale adibito ed attrezzato ad officina meccanica priva di autorizzazioni. Il proprietario dell’area è stato deferito all’A.G. per il reato di gestione illecita di rifiuti speciali pericolosi. Ancora una volta raggiunti importanti risultati grazie alla sinergia tra Specialità dell’Arma dei Carabinieri.

I provvedimenti già eseguiti sono una misura precautelare disposta in sede di indagini preliminari, avverso cui sono ammessi mezzi di impugnazione, e i destinatari della stessa sono persone sottoposte alle indagini e quindi presunte innocenti fino a sentenza definitiva.

Tragedia a Melizzano, si ribalta con l’auto e finisce in un canale: morto 37enne

Tragedia a Melizzano, si ribalta con l’auto e finisce in un canale: morto 37enne

CronacaProvincia

Ancora da accertare le cause dell’incidente stradale che è stato fatale a un uomo di 37 anni, originario di Foggia.

Il sinistro è avvenuto nella notte a Melizzano, lungo la statale 335.

Secondo una prima ricostruzione, l’uomo avrebbe perso il controllo della Bmw di cui era conducente, che ha finito per ribaltarsi per poi terminare in un canale.

Giunti sul posto, i soccorritori si sono anche calati nel canale ma per il 37enne non c’è stato nulla da fare. Sono intervenuti anche i Vigili del Fuoco e i Carabinieri, con questi ultimi che hanno dato avvio alle indagini.

Benevento, al Fatebenefratelli “Concerto di Natale” del Coro Polifonico “Madonna della Libera di Melizzano”

Benevento, al Fatebenefratelli “Concerto di Natale” del Coro Polifonico “Madonna della Libera di Melizzano”

Benevento CittàEventi

L’Ospedale Sacro Cuore di Gesù Fatebenefratelli di Benevento organizza per la giornata di sabato 16 dicembre il “CONCERTO DI NATALE” voluto dal Superiore Fra Lorenzo Antonio Gamos.

A partire dalle ore 19.00 salirà sul palco del “Centro Congressi Ospedale Fatebenefratelli di Benevento” il Coro Polifonico “Madonna della Libera di Melizzano” diretto dal Maestro Marco Rosiello.

Il coro vanta numerosi concerti in Basiliche pontificie e Santuari della Regione e non solo. Diverse le collaborazioni prestigiose realizzate con nomi di fama nazionale ed internazionale tra cui il Tenore M°Blagoj Nacoski, il M°Roberto Bacchini Direttore e Compositore, il Tenore Giovanni Proietti Modi Direttore e Compositore, M° don Fabio Massimillo Liturgista e Compositore, le voci soliste del coro della Diocesi di Roma diretto da Mons. Marco Frisina, Soprani Paola Cecchi e Mariangela Topa, ed il Mezzosoprano Rossella Mirabelli.

Sabato 16 dicembre prenderà il via il tour natalizio del “Coro Polifonico” proprio dall’Auditorium del Fatebenefratelli dove si esibirà un ensemble strumentale (Violini I: M°Sergio Fanelli, Fabio Di Palma; Violini II: M°Alba Paradiso, Alessio Di Santo; Viola: M° Sara Santillo; Violoncello: Paolo Di Palma; Pianoforte: M° Domenico Rocco). Presenti anche il Soprano M°Miriam Russo, il Soprano M°Teresa Montaquila e il Mezzosoprano Orsola Vallone. 

L’ingresso è gratuito fino ad esaurimento posti.

Pauroso incidente sulla Fondovalle: tre auto coinvolte e cinque feriti

Pauroso incidente sulla Fondovalle: tre auto coinvolte e cinque feriti

CronacaProvincia

Tre auto e sette persone coinvolte con ben cinque feriti: è questo il bilancio del terribile incidente verificatosi la scorsa notte lungo la Fondovalle Isclero, nel territorio di Melizzano.

A scontrarsi, per cause ancora in corso di accertamento, sono state una Fiat 500L, una Fiat Punto è una Peugeot 208.

Assolutamente necessario è decisivo l’intervento dei Vigili del Fuoco di Telese Terme che hanno dovuto estrarre dall’abitacolo della 500L un 50enne e una 44enne.

Tutti e cinque i feriti sono stati trasportati dal 118 in ospedale dove si è reso necessario il ricovero.

Rottura condotta idrica regionale: Benevento, Melizzano, Ponte e Torrecuso senz’acqua

Rottura condotta idrica regionale: Benevento, Melizzano, Ponte e Torrecuso senz’acqua

Attualità
Gesesa avvisa che a decorrere dalla mezzanotte di domenica 10 settembre e sino alle ore 6.00 di martedì 12 settembre sarà sospesa l’erogazione idrica nei suddetti comuni.

GESESA comunica che la Direzione Generale per il Ciclo Integrato delle Acque della Giunta Regionale della Campania ha reso noto che a causa dell’improvvisa rottura della condotta idrica regionale DN 500 tratta Curti – Benevento saranno necessari lavori di riparazione urgenti ed indifferibili programmati per la giornata di lunedì 11 settembre 2023.

Pertanto, pertanto GESESA avvisa che a decorrere dalla mezzanotte di domenica 10 settembre e sino alle ore 6.00 di martedì 12 settembre, salvo imprevisti, sarà sospesa l’erogazione idrica nelle seguenti zone relative ai comuni di Benevento, Melizzano, Ponte e Torrecuso (Torrepalazzo):

– Zona Capodimonte IACP e intero quartiere, compresa zona di Ponte Valentino fino a contrada Saieta;

– Zona Cancelleria, Coluonni, Zona San Cumano e Piano Cappelle;

– Contrade Nord (Roseto, Murata, San Chirico, San Domenico, Acquafredda, Cardoni, Ciofani, Capoiazzo, Corvacchini, Camerelle, Pestecchia, Piano Borea, san Francesco, Spezzacatene e Sponsilli);

– Zona Torre Palazzo, San Vitale, Contrada Olivola e zona Sant’Angelo a Piesco;

– Zona San Liberatore, Monteguardia, Zona ASI- Ponte Valentino;

– Distretto Via Avellino e traverse, via Perasso e traverse, Piazza Risorgimento e traverse, parte di Viale dei Rettori e traverse, via Colle Vaccino fino alla rotonda di San Pasquale e traverse, Piazza Castello e solo la parte alta del Corso Garibaldi (fino a Piazza Federico Torre, con Via Annunziata compresa);

– Distretto Viale Atlantici e traverse, Viale Mellusi e traverse, Via Calandra e traverse, Via Meomartini e traverse fino a tutta zona Cretarossa;

– Distretto Pacevecchia (tutta la zona), Via F. Rosselli e traverse, Viale Aldo Moro e traverse, Via A. Gramsci con traverse, Via Pacevecchia e traverse, fino a contrada Ponte delle Tavole con servizio sostitutivo di autobotte in Via A.Gramsci.

Di seguito si riporta l’elenco degli orari e dei punti di stazionamento dei servizi sostitutivi di autobotti previsti nel comune di Benevento:

Presidio Fisso P.zza Risorgimento area Mercato operativa dalle ore 06:00 del giorno 11.09.23 fino alle 06:00 del giorno 12.09.23

Presidio Fisso, in Via Benito Rossi operativa dalle ore 06:00 del giorno 11.09.23 fino alle 06:00 del giorno 12.09.23

Zona Capodimonte, presidio fisso, nel parcheggio antistante la Chiesa di S. Giuseppe Moscati, operativa dalle ore 6:00 del giorno 11.09.23 e fino alle 06:00 del giorno 12.09.23.

Zona Pacevecchia, presidio fisso, in Via A. Gramsci, operativa dalle ore 6:00 del giorno 11.09.23 e fino alle 06:00 del giorno 12.09.23.

Si prevede inoltre un’autobotte che, a richiesta, alimenterà i compensi delle utenze sensibili a cui è stata inviata una specifica comunicazione in tal senso.

Di seguito si riportano le notizie relative agli altri comuni interessati.

Per il comune di Melizzano la sospensione riguarderà il centro urbano dalle ore 00.00 del 11.09.2023 fino alle 06.00 del 12.09.23. Si prevede un presidio sostitutivo di autobotte nella zona antistante il Municipio dalle ore 06:00 del giorno 11/09/2023 alle ore 06:00 del giorno 12/09/2023;

Per il comune di Ponte la sospensione riguarderà, dalle ore 00.00 del 11.09.2023 e fino alle 06.00 del 12.09.23 le seguenti zone:

Zona centro urbano (alimentazione serbatoio Ripa);

via Grande Ufficiale Domenico Ocone, Via Ripagallo, Via Venditti, Via De Mennato, via Stazione, via ex campo sportivo, via Roma, parte di via Piana, via G. Ocone, Via Puglia, via Borgo.

Zona di alimentazione serbatoio Alto Servizio: via San Benedetto, via campo sportivo, via Campo D’Antuono, parte di via Puglia.

Zona di alimentazione serbatoio Staglio: zona Monte, via Canale, via Staglio, via Venditti.

Zona Ferrarisi e Colli.

Per il Comune di Ponte si prevede il servizio sostitutivo mediante due autobotti dalle ore 06:00 del giorno 11/09/2023 alle ore 06:00 del giorno 12/09/2023, una presso il Campo Sportivo ed un’altra presso la ex scuola zona Colli.

Per il Comune di Torrecuso, con riferimento alla sola zona di Torre Palazzo, interruzione idrica dalle ore 00.00 del giorno 11.09.23 fino alle ore 06.00 del 12.09.23.

Le utenze nelle zone non menzionate nel presente piano non subiranno sospensione dell’erogazione ma potranno registrare diminuzione delle normali pressioni di esercizio.

Infine, si avvisa che, così come comunicato dalla Regione Campania, “al ripristino dell’alimentazione potrebbero verificarsi fenomeni di torbidità, dovuti al movimento dei sedimenti nelle condotte, ciò non pregiudica la qualità dell’acqua.”

Ricordiamo, che per segnalare Emergenze e Guasti è sempre attivo il numero verde Gratuito da cellulare e rete fissa 800511717 e che è possibile segnalare disservizi anche attraverso l’App My Gesesa.

Ripristinato l’asfalto sul tracciato della Frasso Telesino-Melizzano

Ripristinato l’asfalto sul tracciato della Frasso Telesino-Melizzano

AttualitàDalla Provincia

Il Vice Sindaco di Frasso Telesino (Bn) Clemente Massaro ha comunicato al Presidente della Provincia di Benevento, Nino Lombardi, che è stato ultimato, la posa in opera dell’asfalto sul tratto franato nell’ottobre dello scorso anno della Strada provinciale n. 111 Frasso Telesino – Melizzano.

L’intervento, realizzato nell’ambito di una intesa istituzionale tra Comune e Provincia, molto atteso dagli utenti dei centri di Frasso Telesino, Melizzano, Solopaca e comuni viciniori, dovrà ora essere ultimato con l’apposizione di barriere garden rail che è programmata per i prossimi giorni.

Il Vice Sindaco Massaro, con l’annuncio, ha dato volentieri atto al Presidente della Provincia Nino Lombardi e al Settore Infrastrutture dell’Ente, di aver dimostrato grande sensibilità per la risoluzione dei problemi e delle criticità riscontrate sulla circolazione stradale nell’area servita dalla Sp. 11 e di aver lavorato con impegno per ripristinare condizioni di percorribilità e sicurezza.

Massaro infine ha anche ringraziato la Provincia per aver voluto avviare in queste ore la manutenzione straordinaria della Strada provinciale n. 116 Frasso Telesino – Dugenta ordinando intervento di sfalcio della vegetazione infestante il ciglio stradale come auspicato dagli utenti.

Guasto su condotta regionale, possibili disservizi idrici a Frasso Telesino e Melizzano

Guasto su condotta regionale, possibili disservizi idrici a Frasso Telesino e Melizzano

AttualitàDalla Provincia

Gesesa comunica che a causa di un guasto su una condotta di gestione della Regione Campani, in queste ore e per tutta la serata potranno verificarsi irregolarità nell’erogazione idrica nei Comuni Frasso Telesino e Melizzano.

I tecnici della Regione Campania sono già a lavoro. Per assicurare comunque un servizio sostitutivo di acqua, per entrambi i Comuni verrà posizionata un’autobotte nelle seguenti zone:

Per il Comune di Frasso in Piazza Mercato; Per il Comune di Melizzano davanti al palazzo sede dell’amministrazione comunale in via Traversa del Sannio 17. 

Inoltre, per il Comune di Melizzano questa sera si eseguirà un’interruzione idrica notturna del Serbatoio Campo sportivo dalle ore 23.00 alle ore 06.00 di domani mattina. La sospensione notturna occorre per garantire una migliore regolarità del servizio idrico nelle ore diurne. 

L’ interruzione interesserà tutto il centro urbano ad eccezione della zona Orto San Pietro.

Seguiranno aggiornamenti.
Si ricorda che per qualsiasi emergenza o guasto è possibile contattare il numero verde gratuito sia da telefono fisso che da cellulare 800 51 17 17.

Pro Loco Paupisi, il Presidente Orsillo: “‘Agri Amores’, cinque Pro Loco unite pre valorizzare e vivere il territorio”

Pro Loco Paupisi, il Presidente Orsillo: “‘Agri Amores’, cinque Pro Loco unite pre valorizzare e vivere il territorio”

AttualitàDalla Provincia

Cinque Pro Loco della Valle Telesina si uniscono per far rete e per promuovere un nuovo modello di un’agricoltura sostenibile con il progetto “AgriAmores”. Con il Progetto “AgriAmores” le Pro Loco di Paupisi (soggetto Capofila del partenariato), Solopaca, Frasso Telesino, Melizzano ed Amorosi, da sempre attive per la valorizzazione dei territori, confermano di essere in grado di proporre modelli di fruizione intelligenti, sostenibili e innovativi, di fare rete e di saper sfruttare tutte le potenzialità che le nuove tecnologie di comunicazione mettono a disposizione. Vivere il territorio, saper cogliere tutti gli aspetti dei nostri paesi, da quelli agricoli e naturalistici a quelli culturali, sino a quelli enogastronomici: è questa la filosofia di ‘AgriAmores’.

L’idea progettuale proposta dal partenariato – afferma Dario Orsillo, Presidente della Pro Loco di Paupisi – trova fondamento nella possibilità di realizzare un grande contenitore in grado di poter raccogliere il lavoro di ricerca, studio e reperimento di informazioni realizzato negli anni dalle Pro Loco coinvolte e che potrà trovare, certamente, nuovo impulso grazie al contributo dell’agevolazione prevista dalla misura della Giunta regionale Campania n. 551 del 25 ottobre 2022 a favore di organizzazioni di Volontariato, di Associazioni Aps e fondazioni per la promozione e il sostegno di iniziative e progetti di rilevanza locale. Nella pratica – spiega Orsillo – si procederà a dare forma ai contenuti mettendo nero su bianco il racconto e la narrazione di una storia legata alla tradizione contadina che con il tempo ha plasmato i territori sia dal punto di vista antropico che morfologico dello stesso territorio e che oggi guarda con attenzione ai principi alla base dell’agricoltura sostenibile che si concretizza mediante produzioni che continuano a caratterizzare l’enogastronomia locale, fonte di ispirazione anche per tante e numerose rassegne e kermesse dedicate ai prodotti tipici organizzate e dirette dalle Pro Loco. Risulterà fondamentale il tanto coinvolgimento dei produttori e degli agricoltori operanti nei 5 Comuni, tanto della comunità nella sua interezza, dai bambini, attraverso le scuole, agli anziani, soprattutto, al pari di un perfetto passaggio del testimone, di generazione in generazione, per tramandare il sapere e i saperi di una cultura che rischia di essere collocata, con il passare del tempo e alle condizioni di contesto precedentemente descritte, nei meandri della memoria”.

Orsillo snocciola alcuni esempi: “Ad oggi, tutti i Comuni oggetto della proposta progettuale condividono la medesima vocazione agricola con un minimo comune denominatore segnato dalle produzioni olivicole e vitivinicole. Al di là dei piccoli produttori o delle grandi cooperative che producono ed etichettano vanno annoverate le centinaia, se non migliaia di piccole produzioni ad uso familiare che rappresentano un patrimonio particolarmente significativo che merita di poter entrare in una narrazione ed uno storytelling legato ai territori. Lo stesso dicasi per altre produzioni di ortaggi, alberi da frutto, grano, cereali, legumi, erbe medicali che il più delle volte danno vita ad una filiera molto più che corta imputabile tanto all’utilizzo del nucleo familiare allargato che al sostegno di un indotto del settore primario quali agricoltura ed allevamento. Appare evidente come tale azione irrimediabilmente legata alla conservazione e divulgazione dovrà presentarsi quanto più condivisa possibile al fine di poter proporre e realizzare un racconto familiare ma allo stesso tempo di comunità. L’esposizione – afferma ancora Orsillo – potrà presentarsi sotto forma di reportage fotografico, mediante delle brevi clip video e dei contenuti scritti che andranno ad animare la piattaforma web ottimizzata per smartphone. Le varie sezioni avranno contenuti dedicati all’origine delle tradizioni, dei riti e delle ritualità, alle produzioni agricole sostenibili e resistenti del territorio, alla storia delle comunità, ai percorsi naturalistici oltre alle informazioni di servizio sui servizi presenti nei 5 comuni oggetto della proposta con l’aggiunta della Pro Loco di San Lupo che agirà quale ente collaboratore in virtù della tematizzazione legata al culto pagano delle Janare e ad una produzione resistente come il fagiolo della regina. Ma dalla piattaforma web alla realtà il passo è breve ed ecco allora che le Pro Loco saranno impegnate sui rispettivi territori, con il medesimo format, in attività laboratoriali, workshop, momenti di confronto, divulgazione e approfondimento nonché degustazioni che coinvolgeranno i target e gli stakeholder precedentemente indicati. Evidenti appaiono anche le possibili iniziative collaterali che potranno generarsi per il tramite dei soggetti privati quali ad esempio visite e percorsi esperienziali nei campi, in cantina, in cucina o in bottega. Al di là degli obiettivi espressi di tutela e conservazione si sottolinea come, in un’ottica dell’ampliamento e promozione dell’offerta turistica, la platea di riferimento potrà essere rappresentata dalla popolazione regionale ed in particolare al segmento di turismo slow ed esperienziale”.

Conclude il presidente Dario Orsillo: “Voglio ringraziare di vero cuore, a nome di tutte e cinque le pro loco coinvolte, in primis la società di consulenza Sef per l’assistenza e il supporto dato alla redazione del progetto presentato lo scorso 9 giugno, poi la Pro Loco di San Lupo per il valore aggiunto che darà all’idea progettuale, il Parco Regionale Taburno Camposauro nella persona del presidente Costantino Caturano e i vari comuni collaboratori del progetto per aver sostenuto e supportato sin da subito l’idea progettuale e infine tutti coloro che daranno il loro contributo affinché il progetto possa contribuire a valorizzare il nostro territorio. Ora attendiamo, fiduciosi, l’approvazione del progetto da parte della Regione Campania”.

Rubano carburante su cantiere della Napoli-Bari e poi fuggono su un’Audi: si cercano i tre malviventi

Rubano carburante su cantiere della Napoli-Bari e poi fuggono su un’Audi: si cercano i tre malviventi

CronacaProvincia

Alle prime ore dell’alba di questa mattina, in Melizzano (BN), località Torello, i Carabinieri della Stazione di Amorosi, nel corso di specifico servizio di controllo del territorio finalizzato alla prevenzione dei furti e danneggiamenti ai danni dei cantieri in corso sulla linea ferroviaria alta capacità tratta Napoli-Bari, notavano in lontananza sulla S.S. 265 VAR direzione Maddaloni un’Audi A3 viaggiante a pieno carico e con gli pneumatici sporchi di fango.

Insospettitisi e dopo aver allertato l’altra pattuglia della Compagnia di Cerreto Sannita impegnata nel pattugliamento della zona, i militari si avvicinavano al veicolo per procedere al controllo.

All’intimazione dell’alt ne scaturiva un inseguimento per circa 5 km che si concludeva con l’abbandono repentino del veicolo da parte di 3 soggetti incappucciati, i quali riuscivano rocambolescamente a dileguarsi nella campagna circostante.

All’interno dell’auto sono state rinvenute 12 taniche da 25 litri piene di carburante ed altre vuote, oltre ad arnesi da scasso ed un tubo di gomma utilizzato per l’aspirazione e travaso del carburante. 

L’autovettura, utilizzata dai malviventi, un’Audi A3 di colore grigio, risulta oggetto di furto. Sono attivamente in corso, in sinergia con tutte le Forze di Polizia, le ricerche dei fuggitivi nell’ambito del territorio della provincia e di quelle limitrofe.

Continua incessante il servizio di controllo e pattugliamento del territorio dei Carabinieri della Compagnia di Cerreto Sannita, svolto anche in orario notturno, allo scopo di prevenire i furti nei cantieri, agli esercizi commerciali e nelle abitazioni.

Sequestrata un’azienda lavorazioni marmi abusiva

Sequestrata un’azienda lavorazioni marmi abusiva

CronacaProvincia

I militari della Stazione Carabinieri Forestale di Telese Terme, Gruppo di Benevento, a seguito di un controllo del territorio finalizzato all’accertamento di potenziali compromissioni e deterioramento delle matrici ambientali, causate dalle attività produttive di insediamenti artigianali e/o industriali, hanno proceduto al sequestro preventivo, di iniziativa della P.G., successivamente convalidato dalla Procura della Repubblica di Benevento, riguardante un opificio di circa mq. 235 e dei relativi macchinari utilizzati per la lavorazione del marmo, ubicato nel Comune di Melizzano.

Il sequestro è scaturito perché il titolare dell’opificio stava esercitando tale attività produttiva e commerciale in assenza dei prescritti titoli autorizzativi, nello specifico priva di autorizzazione alle emissioni in atmosfera e della documentazione attestante lo smaltimento dei rifiuti – anche speciali pericolosi – che in parte risultavano stoccati nell’immobile. Ed ancora, all’interno dei locali, dove avveniva il taglio e la lucidatura del materiale lapideo non è stata riscontrata la presenza di sistemi di captazione, convogliamento e allontanamento delle polveri del marmo, precauzioni di legge per la sicurezza e la salubrità degli ambienti di lavoro.

Il titolare dell’opificio è stato denunciato all’Autorità Giudiziaria, per le violazioni al Testo Unico Ambientale relative all’attività di gestione di rifiuti non autorizzata ed emissioni irregolari in atmosfera di sostanze aeriformi, costituite da polveri generate dai processi di lavorazione del marmo.

I controlli delle attività produttive, da parte del personale Carabinieri Forestale, proseguiranno capillarmente su tutto il territorio di competenza a tutela dell’ambiente ed a salvaguardia della salute pubblica.

La misura precautelare disposta dalla polizia giudiziaria in sede di indagini preliminari, verrà sottoposta alla convalida dell’AA.GG:, avverso cui sono ammessi mezzi d’impugnazione. Le persone coinvolte sono da ritenersi sottoposte alle indagini e quindi innocenti fino a sentenza definitiva.