Fatebenefratelli, via al “Percorso di accompagnamento alla nascita”

Fatebenefratelli, via al “Percorso di accompagnamento alla nascita”

AttualitàBenevento Città

Sabato 4 marzo 2023 ha preso il via il “Percorso di accompagnamento alla nascita”  organizzato dalla Divisione di Ostetricia dell’Ospedale Sacro Cuore di Gesù Fatebenefratelli di Benevento. 

Si tratta del primo percorso in presenza che prevede anche il coinvolgimento dei partners.

L’iniziativa rappresenta un altro tassello del percorso nascita, che costituisce il complesso delle cure fornite alla donna e al nascituro dall’inizio della gravidanza al puerperio e che comprende l’assistenza pre e post-nataleascolto e formazionescreening attraverso una gamma di servizi e di professionisti che collaborano per il benessere di mamma, neonato e famiglia nel suo insieme.

La gravidanza coinvolge in maniera massiva l’emisfero emozionale della donna e della coppia impegnati a gestire cambiamenti importanti di vita. I percorsi di accompagnamento alla nascita sono strumenti di salute pubblica perchè favoriscono le condizioni adatte per compiere scelte consapevoli e responsabili da parte dei futuri genitori.

Le evidenze scientifiche, inoltre, dimostrano come tutto ciò sia in grado di ridurre anche alcune complicanze che riguardano le tre fasi: “travaglio, parto e puerperio”. 

I benefici sono emersi da indagini effettuati su migliaia di donne sia dall’Istituto Superiore di Sanità sia dall’OMS– spiega la dott. Annalisa De Blasio – responsabile dell’Unità Complessa di Ostetricia e Ginecologia del Fatebenefratelli di Benevento. 

E’ fondamentale fornire spiegazioni scientifiche  qualificate utili a dirimere i dubbi, sedare le ansie e vincere  le paure in modo tale da rendere le coppie più consapevoli sui temi di gravidanza, parto e allattamento ed aiutare la coppia nel rimodellamento del proprio assetto determinato dall’acquisizione della genitorialità, con tutte le responsabilità che ne derivano.

Gli incontri, organizzati dall’Ospedale Sacro Cuore di Gesù Fatebenefratelli di Benevento, prevedono una parte teorica ed una pratica. 

Coinvolgono diverse figure specialistiche dall’Ostetrica al Ginecologo, dal  Neonatologo all’Anestesista, dalla Nutrizionista alla Psicologa, al fine di garantire un percorso assistenziale fortemente qualificato e volto a sviluppare fiducia e positività. Tutto ciò costituisce un fondamentale supporto per una nascita fisiologia ed un parto sicuro.

Il parto operativo vaginale: corso teorico -pratico al Fatebenefratelli di Benevento

Il parto operativo vaginale: corso teorico -pratico al Fatebenefratelli di Benevento

AttualitàBenevento Città

L’Ospedale Sacro Cuore di Gesù Fatebenefratelli di Benevento U.O.C. Ostetricia e Ginecologia organizza per mercoledì 15 giugno, a partire dalle ore 8.30, un “Corso teorico pratico di formazione avanzata in management in sala parto. Il parto vaginale: la ventosa, il podalico e la distocia delle spalle”.

E’ una giornata rivolta alle ostetriche e ai ginecologi della nostra Unità Operativa – ha dichiarato il primario Vittorio Catarinella – per lo più pratico, con l’ausilio di simulatori inorganici ad hoc.

Si tratta di un vero e proprio “allenamento” per perfezionare gli skills personali e le tecniche di manualità in caso di emergenza in sala parto.

I metodi di simulazione sono stati messi in atto “in primis” in aeronautica, dove inevitabilmente i piloti devono mantenere calma e sangue freddo.

Anche noi operatori che assistiamo alla nascita possiamo trovarci in momenti in cui è necessario in pochi minuti mettere in atto manovre , anche complicate . 

Garantire un alto il livello di attenzione ed essere in grado di utilizzare le mani con perizia e rapidità in certi casi è essenziale per concludere bene il parto, sia per la salute della mamma che per quella dell’ “ospite a bordo” ! 

Ecco perché simulare è fondamentale per la nostra disciplina . 

Mi corre l’obbligo di ringraziare – ha concluso il primario Vittorio Catarinella – i colleghi del gruppo GEO, i dott.ri C.Crescini di Bergamo e  C. Meloni di Empoli, che ci guideranno in questo percorso formativo, oltre al sindacato AMNIRS che assieme alla MD14 ci ha consentito di realizzare questa giornata . 

Fatebenefratelli, la lettera di una paziente: “Grazie al personale medico ho realizzato il mio sogno di partorire naturalmente”

Fatebenefratelli, la lettera di una paziente: “Grazie al personale medico ho realizzato il mio sogno di partorire naturalmente”

AttualitàBenevento Città

Riceviamo e pubblichiamo la lettera di una paziente che ha voluto esprimere gratitudine all’Ospedale Sacro Cuore di Gesù Fatebenefratelli di Benevento, al personale medico e paramedico del Reparto di Ostetricia diretto dal primario dott. Vittorio Catarinella, per averle dato la possibilità di affrontare un parto spontaneo naturale dopo un pregresso taglio cesareo (VBAC vaginal birth after cesarean).

“Nel 2015 nasce il mio primo figlio, purtroppo con parto cesareo, dopo un travaglio lungo e doloroso.

Non essere riuscita a partorire naturalmente mi ha fatto sentire “inadeguata”, non abbastanza mamma. Quando dopo alcuni anni decidiamo di avere un altro figlio, il mio desiderio era di poter partorire “naturalmente”, e anche se diversi ginecologi mi dicevano che se fossi rimasta incinta avrei dovuto fare solo un cesareo, sapevo che il parto naturale si poteva fare. 

Nel gennaio 2021 il sogno si realizza: la mia gravidanza viene seguita da un giovane ginecologo dell’equipe dell’ostetrica e ginecologica del Fatebenefratelli di Benevento diretta dal dott. Catarinella il quale già dalla prima visita confermò la possibilità di poter partorire naturalmente. 

Nell’ottobre 2021 finalmente arriva il momento del parto; seppur tra mille difficoltà è andato tutto bene grazie all’aiuto dello staff della struttura sanitaria di Viale Principe di Napoli che non finirò mai di ringraziare abbastanza, e mi riferisco ai medici, alla caposala, al personale infermieristico e OSS, a tutte le ostetriche per la loro professionalità, con un sentito grazie all’ostetrica, che mi ha supportato ed aiutato al meglio nelle varie fasi del parto. 

Questa volta mi sono sentita fiera di me stessa, mi sono sentita MAMMA, cosa che più mi è mancata con la gravidanza precedente. 

Rifarei questa scelta altre 100 volte e spero che la mia esperienza possa essere da esempio per le altre mamme, libere di poter scegliere sempre in totale sicurezza”.