Bucciano, il sindaco Matera: “Il presidio del 118 di Airola conserverà il servizio medicalizzato”

Bucciano, il sindaco Matera: “Il presidio del 118 di Airola conserverà il servizio medicalizzato”

AttualitàDalla Provincia

Accolgo con sollievo le notizie che arrivano rispetto alla situazione del 118 di Airola. Fortunatamente il presidio conserverà il servizio medicalizzato. È sicuramente un’ottima notizia per tutto il Comprensorio“. Lo fa presente Pasquale Matera, sindaco di Bucciano.

Come da una prima formulazione della programmazione, infatti, il 118 di Airola avrebbe dovuto perdere le professionalità mediche con le ambulanze che, di conseguenza, sarebbero state presidiate dal solo personale infermieristico. Una soluzione, questa, che, senza nulla togliere alle professionalità interessate, avrebbe finito senza dubbio per creare un rallentamento nei tempi di risposta alle emergenze. 

Come sindaco di Bucciano non posso che salutare con soddisfazione questa evoluzione – chiarisce ancora l’avvocato buccianese – La riprogrammazione intervenuta garantisce, infatti, anche la nostra Comunità che rientra nella competenza del 118 airolano, prezioso servizio che, in questi anni, abbiamo imparato ad apprezzare, non solo durante gli anni della crisi pandemica“. 

Desidero ringraziare il Direttore generale dell’Azienda sanitaria locale di Benevento, dottore Gennaro Volpe, per avere ascoltato le istanze del territorio – prosegue e conclude il sindaco Matera – In un’area quale la nostra, con obiettive criticità per quel che riguarda l’assistenza ospedaliera, avere una postazione 118 demedicalizzata avrebbe rappresentato senza dubbio un grave pregiudizio per i nostri cittadini“.

Comunità energetica, Bucciano ci crede

Comunità energetica, Bucciano ci crede

Politica
“Guardiamo con interesse a questa iniziativa – ha osservato il sindaco Matera – che rappresenta una nuova sfida per i nostri territori”.

“Le Comunità Energetiche rappresentano un’opportunità per diventare più indipendenti dal punto di vista energetico portando dei vantaggi economici reali a chi ne fa parte.

Partiamo col dire che per il cittadino entrare a far parte di questa Comunità costerà zero euro. Tutti potranno farne parte gratuitamente. Sarà finanziato infatti con fondi Pnrr”.

Lo fa presente il consigliere comunale di Bucciano, Domenico Falco, nel presentare alla cittadinanza locale il progetto di Comunità energetica illustrato nel contesto dello specifico incontro con la cittadinanza.

“Il nostro intento – ha spiegato Falco nello spiegare i contenuti dell’iniziativa che si intende lanciare in paese – è quello di creare una rete tra cittadini ed in questo caso il Comune che, unendosi decidono di dotarsi di impianti per la produzione e la condivisione di energia pulita da fonti rinnovabili, nel nostro caso il solare.

Questo porterà benefici oltre che all’ambiente anche alle tasche di tutti. Al Comune, che con l’energia autoprodotta vedrà ridurre sensibilmente il costo dell’illuminazione pubblica quindi indirettamente un risparmio per tutti cittadini.

Per chi ha già installato pannelli fotovoltaici oltre il risparmio con l’energia autoprodotta guadagnerà sia con la vendita al GSE sia con un ulteriore incentivo sullo scambio di energia con i partecipanti alla comunità energetica.

Infine anche chi non ha nessun pannello fotovoltaico o altro potrà avere un beneficio economico, sfruttando l’energia prodotta dalla Comunità. Inoltre con la vendita dell’energia in eccesso potremmo incentivare l’estensione della Comunità Energetica con sgravi fiscali a chi vorrà installare pannelli fotovoltaici ed anche avviare progetti sociali tra i più vari come quelli per sostenere le famiglie in difficoltà. Abbiamo già avviato l’iter per uno studio di fattibilità finanziato dalla Regione Campania.

Le comunità energetiche sono il futuro. Rappresentano infatti un’opportunità per diventare più indipendenti dal punto di vista energetico portando dei vantaggi economici reali a chi ne fa parte.
Vogliamo accettare questa sfida, perché questo è il momento per una rivoluzione energetica che cambierà il nostro paese e che siamo sicuri farà da volano anche per i Comuni limitrofi.

Abbiamo già avviato l’iter per uno studio di fattibilità finanziato dalla Regione Campania e pubblicato una manifestazione di interesse per chi vorrà aderire alla Comunità energetica”, ha concluso Falco.

“Guardiamo con interesse a questa iniziativa – ha osservato il sindaco Matera – che rappresenta una nuova sfida per i nostri territori. Sfruttare, cioè, le energie nuove per avere servizi migliori con sensibile ritorno economico per l’Ente, per le aziende e per i privati”.

Bucciano, il sindaco Matera ricorda Ruggiero: “Comunità ancora toccata da sua scomparsa, presenza Ministro ci onora”

Bucciano, il sindaco Matera ricorda Ruggiero: “Comunità ancora toccata da sua scomparsa, presenza Ministro ci onora”

AttualitàDalla Provincia
Così il sindaco di Bucciano, Pasquale Matera, al termine della cerimonia di intitolazione del campo sportivo cittadino in memoria dell’ex vice sindaco, Sabatino Ruggiero.

Una grande cornice di pubblico ha presenziato, questa mattina, alla solenne cerimonia di intitolazione del complesso sportivo di Bucciano alla persona di Sabatino Ruggiero, già vicesindaco della locale Comunità scomparso nel Maggio 2020.

Al momento hanno preso parte il Ministro dello Sport e dei Giovani, Onorevole Andrea Abodi, il Presidente del Benevento Calcio, Oreste Vigorito, sindaci e amministratori del Comprensorio, le locali Scuole e tantissimi cittadini.

Da oggi l’area, quindi – che si compone di un campo di calcio ad undici, di un campetto da tennis, di uno da calcetto e di un campo di bocce – recherà il nome del compianto concittadino, raccogliendosi l’indirizzo che era stato dato dalla Giunta comunale nel corso della precedente consiliatura.

“Ci ritroviamo qui – ha esposto il sindaco Pasquale Matera – per dar seguito ad una sensibilità speciale che già la precedente amministrazione comunale ha avuto nei confronti di uno dei suoi cittadini più amati, interpretando i sentimenti dell’intera comunità ancora toccata dalla sua scomparsa, nella speranza che la sua morte sia germoglio di altri uomini semplici ed autentici come lui.

Tutti abbiamo perso una persona buona, dai modi gentili, cordiale verso gli altri. Un marito affettuoso, un padre protettivo, un amico leale.

Un lavoratore instancabile, che ha saputo creare una realtà dall’elevato spessore imprenditoriale, il suo Panificio Taburno, trasformando un piccolo panificio a gestione familiare in una società che ancora oggi è fonte di reddito per tante famiglie.

Un politico premuroso, leale, spontaneo, la cui disponibilità gli ha fatto riscontrare sempre un notevole successo elettorale sino a fargli ricoprire la carica di vice Sindaco per diversi anni.

Ma anche un amante dello sport e dei valori che lo sport rappresenta nella formazione dei giovani e nello sviluppo delle Comunità”.

“La presenza tra di noi del Ministro per lo Sport e i Giovani – ha concluso il Primo Cittadino con riguardo alla presenza dell’alto esponente del Governo italiano – ci onora ed è davvero un bel segnale, tanto che è sembrato quasi un segno del destino”.