Benevento, Pinato: “C’è rammarico, stanotte avrò difficoltà a dormire…”

Benevento, Pinato: “C’è rammarico, stanotte avrò difficoltà a dormire…”

Benevento CalcioCalcio

Il centrocampista del Benevento ha commentato così, ai microfoni di OttoChannel, la sconfitta del Partenio-Lombardi contro l’Avellino.

Ecco, di seguito, le parole di Marco Pinato al termine del derby tra Lupi e Strega:

SULLA SCONFITTA NEL DERBY E SULLA SUA OCCASIONE MANCATA: “Purtroppo la mia occasione è stato un momento in cui la partita poteva cambiare, poi è arrivato il loro gol. E’ stata una partita tosta, bella, secondo me già proiettata ai play-off che ci aspetteranno. C’è rammarico perché è un derby e perdere non è mai bello, ma sotto il piano del gioco e dell’atteggiamento si può dire poco. Abbiamo fatto una buona partita contro una squadra forte come noi, alla fine le qualità individuali fanno la differenza e oggi bisogna fare i complimenti a Sgarbi che è un giocatore con numeri importanti e ha fatto un bel gol“.

SUI PUNTI PERSI E SUL PROSSIMO FUTURO: “Ultimamente abbiamo perso punti, che sono importanti per la classifica. Dobbiamo fare le prossime due partite al massimo per arrivare nel miglior piazzamento possibile e poi proiettarci verso i play-off. La squadra, oggi e contro la Juve Stabia, ha fatto per me bene. Abbiamo giocato contro le due squadre più forti del campionato, una promossa e una seconda. Ci si può dire poco“.

SUL CONTRACCOLPO DELLE ULTIME PARTITE: “Se fosse così converrebbe tornare tutti a casa. Siamo una squadra forte e intelligente, che sa quello che vuole. Non possiamo permetterci di farci destabilizzare da risultati non positivi ma frutto di buone partite. L’anno scorso ho giocato i play-off da secondo e sono uscito subito per episodi, queste sono le partite di Serie C: non ti puoi permettere di sbagliare niente“.

SUL SUO RUOLO TRA LE LINEE: “A me piace, a me piace giocare in mezzo al campo: che sia più avanti o più indietro cambia relativamente. Avevo già ricoperto questo ruolo e penso di farlo abbastanza bene, riempio l’area e pulisco qualche pallone. Oggi è mancato solo il gol, per questo andrò a casa a rivedere l’occasione e non so se dormirò bene stanotte“.

SULL’ERRORE NELL’OCCASIONE DA GOL: “Potevamo fare meglio, ovviamente. Devo rivederla, ho pensato a impattare bene la palla e a prendere la porta ma ho impattato bene senza prendere la porta. Avevo preparato il movimento, sapevo che Nardi fosse un giocatore intelligente. Speriamo di fare gol più avanti, purtroppo è andata così…“.

SUGLI ELEMENTI MANCANTI IN VISTA DEI PLAY-OFF: “Ci sarebbe da rispondere niente, ma non lo so. Sono una persona abbastanza obiettiva, oggi ho visto due squadre forti in campo che hanno entrambe avuto occasioni per vincerla ma alla fine l’ha decisa un bel gol di un giocatore avversario. Penso manchi poco, siamo una squadra forte e lo sappiamo“.

Foto: Screen OttoChannel

Giudice Sportivo, Pinato salta il Monopoli per squalifica. Multe a Benevento e Giugliano

Giudice Sportivo, Pinato salta il Monopoli per squalifica. Multe a Benevento e Giugliano

Benevento CalcioCalcio

La Lega Pro, sui propri canali ufficiali, ha reso note le decisioni del Giudice Sportivo dopo il turno valido per la trentaduesima giornata di campionato.

Uno squalificato per il Benevento in vista del match in programma sabato 23 marzo al Ciro Vigorito alle ore 14:00 contro il Monopoli. Si tratta del centrocampista Marco Pinato, diffidato e ammonito nell’ultimo turno contro il Giugliano. Nessun assente per squalifica, poi, tra le fila dei biancoverdi. Tra i sanniti, però, tornerà a disposizione Berra.

Restano quattro, dopo la squalifica di Pinato, i giocatori a rischio squalifica all’Ombra della Dormiente: Paleari, Talia, Dormiente: PaleariTaliaFerrante e la new-entry Simonetti. Secondo giallo per Terranova.

Ammenda di 300euro, poi, alla società giallorossa “per fatti violenti e contrari alle norme in materia di ordine e di sicurezza commessi dai propri sostenitori, consistiti nell’avere danneggiato numero 6 seggiolini del settore loro riservato“.

Multato per 200euro anche il Giugliano “per avere i suoi sostenitori (75%) posizionati nel Settore Tribuna Laterale Sud intonato: 1. durante l’ingresso in campo delle Squadre, un coro offensivo nei confronti di un calciatore avversario, ripetuto ininterrottamente per un minuto; 2. al termine del primo tempo, un coro offensivo nei confronti di un calciatore avversario, ripetuto ininterrottamente per un minuto“. Inibiti infine due dirigenti gialloblù: si tratta di Luca Espinosa (espulso contro la Strega, fino al 26 marzo) e Antonio Junior Amodio (fino al 2 aprile).

Benevento, Pinato: “Contro la Casertana non era facile, siamo stati bravi. A Taranto per vincere”

Benevento, Pinato: “Contro la Casertana non era facile, siamo stati bravi. A Taranto per vincere”

Benevento CalcioCalcio

Il centrocampista del Benevento, titolare nel derby contro la Casertana dell’ultimo turno, è stato ospite della trasmissione OttoGol in onda su OttoChannel.

Queste, quindi, le parole di Marco Pinato:

SULLA VITTORIA CONTRO LA CASERTANA E SULLA TRASFERTA CONTRO IL TARANTO: “Quando incontri una squadra che gioca così bassa non è facile non cadere in errore e prendersi rischi. Siamo stati bravi secondo me, l’abbiamo gestita bene, e alla fine abbiamo portata a casa i tre punti. Molti hanno detto che la Casertana si è abbassata, può essere ma noi in settimana ci siamo allenati per essere padroni della partita e può anche esserci stato il nostro merito di averli fatti abbassare. Vedendo i risultati delle altre, sapevamo che sarebbe stata una partita crocevia. Andremo a Taranto per cercare i tre punti, è quello che dobbiamo fare anche se loro sono forti e stanno facendo un buon campionato. Serviranno compattezza e un briciolo di fortuna, che nello sport serve sempre. Giocare fuori casa è difficile, lo abbiamo visto contro la Virtus Francavilla nel loro campo piccolo e sintetico. La vittoria nel derby dà autostima, fa vivere la settimana in modo diverso: ci siamo, siamo aggrappati alle prime e vogliamo rosicchiare quanto più possibile“.

SULLA TITOLARITA’ NEL DERBY: “Il Mister non svela la formazione, speravo di giocare perché mi aspettavo fosse una bella partita e soprattutto speravo di vincere perché sarebbero stati tre punti importanti“.

SULLE DECISIONI ARBITRALI: “L’arbitro è lì per arbitrare, è un essere umano. L’errore sul rigore, però, è evidente. Non so a che cosa si riferisse l’allenatore della Casertana, ma degli arbitri non mi piace parlare perché io in primis provo a dargli una mano. Benevento è una piazza che va rispettata, il fatto che gli avversari provino ad arbitrare a casa nostra non succede e non deve succedere“.

SUI TANTI PALLONI RECUPERATI: “Quando le punte ti danno una mano in copertura è più facile, nel recupero palla siamo stati efficaci“.

SULLA SUA CONDIZIONE E SUL SUO RUOLO: “Sto crescendo di condizione, come tutta la squadra, ma posso fare ancora meglio. La condizione al giorno d’oggi è tutto, l’allenamento è come una partita. Sono molto auto-critico, posso fare di più. A due o a tre, nel calcio moderno devi fare un po’ di tutto e fortunatamente ho compagni intelligenti. Mi sto adattando bene, l’anno scorso a tre ho fatto 8 gol ma nulla vieta fare gol anche a due. Il Mister ci schiera a due, con me che sono più propenso all’attacco. Agazzi è molto bravo a nascondere il pallone agli avversari, a volte io mi alzo per favorire la sua costruzione dell’azione. Il Mister ci chiede di essere subito molto aggressivi per andare a recuperare il pallone, non gli piace quando gli avversari hanno il possesso“.

SU BERRA: “Ci fidiamo cecamente di lui, ora è arrivato anche il gol. Fino a qualche giorno fa scherzavamo sul fatto che fossimo entrambi a zero, ora lui ha segnato quindi devo recuperare“.

SU MANFREDINI: “E’ fantastico, come persona e come giocatore. Mi pare fosse uno dei pochi a non aver ancora esordito, per me ieri è stato il migliore in campo“.

SULLA DIFFERENZA TRA ANDREOLETTI E AUTERI: “Sono due allenatori molto preparati, ma diversi tra loro. Andreoletti è più improntato su un gioco avvolgente, Auteri invece è più verticale e penso sia evidente“.

SUL RAPPORTO CON I TIFOSI: “Noi giochiamo per i tifosi, il tifoso paga il biglietto per divertirsi ma tutti noi siamo un po’ tifosi perché siamo felici quando vinciamo. La retrocessione per la retrocessione c’è, è tangibile, ma abbiamo il compito di riconquistare i tifosi“.

SUI NUOVI ACQUISTI LANINI E STARITA: “Siamo un gruppo sano, li abbiamo accolti con piacere. Mi sembra stiano bene. Speriamo, sia per loro sia per noi, che facciano più gol possibili“.

Foto: Screen OttoChannel

Benevento, squadra al lavoro in vista del Latina: da valutare Pinato e Ciciretti

Benevento, squadra al lavoro in vista del Latina: da valutare Pinato e Ciciretti

Benevento CalcioCalcio

Dopo il giorno di riposo, il Benevento questa mattina ha ripreso ad allenarsi in vista del match di lunedì sera contro il Latina.

I giallorossi, guidati da Andreoletti, hanno svolto un lavoro che ha ha previsto attivazione a secco più tecnica, lavoro in campo diviso in due blocchi di partite a tema e mini partita finale.

Per la sfida contro i nerazzurri, da valutare le condizioni di Pinato, uscito intorno al quarto d’oro del derby con l’Avellino, e di Ciciretti, che sta lavorando per provare a rientrare tra i convocati.

La Strega si ritroverà domani, presso l’Antistadio “Carmelo Imbriani”, per una doppia sessione di allenamento. Venerdì, invece, si terrà l’allenamento a porte aperte.

Verso il Sorrento, Strega decimata tra infortuni e squalifiche: si ferma anche Carfora

Verso il Sorrento, Strega decimata tra infortuni e squalifiche: si ferma anche Carfora

Benevento CalcioCalcio

Non buone notizie per il Benevento, che sabato pomeriggio contro il Sorrento al Viviani di Potenza inaugurerà un ciclo di tre partite in nove giorni. Giovedì 26, infatti, la Strega sarà ospite del Foggia allo Zaccheria, poi lunedì 30 ottobre ospiterà a sua volta il Potenza al Vigorito.

A questi tre incontri, come noto, non prenderà parte Marotta, fermato per tre giornate dal Giudice Sportivo dopo i fatti contro il Picerno. Out, oltre al lungodegente Meccariello, anche Benedetti (starà fuori per almeno due settimane), Pinato e Ciciretti. Il centrocampista ex Pordenone e il fantasista romano potrebbero recuperare per il turno infrasettimanale in terra pugliese, ma appare più probabile un loro possibile impiego nell’ultima sfida casalinga di ottobre.

Da valutare, invece, Simonetti. Il fastidio al ginocchio va e viene, lo staff medico giallorosso però punta a recuperarlo per il derby in Basilicata: nelle prossime ore saranno effettuati nuovi controlli.

Stando a quanto riporta Il Mattino, poi, si sarebbe fermato anche Carfora. Il classe 2006, la settimana scorsa impegnato in Under 18 (questa settimana, e fino al 22 ottobre, toccherà a Nunziante in Under 17), lunedì ha subito un infortunio che non dovrebbe essere di poco conto. Previsti per oggi, comunque, gli esami strumentali del caso per il giovane attaccante giallorosso.

Tante, quindi, le grane per Mister Andreoletti in vista di questo mini tour-de-force. Il peso dell’attacco, plausibilmente, verterà tutto su Ferrante, che ieri non ha preso parte alla seduta pomeridiana probabilmente per recuperare le energie in vista dei tre incontri. L’unica alternativa a El Tigre infatti, in virtù dell’assenza di Marotta, è il giovane Sorrentino, che non ha ancora esordito in Serie C.

Foto: Screen Sky Sport

Benevento, proseguono gli allenamenti. Con il Picerno out anche Ciciretti

Benevento, proseguono gli allenamenti. Con il Picerno out anche Ciciretti

Benevento CalcioCalcio

Agli ordini di Mister Matteo Andreoletti i giallorossi si sono ritrovati questo pomeriggio, presso l’Antistadio Carmelo Imbriani, per sostenere la prevista seduta di allenamento. I calciatori hanno svolto attivazione, mobilità con torelli e partita in famiglia da due tempi.

Gli allenamenti riprenderanno nella giornata di domani, con in programma una sessione mattutina. Sabato è prevista la rifinitura in vista della sfida di domenica ore 14 al Vigorito contro il Picerno, poi la partenza per il ritiro all’hotel Europa di Venticano. Alle 12:30, infine, ci sarà la conferenza stampa del tecnico bergamasco.  

Notizie non proprio confortanti per alcuni giocatori del Benevento sul fronte infortuni. Dopo gli esami effettuati da Pinato, che rimarrà ai box per circa due settimane perché vittima di una distorsione alla caviglia destra (nel mirino il match dello Zaccheria contro il Foggia del 26 ottobre prossimo), si sono fermati anche Simonetti e Ciciretti. L’ex Ancona, in un ottimo stato di forma fisico e psichico in questo periodo, ieri ha accusato un fastidio al ginocchio sinistro (già sotto osservazione dopo lo 0-0 contro il Cerignola al Monterisi) e nei prossimi giorni sarà valutata l’entità del suo infortunio. Il fantasista romano, poi, difficilmente recupererà per l’incontro di domenica pomeriggio.

Mister Andreoletti, quindi, sarà chiamato a disegnare un centrocampo inedito per il match del Vigorito. Senza Pinato sarà Agazzi, con ogni probabilità, ad assicurarsi una maglia da titolare al fianco di Talia. Sulla corsia sinistra, in attesa di capire le effettive condizioni di Simonetti, potrebbe esserci dal 1′ uno tra Improta, Benedetti e Masciangelo. A destra, salvo soprese, ballottaggio tra Karic ed El Kaouakibi. Non è escluso, poi, un passaggio al 3-5-2, con Tello arretrato nel suo ruolo originale di mezz’ala.

Soddisfazioni, infine, per Nunziante e Carfora. Il giovane portiere della Strega, dopo l’esordio tra i professionisti in Coppa Italia Serie C contro il Giugliano, è stato inserito dal CT Favo nell’elenco dei preconvocati dell’Under 17 per la prima fase di qualificazione all’Europeo di categoria. L’attaccante giallorosso, invece, ha concluso oggi lo stage a Tirrenia con la Nazionale Under 16: titolare con la maglia numero 10 nel test in famiglia (perso per 5-0) contro l’Under 21 del CT Nunziata.

Benevento, escluso l’interessamento dei legamenti per Pinato: i tempi di recupero

Benevento, escluso l’interessamento dei legamenti per Pinato: i tempi di recupero

Benevento CalcioCalcio

Ottime notizie per Marco Pinato: la risonanza magnetica a cui si è sottoposto il centrocampista del Benevento ha confermato le buone sensazioni di lunedì.

Se, infatti, nel day-after il pareggio per 0-0 del Monterisi contro l’Audace Cerignola la radiografia a cui si era sottoposto il classe ’98 aveva escluso lesioni (QUI), la risonanza odierna ha escluso l’interessamento dei legamenti.

Confermato, quindi, il trauma distorsivo alla caviglia destra, che terrà il numero 14 della Strega lontano dai campi per due settimane. Pinato, che attualmente indossa il tutore ma che ha abbandonato le stampelle, salterà sicuramente le partite contro il Picerno (domenica, ore 14, Vigorito) e la trasferta contro il Sorrento (sabato 21 ottobre, 18:30).

Il centrocampista giallorosso, dunque, potrebbe tornare in campo per il turno infrasettimanale del 26 ottobre, nella caldissima sfida dello Zaccheria contro il Foggia.

Foto: Screen Sky Sport

Benevento, sospiro di sollievo dopo gli esami di Pinato

Benevento, sospiro di sollievo dopo gli esami di Pinato

Benevento CalcioCalcio

E’ finalmente arrivato l’esito degli esami strumentali a cui si è sottoposto Marco Pinato, uscito al sesto minuto ieri sera nella sfida contro l’Audace Cerignola.

Sospiro di sollievo per il centrocampista del Benevento, che aveva lasciato il terreno di gioco del Monterisi in lacrime e l’impianto stesso in stampelle.

La radiografia a cui si è sottoposto il classe ’98 non ha evidenziato lesioni: si tratta di un trauma distorsivo alla caviglia destra.

L’ex Pordenone verrà monitorato ulteriormente nei prossimi giorni, ma al 99% dovrà saltare la sfida di domenica pomeriggio contro il Picerno al Vigorito.

Foto: Screen Sky Sport

Benevento, ansia per Pinato

Benevento, ansia per Pinato

Benevento CalcioCalcio

Ansia in casa Benevento per le condizioni di Marco Pinato.

Il numero 14 giallorosso è uscito dopo appena 6 minuti ieri sera, contro l’Audace Cerignola, per un infortunio a seguito di un contrasto di gioco.

Mani sul volto e lacrime per il centrocampista della Strega, che ha lasciato il terreno di gioco del Monterisi in barella ed è stato sostituito da Agazzi.

La speranza è che l’infortunio dell’ex Pordenone (e conseguentemente i tempi di recupero) sia meno grave di quanto si sospetti, visto che il classe ’98 è sempre partito titolare sotto la guida di Mister Andreoletti eccezion fatta per la partita di Coppa Italia Serie C contro il Giugliano.

Il 25enne nativo di Monza ha lasciato l’impianto di Cerignola in stampelle, con un tutore alla caviglia destra.

Pinato, nelle prime sei giornate, si è dimostrato centrale per il gioco del tecnico bergamasco, formando una coppia di assoluto livello con Talia.

Attesi, quindi, i risultati degli esami di rito (che si dovrebbero svolgere oggi) per conoscere l’entità dell’infortunio del centrocampista giallorosso.

Foto: Screen Sky Sport

Benevento, Pinato: “Vittoria di sacrificio, ma era importante vincere”

Benevento, Pinato: “Vittoria di sacrificio, ma era importante vincere”

Benevento CalcioCalcio

Il centrocampista del Benevento, uscito nel finale della vittoria di questa sera contro il Brindisi, ha commentato così il successo di questa sera ai microfoni di OttoChannel.

Ecco, quindi, le parole di Marco Pinato nel post-gara del Curcio di Picerno:

SULLA VITTORIA DI QUESTA SERA: “Vittoria importante, di sacrificio. In Serie C ogni trasferta è difficile, ma questa sera era importante vincere“.

SUL NON AVER CONCRETIZZATO IL POSSIBILE 2-0: “Potevamo fare meglio, sicuramente. Nel primo tempo abbiamo affrontato uan squadra organizzata, nel secondo tempo abbiamo sofferto. Potevamo chiudere qualche occasione in più, ma l’importante è stato crearle”.

SULLA SUA CONDIZIONE: “Partita dopo partita mi sento sempre meglio, arrivare senza fare il ritiro è sempre un po’ deficitario ma ora comincio a stare bene. Direi siamo all’80%“.

SULL’ASSENZA DEL PUBBLICO: “Ha pesato tantissimo, noi giochiamo per il pubblico. Dovevamo adattarci, non potevamo farci niente, l’importante era portare a casa i tre punti e lo abbiamo fatto“.

SULLA PROSSIMA SFIDA, IN CASA CONTRO IL CROTONE: “Giocare in casa è un’altra cosa. La spinta del pubblico e il manto erboso sono un’altra cosa. Arriva una squadra forte che punta a fare un campionato di vertice, siamo pronti: è giusto staccare un po’ la spina e poi ripartire al massimo“.

Foto: Benevento Calcio