Seminario formativo sul Pnrr al Museo del Sannio di Benevento

Seminario formativo sul Pnrr al Museo del Sannio di Benevento

Politica

La Provincia di Benevento promuove Seminari di studi ed approfondimenti riservati agli Amministratori e ai funzionari degli Enti pubblici chiamati a gestire le misure straordinarie di sostegno all’economia decretate dall’Unione Europea con il Programma Next Generation, su pianificazione del Governo nazionale, che vanno sotto il nome di Piano nazionale di ripresa e resilienza (PNRR) e Piano nazionale per gli investimenti complementari (PNC).

Lo comunica il Presidente della Provincia Nino Lombardi, che ha precisato come il primo di questi appuntamenti resta fissato il prossimo 15 aprile 2024 presso l’Auditorium “Gianni Vergineo” del Museo del Sannio con inizio alle ore 8.30.

Il Seminario discuterà sul tema: “Il Ciclo di Bilancio nella Giurisprudenza e nella Direzione per Obiettivi. Principi ed Esemplificazioni. I Nuovi Paradigmi del Pnrr e del Pnc” e si realizzerà con la collaborazione dell’Ordine dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili e dell’Ordine degli Avvocati.

Le Relazioni ai partecipanti saranno svolte dal prof. Francesco Delfino, Esperto di finanza pubblica presso la Commissione ARCONET (Ministero dell’Economia e delle Finanze) e presso l’Osservatorio sulla finanza e contabilità degli enti locali – Ministero dell’Interno.

Com’è noto, per l’attuazione delle misure del PNRR e PNC è necessario seguire procedure ed adempimenti codificati ed in tempi altrettanto rigidamente definiti. Tutto questo presuppone una formazione e ed una qualificazione professionale degli Amministratori e dei Funzionari degli Enti locali territoriali, mentre, a ragione della ben nota carenza di personale, molti Comuni, specialmente i più piccoli, non sono in grado di gestire processi tanto complessi, dovendo peraltro misurarsi con le tante incombenze del quotidiano.

Alla luce di tanto, il Presidente Lombardi, coordinandosi con i Dirigenti degli Uffici dell’Ente, ed in particolare con l’Ufficio di gestione del PNRR appositamente costituito per la Provincia nei mesi scorsi, ha inteso promuovere uno specifico programma di supporto agli Enti locali.

Come è previsto dalla legge n. 56 del 2014, infatti la Provincia ha tra le sue funzioni quella di assicurare ai Comuni adeguati livelli di informazione e formazione sulle norme, le procedure e gli adempimenti connessi alla realizzazione in concreto dei programmi di investimento sul territorio. Le attività Seminariali sul PNRR e PNC delineate dalla Provincia, oltre a strumenti di informazione e formazione agli stessi Enti locali, costituiscono l’ambiente ideale per la nascita di una rete di rapporti istituzionali tra Provincia e Comuni al fine di meglio servire le collettività amministrate in queste materie.

Del resto, ha osservato il Presidente Lombardi, già è attivo da qualche mese una forma stretta di cooperazione tra l’Ufficio del PNRR della Provincia e alcune Amministrazioni Comunali sannite per istruire, affrontare e realizzare le procedure gestionali dei programmi di Next Generation, sostenendo il lavoro dei funzionari che si trovano a dover affrontare adempimenti tanti impegnativi.

La prima Sessione dei Seminari, che si svolgerà appunto al Museo del Sannio, sarà moderata dall’avv. Nicola Boccalone, Dirigente del Settore Amministrativo e Finanziario della Provincia di Benevento. Questo il Programma del 15 aprile 2024 con inizio alle 8.30:

Saluti istituzionali del Dott. Nino Lombardi, Presidente della Provincia di Benevento; -On. Clemente Mastella, Sindaco del Comune di Benevento; -Avv. Stefania Pavone, Presidente dell’Ordine degli Avvocati di Benevento; -Dott. Fabrizio Russo, Presidente dell’Ordine dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili di Benevento.

Le Relazioni di approfondimento del prof. Delfino saranno suddivise in 3 parti e cioè:

-“Il processo di approvazione del bilancio di previsione, il bilancio tecnico; il ciclo tecnico e il ciclo finanziario degli investimenti; il Fondo Pluriennale Vincolato”;

-“Focus sul PNRR e PNC: analisi del D.L. 19/2024 “Ulteriori disposizioni urgenti per l’attuazione del Piano nazionale di ripresa e resilienza (PNRR)”;

-“Contabilità finanziaria e contabilità “accrual”; Umanizzazione della contabilità pubblica; il valore pubblico e il PIAO; Project management”.

La partecipazione all’evento seminariale , che è accreditato, è gratuita.

Sono già pervenute da parte dei Comuni almeno 30 adesioni, anche da fuori Regione Campania, ma sono comunque aperte le iscrizioni.

Per maggiori informazioni ed iscrizioni  è possibile contattare il Settore Amministrativo Finanziario della Provincia di Benevento ai seguenti recapiti:

-tel.: 335 132 9270 – 340 863 1310 – 3667064743,

-mail: amministrativo.finanziario@provincia.benevento.it.

Pnrr. Matera (FdI): “Il Governo ha saputo adattarlo alle esigenze italiane”

Pnrr. Matera (FdI): “Il Governo ha saputo adattarlo alle esigenze italiane”

Politica

“Il 2026 è una data rigida per permettere la realizzazione di tutti gli impegni previsti nel Pnrr, dunque è stato serio da parte del governo Meloni riconsiderare alcuni progetti. La rimodulazione è stata necessaria ed i motivi anche geopolitici sono noti a tutti, anche perché in mancanza di un tempestivo intervento di tipo correttivo, si sarebbe prodotta l’inevitabile conseguenza di non ottenere da parte dell’Unione europea il trasferimento delle risorse collegate al raggiungimento delle milestone e dei target del Pnrr”.

È quanto dichiarato in Aula del Senato, nella discussione generale a seguito delle comunicazioni del ministro Raffaele Fitto sullo stato di attuazione del Pnrr, il Senatore di Fratelli d’Italia Domenico Matera.

“L’intensa e complessa attività di negoziato con la Commissione europea per la revisione del Piano – ha proseguito Matera – ha consentito di garantire, da un lato, la destinazione delle risorse agli interventi più utili per il Paese e, dall’altro, di assicurare la realizzazione dei progetti nei tempi previsti”.

Per il parlamentare di FdI “il Governo ha saputo dimostrare che il Pnrr non è una strada rigida e immutabile, ma piuttosto un percorso che poteva e doveva essere adattato alle reali esigenze e priorità del nostro Paese”.

“Questo – la conclusione del Senatore – è un segno di saggezza e lungimiranza, e ciò che è stato realizzato fino ad ora merita il nostro plauso e il nostro sostegno”.

Sanità e PNRR, Rubano: “Il Tar certifica il fallimento di De Luca”

Sanità e PNRR, Rubano: “Il Tar certifica il fallimento di De Luca”

Politica

“Dai media si apprende che anche il presidente del Tar Campania Vincenzo Salamone, in occasione dell’inaugurazione del nuovo anno giudiziario del Tribunale amministrativo, ha sottolineato e specificato due criticità che riguardano la Regione Campania gestita in malo modo dal Governatore De Luca.

Il comparto Sanità e i continui cambiamenti di  metodo dell’assegnazione delle risorse e la gestione del Pnrr con progetti che sono ‘cattedrali nel deserto’ sono gli anelli deboli rilevati dal giudice amministrativo.

Su questo dato drammatico per la ragione, adesso inconfutabile, non si può più tacere”.

Così in una nota a sua firma si è espresso l’onorevole Francesco Maria Rubano.

Pnrr, stamane tavolo tecnico sui progetti presieduto dal vicesindaco De Pierro

Pnrr, stamane tavolo tecnico sui progetti presieduto dal vicesindaco De Pierro

Politica

Il vicesindaco con delega al coordinamento del Pnrr Francesco De Pierro ha coordinato, stamane, un tavolo tecnico con i dirigenti dei settori impegnati nella realizzazione di progetti finanziati con i fondi del Piano di ripresa e resilienza. 

La riunione, convocata dal coordinatore della struttura interna di controllo e monitoraggio Riccardo Feola, ha analizzato lo stato di avanzamento e il cronoprogramma di tutti i programmi finanziati con le risorse del Pnrr con focus specifici sui tempi di realizzazione e il rispetto degli obiettivi intermedi imposti dalla normativa comunitaria che sottende Next Generation Eu.

Al termine dell’incontro il vicesindaco De Pierro ha anticipato che la fase di coordinamento e monitoraggio sarà esercitata anche mediante un tavolo tecnico generale a cadenza mensile e attraverso incontri specifici presso i singoli settori. 

“Il tavolo di stamane ha rappresentato uno step tecnico di natura preliminare e introduttiva. Un passaggio necessario per esordire, in piena contezza, nell’esercizio della delega che mi è stata conferita dal sindaco Clemente Mastella. Nei prossimi giorni convocherò i colleghi assessori che già lavorano proficuamente al Pnrr, per concordare le forme  di cooperazione, politica e amministrativa, necessarie ad armonizzare la struttura di coordinamento del Pnrr e il lavoro che su questo versante svolgono i singoli settori”, sottolinea il vicesindaco De Pierro. 

Palazzo Mosti, al vice sindaco De Pierro la delega in materia di Coordinamento Pnrr

Palazzo Mosti, al vice sindaco De Pierro la delega in materia di Coordinamento Pnrr

Politica

 Con proprio decreto il sindaco Mastella ha conferito stamane al vicesindaco Francesco De Pierro la delega in materia di Coordinamento del programma degli interventi sul PNRR che integra le precedenti deleghe, Rapporti con il Consiglio comunale, Rapporti con la Regione, Programma PICS, Fondi Europei, Semplificazione Amministrativa, Trasparenza, Legalità, Anticorruzione, già conferite al vicesindaco De Pierro.

Fondi PNRR, Ambrosone (FI): “Interventi socio-educativi per combattere la povertà nel Mezzogiorno”

Fondi PNRR, Ambrosone (FI): “Interventi socio-educativi per combattere la povertà nel Mezzogiorno”

Politica

“L’obiettivo dei progetti è contrastare la povertà educativa delle regioni del Mezzogiorno attraverso il potenziamento dei servizi socio-educativi a favore dei minori, con specifico riferimento ai servizi assistenziali, a quelli di contrasto della dispersione scolastica e di miglioramento dell’offerta educativa”.

Così esordisce il Consigliere di Montesarchio ed esponente di Forza Italia, Nico Ambrosone, con delega ai Fondi PNRR e Finanziamenti Europei.

“I destinatari dei finanziamenti dovranno essere i minori che versano in situazione di disagio o a rischio di devianza individuati anche dai servizi territoriali”. Gli interventi di ciascuna proposta progettuale, prosegue Ambrosone, dovranno rientrare in uno solo dei tre ambiti previsti: bambini di età compresa tra 0-6 anni, con l’obiettivo di ampliare e potenziare i servizi educativi e di cura; fascia di età tra 5-10 anni, con l’obiettivo di promuovere il benessere e la crescita armonica dei minori, garantendo efficaci opportunità educative e prevenendo varie forme di disagio sociale e di povertà educativa; fascia di età compresa tra 11-17, con l’obiettivo di contrastare l’abbandono scolastico ed il fenomeno dei NEET, promuovendo da un lato il miglioramento dell’offerta formativa attraverso l’attivazione di percorsi individualizzati e dall’altro prevedendo azioni congiunte “dentro e fuori la scuola” che favoriscano il riavvicinamento dei ragazzi che hanno abbandonato gli studi evitando l’emarginazione sociale.

“Tale progetto” – ha concluso Ambrosone – ci è stato presentato da un ente di promozione sportiva nazionale, la Libertas, in collaborazione con la sezione provinciale di Benevento e un doveroso ringraziamento va anche al Comune di Sant’Agata de Goti e al Comune di Bucciano, per aver aderito come partner a questo progetto”.  

Fioretti (Pd): “Pnrr e Fondi Sviluppo e Coesione, pagano sempre i Comuni e il Sud”

Fioretti (Pd): “Pnrr e Fondi Sviluppo e Coesione, pagano sempre i Comuni e il Sud”

Politica

Di seguito nota stampa di Floriana Fioretti, componente della Direzione Nazionale del Partito Democratico: “Ancora una volta sono i Comuni, e dunque le comunità – a partire dalle fasce più deboli – a pagare il prezzo delle scelte del governo Meloni. Palazzo Chigi, infatti, ancora non fornisce notizie e chiarimenti su come e quando restituirà alle amministrazioni locali i 10 miliardi di euro di finanziamenti Pnrr ‘sottratti’ nei mesi scorsi”.

“E bene ha fatto il presidente dell’Anci, Antonio Decaro, ad alzare la voce e a rilanciare l’allarme: i Comuni fin qui hanno investito 32,7 miliardi di euro con il Pnrr, con 230mila gare già fatte: come può un Ente Locale pianificare e programmare se non sa quando saranno restituite le somme dovute? Un quadro non incoraggiante. Anche perché continua il silenzio anche sui Fondi di Sviluppo e Coesione, bloccati ormai da oltre un anno. E parliamo di risorse necessarie al rilancio e alla crescita dei nostri territori, considerando che parliamo di investimenti dedicati tutti al Sud”.

“Risulta dunque evidente la volontà politica di questo governo di sacrificare gli interessi e le aspettative del Mezzogiorno a favore di altre aree del Paese. Un film già visto negli anni dei precedenti esecutivi di centrodestra e che ci viene riproposto nuovamente oggi. Occorre una mobilitazione capace di andare oltre le appartenenze perché qui è in gioco il futuro del Meridione”.

Gesesa, conclusi i progetti di efficientamento idrico in 4 comuni sanniti: interventi per oltre 800.000 euro

Gesesa, conclusi i progetti di efficientamento idrico in 4 comuni sanniti: interventi per oltre 800.000 euro

AttualitàDalla Provincia

L’efficientamento del servizio idrico integrato nel territorio Sannita rappresenta uno degli obiettivi su cui GESESA continua ad intervenire al fine di ridurre la dispersione della risorsa idrica e nell’ottica di gestione sostenibile. In tale direzione si è orientata la proposta progettuale di GESESA per quattro dei comuni in cui gestisce il servizio idrico integrato, ovvero, Castelpagano, Foglianise, Morcone e Telese Terme.

L’investimento ha puntato a potenziare gli attuali sistemi di gestione con strutture più innovative ed efficienti, in un’ottica di economia circolare.

Per il comune di Castelpagano l’oggetto del lavoro è stato, la sostituzione di tratti di condotte della rete idrica urbana nelle Contrade Conca d’Oro e Sciumara. L’obiettivo era quello di sostituire i tratti di condotte vetuste e in cattivo stato funzionale della rete idrica locale per giungere ad un miglioramento dell’efficienza idraulica dell’infrastruttura e ridurre drasticamente la dispersione idrica nelle aree interessate.

Per il comune di Foglianise l’intervento ha avuto per oggetto la sostituzione di alcuni tratti di condotta idrica. Lo scopo, anche qui, è stato quello di ottimizzare il funzionamento della rete idrica locale, riducendo le perdite al minimo. I rami di condotta da sostituire sono stati determinati sulla base delle osservazioni dei dati storici del numero di perdite idriche riscontrate sulla rete di distribuzione comunale. Le nuove condotte sono tutte in polietilene PEAD PFA 25 e diametri nominali compresi tra i 32 e i 63mm per un totale complessivo di 2.700 mt. comprensivo di rifacimento di allacci esistenti all’utenza.

A Morcone, storicamente a partire dal mese di Agosto e fino al mese di Dicembre le fonti endogene che alimentano la rete idrica comunale fanno registrare un severo decadimento di produzione di risorsa idrica che non risulta, molto spesso, sufficiente a soddisfare la richiesta dell’utenza (in particolar modo quella residente nel centro storico cittadino) e per cui GESESA è stata costretta ad operare turnazioni orarie del servizio idrico per tutto il periodo temporale su citato. Proprio per effetto delle criticità sopra indicate si è reso indispensabile rintracciare una nuova fonte da attivare nel periodo stagionale critico per colmare il divario tra la richiesta d’utenza rispetto ai volumi idrici immessi disponibili.

L’intervento oggetto dei lavori, per cui GESESA ha curato direttamente anche la fase di progettazione e direzione dei lavori, è consistito quindi nella realizzazione di un nuovo pozzo (profondo 100 mt) sito alla località Piana (Ponte Stretto), da attivare prevalentemente nel periodo critico (Agosto – Dicembre) con configurazioni di emungimento regolabili in funzione delle diverse esigenze di alimentazione.  Ciò rende disponibile una portata massima di circa 5 litri al secondo.

Per Telese Terme l’intervento eseguito ha avuto come effetto la sostituzione di tratti di condotte della rete idrica urbana nelle principali strade che attraversano il comune termale:via Lago, via Casino Brizio e via Lamparelli, il tutto comprensivo di rifacimento di allacci esistenti all’utenza e per un totale di 700 mt.

Anche in questo caso l’obiettivo è stato quello di sostituire i tratti di condotte vetuste e in cattivo stato, al fine di giungere ad un miglioramento dell’efficienza idraulica dell’infrastruttura e ridurre drasticamente la dispersione idrica nelle aree interessate.

Al termine di questa elencazione GESESA ringrazia i Sindaci e le Amministrazioni Comunali coinvolte con i relativi Uffici Tecnici per la fattiva collaborazione che ha consentito di ultimare gli interventi nel termine previsto del 31 dicembre 2023.

Benevento| Giunta, ok al progetto Pnrr per il contrasto alla marginalità abitativa: nasceranno le Stazioni di posta

Benevento| Giunta, ok al progetto Pnrr per il contrasto alla marginalità abitativa: nasceranno le Stazioni di posta

Politica

La Giunta, presieduta dal sindaco Clemente Mastella ha dato l’ok al progetto esecutivo, finanziato con le risorse del Pnrr, per progetti di contrasto alla vulnerabilità sociale. “In particolare – spiega l’assessore alle Politiche sociali Coppola – nasceranno le cosiddette Stazioni di posta: un modello di contrasto alla marginalità in linea con i più moderni standard comunitari in materia di assistenza.

Oltre all’accoglienza notturna temporanea, saranno offerti ulteriori e importanti servizi, come l’assistenza sanitaria, la ristorazione, l’orientamento al lavoro, la distribuzione di beni alimentari, la mediazione linguistico-culturale, la distribuzione dei beni in riuso.

Così le Stazioni di Posta diventeranno poli a tutto tondo per il contrasto multilivello alla marginalità abitativa e alla vulnerabilità sociale ed economica.

Per le Stazioni di posta fruiremo dell’immobile già sede del Can (Centro accoglienza notturna) e di un immobile in via Fratelli Rosselli, già sede del Consultorio familiare Asl. Potenzieremo poi il sistema d’assistenza abitativa temporanea per soggetti in estrema difficoltà economica con il cosiddetto housing first (‘innanzitutto la casa’). 

Utilizzeremo un appartamento in via Vittorio Veneto, 4 locali al primo piano dell’immobile comunale in uso alla Caritas,  mentre l’immobile di via Firenze sarà usato per percorsi di assistenza abitativa in housing led. In questo modo l’Amministrazione Mastella prosegue in interventi, volti a promuovere l’integrazione sociale e a contrastare fenomeni di vulnerabilità e fragilità economica, perfettamente in linea con lo spirito del Piano nazionale di ripresa e resilienza”, conclude Coppola. 

Nella stessa seduta la Giunta ha dato indirizzo all’Ufficio Sport di procedere all’avvio dell’iter per la concessione in gestione del Pattinodromo di via Mustilli. 

Asia Benevento, pubblicati i bandi di gara per i quattro progetti finanziati con il Pnrr

Asia Benevento, pubblicati i bandi di gara per i quattro progetti finanziati con il Pnrr

AttualitàBenevento Città

Il comune di Benevento e l’Asia rendono noto che sono stati pubblicati sull’albo pretorio comunale i bandi di gara relativi a quattro progetti (‘Sistema degli Ecocentri comunali’, ‘Tarip’, ‘Ciro’ e ‘Dal vetro alla sabbia, Casa dell’acqua e Mangiaplastica’) finanziati, per un totale di circa 4 milioni di euro, nell’ambito della M2C.1.1. I 1.1 – Linea A del Pnrr. 

Nel dettaglio, il progetto ‘Sistema degli Ecocentri comunali’, che ha ricevuto un contributo di 916.886,19 euro, prevede il miglioramento dell’ecocentro presente a contrada Fontana Margiacca e la variazione delle isole ecologiche situate a Piano Borea e contrada Pontecorvo in centri di raccolta. In tal modo il comune di Benevento si doterà di tre ecocentri dislocati nei punti della città con maggiore flusso viario realizzando un servizio di prossimità per i cittadini. Le aree che saranno create saranno attrezzate, recintate e sorvegliate.

Il progetto ‘Tarip’, finanziato per 944.489,41 euro permetterà di supportare le azioni messe in campo dall’Asia insieme al comune di Benevento per il miglioramento della percentuale di raccolta differenziata attraverso l’applicazione della ‘Tariffa puntuale sui rifiuti’, sistema in base al quale la tassa sarà calcolata in base ai rifiuti prodotti e non in relazione ai metri quadri dell’abitazione.

Il progetto ‘Ciro’, finanziato per 994.017,58 euro, prevede la realizzazione di un centro di riuso in adiacenza dell’Ecocentro comunale.

La struttura consentirà di intercettare, in un’ottica di economia circolare, tutti i beni che non essendo giunti al loro naturale fine ciclo di vita possono essere riutilizzati previa valutazione effettuata dagli operatori Asia.

Sarà, dunque, un centro di smistamento intermedio per consentire lo stoccaggio, la riparazione, il controllo e la vendita dei beni recuperati.

Il progetto ‘Dal vetro alla sabbia, Casa dell’acqua e Mangiaplastica’, che ha ricevuto un contributo di 960.972,28 euro, ha come obiettivo quello di evitare a monte la produzione dei rifiuti, prevederne il riciclaggio e diminuirne il volume ottimizzando il trasporto: il tutto in un’ottica di tracciabilità che, attraverso delle premialità da assegnare ai cittadini virtuosi, si collegherà all’implementazione della Tarip.