Casalduni, il sindaco Iacovella: “In questi anni abbiamo garantito legalità e correttezza delle azioni amministrative”

Casalduni, il sindaco Iacovella: “In questi anni abbiamo garantito legalità e correttezza delle azioni amministrative”

Politica

È stata presentata pochi giorni fa a Casalduni la relazione di fine mandato a firma del sindaco Pasquale Iacovella e della sua squadra amministrativa ‘Rinnovamento per Casalduni – Democrazia, Trasparenza, Libertà’ con il vice sindaco Luigi Nave, l’Assessore Giuseppa D’Aloia ed i consiglieri comunali di maggioranza Salvatore Romano, Giuseppe Mastrocola , Rito Mazzarelli, Lucio D’Addona, Debora Sgro, Toni De Cicco ed il Presidente del Consiglio Giorgio D’Angelo. Si tratta di una pubblicazione che descrive le principali attività svolte dall’Amministrazione Comunale nel periodo 2019 – 2024 dove spiccano appunto quelle amministrative inerenti il sistema degli esiti e dei controlli interni.

“Il Comune di Casalduni – afferma il sindaco Iacovella – dimostra un impegno costante verso l’efficienza e la trasparenza amministrativa, come evidenziato dalla deliberazione di Consiglio Comunale numero 2 del 12 marzo 2016 che ha permesso un aggiornamento del sistema dei controlli interni, fornendo chiare linee guida e modalità di svolgimento. L’obiettivo primario del sistema dei controlli interni – spiega il primo cittadino – è garantire la legalità e la correttezza delle azioni amministrative attraverso controlli sia amministrativi che contabili, assicurando così la massima integrità nel processo decisionale. Grazie al controllo successivo di regolarità amministrativa e contabile, diretto dal Segretario Comunale, si controlla un campione significativo degli atti amministrativi, assicurando un’adeguata verifica della conformità agli standard e normative stabilite. Sebbene gli atti sottoposti a controllo rispettino generalmente i parametri richiesti, l’Ente dimostra una proattiva volontà di miglioramento, come dimostrato dalle sollecitazioni del Segretario Comunale per migliorare la qualità e l’adeguamento normativo dei provvedimenti”.

Conclude il sindaco Iacovella che “le pratiche adottate e l’impegno di tutta la mia squadra è stato sempre quello di una gestione oculata e strategica delle risorse ed anche per questo saremo in campo anche stavolta per un futuro insieme”.

Agostinelli (NdC): “Vicenda San Pio, Rubano ha preso l’ennesimo granchio: speculazione indecorosa”

Agostinelli (NdC): “Vicenda San Pio, Rubano ha preso l’ennesimo granchio: speculazione indecorosa”

Politica

“Rubano ha preso l’ennesimo granchio. Si è tuffato, indecorosamente, su una denuncia a mezzo stampa di presunta malasanità, per imbastire una speculazione politica senza accertarsi di nulla; peccato che il giorno dopo l’Ospedale abbia chiarito i contorni della vicenda con un intervento ufficiale della direttrice del Pronto soccorso. Dovrebbe vergognarsi sia perché è sgradevole speculare per scopi politici sulla denuncia di una paziente, sia perché un deputato deve anteporre all’esibizione mediatica la necessità di accertarsi mediante i canali istituzionali della verità dei fatti e dei dettagli delle vicende. Davvero l’ennesima caduta di stile”, lo scrive in una nota il segretario provinciale NdC Carmine Agostinelli.

“Questo signore ritiene di poter coprire il vuoto della sua attività parlamentare alzando perennemente i toni della polemica politica, ma è uno stratagemma cui non crede nessuno. Se ritiene di doversi occupare di sanità, dovrebbe farlo nel luogo dove è pagato dai cittadini italiani, cioè in Parlamento e interloquire con il Ministro, espressione della maggioranza parlamentare di cui fa parte. Ma i segni della sua attività parlamentare continuano a essere totalmente evanescenti. Può riparare a questa ennesima magra figura, chiedendo scusa prima alla donna la cui vicenda è stata strumentalizzata per fini politici e poi agli operatori del Pronto soccorso che lavorano in condizioni non semplici e non meritano di trovarsi scaraventati, da un parlamentare della Repubblica, in una gazzarra politico-mediatica”. 

Polemiche social, la minoranza minaccia querela e contrattacca: “Rendiamo pubblici tutti i redditi degli Amministratori”

Polemiche social, la minoranza minaccia querela e contrattacca: “Rendiamo pubblici tutti i redditi degli Amministratori”

Politica

Nel dibattito politico di San Giorgio del Sannio, continua a tenere banco la questione relativa alle indennità di carica. Ad intervenire, questa volta, sono i consiglieri di minoranza, i quali propongono che tutti gli Amministratori comunali pubblichino le dichiarazioni dei redditi degli ultimi 3/5 anni.

Proprio nelle ultime ore, la minoranza è finita nel mirino di alcuni profili Facebook – la cui veridicità in termini di riconducibilità dei post all’effettivo nominativo utilizzato è quantomeno dubbia -, che hanno accusato i consiglieri di aver beneficiato della social card.

Un’accusa a cui i consiglieri di minoranza hanno deciso di rispondere minacciando querela. Inoltre, l’opposizione ha proposto – come detto in apertura – che tutti gli Amministratori rendano pubblichi i propri guadagni e i propri redditi.

“Sebbene convinti che la politica debba esplicarsi nelle sedi opportune – si legge nella nota -, lontane dalle aule di tribunale, siamo costretti a valutare, nostro malgrado, la necessità di sporgere querela penale. In questi giorni abbiamo assistito al tentativo di diffondere messaggi dal contenuto volutamente provocatorio e accuse fondate sul nulla, con il solo obiettivo di disturbare la comunicazione e fomentare gli animi contro i Consiglieri di opposizione. 

Abbiamo sempre ritenuto opportuno ignorare i profili facebook troll, e auspichiamo che anche gli amministratori dei vari gruppi social lo facciano, ma di fronte a messaggi dal contenuto evidentemente diffamatorio, vogliamo precisare che buona parte della minoranza ha rinunciato, sin dal primo momento, all’indennità di carica, per non gravare sulle casse comunali e per non togliere soldi dalle tasche dei cittadini. Viviamo soltanto del nostro lavoro, svolto con le opportune competenze, in piena trasparenza, con dignità e professionalità”.

“E visto che non abbiamo nulla da nascondere – continuano i consiglieri – chiediamo alla Maggioranza di accogliere la nostra proposta di rendere pubbliche le dichiarazioni dei redditi degli ultimi 3/5 anni di tutti gli Amministratori comunali, l’elenco degli incarichi, con i relativi corrispettivi, percepiti da Enti e società pubbliche, l’elenco degli immobili appartenenti al nucleo familiare di ogni Consigliere comunale, e infine la titolarità di azioni, obbligazioni, conti correnti, depositi e buoni fruttiferi di ciascun Amministratore”.

“Diamo un esempio di trasparenza lontana dagli attacchi e dal fango social che negli ultimi anni anima il nostro paese”, concludono. 

Italia. E’ morto Giorgio Napolitano

Italia. E’ morto Giorgio Napolitano

AttualitàDall'Italia

È morto l’ex presidente della Repubblica Giorgio Napolitano. Aveva 98 anni.

Ex presidente della Camera e ministro dell’Interno nel governo Prodi, parlamentare di lungo corso ed esponente della corrente “migliorista” del Pci, è stato il primo Capo dello Stato a essere eletto per un secondo mandato.

Politica, incontro Pd Sannio e Più Europa Benevento

Politica, incontro Pd Sannio e Più Europa Benevento

Politica

Presso la sede provinciale del Partito Democratico, si è svolto un incontro di notevole rilevanza tra i Dirigenti del PD Sannita e i rappresentanti del Gruppo Più Europa Benevento, diramazione provinciale del partito fondato da Emma Bonino.

L’obiettivo prioritario dell’incontro – si legge nella nota stampa – era vagliare i presupposti di una collaborazione politico programmatica  che, partendo da un’attenta analisi del territorio, possa organizzare una competitiva proposta aggregante nelle prossime sfide amministrative.

L’incontro ha visto la partecipazione di dirigenti delle due organizzazioni ed è stato caratterizzato da discussioni costruttive e dalla condivisione di idee e obiettivi di medio e lungo periodo.

C’è la ferma volontà di entrambe le parti, nella ricchezza delle proprie specificità politiche e culturali, di impegnarsi nella costruzione di  un’ampia ed inclusiva Alleanza di Centro Sinistra che, aperta al Civismo e alle migliori Esperienze locali, possa ambire al governo del territorio. 

In questa occasione, è anche emerso un forte spirito di unità e cooperazione tra il Partito Democratico Sannio e il Gruppo Più Europa Benevento, sottolineando la determinazione di entrambe le organizzazioni a unire le proprie forze in funzione dell’interesse generale della Comunità Sannita.

L’incontro si è concluso con l’impegno a dare da subito concretezza ad un percorso di collaborazione tra il Partito Democratico Sannio e il Gruppo Più Europa Benevento con il fattivo supporto e coinvolgimento di una classe di giovani e promettenti dirigenti locali di entrambi gli schieramenti.

Noi di Centro, Mastella e Agostinelli nominano i referenti del Fortore e del Tammaro

Noi di Centro, Mastella e Agostinelli nominano i referenti del Fortore e del Tammaro

Politica

Riceviamo e pubblichiamo il seguente comunicato stampa a firma di Noi di Centro Mastella.

“Sempre più presente ed organizzato nel Sannio il partito Noi Di Centro Mastella.

Ieri, a margine di un importante e riuscito convegno organizzato dal GAL Tammaro e da UNCEM e svoltosi a Santa Croce del Sannio, si sono riuniti sindaci e referenti NDC dell’area Tammaro.

Insieme al segretario nazionale, Clemente Mastella ed al segretario provinciale, Carmine Agostinelli erano presenti Antonio Di Maria, neo presidente del GAL Tammaro; Nino Lombardi, presidente della Provincia di Benevento; Gino Abbate, consigliere regionale; Antonio Zeoli, sindaco di Santa Croce del Sannio; Simone Paglia, sindaco di Campolattaro; Luigi Facchino, sindaco di Fragneto Monforte; il vice sindaco di Casalduni, Luigi Nave anche in rappresentanza del sindaco Pasquale Iacovella; il sindaco di Morcone, Luigino Ciarlo; il sindaco di Sassinoro, Luca Paglia; il sindaco di Colle Sannita, Michele Iapozzuto; il vice sindaco di Castelpagano, Lucio Mideo anche in rappresentanza del sindaco Bozzuto; Gianfranco Rinaldi, già sindaco di Pontelandolfo e presidente della Comunità Montana Tammaro Titerno.

Affrontati diversi argomenti di politica territoriale e sviluppo locale.

Durante l’incontro, il segretario provinciale, d’intesa con il segretario nazionale e con il consenso di tutti i presenti, ha annunciato la nomina di Gianfranco Rinaldi quale referente del partito noi Di Centro per l’area Tammaro.

Stessa nomina anche nel Fortore, dove a coordinare il partito, il segretario nazionale Mastella ed il segretario provinciale Agostinelli, individuano Andrea Giallonardo, sindaco di Castelfranco in Miscano.

“Il caldo dell’estate non rallenta il partito che resta, in modo indiscusso, principale riferimento ed attrattore degli amministratori sanniti.

A breve le nomine dei referenti delle altre aree territoriali e dei prossimi segretari cittadini.

A settembre, invece, inizieremo – conclude Agostinelli – con una serie di incontri pubblici itineranti su specifiche aree tematiche”. 

Forza Italia, Carmine Influenza neo commissario di Airola

Forza Italia, Carmine Influenza neo commissario di Airola

Politica
Influenza, già vice sindaco e consigliere comunale, ha aderito a Forza Italia.

Carmine Influenza, già Vice Sindaco e attuale Consigliere Comunale del Comune di Airola, aderisce a Forza Italia e viene nominato Commissario cittadino del partito nella città caudina. 

“Ho scelto  di formalizzare un impegno politico – afferma Influenza – di fatto avviato lo scorso mese di agosto con il sostegno alla

candidatura alla Camera dei Deputati dell’amico Francesco Maria Rubano,  che ringrazio per avermi designato commissario cittadino di Forza Italia. Guiderò l’importante fase del tesseramento e del congresso locale”, aggiunge il consigliere comunale.

“Nel frattempo, insieme ad Antonio Falco e Michele Napoletano, rafforzeremo il partito sul territorio coinvolgendo quanti vorranno offrire il proprio contributo di idee per la nostra città. 

Serviremo ogni giorno con dedizione i nostri cittadini.”

“Forza Italia Sannio rivolge un caloroso benvenuto nella nostra squadra a Carmine Influenza  – afferma il deputato Francesco Maria Rubano per il quale “Forza Italia ad Airola diventerà la prima forza politica. Con il coordinatore regionale Fulvio Martusciello ed il Segretario Nazionale Antonio Tajani – prosegue – forniremo il necessario supporto ai progetti  che l’Amministrazione Comunale  intenderà realizzare.

Airola sarà al centro dell’agenda politica nazionale  del nostro partito”, assicura Rubano.

Torrecuso| Inaugurato il Circolo di Fratelli d’Italia

Torrecuso| Inaugurato il Circolo di Fratelli d’Italia

Politica
Soddisfatto il Presidente Salvatore Rapuano: “Fratelli d’Italia è l’unico soggetto politico in grado di dare risposte ai cittadini”.

Pochi giorni fa è stato inaugurato il circolo di Fratelli d’Italia, per la prima volta a Torrecuso. Alla manifestazione, tenutasi presso la sala Nicchie di Palazzo Caracciolo Cito, sono intervenuti il Presidente del circolo, Salvatore Rapuano, il Consigliere Comunale, Guerino Cocchiaro, il Vice Coordinatore Provinciale di Fratelli d’Italia, Alessio Scocca ed il Senatore della Repubblica, avv. Domenico Matera.

I relatori hanno accolto con entusiasmo l’inaugurazione della suddetta sede, premiando l’impegno del Presidente Rapuano, il quale ha sottolineato di aver aperto il circolo “nella convinzione che Fratelli d’Italia sia attualmente l’unico soggetto politico in grado di offrire risposte concrete ai bisogni dei cittadini”.

Buono il riscontro della cittadinanza, che, ha aggiunto il Presidente Rapuano “si spera partecipi con interesse sempre in modo crescente agli incontri periodici che si terranno in sede, al fine di rendere il circolo un faro nella provincia di Benevento”.

Infine, il Presidente Salvatore Rapuano ha ringraziato tutti i partecipanti, in modo particolare il Senatore Matera ed il Vice Coordinatore Scocca, per l’interesse dimostrato e la partecipazione assolutamente gradita e per nulla scontata.

Torrecuso, Rapuano e Genito: “Respingiamo al mittente terminologia usata da Cocchiaro”

Torrecuso, Rapuano e Genito: “Respingiamo al mittente terminologia usata da Cocchiaro”

Politica

Gli assessori al Comune di Torrecuso Teresa Rapuano e Antonello Genito, in merito ad alcuni articoli pubblicati negli ultimi giorni su testate locali, sottolineano  che “le dichiarazioni riportate in un articolo di qualche giorno fa  corrispondono semplicemente a quanto dichiarato dai sottoscritti nella seduta di un Consiglio comunale e non successive all’assise, come invece viene lasciato intendere al solo scopo di aizzare animi già palesemente agitati a fronte degli improvvisi e importanti cambiamenti che stanno caratterizzando questo momento amministrativo.

In relazione poi alle dichiarazioni pubblicate, a mezzo stampa, dal capogruppo di ‘Libero Pensiero’, Guerino Cocchiaro, in data 6 luglio, – continuano Rapuano e Genito – respingiamo al mittente alcune terminologie ivi riportate. Al contempo invitiamo il capogruppo di ‘Libero Pensiero’ ad esprimere in futuro la sua opinione senza offendere chi non ne condivide le scelte.

Le parole di Cocchiaro appaiono una vera e propria offesa personale e, se così non fosse, si resta in attesa di smentita.

Quando ci si relaziona con le persone – affermano ancora  gli assessori Genito e Rapuano – ci si augura che il dialogo sia sempre costruttivo e rispettoso, condizione che nel nostro gruppo ‘Insieme si Può’ non è mai mancata e che ancora ci contraddistingue.

Senza entrare nel merito della problematica vitivinicola, avendo già espresso la nostra opinione li dove è consuetudine farlo, ovvero in consiglio comunale e non sulle pagine di un giornale, ci auguriamo che le affermazioni di Cocchiaro non siano state oggetto di condivisione da parte degli altri componenti del gruppo “Libero Pensiero”.

Attendiamo – concludono – eventuale smentita o conferma di quanto riportato nell’articolo, nella speranza che gli attacchi di natura politica non diventino attacchi personali” .

S. Angelo a Cupolo| E’ scontro in Consiglio comunale, opposizione lascia Aula: “Venuti meno nostri diritti, chiediamo intervento Prefetto”

S. Angelo a Cupolo| E’ scontro in Consiglio comunale, opposizione lascia Aula: “Venuti meno nostri diritti, chiediamo intervento Prefetto”

Politica

Riceviamo e pubblichiamo la seguente nota stampa a firma dei consiglieri di opposizione al comune di Sant’Angelo a Cupolo, Stefano Zarro, Alessandro De Pierro (di Sosteniamo Sant’Angelo) e Paola Genito (di Sant’Angelo a Cupolo FUTURA).

“I sottoscritti consiglieri comunali Zarro Stefano, De Pierro Alessandro componenti del gruppo consiliare “SosteniAmo Sant’Angelo a Cupolo”, e Genito Paola componente del gruppo consiliare “Sant’Angelo a Cupolo FUTURA” – si legge – comunicano di aver chiesto un intervento di S.E. il Prefetto di Benevento al fine di ripristinare i diritti e le prerogative delle minoranze consiliari e rappresentare la situazione inquietante di governo “orfano” di un equilibrio, di una stabilità e di un positivo fermento, possibile soltanto con il democratico apporto delle minoranze, nonché l’impossibilità di un costruttivo dialogo istituzionale fra minoranza e maggioranza, principalmente in conseguenza di un atteggiamento della presidenza del consiglio comunale che, di fatto, si dimostra poco imparziale, inibendo i diritti delle minoranze attraverso una interpretazione ed applicazione “di parte” delle norme regolamentari”.

“Ed invero – proseguono -, durante la seduta consiliare svoltasi nella giornata di ieri, 04 luglio, dopo aver illustrato una questione pregiudiziale, ai sensi dell’art.77 del Regolamento del Consiglio Comunale, per il ritiro dell’argomento posto al n.2 dell’ordine del giorno del convocato Consiglio Comunale relativo all’approvazione del rendiconto di gestione esercizio finanziario 2022, ai sensi dell’art.227/2000 del TUEL, per aver riscontrato numerose illegittimità nei documenti propedeutici alla approvazione della proposta di deliberazione di C.C. n.10 del 16.05.2023, è stato chiesto un consulto tecnico-giuridico al Responsabile Finanziario presente in aula (sindaco Diego Cataffo) e alla Segretaria Comunale p.t., il Presidente del Consiglio Comunale, avv. Gennaro Pontillo, non ha permesso alla Segretaria Comunale presente in aula, dott.ssa Gabriella Frasca, di prendere parola per i dovuti chiarimenti sulle perplessità manifestate, seppur richiesti dai tre consiglieri comunali, ai sensi dell’art. 80 del regolamento comunale, e necessari per diramare questioni delicate poste all’attenzione dell’intero consesso, sul presupposto di un precedente vaglio di legittimità da parte del Segretario Comunale degli atti che sono posti all’attenzione del Consiglio Comunale.

La questione pregiudiziale sul ritiro del punto all’ordine del giorno è stata proposta, infatti, in relazione ad una serie di aspetti e dubbi “formali” e “sostanziali” inerenti la proposta di delibera n. 10 del 16.05.2022 relativa all’approvazione del rendiconto di gestione anno 2022 che, ove confermate dai richiesti pareri, ne avrebbero inficiato la validità stessa dell’approvazione, per come in essa specificato.

Un tale atteggiamento, che di fatto lede i diritti e le prerogative delle minoranze consiliari, svuotandone di contenuto la figura istituzionale, ha costretto gli stessi a lasciare l’aula consiliare”.

“Ciò rappresenta non solo una grave lesione della figura e del ruolo del Consigliere di Minoranza, ma una offesa ai cittadini santangiolesi che con la loro “preferenza” ne hanno consentito la elezione e la loro rappresentanza tra gli scranni, seppur di minoranza ma non per questo “inutili”, del parlamentino santangiolese”, concludono.