Benevento| Visita Istituzionale del Generale di Corpo d’Armata Antonio De Vita, Comandante Interregionale Carabinieri “Ogaden” di Napoli

Benevento| Visita Istituzionale del Generale di Corpo d’Armata Antonio De Vita, Comandante Interregionale Carabinieri “Ogaden” di Napoli

AttualitàBenevento Città

Nella mattinata odierna il Prefetto Dr. Carlo Torlontano ha ricevuto il Generale di Corpo d’Armata Antonio De Vita, Comandante Interregionale Carabinieri “Ogaden” – Napoli, in visita istituzionale nella Provincia di Benevento, accompagnato dal Comandante Provinciale dei Carabinieri Col. Enrico Calandro.

Il Prefetto, nel dare il benvenuto al Generale De Vita durante il colloquio, svoltosi in un clima di viva cordialità, ha rivolto sincere parole di ringraziamento per l’alta professionalità e il prezioso  contributo fornito dall’Arma dei Carabinieri in favore del territorio beneventano.

Il Prefetto ha auspicato, altresì, il proseguimento di una costante e proficua collaborazione istituzionale finalizzata al mantenimento degli attuali eccellenti rapporti di collaborazione e sinergia esistenti tra le Forze di Polizia, testimoniati dai positivi risultati raggiunti, anche a seguito di quanto concordato e pianificato nell’ambito delle settimanali riunioni tecniche di coordinamento.

Furti in Valle Caudina, vertice in Prefettura

Furti in Valle Caudina, vertice in Prefettura

AttualitàBenevento Città

Il Prefetto di Benevento, dr. Carlo Torlontano, ha presieduto stamane una riunione del Comitato provinciale per l’ordine e la sicurezza pubblica finalizzata alla disamina della situazione dell’ordine e della sicurezza pubblica nei comuni di Airola, Montesarchio e Sant’Agata de’ Goti interessati da alcuni recenti episodi di furti nelle abitazioni, sui quali sono in corso indagini da parte delle Forze di polizia.

 Nel corso dell’incontro, al quale hanno partecipato il Questore, i Comandanti provinciali dell’Arma dei Carabinieri e della Guardia di Finanza e i Sindaci dei predetti Comuni, si è proceduto ad un’approfondita analisi dell’andamento della delittuosità, da cui è emerso un trend in lieve aumento per i reati predatori, in linea con l’andamento nazionale.

I vertici provinciali delle Forze dell’ordine hanno illustrato nel dettaglio l’attività di contrasto posta in essere per garantire le migliori e più adeguate risposte al senso di insicurezza percepito dalla cittadinanza, attività che si sta sviluppando attraverso servizi straordinari di controllo del territorio con l’impiego di unità delle Aliquote delle Squadre di Intervento Operativo dell’Arma dei Carabinieri e del Reparto Prevenzione Crimine Campania della Polizia di Stato a supporto della quotidiana azione di vigilanza e di controllo svolta dagli organi di polizia sia nei centri urbani che nelle aree periferiche dei comuni interessati.

Nella circostanza, è stato effettuato, altresì, un monitoraggio dei sistemi di videosorveglianza esistenti nei tre comuni al fine implementare il “sistema sicurezza” nella consapevolezza della valenza strategica di tale impiantistica – spesso rivelatasi decisiva nelle indagini condotte dalle Forze di polizia per l’individuazione degli autori dei reati – che, oltre ad essere incrementata, in particolare nelle aree sprovviste di telecamere e scarsamente illuminate, deve essere oggetto di costante ed attenta manutenzione da parte delle amministrazioni locali per assicurarne un funzionamento ottimale.

Il Prefetto, a conclusione dei lavori del Comitato, ha espresso viva soddisfazione per il costruttivo apporto di tutti i partecipanti in sede di disamina delle criticità analizzate, sottolineando “l’importanza della cooperazione attiva tra le istituzioni territoriali per rispondere alla domanda di sicurezza che viene dalle comunità locali e del prezioso contributo che i cittadini possono offrire nello sforzo sinergico di prevenzione dei reati di microcriminalità mediante l’adozione di misure di difesa passiva e la segnalazione tempestiva alle Forze di polizia di fatti ed episodi che possano incidere sulla regolare tenuta dell’ordine e della sicurezza pubblica”.

Imprenditori agricoli e allevatori dal Prefetto Torlontano

Imprenditori agricoli e allevatori dal Prefetto Torlontano

AttualitàBenevento Città

Nella mattinata odierna il Prefetto Dr. Carlo Torlontano, in occasione della Manifestazione Nazionale indetta dagli imprenditori agricoli e di allevatori, ha ricevuto alcuni piccoli imprenditori agricoli ed allevatori che hanno consegnato un documento di proposte, all’attenzione del Presidente del Consiglio dei Ministri “per contrastare l’aumento dei prezzi  delle materie prime, dell’energia e le speculazioni sui prezzi a danno delle piccole e medie imprese agricole”.

Al riguardo, i rappresentanti delle suddette categorie hanno richiamato l’attenzione sulla grave situazione di crisi generata dall’aumento dei costi di produzione in tutti i settori in una provincia, quale quella di Benevento, a forte vocazione agricola e zootecnica.

Al termine dell’incontro, il Prefetto ha auspicato una pronta azione, a livello centrale, volta ad affrontare tali problematiche attraverso l’adozione di efficaci piani di azione per dare respiro al settore delle piccole e medie imprese agricole e di allevamento che hanno bisogno di un diverso quadro giuridico nazionale ed europeo, per  poter uscire dalla situazione di sofferenza economica in cui attualmente versano.

Benevento, cadono pezzi di cornicione: chiuse al traffico strade adiacenti alla Prefettura

Benevento, cadono pezzi di cornicione: chiuse al traffico strade adiacenti alla Prefettura

AttualitàBenevento Città

Con ordinanza urgente il dirigente del Settore Lavori pubblici ha disposto la chiusura al transito veicolare  con divieto di sosta e fermata, sui tratti stradali adiacenti la Prefettura per lavori di messa in sicurezza, motivati dalla caduta di pezzi di cornicione.

I veicoli dei residenti in via Borgia, civici 3 e 5, sono autorizzati a sostare in deroga al divieto sul lato opposto all’accesso laterale alla Prefettura.

Benevento, in Prefettura il secondo incontro del Corso di Alta Formazione sulla violenza di genere

Benevento, in Prefettura il secondo incontro del Corso di Alta Formazione sulla violenza di genere

AttualitàBenevento Città

Nel pomeriggio odierno, ore 15-18,  presso la Prefettura di Benevento si terrà il secondo incontro formativo del “Corso di Alta formazione sulla violenza domestica, di genere e contro le vittime vulnerabili  promosso dalla Procura della Repubblica di Benevento e dagli enti del “Tavolo interistituzionale per la tutela delle vittime vulnerabili e di violenza di genere” in collaborazione con il progetto “Luana. Prevenzione della violenza e Empowerment” – coordinato dalla Coop EVA e sostenuto da Fondazione con il Sud.

L’incontro formativo verterà sul  SISTEMA ANTIVIOLENZA  sarà introdotto e coordinato dalla dott.ssa Carmen Festa, psicologa cooperativa EVA con interventi della Dott.ssa Olimpia Anzalone, Sost. Proc. Procura di Benevento, che si soffermerà sui rapporti tra la Procura e l’intero sistema antiviolenza così come riportato in protocolli d’intesa di rete e linee operative integrate; delle dottoresse Lella Palladino, sociologa coop EVA e Giulia Nanni, operatrice antiviolenza e assistente sociale specialista Casa delle donne di Bologna, che si soffermeranno sulla dinamica e gli esiti della violenza, il sistema di accoglienza e l’empowerment delle donne; di Don Salvatore Soreca, docente di pedagogia presso l’Ist. di scienze religiose di Benevento e parroco di S. Giorgio del Sannio, che si soffermerà sull’importanza dell’ascolto attivo, anche per un adeguato riconoscimento della violenza, l’attivazione della rete di protezione e l’invio delle donne ai servizi preposti.  Seguiranno gli interventi dei partecipanti.

Nella giornata odierna saranno anche definiti con i docenti partecipanti all’incontro i contenuti e le modalità con cui si svolgeranno i laboratori con le tre scuole che hanno aderito all’iniziativa, ITI Lucarelli, Liceo La Salle, IS Guacci.

Gli iscritti al corso sono 230, un numero di gran lunga superiore a quello preventivato a dimostrazione dell’interesse che suscita la tematica tra tutti gli operatori e la opportunità di una formazione mirata e che coinvolga tutte le professionalità coinvolte nella gestione dei casi di violenza di genere e  domestica.

Appalti pubblici, a Benevento Protocollo per la tutela della legalità nel settore degli appalti

Appalti pubblici, a Benevento Protocollo per la tutela della legalità nel settore degli appalti

AttualitàBenevento Città

Nel quadro della particolare attenzione riservata ai temi della sicurezza, è stato sottoscritto questa mattina presso il Palazzo del Governo dal Prefetto, dr. Carlo Torlontano e dal Direttore Generale dell’Azienda Sanitaria Locale di Benevento, dr. Gennaro Volpe, il Protocollo d’intesa per la prevenzione ed il contrasto delle infiltrazioni della criminalità organizzata nel settore degli appalti.

L’accordo prevede che l’ASL inserisca nei propri bandi e contratti apposita clausola che impone alle ditte contraenti di dimostrare l’iscrizione negli elenchi previsti per i settori di attività considerati a maggior rischio di infiltrazione mafiosa (white list) e di vigilare sul rispetto delle norme di sicurezza sul lavoro, retributive e previdenziali.

Attraverso la sottoscrizione dell’atto, le parti firmatarie si sono inoltre impegnate a prevedere verifiche antimafia più stringenti estendendole anche ai contratti pubblici aventi soglie inferiori a quelle previste dalla normativa vigente.

Nel corso degli anni l’esperienza dei protocolli di legalità –  ha affermato il Prefetto –  ha consolidato l’utilità di tali strumenti pattizi quale mezzo in grado di innalzare il livello di efficacia dell’attività di prevenzione generale amministrativa a fini antimafia per scongiurare che eventuali infiltrazioni criminali nell’economia legale possano negativamente influire sul sano sviluppo del territorio”.

Alla firma del documento hanno presenziato il Questore, dr. Giovanni Trabunella, il Comandante provinciale dei Carabinieri, col. Enrico Calandro ed il Comandante provinciale della Guardia di Finanza, col. Eugenio Bua.

Appalti pubblici, sottoscritto protocollo d’intesa tra Prefettura e Consorzio Asi

Appalti pubblici, sottoscritto protocollo d’intesa tra Prefettura e Consorzio Asi

AttualitàBenevento Città

È stato sottoscritto questa mattina a Benevento dal Prefetto, dr. Carlo Torlontano e dal Presidente del Consorzio per l’Area di Sviluppo Industriale, dr. Luigi Barone, il Protocollo d’intesa per la prevenzione ed il contrasto delle infiltrazioni della criminalità organizzata nel settore degli appalti.

Il documento mira a rafforzare le misure di prevenzione contro le infiltrazioni criminali mediante l’inserimento da parte del Consorzio per l’Area di Sviluppo Industriale nei propri bandi e contratti di una clausola che impone alle ditte contraenti di dimostrare l’iscrizione negli elenchi previsti per i settori di attività considerati a maggior rischio di infiltrazione mafiosa (white list), vigilando, nel contempo, sul rispetto delle norme di sicurezza sul lavoro, retributive e previdenziali.

Il Protocollo prevede, inoltre, l’estensione delle verifiche  antimafia  per i contratti aventi soglie inferiori a quelle previste dalla vigente normativa e la risoluzione di un accordo eventualmente già stipulato nel caso in cui si verifichino fenomeni corruttivi legati alla sua esecuzione.

“Il protocollo firmato oggi – ha dichiarato il Prefetto – vuole essere un ulteriore strumento di prevenzione attraverso il quale, ogni componente attiva della società possa dare, nel contesto nel quale opera, il proprio contributo per l’affermazione della legalità e contribuire, con grande senso di responsabilità, alla lotta alle infiltrazioni della criminalità organizzata che viene condotta quotidianamente dalle Istituzioni”.

Alla firma del documento hanno presenziato il Questore, dr. Giovanni Trabunella, il Comandante provinciale dei Carabinieri, col. Enrico Calandro ed il Comandante provinciale della Guardia di Finanza, col. Eugenio Bua.

Sottoscrizione Protocollo d’intesa  tra la Prefettura ed il Consorzio Asi

Sottoscrizione Protocollo d’intesa  tra la Prefettura ed il Consorzio Asi

AttualitàBenevento Città
La finalità del protocollo è la prevenzione ed il contrasto delle infiltrazioni della criminalità organizzata nel settore degli appalti.

Venerdì 24 novembre prossimo, alle ore 12.00, presso la sede del Palazzo del Governo, il Prefetto di Benevento, dr. Carlo Torlontano e il Presidente del Consorzio per l’Area di Sviluppo Industriale di Benevento, Luigi Barone, procederanno alla sottoscrizione del Protocollo d’intesa per la prevenzione ed il contrasto delle infiltrazioni della criminalità organizzata nel settore degli appalti.

Cusano Mutri, il Prefetto autorizza la Sagra dei Funghi

Cusano Mutri, il Prefetto autorizza la Sagra dei Funghi

AttualitàDalla Provincia

Il Prefetto, dr. Carlo Torlontano, ha presieduto, nella mattinata odierna, una riunione tecnica di coordinamento delle Forze di Polizia, allargata alla presenza dei Vigili del Fuoco, al fine di valutare la documentazione tecnica, inoltrata dal Comune di Cusano Mutri al Comando Provinciale dei Vigili del Fuoco in data 22 settembre 2023, in riscontro alle prescrizioni fornite ad esito del Comitato Provinciale per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica del 20 settembre u.s.

Dall’esame della documentazione prodotta, analizzata preliminarmente dai Vigili del Fuoco per i gli aspetti di diretta competenza, il Consesso ha convenuto che la sagra, quale evento di valorizzazione dei prodotti del territorio da parte degli operatori di settore, alla luce della documentazione integrativa prodotta in base a quanto prescritto nell’ultimo Comitato Provinciale per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica, rispetta le condizioni minime di sicurezza sia dal punto di vista tecnico sia sotto il profilo dell’ordine pubblico.

L’organizzazione, infatti, ha eliminato, tra l’altro, alcune postazioni, con annessi bidoni GPL, che non erano raggiungibili dai mezzi di soccorso.

Relativamente alle manifestazioni di pubblico spettacolo e a quelle canore, connesse alla sagra, potranno essere svolte esclusivamente in Piazza Orticelli, fermo restando la necessità, da parte dell’organizzazione, di adeguarsi ad alcune prescrizioni che, peraltro, erano state già fornite nel corso delle diverse riunioni del Comitato Provinciale per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica, allargate alla presenza del Sindaco di Cusano Mutri, quali, tra gli altri, la riduzione della capienza, la creazione di accessi separati per l’ingresso e l’uscita, adeguate vie di esodo.

Piazza Lago e Piazza Roma, invece, non potranno essere utilizzate per le citate manifestazioni, in quanto, per conformazione e afflusso delle persone, non garantiscono le condizioni minime di sicurezza sotto il profilo dell’ordine pubblico.

I partecipanti, infine, hanno stabilito che tutti gli eventi dovranno concludersi, tutti, entro le ore 01.00.

Alla luce di quanto sopra, i presenti hanno convenuto che l’intervenuto adeguamento da parte dell’organizzazione alle prescrizioni fornite nel corso delle riunioni del CPOSP, alle quali ha preso parte anche il Sindaco del Comune, consentirà, ora, lo svolgimento della sagra nel pieno rispetto delle condizioni minime di sicurezza.

Lavori sulla S.S. 212 “della Val Fortore”: sottoscritto protocollo di legalità

Lavori sulla S.S. 212 “della Val Fortore”: sottoscritto protocollo di legalità

AttualitàBenevento Città

È stato sottoscritto questa mattina, presso la sede del Palazzo del Governo, dal Prefetto, dr. Carlo Torlontano, dal Direttore Tutela Aziendale dell’ANAS Gruppo FS Italiane, dr.ssa Maria Dolores Rucci, dal Commissario straordinario SS 212, ing. Nicola Montesano e dal legale rappresentante della società aggiudicataria dell’appalto, il Protocollo di legalità per la realizzazione dei lavori di completamento della S.S. 212 “della Val Fortore” dallo svincolo di San Marco dei Cavoti a San Bartolomeo in Galdo.

Nell’ottica di innalzare il livello di collaborazione e cooperazione, promuovendo azioni prioritariamente finalizzate alla prevenzioni di possibili ingerenze criminali, il documento, redatto sulla base dello schema allegato alla delibera CIPE 62/2020, mira alla prevenzione ed al contrasto di tentativi di infiltrazione della criminalità organizzata nell’ambito delle attività relative all’opera in oggetto che rientra nel novero delle infrastrutture e degli insediamenti prioritari, sottoposta, come tale, alle procedure per il monitoraggio antimafia.

Il protocollo prevede la creazione di una banca dati dedicata per la circolarità delle informazioni tra i soggetti coinvolti e, per quanto riguarda l’attività di prevenzione amministrativa, estende le verifiche antimafia a tutte le imprese/ditte della filiera, a prescindere dal valore degli importi della commessa, con sanzioni pecuniarie per le imprese che violano le regole poste convenzionalmente dallo stesso accordo.

Un ulteriore tavolo, da attivare sempre nell’ambito del protocollo, si occuperà di monitorare i flussi di manodopera, con attenzione particolare alle modalità di assunzione, al rispetto della normativa in materia di sicurezza del lavoro e di regolarità contributiva e previdenziale.

Si tratta – ha commentato il Prefetto Torlontano – di uno strumento fondamentale che consentirà di innalzare ulteriormente il livello di guardia a presidio della legalità in un settore, come quello delle grandi opere infrastrutturali, che ha sempre attratto gli interessi delle mafie”.

Il documento, alla cui sottoscrizione erano presenti i Responsabili provinciali delle Forze di Polizia, è stato firmato anche dal Dirigente dell’Ispettorato territoriale del Lavoro e dai segretari provinciali delle organizzazioni sindacali FILCA-CISL, FENEAL-UIL e FILLEA-CGIL limitatamente ai contenuti del protocollo inerenti alle modalità di assunzione della manodopera e l’osservanza dei relativi adempimenti previsti dalla legislazione sul lavoro e dal contratto collettivo nazionale di categoria.