VIDEO – San Pio, restyling Pronto Soccorso: entro la fine dell’anno è attesa la chiusura dei lavori

VIDEO – San Pio, restyling Pronto Soccorso: entro la fine dell’anno è attesa la chiusura dei lavori

AttualitàBenevento Città

“L’obiettivo è quello di garantire ai nostri pazienti e ai casi più complessi prestazioni più rapide ed efficienti”, spiega il direttore generale del San Pio, Maria Morgante, a proposito della nuova area del Pronto Soccorso. 

“Speriamo di portare a termine i lavori entro la fine dell’anno: ogni giorno faccio il mio sopralluogo, in modo da accelerare i lavori. Per noi è indispensabile allargare il pronto soccorso in modo da dare più spazio e disponibilità ai pazienti che si approntano al nostro nosocomio”. 

Ascoltiamo le parole del direttore generale del San Pio, Maria Morgante, ai microfoni di BeneventoNews24.it.

Dimissioni primario P.S. San Pio, Perifano: “Si agisca prima che sia troppo tardi”

Dimissioni primario P.S. San Pio, Perifano: “Si agisca prima che sia troppo tardi”

Politica

Di seguito nota stampa di Luigi Diego Perifano, consigliere comunale di ‘Città Aperta”.

“Le dimissioni del primario di Pronto Soccorso dell’ospedale San Pio giungono inaspettate e non sono una buona notizia.

La rinuncia all’incarico, a poco più di tre mesi dal relativo conferimento, non può derubricarsi a vicenda di ordinaria amministrazione: conferma, piuttosto, che nel principale nosocomio cittadino permangono aree di criticità che vanno affrontate con decisione e risolte al più presto.

Il management ospedaliero deve intensificare gli sforzi per creare il clima giusto, in termini di capacità di ascolto e interazione, che serve a fare squadra con le tante eccellenti professionalità che lavorano nel San Pio e hanno a cuore la qualità dei servizi di diagnosi e cura.

Fermo restando che, oltre i buoni propositi emersi in Consiglio Comunale, occorre – come dico da tempo- una mobilitazione generale delle istituzioni locali, delle categorie professionali, del sindacato, dei parlamentari nazionali e regionali e delle forze politiche, per porre con forza- e sottolineo con forza- alla Regione Campania il tema della difesa e della valorizzazione della sanità pubblica nel Sannio.

Non iniziative isolate, non superflui rigurgiti di protagonismo politico-che, nell’un caso come nell’altro, sin qui non hanno portato a niente- ma un’azione corale e inclusiva per compattare il territorio e aprire una vertenza con la Regione incentrata sull’indicazione dei problemi e delle possibili soluzioni. Prima che sia troppo tardi”.

San Pio, il primario del Pronto Soccorso lascia dopo soli tre mesi

San Pio, il primario del Pronto Soccorso lascia dopo soli tre mesi

AttualitàBenevento Città

Era solo il 16 giugno quando il San Pio annunciava la nomina del dott. Rodolfo Nasti quale primario del pronto soccorso del nosocomio di via Pacevecchia.

Poco più di tre mesi dopo, l’avventura sannita del medico – secondo quanto riportato da “Il Sannio Quotidiano” – sta già per concludersi. Nasti, infatti, ha deciso di interrompere il rapporto con l’ospedale cittadino. Tra qualche settimana, Nasti, che era stato chiamato per risolvere le criticità che attanagliano il pronto soccorso del Rummo, ritornerà a Napoli, a prestare servizio presso la casa di cura Villa Betania.

Una scelta, quella del medico, che lascia un vuoto importante nell’organigramma medico del San Pio.

 “Avere con noi il dottor Nasti è motivo di orgoglio e soddisfazione, è una presenza essenziale nel nostro pronto soccorso”, sottolineava proprio nel giorno dell’insediamento di Nasti, la d.g Maria Morgante.

FOTO – Auto contro Vespa, grave incidente nella notte a Benevento: giovane di S. Giorgio del Sannio trasportato in ospedale

FOTO – Auto contro Vespa, grave incidente nella notte a Benevento: giovane di S. Giorgio del Sannio trasportato in ospedale

BeneventoCronaca

Grave incidente la scorsa notte a Benevento in via Vittorio Bachelet, all’altezza dell’imbocco per la strada statale 7.

Poco dopo la mezzanotte, per cause ancora in corso di accertamento, una Mini Cooper si è scontrata con una Vespa, che viaggiava in direzione San Giorgio del Sannio.

L’impatto – come si può osservare dalle foto a margine dell’articolo – è stato piuttosto forte, con il giovane alla guida della Vespa che è stato praticamente travolto ed è andato a sbattere sulla parte anteriore dell’auto.

Ad avere la peggio è stato proprio il conducente della Vespa, un giovane sui 16 anni di San Giorgio del Sannio, che è stato immediatamente trasportato in codice giallo al pronto soccorso. Per lui rottura del femore e trauma cranico. E’ stato operato al femore stesso nella notte.

Sotto shock il conducente della Mini Cooper, un giovane sui 30 anni, che non ha, però, riportato conseguenze.

Sul posto, oltre ai sanitari del 118, sono intervenuti anche gli uomini della Polizia Municipale di Benevento che hanno provveduto a eseguire i rilievi e gli accertamenti del caso per meglio determinare la dinamica del sinistro.

San Giorgio del Sannio, donna investita in viale Manzoni: autista si dà alla fuga

San Giorgio del Sannio, donna investita in viale Manzoni: autista si dà alla fuga

CronacaProvincia

Incidente questo pomeriggio lungo viale Alessandro Manzoni a San Giorgio del Sannio, dove una donna è stata investita da un’automobile.

Stando alle prime ricostruzioni, mentre la donna percorreva a piedi il viale in direzione Benevento, un’Opel Corsa di colore grigio, che viaggiava nella stessa direzione, l’ha investita da dietro.

L’autista, secondo quanto raccolto dalla nostra redazione, dopo l’incidente si sarebbe allontanato senza attendere l’arrivo dell’ambulanza e delle Forze dell’Ordine.

La donna, ovviamente, a seguito del forte impatto è rovinata a terra. Sono immediatamente accorsi a prestarle soccorso alcuni commercianti della zona, che hanno anche chiesto l’intervento dei medici dell’UCCP.

A prestare le prime cure alla malcapitata è stato proprio un medico dell’Unità di Cure Primarie di viale Manzoni; in seguito sul posto sono giunti anche i sanitari del 118, che hanno trasportato la donna in ospedale, e i Carabinieri per i rilievi e gli accertamenti del caso.

Il primo passo, logicamente, sarà quello dell’individuazione dell’uomo che rischia di essere indagato per omissione di soccorso, laddove venisse confermata la tesi della sua fuga.

Ai Carabinieri è stato segnalato il numero di targa dell’Opel Corsa, quindi non dovrebbero esserci problemi per identificare il conducente dell’auto.

Quanto alla vittima dell’incidente, come detto, è stata trasportata in pronto soccorso: al momento dell’arrivo dei sanitari lamentava dolori al ginocchio. Le sue condizioni non dovrebbe essere gravi.

VIDEO – San Pio, 28 nuovi assunti tra infermieri e tecnici di laboratorio

VIDEO – San Pio, 28 nuovi assunti tra infermieri e tecnici di laboratorio

AttualitàBenevento Città
La D. G. Morgante: “Vero problema riguarda il Pronto Soccorso e la Rianimazione, speriamo che in qualche mese le cose possano migliorare”.

Giornata di festa per l’Ospedale San Pio di Benevento, che ha presentato i 28 nuovi assunti. La Direttrice Generale, Maria Morgante, ha accolto con estrema gioia l’ingresso a tutti gli effetti nella famiglia ospedaliera di Via Pacevecchia delle 28 nuove leve, di cui 26 infermieri e 2 tecnici di laboratorio, che avevano già prestato il loro servizio ai tempi della pandemia da Covid.

Presenti all’incontro anche la Dirigente alle Professioni Sanitarie, Antonella Mottola, la Direttrice UOC Risorse Umane, Marina Pinto, e il Direttore Sanitario, Gianni di Santo.

La grande soddisfazione è dovuta al fatto che queste sono figure professionali che si sono formate nel periodo difficilissimo della pandemia da Covid e che hanno, pertanto, dimostrato già di saper far fronte a criticità notevoli. C’è stato tempo anche per l’intervento di alcuni dei nuovi assunti tra cui una coppia che ha dichiarato che questa è per loro non solo un’importante opportunità lavorativa ma anche la possibilità di poter lavorare a contatto tra loro dopo anni di dislocamento familiare.

Altro argomento di cui si è parlato è stato quello della carenza numerica nel Pronto Soccorso, vero tallone d’Achille del nosocomio beneventano.

Emozionate la testimonianza di uno dei due tecnici di laboratorio (entrambi donna), la quale non è riuscita a trattenere le lacrime ricordando il periodo buio e complicato del Covid e le tante difficoltà e paure affrontate.

Ascoltiamo ora le parole del D.G. del San Pio, Maria Morgante, ai microfoni di BeneventoNews24.it.

Benevento, 60enne in carrozzina investita da auto

Benevento, 60enne in carrozzina investita da auto

CronacaProvincia

Tanta paura lungo la statale Appia, in prossimità di Tufara Valle, dove una donna in carrozzina elettrica per disabili è stata tamponata da un’automobile aziendale tipo Fiat Panda. Erano le 20 circa.

La donna, una sessantenne, dopo l’impatto, è volata via dalla sedia rovinando sull’asfalto. Immediato l’intervento di alcuni passanti e poi quello del 118, che ha trasportato la vittima in pronto soccorso al San Pio di Benevento.

Sul posto anche i Carabinieri che hanno effettuato i rilievi e gli accertamenti del caso in modo da chiarire l’esatta dinamica dell’accaduto.

Paura in Tribunale: avvocato si sente male e si accascia a terra

Paura in Tribunale: avvocato si sente male e si accascia a terra

BeneventoCronaca

Momenti di paura e apprensione questa mattina al Tribunale di Benevento: un avvocato (S. G.) è improvvisamente svenuto, in seguito a un malore.

Poco prima aveva già manifestato un lieve malore, ricevendo assistenza da alcuni colleghi e cercando di riprendersi bevendo un bicchiere di acqua e zucchero.

Quando sembrava che stesse meglio, ecco che il professionista, che era nei pressi dell’entrata del Tribunale, si è accasciato a terra.

Subito allertati i soccorsi, i sanitari del 118 hanno immediatamente prestato le prime cure all’avvocato per poi trasportarlo al pronto soccorso dell’ospedale Fatebenefratelli di Benevento.

Benevento| Pauroso incidente in via San Leucio: tre feriti, uno è grave (FOTO)

Benevento| Pauroso incidente in via San Leucio: tre feriti, uno è grave (FOTO)

BeneventoCronaca

Tre feriti, di uno molto grave: questo il bilancio dell’incidente verificatosi nella tarda mattinata di oggi lungo via San Leucio a Benevento.

A scontrarsi una Fiat Idea sulla quale viaggiavano tre persone (il conducente e due giovani) e una Nissan Micra, con alla guida un anziano.

Ad avere la peggio è stato proprio quest’ultimo, per il quale è stato necessario il trasporto in codice rosso al San Pio di Benevento.

Stando alle prime ricostruzioni, mentre la Fiat Idea percorreva la strada in direzione San Leucio, l’altra autovettura, in viaggio in direzione contraria, per evitare una ragazza che stava facendo jogging, si è allargata, invadendo l’altra corsia: di lì lo scontro – quasi – frontale tre le due automobili. A venire in collisione sono state la ruota anteriore sinistra della Nissan con quella anteriore destra della Fiat.

Uno scontro che ha fatto sì che entrambe le autovetture compiessero una rotazione su loro stesse.

Le altre persone coinvolte, il conducente della Fiat Idea e i due giovani a bordo della stessa, non destano particolari preoccupazione: il primo è ricoverato al San Pio, gli altri due al Fatebenefratelli.

Sul posto, oltre ovviamente ai sanitari del 118, anche gli uomini della Polizia Municipale per i rilievi e gli accertamenti del caso.

VIDEO – San Pio, presentato il nuovo direttore di Medicina d’Urgenza

VIDEO – San Pio, presentato il nuovo direttore di Medicina d’Urgenza

AttualitàBenevento Città

È stato presentato oggi, presso l’aula congressuale del padiglione Maria Santissima delle Grazie, il nuovo direttore dell’UOC Medicina d’Urgenza e Pronto Soccorso del San Pio di Benevento, dottor Rodolfo Nasti. 

La direttrice generale Maria Morgante, intervenuta ai microfoni durante la presentazione, si è detta entusiasta dell’avvento del nuovo direttore: “Avere con noi il dottor Nasti è motivo di orgoglio e soddisfazione, è una presenza essenziale nel nostro pronto soccorso.

Non è da sottovalutare neppure l’aspetto strategico di una scelta simile, in quanto il neo direttore ha un’esperienza enorme in materia di pronto soccorso”, ha esordito la direttrice.. 

Poi la Morgante ha sottolineato come il dottor Marchese, da cui Nasti eredita il testimone, lo affiancherà per tutto il tempo necessario per ambientarsi.  

Una battuta anche sul fatto che il neo direttore sia molto giovane e motivato a fare bene e su come ciò porti una ventata d’aria fresca in tutto il reparto: “Il dottor Nasti ha iniziato a muoversi già all’atto della nomina, ancora prima dell’insediamento, facendosi conoscere e ricercando personale e questa sua predisposizione a fare unita alla sua pregressa esperienza ci fa guardare con ottimismo al futuro della nostra struttura”. 

L’aspetto della carenza di personale è stato affrontato più nello specifico dalla direttrice generale la quale ha asserito che è stato indetto un bando per ricercare 11 figure professionali e si è detta speranzosa di supplire prima possibile a una delle problematiche più evidenti di tale reparto. 

“Al giorno d’oggi gli specializzandi preferiscono evitare di scegliere medicina d’urgenza perché essa comporta talvolta a turni estenuanti, non dimenticando i non pochi isolati episodi di violenza nei pronto soccorso”, ha proseguito la Morgante che ha così concluso: “È un lavoro usurante che spesso non gode della giusta gratificazione e per di più chi è medico di pronto soccorso non può esercitare la libera professione”. 

Piccole denunce di un qualcosa che non va sempre nel verso giusto ma anche molta fiducia nel nuovo direttore, questo il sunto dell’intervento della direttrice generale. 

Nasti invece ci ha tenuto a ringraziare la direzione strategica per aver puntato su di lui: “Spero di essere all’altezza di quest’azienda di livello nazionale. 

Il problema dei pronto soccorso non riguarda solo il San Pio, farò di tutto per creare maggiore appeal tra gli specializzandi”, ha dichiarato il nuovo direttore, concludendo poi così: “Gli obiettivi di breve termine per dare un segnale di cambiamento positivo sono riuscire a ingaggiare più profili possibile e diminuire i tempi di attesa da pronto soccorso a visita”.