Telese Terme, sabato 25 maggio giornata dedicata alla prevenzione

Telese Terme, sabato 25 maggio giornata dedicata alla prevenzione

AttualitàProvincia

Prevenzione fa rima con informazione. Sabato 25 maggio dalle 9.00 alle 19.00 presso il centro termale “Terme di Telese” i cittadini potranno sottoporsi gratuitamente a visite cardiologiche, visite reumatologiche e visite endocrinologiche.

L’iniziativa, intitolata: Piazza della Salute “Prenditi cura di te, fai prevenzione”, è promossa dall’Ordine dei Medici Chirurghi e Odontoiatri di Benevento nell’ambito del progetto ‘L’Ordine per la salute’ e del progetto dell’Enpam ‘Piazza della Salute’. La finalità dell’iniziativa è promuovere la prevenzione e i corretti stili di vita tra la popolazione. 

La giornata di prevenzione si svolgerà in collaborazione con la Fondazione Enpam e con il supporto del centro termale “Terme di Telese”, ASL di Benevento, A.O.  San Pio di Benevento, Ospedale Fatebenefratelli, Croce Rossa Italiana, Misericordie di Benevento, Ipsar Le Streghe di Benevento, Istituto Superiore Telesi@, Coldiretti Benevento, Pro Loco Telesia, Confindustria di Benevento e con il patrocinio del Comune di Telese e della FNOMCeO.

Non solo visite in piazza. Nel corso della giornata, infatti, saranno proposte a ripetizione dimostrazioni di primo soccorso (Mass Training, Manovra di Heimlich) e proiezioni di video. Per tutti gli interessati sarà a disposizione materiale informativo con lo scopo di sensibilizzare sull’importanza della prevenzione.

Questi appuntamenti sono preziosi – dichiara il sindaco di Telese Giovanni Caporaso -. Rivolgo un ringraziamento sentito agli organizzatori perché ci danno la possibilità di accedere a percorsi di benessere basati sulla prevenzione. La prevenzione dovrebbe essere uno stile di vita – aggiunge Caporaso -, dunque invito tutta la cittadinanza a partecipare facendo una scelta responsabile per il proprio benessere”. 

Per noi della pro loco la salute, la prevenzione e lo screening sono da sempre al centro della nostra programmazione” afferma il presidente della Pro Loco Telesia, Filippo Sardisco. “Solo con la prevenzione secondaria, attività e interventi finalizzati a raggiungere una diagnosi precoce delle malattie, quando è ancora in una fase asintomatica, si può anticipare processi che possono essere anche gravi – spiega -. Sarò di parte dato che per lavoro mi occupo di Sanità ma per me dare un contributo fattivo per il nostro territorio è di fondamentale importanza”.

I poteri della natura e dei rimedi naturali

I poteri della natura e dei rimedi naturali

Attualità

I rimedi naturali hanno guadagnato popolarità nel corso degli anni, attirando l’interesse non solo degli appassionati di medicina alternativa ma anche di coloro che cercano soluzioni più naturali e meno invasive per i loro problemi di salute. Questo interesse è spesso alimentato dalla percezione che i rimedi naturali siano più sicuri e privi degli effetti collaterali associati ai farmaci convenzionali. Inoltre, l’uso di piante e altre sostanze naturali per scopi medicinali è una pratica che affonda le radici nella storia antica, rendendo questi metodi non solo affascinanti ma anche ricchi di tradizione e cultura.

L’antica sapienza delle erbe

Sin dai tempi più remoti, le piante sono state utilizzate per trattare una vasta gamma di disturbi. Le civiltà antiche, come quelle egizia, cinese e indiana, svilupparono elaborate conoscenze sull’uso delle erbe medicinali. Per esempio, l’Ayurveda, la medicina tradizionale indiana, utilizza ancora oggi piante come il tulsi (basilico sacro) per rafforzare il sistema immunitario, e l’ashwagandha per ridurre lo stress e migliorare la vitalità. Allo stesso modo, la medicina tradizionale cinese impiega il ginseng per aumentare l’energia e migliorare la resistenza fisica.

La saggezza tramandata da queste culture non è stata dimenticata, e molte di queste pratiche sono ancora in uso oggi, supportate da studi scientifici che ne confermano l’efficacia. Tuttavia, ci sono poi piante un po’ borderline come la cannabis su cui si è espresso l’ONU come vediamo qui, in quanto suscita dibattiti e controversie sulla sua legittimità e sicurezza d’uso.

I benefici della camomilla e della lavanda

Due delle piante più comuni utilizzate per i rimedi naturali sono la camomilla e la lavanda. La camomilla è nota per le sue proprietà calmanti e viene spesso utilizzata per trattare l’insonnia e l’ansia. Bere una tazza di tè alla camomilla prima di dormire può aiutare a rilassarsi e a prepararsi per una notte di sonno tranquillo. La lavanda, d’altra parte, è celebre per il suo effetto rilassante e viene spesso utilizzata in aromaterapia. L’olio essenziale di lavanda può essere applicato sulla pelle o diffuso nell’aria per ridurre lo stress e promuovere un senso di benessere.

Le proprietà curative dell’aloe vera

L’aloe vera è un’altra pianta molto apprezzata per i suoi benefici sulla salute. Nota per le sue proprietà lenitive e cicatrizzanti, l’aloe vera viene spesso utilizzata per trattare le scottature e le irritazioni della pelle. Il gel estratto dalle sue foglie può essere applicato direttamente sulla pelle per alleviare il dolore e accelerare la guarigione delle ferite. Inoltre, l’aloe vera è anche utilizzata come integratore alimentare per favorire la digestione e rafforzare il sistema immunitario.

Echinacea e il potenziamento del sistema immunitario

L’echinacea è una pianta che ha guadagnato notorietà come rimedio naturale per rafforzare il sistema immunitario. Molte persone la utilizzano per prevenire e trattare il raffreddore comune e altre infezioni. Gli studi hanno dimostrato che l’echinacea può stimolare l’attività delle cellule immunitarie, aumentando la loro capacità di combattere le infezioni. Sebbene non sia una panacea, l’echinacea può essere un valido supporto per mantenere il sistema immunitario in buone condizioni.

Curcuma: l’oro delle spezie

La curcuma, spesso chiamata “l’oro delle spezie”, è conosciuta per le sue potenti proprietà anti-infiammatorie e antiossidanti. Utilizzata da secoli nella medicina ayurvedica e cinese, la curcuma contiene un composto chiamato curcumina, che ha dimostrato di avere numerosi benefici per la salute. La curcumina può aiutare a ridurre l’infiammazione, migliorare la funzione cerebrale e ridurre il rischio di malattie croniche come le malattie cardiache. Integrata nella dieta, ad esempio come ingrediente principale nel curry, la curcuma può contribuire a migliorare la salute generale.

Le ragioni del successo dei rimedi naturali

I rimedi naturali sono amati per una serie di motivi. In primo luogo, rappresentano un ritorno alla natura e alla semplicità, che molti trovano rassicurante in un mondo sempre più complesso e tecnologico. Inoltre, la percezione che i rimedi naturali siano più sicuri rispetto ai farmaci sintetici spinge molte persone a preferirli. Non meno importante è il fatto che i rimedi naturali sono spesso più accessibili e meno costosi rispetto ai trattamenti convenzionali, rendendoli una scelta attraente per chi cerca opzioni sanitarie sostenibili.

Le persone trovano conforto nell’idea di utilizzare piante e sostanze che la natura ha fornito per secoli. Questa connessione con il passato, unita a un crescente corpo di ricerca che supporta l’efficacia di molti rimedi naturali, contribuisce alla loro popolarità. È importante, tuttavia, utilizzare questi rimedi con cognizione di causa e sotto la guida di professionisti qualificati, per assicurarsi che siano adatti alle proprie esigenze e che non interferiscano con altri trattamenti in corso.

L’interesse per i rimedi naturali continua a crescere, sostenuto da una combinazione di tradizione, ricerca scientifica e un desiderio crescente di vivere in modo più sostenibile e in armonia con l’ambiente. Con un approccio equilibrato e informato, i rimedi naturali possono offrire un valido complemento alla medicina convenzionale, arricchendo le nostre opzioni per la cura della salute e il benessere.

Il Camper dell’Oasi della salute AFMAL ad Apollosa

Il Camper dell’Oasi della salute AFMAL ad Apollosa

AttualitàDalla Provincia

Sabato 18 Maggio 2024 giornata delle prevenzione osteoarticolare con il dott. Salvatore D’Auria del FBF Patologia dell’anca e del ginocchio.

Sabato 18 gennaio, dalle ore 9.00 alle ore 13.00, il Camper dell’Oasi della salute (Progetto AFMAL – Associazione dei Fatebenefratelli per i Malati lontani) sarà presente in piazza Grasso ad Apice (BN) dove saranno effettuate dal dott. Salvatore D’Auria (Prima dell’U.O.C. Di Ortopedia del Fatebenefratelli di Benevento) visite ortopediche per la prevenzione osteoarticolare e la cura della patologia dell’anca e del ginocchio.

Ricordiamo che il progetto dell’AFMAL ha lo scopo di soddisfare i bisogni urgenti di una società sempre più in crisi.

VIDEO – Curare, donare, vivere: al San Pio un convegno sui trapianti

VIDEO – Curare, donare, vivere: al San Pio un convegno sui trapianti

AttualitàBenevento Città

E’ iniziato questa mattina presso l’Azienda Ospedaliera San Pio di Benevento il focus sulla trapiantologia a tema : “Curare, Donare, Vivere”. Il nosocomio beneventano, in prima linea nel tema degli espianti, ospiterà in questa due giorni  medici, esperti del settore ed autorità militari e religiose.

Il trapianto di organi e tessuti costituisce per migliaia di cittadini italiani una efficacie strategia terapeutica in relazione alle rilevanti potenzialità attualmente connesse anche al trattamento in urgenza di gravissime insufficienze d’organo.

E’ fondamentale, quindi, diffondere la cultura della donazione ma ancor più cogente risulta garantire la sicurezza e la qualità del processo di donazione e trapianto.

Di seguito le dichiarazioni della dg Maria Morgante.

San Pio, asportazione robot-assistita di un tumore ovarico benigno

San Pio, asportazione robot-assistita di un tumore ovarico benigno

AttualitàBenevento Città
Presso il nosocomio di via Pacevecchia è entrato in funzione il robot Da Vinci, uno dei robot chirurgici più diffusi al mondo.

La UOC di Ginecologia dell’AORN “San Pio“ di Benevento entra a pieno titolo nella nuova frontiera della chirurgia minivasiva, affidandosi al Robot “Da Vinci”, uno dei robot chirurgici più diffusi al mondo.

Una giovane donna è stata sottoposta ad un intervento di asportazione robot-assistita, di un voluminoso teratoma ovarico, ossia una neoformazione ovarica tumorale benigna, preservandone la fertilità.

La chirurgia ginecologica,  affidandosi all’utilizzo della metodica robotica con i suoi 4 bracci automatizzati, ha una precisione chirurgica non confrontabile con altre tecniche, superando i limiti legati alle difficoltà di trattare, con la chirurgia tradizionale o con la più recente laparoscopia, patologie in sedi anatomiche difficili da raggiungere, sia di natura benigna che tumorale.

Con questa tecnica l’UOC della ginecologia dell’AORN “San Pio“ garantisce alle proprie pazienti tutti i benefici della mini invasività: nessuna cicatrice estesa sull’addome, ridotta degenza postoperatoria e ripresa più rapida.

L’equipe formata dal Primario dott. Luciano Pino, dal dott. Nicola Antonio Ciarlo, dalla dott.ssa Gilda De Biasio e dalla dott.ssa Luigia Straccia, con il supporto tecnico dello specialist ingegnere pasquale Poerio ha eseguito l’intervento in tempi brevi, in assenza di perdite ematiche intraoperatorie, con il minimo rischio chirurgico, garantendo alla donna un rapido e sicuro decorso postoperatorio con  minima dolorabilità .

“L’Azienda Ospedaliera di Rilievo Nazionale San Pio di Benevento si conferma un Ospedale strategicamente importante della rete ospedaliera campana, capace di dare risposte sempre più qualificate ai cittadini – utenti. Il Robot Da Vinci consente ai nostri professionisti di usufruire di un’eccellente tecnologica, tutto a vantaggio dell’assistito. Non posso che ringraziare, ancora una volta i medici ed il personale sanitario, sempre attenti alle esigenze di modernizzazione e sensibili all’adeguamento tecnologico delle nostre attrezzature “ – afferma il Direttore Generale Maria Morgante. 

Prevenzione e diagnosi tumore al seno, il San Pio presenta la procedura VABB

Prevenzione e diagnosi tumore al seno, il San Pio presenta la procedura VABB

AttualitàBenevento Città
Si tratta di una biopsia con agoaspirazione eseguita sotto risonanza magnetica e finalizzata al prelievo di frammenti di tessuto, di sospetta natura patologica, che verranno poi analizzati.

L’ospedale “San Pio” di Benevento in prima linea per la prevenzione e la diagnosi approfondita del tumore alla mammella.

La procedura si chiama VABB (Vaccum Assisted Breast Biopsy), una biopsia con agoaspirazione eseguita sotto risonanza magnetica e finalizzata al prelievo di frammenti di tessuto, di sospetta natura patologica, che verranno poi analizzati.

Ad illustrare la metodica, svolta per la prima volta in Campania, è stato Alfonso Bencivenga, direttore dell’Unità Operativa Complessa di Diagnostica per Immagini dell’ospedale beneventano nel corso di una conferenza stampa che si è tenuta questa mattina.

Al San Pio la procedura è già stata utilizzata per fare diagnosi su 5 pazienti e permette di evitare la più invasiva biopsia tradizionale. L’esame si svolge in ambulatorio e in un’unica seduta.

Orgogliosa per il risultato raggiunto la dg Maria Morgante. “Il nostro obiettivo è ridurre la mobilità passiva evitando lunghi viaggi per sottoporsi agli esami e di essere sempre più attrattivi”.

Ordine dei Medici Chirurghi ed Odontoiatri di Benevento: approvato il Bilancio Consuntivo 2023

Ordine dei Medici Chirurghi ed Odontoiatri di Benevento: approvato il Bilancio Consuntivo 2023

AttualitàBenevento Città

Martedì 30 aprile si è riunita l’Assemblea degli iscritti all’Ordine dei Medici Chirurghi ed Odontoiatri di Benevento per approvare il “Bilancio Consuntivo 2023”.

Tra i principali temi affrontati, il presidente Giovanni Pietro Ianniello ha evidenziato la costante carenza di personale, che porta a carichi di lavoro ingestibili e alla conseguente fuga dalle strutture pubbliche. Il Servizio sanitario nazionale senza professionisti rischia di scomparire ed i correttivi proposti dal governo (eliminazione del numero chiuso, nuove modalità di assunzione del personale medico a partire dal 2026) possono poco incidere nell’immediato su tale situazione.

Il Presidente Ianniello ha ringraziato tutte le Colleghe e i Colleghi che tanto fanno per garantire la loro salute, i Colleghi della ASL, i MMG, i PDLS, gli Specialisti Ambulatoriali, i Colleghi Ospedalieri sia della ospedalità pubblica che privata, le Colleghe ed i Colleghi Odontoiatri. 

Il dott. Ianniello, ha poi illustrato all’assemblea l’importante attività svolta dal Consiglio Direttivo, dalle Commissioni, dai gruppi di lavoro e da tutto lo staff di segreteria nell’anno 2023 ringraziandoli per il lavoro svolto.

Al termine dei lavori si è proceduto all’approvazione del Bilancio Consuntivo 2023.

Servizio scuola San Pio, seguiti 239 alunni nell’anno 2022/23

Servizio scuola San Pio, seguiti 239 alunni nell’anno 2022/23

AttualitàBenevento Città
“Dobbiamo garantire a tutti i bambini presenti in ospedale non solo il diritto alla salute ma anche il diritto all‘istruzione“, spiega la dg Morgante.

Scaffali pieni di volumi, libri e pennarelli sui tavoli, disegni alle pareti, puzzle con cui studiare arte, modelli del corpo umano per le scienze. È facile riconoscere in questi ambienti, spazi deputati all’insegnamento: qui, però, i docenti indossano un camice bianco e gli studenti sono i giovani pazienti del Reparto di Pediatria dell’Aorn San Pio di Benevento.

Il servizio di Scuola in Ospedale è frutto di un accordo Inter istituzionale stipulato nel 1999, che prevede la presenza di personale qualificato, che garantisce un’offerta formativa specifica a seconda delle necessità.

Il servizio di Scuola in Ospedale è una punta di diamante dell‘Azienda Ospedaliera San Pio e la direzione strategica sta cercando di investire e far crescere ancora di più questo servizio.

Ecco i dati relativi agli alunni seguiti nell’anno scolastico 2022/2023. In questo anno scolastico sono stati seguiti 239 alunni di cui 97 di scuola dell’infanzia (pari al 41% circa), 90 di scuola primaria (pari al 39% circa) 52 di scuola secondaria di 1° grado (pari al 20% circa).

Gli alunni seguiti sono stati quasi per la totalità di nazionalità italiana solo una minima percentuale di essi, circa il 3% , provenivano da paesi nord africani.

“La scuola in ospedale – afferma il Direttore Generale Maria Morgante –  consente agli alunni ricoverati di poter proseguire lo studio , favorendo lo sviluppo di capacità e riconoscendo loro il diritto-dovere all’istruzione, facilitando il reinserimento nei contesti di appartenenza, e prevenendo in questo modo eventuali situazioni di dispersione scolastica e abbandono. 

Dobbiamo garantire a tutti i bambini presenti in ospedale non solo il diritto alla salute ma anche il diritto all‘istruzione“, conclude il direttore generale dell Aorn San Pio Maria Morgante

“Mia madre combatte da anni contro una terribile malattia, grazie al San Pio per l’aiuto”: la lettera

“Mia madre combatte da anni contro una terribile malattia, grazie al San Pio per l’aiuto”: la lettera

AttualitàBenevento Città
Ringrazio la figlia della paziente che ha voluto elogiare il lavoro dei medici e del personale ospedaliero del San Pio“, dichiara la dg Morgante.

Un attestato di profonda stima e grande apprezzamento per la disponibilità del Direttore Generale Maria Morgante e la professionalità dei medici dell’Azienda Ospedaliera San Pio di Benevento, viene espresso dalla figlia di una paziente affetta da una malattia invalidante, assistita in ADI.

“Mia madre da dieci anni è affetta da una terribile malattia e noi familiari combattiamo insieme a Lei, con tutte le difficoltà che essa comporta. Qualche giorno fa per un cambio della cannula tracheostomica con conseguente esame broncoscopico, si è reso necessario il trasferimento in ospedale.

La procedura generalmente è effettuata dai medici che La assistono a domicilio, ma hanno ritenuto difficile il cambio, considerato il lungo tempo trascorso.

Desidero tanto ringraziare Lei Direttore, che ci ha dato la possibilità di fare quanto necessario ed in tempi brevi, ringrazio con tutto il cuore il Dr. Gaetano Beatrice della UOSD di Broncologia e tutta l’èquipe medica che ha assistito mia madre con premura e professionalità. Per noi è stato un sollievo aver avuto questa opportunità da parte dell’AORN San Pio. Saper di poter contare, nella sfortuna della malattia su personale qualificato e disponibile, ci è di grande aiuto, ma soprattutto lo è per chi non può contare sull’aiuto di parenti e familiari, grazie a nome di tutti”- conclude la lettera.

Ringrazio la figlia della paziente che ha voluto elogiare il lavoro dei medici e del personale ospedaliero del San Pio che ogni giorno, con spirito di abnegazione si dedicano alla loro professione. Il nostro obiettivo è garantire cure e assistenza a tutti i nostri pazienti e cercare di alleggerire i loro problemi”, afferma il Direttore Generale dell’azienda Ospedaliera San Pio Maria Morgante.

San Pio e Fondazione Onda insieme per la salute della donna

San Pio e Fondazione Onda insieme per la salute della donna

AttualitàBenevento Città

In Prima linea per le Donne: l’AORN SAN PIO di Benevento e la Fondazione ONDA Bollini Rosa insieme per un Open week dedicato alla prevenzione. Un’iniziativa nata per celebrare la IX Giornata Nazionale dedicata alla Salute della Donna, che ricorre il 22 aprile. Sarà possibile, dunque, effettuare visite gratuite dal 18 al 24 aprile presso gli ambulatori dell’ Azienda Ospedaliera San Pio. Nel corso dell’Open Week saranno offerte visite specialistiche gratuite.

Giovedi 18  aprile visite ambulatoriali di Oncologia dalle ore 11.00 alle ore 13.00 presso l’ambulatorio medico ubicato al secondo piano del Padiglione” Santa Teresa”.

Giovedi 18  aprile visite ambulatoriali di Ginecologia dalle ore 9.00 alle ore 12.00 presso l’ambulatorio medico ubicato al secondo piano del Padiglione San Pio

Giovedi 18 aprile  visite ambulatoriali di Diabetologia dalle ore 9.00 alle ore 12.00 presso l’ambulatorio medico ubicato al primo piano del Padiglione Rummo

Venerdì 19 aprile  visite ambulatoriali di  Dermatologia dalle ore 9.00 alle ore 12.00 ubicato al primo piano del  Padiglione Rummo

Venerdì 19 aprile  visite ambulatoriali di  Pneumologia dalle ore 9.00 alle ore 12.00 presso l’ambulatorio medico ubicato al primo piano del  Padiglione Santa Teresa

Sabato 20 aprile consulenze mediche presso il centro di Procreazione Medicalmente Assistita dalle ore 9.00 alle ore 12.00 ubicato al quarto piano del Padiglione San Pio

Lunedi’ 22 aprile visite ambulatoriali di  Reumatologia dalle ore 9.00 alle ore 12.00 presso l’ambulatorio medico ubicato al primo piano del  Padiglione Santa Teresa

Martedi’23 aprile visite ambulatoriali di  Gastroenterologia dalle ore 8.00 alle ore 11.00 presso l’ambulatorio medico ubicato al primo piano del  Padiglione Santa Teresa

Mercoledi 24 aprile visite ambulatoriali di  Gastroenterologia dalle ore 10.00 alle ore 12.00 presso l’ambulatorio medico ubicato al primo piano del  Padiglione Rummo.

Mercoledi 24 aprile visite ambulatoriali di Nutrizione e Dietetica dalle ore 9.30 alle ore 12.30 presso l’ambulatorio medico ubicato al piano terra del Padiglione San Pio.

Sara’ possibile prenotare venerdì 12 aprile fino a mercoledì 17 aprile, esclusi sabato e domenica, dalle ore 9.00 alle ore 13.00.

“L’Open Week dedicato alla prevenzione e alla salute delle Donne è un’iniziativa che intende avvicinare le donne a controlli medici sempre piu’ frequenti. La prevenzione assume un ruolo chiave, garantendo un percorso completo e gratuito di assistenza ,partendo dall’effettuazione del test di screening, fino agli eventuali approfondimenti e , se necessario, ai successivi trattamenti di cura e follow – up. Sono convinta che questo genere di iniziativa, rappresenta un momento di ascolto, di supporto alle donne, nonché un ‘opportunità , per la nostra Azienda Ospedaliera di fare prevenzione e comprendere i bisogni dell’utenza e del territorio”, afferma il Direttore Generale dell’AORN San Pio Maria Morgante.