Serie C, 27a giornata: perde la Juve Stabia, pari in Crotone-Taranto nelle altre sfide delle 20:45

Serie C, 27a giornata: perde la Juve Stabia, pari in Crotone-Taranto nelle altre sfide delle 20:45

Calcio

Questa sera, in contemporanea a PicernoBenevento, sono andati in scena altri tre incontri validi per la 27esima giornata del girone C della Serie C 2023-24. Dopo gli anticipi delle 18:30, il turno si concluderà domani sera con gli altri quattro posticipi. Questi, intanto, risultati e cronaca delle altre tre gare delle 20:45.

CATANIA-JUVE STABIA 2-0: al Cibali-Massimino, con un gol per tempo, i padroni di casa battono la capolista. I siciliani infatti, dopo il vantaggio firmato al 14esimo da Castellini, raddoppiano con lo stesso difensore rossoazzurro al 75esimo. La squadra di Lucarelli, dopo la sconfitta del turno infrasettimanale, torna alla vittoria ed è ora tredicesima con 34 punti; la formazione di Pagliuca invece, dopo il pareggio dell’ultima giornata, frena ancora la propria corsa in vetta perdendo ma mantenendo un vantaggio di 6 punti sul Picerno secondo.

AUDACE CERIGNOLA-MONTEROSI TUSCIA 1-2: al Monterisi avvio shock per i padroni di casa, che dopo quindici minuti sono già sotto 2-0 per i gol di Piroli ed Eusepi. Al 40esimo i pugliesi riaprono l’incontro con Capomaggio, ma neanche l’espulsione del difensore ospite Piroli riesce a evitare la sconfitta. L’organico di Tisci cade in casa dopo due pareggi consecutivi e resta a quota 37, decimo; il gruppo di Scazzola, invece, vince in trasferta e, almeno per una notte, abbandona l’ultimo posto in classifica salendo a 19 punti.

CROTONE-TARANTO 2-2: allo Scida i padroni di casa passano in vantaggio al 25esimo con Gomez. Nella ripresa però, tra il 62esimo e il 69esimo, gli ospiti ribaltano il risultato con la doppietta di Kanouté. Al 77esimo poi, dal dischetto, Gomez ristabilisce la parità. Gli uomini di Zauli fanno registrare il quarto pareggio consecutivo e restano settimi, ma con 43 punti; i ragazzi di Capuano, invece, collezionano il quinto risultato utile di fila e sono momentaneamente quarti in solitaria a quota 46.

Foto: Profilo Facebook S.S. Juve Stabia

Serie C, 26a giornata: vittorie per Taranto, Latina e Messina negli anticipi

Serie C, 26a giornata: vittorie per Taranto, Latina e Messina negli anticipi

Calcio

Comincia oggi, con le tre sfide delle 18:30, il turno infrasettimanale valido per la 26esima giornata del girone C della Serie C 2023-24. Questa sera, alle 20:45, sono in programma altri tre incontri, mentre domani si disputeranno le ultime quattro partite della settima giornata del girone di ritorno. Ecco, intanto, i risultati e la cronaca dei tre anticipi.

LATINA-CATANIA 1-0: al Francioni decide l’incontro la rete, segnata a inizio ripresa da Riccardi, in favore dei padroni di casa. La squadra di Fontana colleziona la seconda vittoria di fila e sale a 37 punti, ora settima; la formazione di Lucarelli, dopo il pareggio dell’ultimo turno, perde di misura e resta quattordicesima a quota 31.

TARANTO-GIUGLIANO 1-0: allo Iacovone, dopo un primo tempo terminato a reti bianche, i padroni di casa conquistano la vittoria grazie al gol siglato a tempo quasi scaduto da Kanouté. L’organico di Capuano fa registrare il quarto risultato utile consecutivo e balza momentaneamente al terzo posto a quota 45; il gruppo di Bertotto, invece, cade di misura in trasferta e resta a 36 punti, undicesima.

MESSINA-SORRENTO 2-0: al San Filippo-Franco Scoglio, dopo una prima frazione terminata 0-0, i padroni di casa la sbloccano a inizio secondo tempo con Plescia. In pieno recupero, poi, arriva il raddoppio di Luciani che chiude definitivamente il match. I ragazzi di Modica la terza vittoria consecutiva e con questo sesto risultato utile di fila sale al dodicesimo posto con 35 punti; gli uomini di Maiuri, alla seconda sconfitta consecutiva, restano invece a quota 36, noni.

Foto: Profilo Facebook Taranto FC 1927

Serie C, 25a giornata: vince il Picerno, pareggio per il Taranto nei match delle 18:30

Serie C, 25a giornata: vince il Picerno, pareggio per il Taranto nei match delle 18:30

Calcio

Si conclude, con le tre partite delle 18:30, la domenica dedicata alla 25esima giornata del girone C della Serie C 2023-24. Domani sera, quindi, andrà in scena il posticipo dello Scida tra Crotone e Benevento che chiuderà il turno. Questi, infine, i risultati e la cronaca dei tre incontri che hanno chiuso questo lungo pomeriggio.

SORRENTO-PICERNO 0-2: al Viviani di Potenza gli ospiti passano a condurre dopo appena 8 minuti con il solito Murano. Dopo una fase di sofferenza poi, nel recupero del secondo tempo, i lucani con Albertini siglano la rete del definitivo 2-0. La squadra di Maiuri, dopo sette risultati utili consecutivi, cade in casa e resta a 36 punti, ottava; la formazione di Longo, invece, fa registrare il sesto risultato utile di fila e resta a quota 48, a -6 dalla Juve Stabia capolista ma ora a +4 sull’Avellino secondo (in attesa di Crotone-Benevento).

AUDACE CERIGNOLA-TARANTO 0-0: al Monterisi, nell’ennesimo derby pugliese della stagione, il tabellino recita un pareggio a reti bianche. L’organico di Tisci torna a fare punti dopo la sconfitta dell’ultima giornata e sale al nono posto in classifica a quota 36; il gruppo di Capuano, invece, frena leggermente la propria corsa nelle zone alte restando quinto con 42 punti.

TURRIS-FOGGIA 2-0: al Liguori di Torre del Greco i padroni di casa passano in vantaggio al 20esimo con D’Auria. Nel secondo tempo poi, al 63esimo, Pugliese sigla il gol del raddoppio campano mettendo una seria ipoteca sul match. Gli uomini di Menichini tornano a vincere dopo più di un mese e mezzo e salgono a 24 punti, sedicesimi; i ragazzi di Cudini invece, dopo il pareggio dell’ultimo turno, cadono in trasferta e restano quindicesimi a quota 26.

Foto: Profilo Facebook AZ Picerno

Benevento, un mese di Auteri: come è cambiata (e cresciuta) la Strega con il ritorno del tecnico siciliano

Benevento, un mese di Auteri: come è cambiata (e cresciuta) la Strega con il ritorno del tecnico siciliano

Benevento CalcioCalcio

Il 6 gennaio, un mese fa, Gaetano Auteri esordiva per la seconda volta nella sua carriera sulla panchina del Benevento, vincendo 3-2 contro la Turris nel derby dell’Epifania valido per la prima giornata del girone di ritorno. Oggi, un mese e cinque partite dopo, la Strega del tecnico di Floridia ha fatto registrare cinque risultati utili consecutivi: quattro vittorie (contro la già citata Turris, la Virtus Francavilla, la Casertana e il Brindisi) e un pareggio (contro il Taranto).

Sono 10 i gol siglati dai giallorossi in cinque incontri, con una facile e immediata media di 2 reti a partita: Ciano, ritrovato rispetto ai primi mesi della stagione, è il bomber di queste prime giornate, con 3 gol e numerose giocate di alto livello; a seguire Berra, perno della difesa, con 2 marcature. Sei, invece, le reti subite, tutte da Paleari (l’unica presenza di Manfredini è stata nel derby contro i Falchetti, terminato 1-0 per i sanniti), che però si è dimostrato decisivo in molte occasioni: esemplare, in tal senso, è l’ultima partita contro il Brindisi, in cui ha registrato il suo primo clean-sheet dell’era Auteri, ma anche il tu per tu contro Simeri nel recupero contro il Taranto, mettendo al sicuro un punto dalla trasferta dello Iacovone.

Oltre alla logica dello “giocare per vincere”, dimostrata dall’atteggiamento di una squadra che non si arrende mai e che con i cambi riesce sempre ad avere nuova linfa da spendere per i minuti finali (come accaduto alla Nuovarredo Arena contro la Virtus Francavilla, con il 2-1 di Simonetti arrivato al 94esimo), c’è da tener presente anche la condotta dei singoli. I nuovi acquisti Starita, Lanini e Nardi sono scesi in campo da titolari nell’ultimo turno, risultando decisivi: i due attaccanti hanno messo a segno le prime reti in maglia Benevento mentre il centrocampista, arrivato appena pochi giorni prima dalla Reggiana, si è preso subito le chiavi della metà campo giallorossa in compagnia di Agazzi. I subentranti, poi, non sono affatto di basso livello: Pinato, Simonetti, Talia, Ciciretti, Ferrante e Marotta sono tutte frecce che creano il giusto mix di qualità ed esperienza nell’arco di Mister Auteri. L’impressione è che, nell’organico dell’allenatore della Strega, non ci siano delle vere e proprie gerarchie: il tecnico di Floridia valuta chi mettere in campo a seconda della settimana di lavoro, come è giusto che sia, quindi tutti sono portati a dare il massimo per conquistarsi una maglia da titolare o essere incisivi a partita in corso.

Capitolo a parte vale per la difesa: la formazione sannita si schiera con un baricentro molto alto in fase di possesso palla e gli elementi della retroguardia si trovano spesso a giocare nel cerchio di metà campo. Il terzetto difensivo, dunque, deve essere formato da giocatori veloci, di gamba e anche tecnici che possano contribuire al possesso dei centrocampisti, dare inizio alla manovra ed essere in grado di correre subito indietro in caso di contropiede avversario. Per questo magari Terranova, profilo certamente di esperienza e forza fisica ma sulla cui carta d’identità compare il numero 36 alla voce “età”, sta trovando meno spazio, e probabilmente un destino simile potrebbe toccare anche a Meccariello, che dovrebbe tornare a disposizione tra circa un mese. Largo ai giovani forti, dunque, come Berra, Capellini e Pastina. Certo, gli errori che purtroppo ci sono vanno assolutamente limitati, ma è passato appena un mese della seconda gestione sannita di Gaetano Auteri e la crescita della squadra è evidente partita dopo partita, come confermato dalle prestazioni e conseguentemente dai risultati.

Questa coesione e comunione d’intenti, quindi, potrebbe essere l’arma vincente per il Benevento del prossimo futuro. La Strega, impegnata lunedì sera allo Scida contro il Crotone, inaugurerà un filotto di tre partite da disputare in una settimana: giovedì infatti l’Audace Cerignola arriverà al Vigorito, mentre domenica i giallorossi scenderanno in campo sul rettangolo verde del Curcio contro il Picerno. Collezionare nove punti sarebbe un sogno, ma la profondità dell’organico sarà sicuramente un elemento da tenere in forte considerazione e da utilizzare al meglio per sfruttare sempre forze fresche e motivate.

L’obiettivo di questo mini tour-de-force, oltre a uscirne indenni, deve essere mantenere e magari migliorare l’attuale posizione in classifica, che vede la squadra guidata da Mister Auteri terza in classifica in solitaria (in attesa del recupero di questa pomeriggio, Picerno-Catania, che potrebbe vedere i sanniti scendere al quarto posto in caso di successo dei lucani). I punti che separano i sanniti dalla Juve Stabia capolista sono 8, ma le Vespe non hanno una rosa così profonda come quella giallorossa: in caso di frenate, dunque, la truppa del tecnico di Floridia è chiamata a rispondere presente, provando a rosicchiare qualche punto ai diretti avversari per la promozione.

Serie C, 24a giornata: vincono Avellino e Taranto, pareggio per la Casertana nelle sfide delle 20:45

Serie C, 24a giornata: vincono Avellino e Taranto, pareggio per la Casertana nelle sfide delle 20:45

Calcio

Prosegue il sabato dedicato alla 24esima giornata del girone C della Serie C 2023-24 che, dopo le due partite del pomeriggio, questa sera offre altri tre incontri. Domani, invece, il posticipo del Vigorito tra Benevento e Brindisi (ore 14:00) chiuderà il turno. Questi, intanto, i risultati delle sfide delle 20:45.

MONOPOLI-AVELLINO 0-1: al Veneziani basta un gol agli ospiti, siglato da Patierno su rigore al sesto minuto, per conquistare i tre punti. La squadra di Taurino, reduce da due risultati utili consecutivi, cade in casa e resta sedicesima con 23 punti; la formazione di Pazienza, invece, torna a vincere dopo la sconfitta contro il Sorrento e si conferma seconda (ma con una partita in più rispetto al Picerno) a quota 44.

CASERTANA-POTENZA 0-0: al Pinto, dopo una prima frazione terminata a reti bianche, la sfida non si sblocca neanche nella ripresa. Gli uomini di Cangelosi collezionano il secondo pareggio di fila e salgono a quota 40, sesti; i ragazzi di Marchionni invece, dopo due sconfitte, torna a fare punti ed è ora dodicesima con 30 punti.

TARANTO-MONTEROSI TUSCIA 2-1: allo Iacovone i padroni di casa sbloccano subito il match, al nono minuto, con la trasformazione dal dischetto di Kanouté. Al 35esimo gli ospiti la pareggiano con Parlati ma, nel recupero del secondo tempo, Orlando decide la sfida regalando tre punti ai rossoblù. Il gruppo di Capuano fa registrare il secondo risultato utile consecutivo ed è ora quarto con 41 punti; l’organico di Romondini cade invece in extremis e resta fanalino di coda del girone a quota 15.

Foto: Profilo Facebook U.S. Avellino 1912

Serie C, il Taranto si rinforza con un ex giallorosso dopo il pari contro il Benevento

Serie C, il Taranto si rinforza con un ex giallorosso dopo il pari contro il Benevento

Benevento CalcioCalcio

Dopo il pareggio di domenica scorsa contro il Benevento allo Iacovone, il Taranto si è rinforzato acquisendo proprio le prestazioni sportive di un ex Strega.

Il Delfino, infatti, ha acquistato Antonio Matera dalla Turris. Il neo-centrocampista rossoblù, classe ’96, ha indossato la maglia giallorossa in sei occasioni in Serie B, per poi vestire i colori di Fidelis Andria, Potenza, Cavese e Avellino.

Di seguito, dunque, il comunicato ufficiale della società rossoblù:

La società Taranto Football Club 1927 comunica di aver acquisito i diritti alle prestazioni di Antonio Matera sino al 30/06/2025. Classe 1996, Matera arriva dalla Turris, club con il quale ha iniziato questa stagione. Il neo-centrocampista rossoblù in serie C ha vestito le maglie di Fidelis Andria, Potenza, Cavese e Avellino. In carriera vanta anche 6 presenze in serie B con il Benevento. Ad Antonio va il nostro benvenuto nella famiglia rossoblù!“.

Foto: Screen Sky Sport

Giudice Sportivo, ammenda e inibizione per il D.T. Carli dopo Taranto. Talia entra in diffida

Giudice Sportivo, ammenda e inibizione per il D.T. Carli dopo Taranto. Talia entra in diffida

Benevento CalcioCalcio

La Lega Pro, sui propri canali ufficiali, ha reso note le decisioni del Giudice Sportivo dopo la ventitreesima giornata di campionato.

Nessuno squalificato per il Benevento in vista del match del Vigorito di domenica 4 febbraio alle ore 14:00 contro il Brindisi. Nessun assente per squalifica, poi, neanche tra le fila dei pugliesi.

La Strega, però, ha subito alcune conseguenze a seguito del big-match dello Iacovone contro il Taranto. Al D.T. giallorosso Marcello Carli, infatti, è stata inflitta un’inibizione a svolgere ogni attività in seno alla F.I.G.C. fino al 6 febbraio 2024 e una multa di 500euro “per avere, al 12° minuto del primo tempo, tenuto una condotta irriguardosa nei confronti dell’Arbitro, in quanto usciva dall’area tecnica per protestare nei confronti di una decisione di quest’ultimo“.

Lato giocatori, invece, Talia con il giallo rimediato nella trasferta in terra pugliese è salito a quota 4 ed è entrato dunque in diffida (come Ferrante). Sul fronte ammonizioni, poi, Berra e Pastina hanno rimediato il settimo giallo stagionale. Resta a tre Simonetti, a due Capellini e Agazzi.

Benevento, ripresa nel day-after contro il Taranto. Attese novità dal mercato

Benevento, ripresa nel day-after contro il Taranto. Attese novità dal mercato

Benevento CalcioCalcio

Il Benevento Calcio è tornato subito al lavoro per preparare la prossima gara casalinga contro il Brindisi, in programma domenica 4 febbraio 2024 alle ore 14:00 al Ciro Vigorito. Questa mattina, presso l’Antistadio Carmelo Imbriani, per chi non ha preso parte alla trasferta di ieri contro il Taranto (terminata 2-2 allo Iacovone), l’allenamento di ripresa è stato caratterizzato da possesso palla, partita 8vs8 e lavoro sulla potenza lattacida.

Per domani Mister Auteri e il suo staff hanno concesso una giornata di riposo ai giallorossi, con la vera preparazione al match contro i biancoazzurri che quindi comincerà mercoledì con una doppia seduta. Giovedì, come ufficializzato dal club di via Santa Colomba, i tifosi potranno assistere alla seduta pomeridiana. Per sabato 3 febbraio alle 16:30, inoltre, è stata fissata la conferenza stampa pre-partita del tecnico di Floridia.

Tra pochi giorni poi, il 1° febbraio, si chiuderà la sessione invernale di calciomercato. La Strega è vicinissima a definire l’addio di Tello, direzione Catania, e conseguentemente punta a chiudere il prima possibile per Nardi della Cremonese via Reggiana (QUI). Un altro obiettivo del D.T. Carli è poi Valente, esterno destro di proprietà del Palermo ma che lascerà la Sicilia solo quando i rosanero ne avranno trovato il sostituto (QUI).

Benevento, giovedì pomeriggio allenamento a porte aperte all’Antistadio

Benevento, giovedì pomeriggio allenamento a porte aperte all’Antistadio

Benevento CalcioCalcio

Il Benevento Calcio ha comunicato che la sessione pomeridiana di allenamento in programma giovedì 1° febbraio sarà aperta al pubblico.

I tifosi della Strega, quindi, potranno assistere alla seduta dei ragazzi di Mister Auteri in vista della sfida del Vigorito contro il Brindisi. Il match, dopo il pareggio dello Iacovone di ieri pomeriggio contro il Taranto, in programma domenica 4 febbraio alle 14:00 ed è valido per la 24esima giornata del girone C della Serie C 2023-24.

L’appuntamento per sostenere i giallorossi a pochi giorni dal match interno quindi giovedì 1° febbraio, alle 14:30, presso l’Antistadio Carmelo Imbriani. Di seguito il comunicato del club di via Santa Colomba:

Il Benevento Calcio comunica che giovedì 1 febbraio p.v., sarà possibile assistere dagli spalti dell’Antistadio “Carmelo Imbriani” alla seduta pomeridiana dei giallorossi in programma alle ore 14:30“. 

Taranto-Benevento 2-2, le pagelle dei giallorossi

Taranto-Benevento 2-2, le pagelle dei giallorossi

Benevento CalcioCalcio

Il Benevento pareggia il big-match della 23esima giornata all’Erasmo Iacovone contro il Taranto, facendo registrare comunque il quarto risultato utile di fila dopo le tre vittorie consecutive contro Turris, Virtus Francavilla e Casertana. Per la Strega di Mister Auteri, ora terza in classifica in solitaria a 40 punti, la vetta dista 8 lunghezze: attesa per il posticipo del turno, AvellinoSorrento, e per il recupero di PicernoCatania.

Dopo appena sei minuti di gioco i giallorossi passano in vantaggio: angolo di Ciano, mischia in area in cui sbuca il “solito” Berra che, da due passi, batte Vannucchi. Al 13esimo, a causa un retropassaggio sanguinoso di Berra che mette nei guai Capellini contro De Marchi, l’arbitro indica il dischetto per un fallo di Pastina, nel tentativo di liberare l’area, sull’attaccante rossoblù: dagli undici metri si presenta l’ex Kanouté che spiazza Paleari e sigla l’1-1. A inizio ripresa Ciano, con un gol di pregevole fattura con il mancino dalla distanza sull’invito di Talia, riporta avanti la Strega. Al 14esimo, però, il Delfino ristabilisce la parità: da corner, Kanouté fa da sponda per il nuovo acquisto Simeri che, di testa da due passi, batte Paleari. Nell’ultima mezz’ora regna fondamentalmente l’equilibrio, nonostante alcune buone occasioni capitate da una parte e dall’altra.

Paleari 6,5: Passano pochi minuti e l’estremo difensore giallorosso, dopo aver saltato il derby contro la Casertana, si rivela subito decisivo nel tu per tu con De Marchi, nell’azione che poi porterà al rigore. Nulla può sul secondo gol di Simeri, mentre è più che decisivo nel finale di gara proprio sul nuovo acquisto rossoblù.

Berra 6: Pronti e via, dopo i tre pali colpiti nella prima parte di stagione al sesto minuto sigla il secondo gol consecutivo con la maglia del Benevento. Pochi minuti dopo, però, un suo retropassaggio sanguinoso spalanca la strada a De Marchi, furbo poi a conquistare il penalty. Partita complicata, complice l’arduo compito di dover marcare un indemoniato Kanouté.

Capellini 5: Schierato titolare da Mister Auteri, è evidente come non sia al top della condizione. Si lascia sorprendere dallo sprint di De Marchi nell’occasione che porterà al rigore, per il resto risulta insicuro e poco preciso nelle uscite. Si perde Simeri, infine, nell’angolo del 2-2.

Pastina 5: Nelle prime fasi dell’incontro è l’elemento più in difficoltà del terzetto difensivo, sia palla al piede sia in marcatura. In occasione del rigore, molto probabilmente, non commette neanche fallo, ma è inspiegabile come abbia deciso di appoggiare la sfera a Paleari piuttosto che spazzarla via. Indeciso nella ripresa, ma attento sui cross e sulle palle alte.

Improta 6: Come sempre accaduto nelle ultime uscite, è il giocatore che fa da collante tra reparto arretrato e attacco. Dà l’impressione di poter bucare la difesa pugliese, ma gli manca quel guizzo per potersi rivelare decisivo. Dal 28’s.t. Masciangelo 6: Dopo l’assenza contro la Casertana, Mister Auteri gli concede qualche minuto contro il Taranto. Spinge, e non poco, nelle ultime fasi dell’incontro, dimostrando tutte le sue caratteristiche.

Agazzi 5,5: Tanti, troppi alti e bassi per l’ex centrocampista della Ternana. Soffre il pressing avversario, ma una volta calato non riesce comunque a incidere e illuminare il gioco della Strega, risultando a volte troppo lento e macchinoso. Ha un’occasione da gol a inizio ripresa, non sfruttata a dovere.

Talia 6: Schierato titolare quasi a sorpresa, nella prima metà del primo tempo fatica a entrare nel vivo del gioco e a reggere l’intensità della gara. Acquisita evidentemente la condizione, poi, cresce con il passare dei minuti e si propone anche in zona offensiva, servendo l’assist al Ciano per il momentaneo 2-1.

Benedetti 5: L’assenza di Masciangelo sull’out mancino, soprattutto negli ultimi 25 metri, si fa sentire e non poco. Reduce da una buona prestazione nel derby contro la Casertana, non si riesce a confermare e anzi compie passi indietro. Perde Kanouté in occasione del corner del 2-2. Dal 21’s.t. Simonetti 6: Si conferma essere un jolly importante nell’arco di Mister Auteri, subentra e ha subito un impatto positivo proponendosi più volte in avanti.

Ciano 7: Dai suoi piedi parte il pallone per l’1-0 firmato da Berra, ma nella prima frazione fatica a trovare spiragli e a risultare decisivo nella trequarti offensiva. A inizio ripresa, poi, dà sfogo alle sue qualità: gol da cineteca per portare il Benevento nuovamente in vantaggio. Dal 28’s.t. Marotta 5,5: Poche palle giocabili in una fase complicata e confusionaria dell’incontro, prova ad attaccare in profondità senza però riuscire a rendersi pericoloso.

Lanini 5,5: Nella prima fase del match fatica, e non poco, risultando l’elemento più in ombra del terzetto offensivo. Riesce poi a trovare il suo spazio e le sue misure, ma sempre lontano dalla porta difesa da Vannucchi e senza quindi riuscire quasi mai a incidere in zona gol.

Starita 5,5: La voglia e gli spunti sono evidenti, anche in condizioni a dir poco complicate come quelle della prima metà del primo tempo. Prova a legare con i compagni di reparto, dimostrandosi sempre disponibile al dialogo e al suggerimento offensivo, ma non riesce a essere decisivo. Dal 15’s.t. Ciciretti 5,5: sprazzi di talento, qualche tentativo d’imbucata e giocata di classe che però si tramutano in un nulla di fatto. Costretto a giocare lontano dalla porta, non riesce a sfondare come accaduto in altre occasioni.

Auteri 6: Il Benevento non riesce a registrare la quarta vittoria consecutiva, che l’avrebbe portata al secondo posto in solitaria almeno per una notte. La Strega, comunque, non rifiuta mai di giocare ed è spesso propositiva, come è stato evidente soprattutto nella ripresa, dando l’impressione di poter essere pericolosa da un momento all’altro. C’è comunque ancora tanto da lavorare, in particolare a centrocampo.

Foto: Screen YouTube Lega Pro